• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di purpleglitter
    Data registrazione
    21-12-2007
    Messaggi
    120

    esagerata schizzinosità che preclude l'intimità :'(

    un'esagerata schizzinosita' nei contatti ravvicinati che potrebbero prevedere un'eccessiva vicinanza mi sta rovinando la vita sentimentale o meglio precludendo quella intima. non mi riferisco affatto ad intolleranza nei confronti di certe persone o caratteristiche in se', quanto al costante timore d'incontrare o spartire quegli elementi fisiologici che stanno alla base di un ipotetico contatto ravvicinato. da un lato mi da' repulsione il pensiero che possano disgustarmi quelli altrui e dall'altro avverto disagio anche solo al pensiero di spartire i miei. certo mi capita eccome di desiderare un contatto ravvicinato ma al contempo mi frena il pensiero di dovermi "esporre" totalmente anche per quanto riguarda i risvolti meno romantici...e piu' mi piace qualcuno e piu' il freno diventa invalidante. premetto che sono tendenzialmente una persona timida e insicura, ok, ma non certo a livello patologico; ho disagi solo ed esclusivamente riguardo questo aspetto, ho in generale svariati rapporti sociali tutt'altro che problematici, parlo in pubblico come nulla fosse e sono una persona solitamentemolto alla mano. soltanto che, dal momento in cui avrei la voglia di un rapporto intimo e l'eventuale occasione di coronarlo, di colpo mi si azzera la magia pensando che per portarlo in pratica devo per forza di cose scendere al compromesso di sentirmi talmente esposta e vulnerabile. parlo di apprensione e vergogna non tanto a livello psicologico-mentale quanto specificatamente fisico-corporeo. ho 25 anni e gia' avuto ben piu' di un rapporto sessuale, nessun episodio traumatico a riguardo, ne' quello che mi da' problemi e' il risvolto morale o l'inibizione sessuale in se'. eppure, seppur sia inconsciamente che consapevolmente sovente l'intimita' amorosa la desideri eccome, mi sento frenata e bloccata "dal contorno". ultimamente questo timore-imbarazzo sta diventando proprio invalidante dal momento in cui mi piace un uomo e quindi fondamentalmente lo desidero. faccio un esempio concreto nel caso mi fossi spiegata male: quando vedo, immagino o comunque provo attrazione per qualcuno imparticolare ovviamente capita che lo desideri eccome, anche solo ipoteticamente, ma poi l'entusiasmo della fantisticheria mi smorza gli entusiasmi per via di mille penose paranoie quali: il suo alito potrebbe disgustarmi (o viceversa), temo l'emergere degli odori corporei, mi fa ribrezzo il pensiero che potremmo avvertire reciprocamente il sudore o cose simili, non riesco a lasciarmi andare al sapore della sua bocca e viceversa tremo all'idea che potrebbe schifarlo il mio, mi sento seppellire all'idea che potrebbe avvertire gambe ipoteticamente non perfettamente lisce, mi sotterrerei poi addirittura per quanto riguarda eventuali rumori (sia sentiti che generati, quali anche solo il semplice gorgoglio di pancia per fame o cose insomma semplicemente naturali), capelli non freschissimi di shampoo o piedi non perfettamente profumati...insomma cose cosi'. mi meraviglio io stessa di questi svilenti pensieri visto anche che non sono la classica persona sempre impeccabile e precisina, anzi. e so anche benissimo che sono cose normali e sto parlando nella norma, mica casi in cui e' dubbio se la persona si lavi o meno! per favore, non rispondetemi "ma va fregatene" o cose del tipo "figurati se un uomo durante un rapporto sta a pensare a ste cose o ti conta i punti neri sul naso"...razionalmente so bene anch'io che in certe circostanze bisognerebbe mettere da parte la testa e lasciarsi andare agli sitinti animali, ma non riesco a prendere il via perche' comunque non sarei a mio agio e la mia mente batterebbe sempre li', mi sento legata e prevenuta. vorrei semplicemente sapere, qualcuno sa spiegarmi al dinamica di questo problema? qualcuna fra voi riesce a capirmi? magari fosse come nei film che nemmeno le improvvisate danno mai problemi e la mattina ci si puo' svegliare uno a fianco all'altro e baciarsi come nulla fosse senza nemmeno avere il cruccio di doversi prima lavar 3 volte i denti
    ***glitterpurple***

  2. #2
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: esagerata schizzinosità che preclude l'intimità :'(

    beh dal tuo racconto si percepisce quanto tu viva come problematico quello che riporti, difficilmente il primo istinto può essere di dirti fregatene a me è piaciuto molto il modo in cui hai parlato di questo tuo problema, trovo particolare il fatto che ricorra spesso il concetto di esporti e scoprirti vulnerabile concedendo all'altro il tuo sapore ed odore, la tua imperfezione o diversità. è particolare se consideri il fatto che narrando tutto questo ti sei esposta -totalmente-, e non ad una sola persona ma a tutti noi. hai iniziato rimanendo un pò sull'astratto, tanto che fino ad un certo punto si ha l'impressione che fra le righe tu intenda squisitamente la fellazio, mentre poi chiarisci il tutto aprendoti anche ad episodi pratici. se mi chiedi una spiegazione psicodinamica, come immagini non posso che dirti che ci vuole molto ma molto più tempo e modo per restituirti qualcosa di minimamente affidabile. in pochi post di un forum si può solo azzardare qualche traballante ipotesi di massima. potrei dirti che gli aspetti che mi pare possano essere presenti siano quelli della mania o del controllo, o forse entrambi, ma questo va da sè. poi bisogna corroborarli da molti altri dati. sono poi aspetti che ricorrono in tutti noi, è quando si elevano nel valore che diventano problematici. io penso sia più utile capire quale sia la rappresentazione che hai di te in quei particolari momenti, e come ti rappresenti l'altro e le sue eventuali reazioni. supponi che sia estate, una bella mattina caldissima, e che tu (naturalmente su sua forte pressione) decida di andare in palestra con la persona che ti piace. in moto. andate la, sudate un sacco, sudate come porci, e poi stanchi ma soddisfatti andate verso il parcheggio. come si fa spesso fra persone che stanno insieme lui si avvicina per abbracciarti, ma tu sei sudata ed i capelli sono in disordine, ti sei svegliata da non molto e quindi non parliamo nemmeno dell'alito che è moderatamente pestilenziale. però lui sorride e sai che sta per abbracciarti e baciarti. tu cosa pensi? come ti senti poco prima nel mentre e dopo, ed abbracciandoti e baciandoti per qualche momento quali credi saranno i suoi primi pensieri durante e dopo? questo disagio continua anche al ritorno in moto, al solo pensiero lui possa trovarti in disordine non profumata etc?e di nuovo, quali sono le prospettive che ti rappresenti, le tue e le sue
    Ultima modifica di FranZinTheSky : 30-11-2010 alle ore 12.58.56

  3. #3
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di ziogargamella
    Data registrazione
    07-11-2007
    Residenza
    milano
    Messaggi
    1,390

    Riferimento: esagerata schizzinosità che preclude l'intimità :'(

    ma se dici che non sei fidanzata (...nell'altro thread, salvo poi contraddirti nel thread in cui dici che tazzi 6 birre al giorno, ma forse eri tazzata quando hai scritto e ti sei contraddetta senza volerlo)e che appunto, da non fidanzata, dici che, parafrasando, non vedi l'ombra di un merlo.....

    perchè ti preoccupi di quanto esponi in questo curioso quanto surreale thread?

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di pinga
    Data registrazione
    09-02-2002
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    2,111

    Re: esagerata schizzinosità che preclude l'intimità :'(

    guarda, anche io tanti anni fa ero così. per me era difficile lasciarmi andare completamente e mi facevo le pugnette mentali. poi, non so cosa mi ha sbloccata.

    premesso che le mie paranoie erano dovute in parte ai sensi di colpa, visto che da bambina mio papà mi dava da mangiare pane e sensi di colpa. ma non erano dovute solo a quello.
    mi sono sbloccata sicuramente grazie ad un partner che mi ha insegnato a rilassarmi e che mi ha rassicurata. poi un'altro fattore è stato la scelta di partner tutti fondamentalmente ok, con i quali la passione era così tanta che il desiderio non lasciava spazio a queste razionalizzazioni.

    oggi, come dicevo giusto qualche giorno fa ad un amico, non provo più sensi di colpa, tanto che mi caccio a volte in situazioni buffe, sentendomi a mio completo agio. ho capito che quando sono con un uomo le mie paranoie devo lasciarle fuori dalla nostra sfera relazionale e sopratutto fuori dal letto. certo, il pensiero dell'alitazza al mattino è normale, ma più che altro è legata all'esigenza di alzarmi per fare il caffé e ad una certa pigrizia mattutina che mi spinge più verso altre cose interessanti (sostanzialmente fare colazione e andare di corpo, due attività che amo, LOL), che non verso il contatto fisico con altri esseri umani.

    forse non hai trovato il partner giusto, anzi, ne sono sicura. ma più di tutto ti consiglio di affrontare questo aspetto con un terapeuta che ti dia una mano. io credo che possa essere risolto in poco tempo.
    non riuscire a vivere appieno le relazioni fisiche non è il massimo, è come respirare con una narice sola, sopratutto se tu stessa senti questo disagio.

  5. #5
    Super Postatore Spaziale
    Data registrazione
    31-08-2006
    Residenza
    ...
    Messaggi
    2,935

    Riferimento: esagerata schizzinosità che preclude l'intimità :'(

    visto che ti piace tanto la birra, come hai già detto nell'altro 3d, unisci queste due caratteristiche che ti contraddistinguono: ubriacati e dalla! così sei più disinibita e non ti fai tutte queste paranoie

  6. #6
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: esagerata schizzinosità che preclude l'intimità :'(

    mi pare sensato..

Privacy Policy