• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Toni
    Ospite non registrato

    Gli hacker rubano i codici segreti di «Windows»

    NEW YORK. E’ come se avessero rubato allo chef più popolare del mondo alcune righe della ricetta che lo ha reso famoso. Anzi peggio: è come se il segreto della Coca Cola fosse finito su Internet. Per i clienti, poi, è come se un pezzo della chiave di casa fosse stato appeso fuori dalla porta. Questo, grosso modo, è il significato del tiro che qualche rapinatore anonimo ha giocato alla Microsoft, pubblicando sulla rete una porzione del codice sorgente di due programmi.

    L'azienda di Bill Gates ha ammesso il furto con questo comunicato: «Giovedì sono state illegalmente rese disponibili su Internet alcune porzioni di codice sorgente apparentemente parte di Windows NT4 e Windows 2000. Sono in corso accertamenti per comprendere se si tratti realmente di parti dei prodotti Microsoft e quali aree possano essere coinvolte. Il codice reso disponibile rappresenterebbe solo una piccola porzione. La pubblicazione non autorizzata di questo codice ha implicazioni a livello legale e di protezione della proprietà intellettuale, e non rappresenta un problema di sicurezza per i clienti dei prodotti Microsoft eventualmente coinvolti».

    Il codice sorgente, per capirsi, è il linguaggio fondamentale di un programma: chi lo possiede conosce tutti i suoi segreti. La Microsoft lo ha sempre custodito gelosamente nei suoi quasi trent’anni di vita, perché lo considera la sua ricchezza principale: è la proprietà intellettuale su cui si è basata la costruzione dei programmi Windows, usati da circa il 95 per cento dei computer in tutto il mondo. Il codice, però, è anche al centro di una disputa filosofica fondamentale nel mondo digitale. La Microsoft, infatti, lo considera una proprietà esclusiva dell’azienda che lo ha prodotto, da difendere per ragioni commerciali e di sicurezza; il movimento «open source», che invece predilige il programma aperto Linux, lo interpreta come uno strumento pubblico, da mettere a disposizione di tutti gli utenti per ritoccarlo e migliorarlo in una staffetta continua. Il modo di trattare il codice, poi, ha un’enorme importanza industriale, perché chi lo conosce può creare prodotti concorrenti o accessori più compatibili col programma originale.

    La Microsoft, che sta indagando sul furto insieme all'Fbi, sostiene che al momento non ci sono grandi pericoli per lei o per i clienti, perché la porzione pubblicata è molto piccola. Ma i rischi potenziali sono due: primo, che qualche hacker sfrutti il codice per violare i sistemi che usano Windows NT 4 e 2000; secondo, che qualche concorrente lo copi per realizzare prodotti simili.

    Thor Larholm, ricercatore dell'azienda californiana PivX Solutions, ha detto che circa 660 megabytes del codice sorgente sono stati pubblicati, su un totale di 40 gigabytes, quindi circa il 2 per cento. Secondo Howard Schmidt, ex capo della sicurezza della Microsoft, «è come se qualcuno avesse rubato un caccia russo del ‘56. I rischi per la sicurezza sono molto limitati. Mi preoccupa di più la possibilità che venga usato per creare prodotti concorrenti».

    La Microsoft ha detto che al momento il furto «non appare il risultato di una violazione della sicurezza interna». Dunque non l’avrebbe tradita un suo dipendente, ma un esterno. L’azienda, finora, aveva condiviso il codice sorgente solo con quattro soggetti: clienti, partner, università e centri di ricerca, e governi, compreso quello italiano. Lo aveva fatto in base alla «Shared Source Initiative», avviata 12 anni fa. Tramite questo progetto, circa tremila organizzazioni e 800 mila sviluppatori hanno avuto accesso al codice o a parti di esso: tra di loro l'azienda di Gates e l’Fbi stanno cercando il ladro traditore, indagando ovunque, Italia inclusa. I critici ora dicono che «Shared Source» è stato un errore, e anche un furto del 2 per cento dimostra che la compagnia non controlla bene il suo codice. Davide Viganò, vice direttore generale business marketing organization di Microsoft Italia, ha risposto così: «Il rischio è molto limitato, e i vantaggi per lo sviluppo del prodotto sono molto più grandi». Stavolta, però, questo approccio ha aperto la porta al tiro dei «Robin Hood» di «open source».


    fonte: la stampa

  2. #2
    lol la paura di Microsoft è un'altra, ma facciamo finta che sia quella ufficiale
    Remy Lebeau
    Fu Moderatore Dolce Vita e Raduni

    SeeTheLifeIveHad.CanMakeAgoodManBad
    • • • • framtida självmordsoffer • • • •

    [ regolamento del forum ] * [ regolamento de "La dolce vita" ]


  3. #3
    Lupo Solitario Biblico L'avatar di Antares
    Data registrazione
    14-05-2003
    Residenza
    Bari
    Messaggi
    2,731
    ke bella notizia
    Terra - Acqua - Fuoco - Aria - Vuoto....... i 5 Anelli......


    Credo nelle rovesciate di Bonimba e nei riff di Keith Richard
    Credo al doppio suono di campanello del padrone di casa che vuole l’affitto ogni primo del mese
    Credo che ognuno di noi meriterebbe di avere una madre e un padre che siano decenti con lui almeno fino a quando non si sta in piedi
    Credo che un Inter come quella di Corso, Mazzola e Suarez non ci sarà mai più, ma non è detto che non ce ne saranno altre belle in maniera diversa
    Credo che non sia tutto qua. Però prima di credere in qualcosa d’altro bisogna fare i conti con quello che c’è qua, e allora mi sa che crederò prima o poi in qualche dio
    Credo che se mai avrò una famiglia sarà dura tirare avanti con 300000 al mese ma credo anche che se non leccherò culi come fa il mio capo-reparto difficilmente cambieranno le cose
    Credo che ci ho un buco grosso dentro ma anche che il rock and roll, qualche amichetta , il calcio, qualche soddisfazione sul lavoro, le stronzate con gli amici... beh ogni tanto questo buco me lo riempiono
    Credo che la voglia di scappare da un paese con 20000 abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso e credo che da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddie Merx
    Credo che non è giusto giudicare la vite degli altri perché non puoi sapere proprio un cazzo della vita degli altri
    Credo che per credere certi momenti ti ci vuole molta energia.
    [/color]

    GrazieToni

    King of Movies del mese di Novembre

  4. #4
    Azzu82
    Ospite non registrato

  5. #5
    comunque è una bella notizia da un lato, brutto da un altro.
    Remy Lebeau
    Fu Moderatore Dolce Vita e Raduni

    SeeTheLifeIveHad.CanMakeAgoodManBad
    • • • • framtida självmordsoffer • • • •

    [ regolamento del forum ] * [ regolamento de "La dolce vita" ]


  6. #6
    SuperManu
    Ospite non registrato
    Lo ammetto sono stata io

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di Antopsi
    Data registrazione
    26-06-2003
    Residenza
    Ribera (AG)
    Messaggi
    1,711
    Devo ammettere che sono veramente tentato di passare a Linux, il problema è che non l'ho mai usato, e sopratuttuo sarebbe un problema doverlo spiergare a mio padre come si usa: mi farebbe impazzire!

    Comunque sono propio contento che qualcuno lo stia mettendo in quel posto a Bill Gates. In fondo diciamolo: Windows fa troppo schifo come sistema operativo!
    http://s2.bitefight.it/c.php?uid=49195

    Is not dead what it can eaternal live, but in strange eaons even death may die...

    Io ne ho viste cose che vuoi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione... e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser... e tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. E' tempo di morire.

    Scegliete la vita, scegliete un lavoro, scegliete una carriera, scegliete la famiglia, scegliete un maxitelevisore del cavolo, scegliete lavatrice, macchina, lettore cd e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete mutuo a interessi fissi, scegliete una prima casa, scegliete gli amici. Scegliete una moda casual e le valigie in tinta, scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cavolo, scegliete il fai-da-te e il chiedetevi chi siete la domenica mattina. Scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz, mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio, ridotti a motivo di imbarazzo di stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi. Scegliete il futuro, scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa cosí? Io ho scelto di non scegliere la vita. Ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?

    Il mio blog... Venitemi a trovare.

    Avanguardista del F.E.R.U. e Governatore della provincia di Palermo.
    I GATTI DOMINERANNO IL MONDO!

  8. #8
    Mah, è un discorso che valeva qualche anno fa. Windows XP e' un sistema operativo rispettabile.
    Inoltre i sorgenti in questione sono per l'esattezza di Windows 2000, di cui aspettatevi "release alternative". Ad ogni modo Win2k con questa mossa è diventato open-source
    Remy Lebeau
    Fu Moderatore Dolce Vita e Raduni

    SeeTheLifeIveHad.CanMakeAgoodManBad
    • • • • framtida självmordsoffer • • • •

    [ regolamento del forum ] * [ regolamento de "La dolce vita" ]


Privacy Policy