• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di purpleglitter
    Data registrazione
    21-12-2007
    Messaggi
    120

    lavorativo: incasso o le smollo?

    da pochi mesi lavoro facendo postscuola in un asilo privato e il mio contratto finirebbe comunque a fine mese. avevo accettato nonostante solo 2 ore al giorno di lavoro e una paga da 6 euro all'ora(sto anche ancora studiando e non avendo altro in ballo). il fatto e' che nell'ultimo mese anche le 2 ore giornaliere si sono alquanto ridotte (siccome ultimamente i genitori tendono a venir a prendere prima i bimbi e le titolari vogliono che segno il mio orario effettivo di entrata/uscita (insomma se alle 50 all'asilo non c'è più alcun bimbo devo segnare quello come orario e non certo le 180 quale mio orario d'uscita canonica). certo siccome mi pagano loro tendono a tenermi le ore stringate non mettendomi ovviamente su l'ra finale di vuoto (faccio giusto qualche ora extra per emergenze ma ultimamente il mio lavoro è ridotto in pratica ad un'ora giornaliera): facendo i conti a sto punto è più quel che spendo in tempo di trasporto (mezzora ad andare e un'altra a tornare) e benzina che quello che ci guadagno. loro dicono che poi eventuali ore extra andranno a compensare ore mancanti al mio orario da contratto, ma vedo che nella pratica sono comunque molto restie e tiratissime. qualche volta mi e' capitato di "allungare" un quarto d'ora sulla carta ma la cosa mi mette ansia e non mi piace far la "furbetta". qualche volta che capita che devo fare una supplenza ecc magari mi combinano orari che devo andar la' un'ora-due la mattina e poi tornare il pomeriggio apposta per il postscuola (so che se la necessita' e' in quelle ore devo farle e stop infatti non faccio la lamentosa pero' ogni volta che tiro fuori la cosa mi fanno sentire cose se pretendo chissache' e quelle sono le loro esigenze). pero' sto riflettendo sul fatto che alla fine per andare la' un'ora perdo tutto il pomeriggio (fra prepararmi, tragitto, ecc rubo tempo prezioso allo studio ed altro ma questo l'avevo messo in conto e ok), poi la sera adesso col buio devo fare strade di campagna strettissime, buie e piene di nebbia...un'angoscia...insomma, cosa dite, mi conviene tener duro ancora per 3 settimane o le mando a spendere? alla fine potrebbero venirmi anche un po' piu' incontro, no? ho gia' provato a far presente la cosa chiedendo al limite di anticiparmi di un'ora il mio orario giornaliero o cambiarmi proprio fascia oraria ecc o farmi fare ore di recupero, ma dicono che le loro esigenze son quelle e che mi hanno assunto proprio per far chiusura in quella fascia d'orario.
    ***glitterpurple***

  2. #2
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: lavorativo: incasso o le smollo?

    Premetto che non mi sembra questa ( "Sentimentalmente".... ) la sezione giusta per questo tuo problema...
    Detto questo: le ore di un contratto di lavoro sono sacre, non possono obbligarti ad uscire prima... E, comunque, se lo fanno tu devi essere pagata in ogni caso per le ore nominali che sono scritte a contratto...
    Non esiste neanche che eventuali supplenze ( = straordinario ) vadano a coprire altre ore di buco che non ti hanno fatto fare durante il tuo normale orario di lavoro.
    Insomma: a) il tuo stipendio relativo alle ore lavorative che hai sul contratto non si tocca; b) tutte le ore che fai al di fuori del tuo orario di lavoro costituiscono straordinario e devono essere pagate a parte ( tra l'altro a tariffa maggiorata rispetto all'orario normale ).
    Tu finisci il tuo contratto, poi ti fai fare il conteggio di quanto ti è dovuto da parte di un consulente del lavoro ( ce l'avrai un amico o un conoscente che ne capisce, no? Sennò ti rivolgi ad un sindacato...) e gli mandi, con raccomandata e ricevuta di ritorno, la richiesta di quanto dovuto.
    Non scordare le ferie, le festività non godute, il rateo della tredicesima e della liquidazione.
    Se non accettano di pagarti, minacci una vertenza.

  3. #3
    Partecipante Assiduo L'avatar di purpleglitter
    Data registrazione
    21-12-2007
    Messaggi
    120

    Riferimento: lavorativo: incasso o le smollo?

    grazie per la risposta! infatti, certamente cerchero' altrove, ora pero' ho un sacco da studiare e comunque il mio qui finisce per natale...non so se smollarle subito o tener botta fino al 24! non vorrei che senza preavviso ecc poi dovrei anche pagar qualcosa o rimetterci in qualche modo...il mio contratto e' a tempo determinato e sono assunta come dipendente in un asilo privato. il mio contratto in teoria e' di 2 ore al giorno per un totale di 10 ore settimanali, ma non m'intendo epr niente di cose burocratiche e commerciale, dici che la commercialista fara' la mia busra paga e mi paghera' le mie ore da contratto o solo quelle che facci oeffettive? non so come funziona ma nel primo caso, che forse mi spetterebbe siccome io ho firmato il contratto per l'orario fissato in partenza, non capisco allora perche' mi paghino ad ore o perlomeno ci tengano tanto che io segni l'ora effettiva di entrata ed uscita in modo alquanto fiscale!
    ***glitterpurple***

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: lavorativo: incasso o le smollo?

    E' possibile che ti stiano imbrogliando, facendo risultare che, quando tu esci prima lo fai perchè hai chiesto tu un permesso e non perchè ti obbligano loro... Questo allo scopo di non doverteli, poi, pagare in busta paga ( ogni lavoratore ha diritto ad un certo numero di ore di permesso ogni mese... ).
    In ogni caso: se tu hai, da contratto, 10 ore settimanali il tuo stipendio non può essere inferiore a quanto risulta da quel monte ore.. Se fai ( o farai.. ) dello straordinario, pretendi, ovviamente, di segnare l'orario di entrata e di uscita: quelle ore devono esserti pagate in più, come, appunto, straordinario ( e con una paga oraria superiore rispetto a quella normale... ).
    Inoltre quando avrai finito il contratto, dovranno esserti retribuite anche tutte quelle cose che ti ho scritto prima ( rateo delle tredicesima, ferie non godute, festività soppresse, rateo del TFR etc. etc. ).
    Rivolgiti ad un sindacato o ad un consulente - commercialista di cui ti fidi.
    Ultima modifica di joker.the.mad : 07-12-2010 alle ore 00.09.33

  5. #5
    Partecipante Assiduo L'avatar di purpleglitter
    Data registrazione
    21-12-2007
    Messaggi
    120

    Riferimento: lavorativo: incasso o le smollo?

    non ne conosco purtroppo, altimenti non sarei ridotta a chiedere su un forum, comunque hai ragione e mi sa che andro' da un sindacato! per ora ho visto solo la prima busta paga, ma avendo lavorato le due ore normali piene il primo mese, su quella non posso rendermi conto di granche'. posso solo dirti che mi han detto che tra noi siamo flessibili e quindi, se magari un giorno una non puo' far un orario e viceversa ci si accorda fra noi e si fa cambio orario: per sempio a volte e' capitato che avevan bisogno di mattina e mi han detto "domani puoi venire dalle 9 alle 11 anzichè tuo orario dalle 160 alle 180" e mi venivano calcolate le 2 ore normali come paga giornaliera. forse a sto punto mi viene il dubbio che l'orario me lo facciano segnare scrupolosamente per eventuali controlli o calcoli (so che anche loro, pur essendo gestrici e responsabili dell'asilo lo devono comunque segnare tutti i giorni), ma forse a sto punto non ho capito per quali controlli e conteggi. ma allora, se come dici tu le mie due ore giornaliere da contratto mi verranno riconosciute e pagate comunque, non capisco perche' mi facciano un mazzo cosi' a specificarmi continuamente di segnare il mio orario reale di fine lavoro e non quello che e' idealmente scritto da contratto. non ci capisco nulla. pero' in ogni modo e' meglio allora che faccia loro un bel discorsetto chiarificatoe? certo non con tono di saccenza e rivalsa ma almeno per far loro capire che non sono un'ingenuotta e faro' i dovuti controlli ecc, come posso buttarla li' e cosa dovrei direi?
    ***glitterpurple***

Privacy Policy