• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 3 di 3
  1. #1

    possibilitÓ lavorative domanda assurda

    Ciao a tutti sto frequentanto l'ultimo anno di psicologia. Ho scelto questa facoltÓ perchŔ ho sempre voluto studiare la mente e il comportamento umani e devo dire che gli esami hanno ha soddisfatto alla grande le mie aspettative. Ma adesso viene il GRANDE PROBLEMA perchŔ se mi fermo allo studio le cose vanno bene mentre se inizio a pensare all'ambito lavorativo le cose vanno molto male perchŔ tanto mi piace quello che studio tanto poco mi interessano le possibili scelte lavorative che quasta laurea offre. Nel senso non che non mi vedo assolutamente in futuro a lavorare con persone che hannno problemi o attraversano fasi delicate della vita
    Sicuramente molti mi diranno di non preoccuparmi perchŔ tanto non correr˛ rischio di trovare lavoro come psicologo tuttavia prima di cercare direttamente lavoro in fabbrica la domanda probabilmente assurda che vorrei fare Ŕ se esiste la possibilitÓ di lavorare nell'abito psicologico senza avere questo stretto contatto con le persone? Mi rendo conto che Ŕ un po' come dire che voglio fare il meccanico senza lavorare a contatto con le macchine purtroppo per˛ quando ho scelto la facoltÓ l'ho vista come qualcosa di teorico e non ho mai pensato al momento pratico e al liceo temo di aver stracciato i libretti informativi sulla facoltÓ prima di leggere le controindicazioni che adesso leggo su qualche sito e mi ritrovo in tutti i punti ma ormai Ŕ tardi
    grazie in anticipo

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di Ambolinix
    Data registrazione
    28-09-2005
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    62

    Riferimento: possibilitÓ lavorative domanda assurda

    Io non trovo la tua domanda assurda. Evidentemente non sei interessata al lavoro clinico "operativo", ma non mi sembra necessariamente un male, al limite complica un po' le cose, ma, come hai argutamente notato tu, tanto lo sarebbero lo stesso.
    PerchŔ non ti dedichi alla ricerca? Per esempio un dottorato per poi restare nell'ambito universitario. Certo, un progetto ambizioso, ma perchŔ non provarci?


  3. #3
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    03-10-2008
    Messaggi
    74

    Riferimento: possibilitÓ lavorative domanda assurda

    ma perchŔ dici che lo psicologo deve "lavorare con persone che hannno problemi o attraversano fasi delicate della vita"? Lo psicologo non Ŕ solo lo psicologo clinico (o lo psicoterapeuta)!!! Lo psicologo pu˛ lavorare in tantissimi altri settori;
    io mi sto occupando da alcuni mesi di ergonomia e "psicologia ingegneristica" (termine ancora poco utilizzato in Italia); queste discipline non hanno nulla a che fare con "persone che hannno problemi o attraversano fasi delicate della vita" e sono discipline interessantissime;
    il problema per cui gli psicologi non trovano lavoro risiede nel fatto che nessuno lo cerca in settori diversi da quello clinico; settori che sono tantissimi e interessantissimi; il nostro Ordine degli Psicologi dovrebbe promuovere di pi¨, verso l'opinione pubblica (ma anche verso gli psicologi!), tutti i settori diversi da quello clinico in cui gli psicologi possono offrire alle persone e alla societÓ utili servizi;
    Ultima modifica di michela68 : 29-11-2010 alle ore 10.34.27

Privacy Policy