• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 16
  1. #1
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4

    Curriculum, lettere di presentazione e compagnia bella...

    In questi giorni sto mandando curricula a mezzo mondo...
    In particolare sto vedendo se, per caso, riesco a trovare lavoro a Genova
    Mi trovo quindi nella condizione di dover
    1) risistemare il curriculum
    2) preparare la fantomatica quanto completamente sconosciuta lettera di presentazione
    3) girare la rete [in attesa di andare su giovedi' e cercare "sul campo"] in cerca di grosse compagnie di comunicazione,marketing, pubblicità o grafica che possano avere sedi a Genova [.....]

    Le mie domande a voi, specialisti del lavoro, sono:

    1) suggerimenti per un curriculum perfetto? [ma è la cosa che "mi interessa meno" ]
    2) idee per la lettera di presentazione [nn ho idea da dove partire ]
    3) qualche idea "pratica" su qualche societa' grossa [e vabbè ma questo è chiedere troppo!] ma soprattutto un'idea di dibattito...
    Spesso su internet si trovano tre tipologie di contatti per lavoro:
    1) il form da riempire
    2) la mail dedicata [tipo curriculum@pinuccia.com]
    3) una mail a caso che puo' essere utilizzata per inviare qualsiasi cosa e molti la usano per mandare curriculum
    Secondo voi, quali di questi tre metodi denotano piu' "professionalità"?
    Sinceramente mi fido ben poco ad inviare curriculum via internet forse perchè è una cosa cosi' veloce che mi fa pensare sia anche poco "scremata" e poco seguita....
    E poi un'altra cosa:
    pare brutto irrompere in un'azienda con curriculum alla mano chiedendo se cercano figure come la mia?
    Poco professionale invero...
    A breve vi allego il curriculum.. cosi' se avete qualche idea in proposito magari mi è d'aiuto

    Grazie in anticipo

  2. #2
    wiston
    Ospite non registrato
    telefona chiedendo se preferiscono il curriCULO scritto a mano o in lavatri.... al computer



  3. #3
    Postatore Compulsivo
    Data registrazione
    08-12-2001
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    3,834
    Originariamente postato da wiston
    telefona chiedendo se preferiscono il curriCULO scritto a mano o in lavatri.... al computer




    beh.. adesso che ho riso abbastanza, ti invito ad visitare la pagina http://www.opsonline.it/lavoro/autopromozione/index.asp

    dopodiché, non è detto che quelle 3 siano le uniche e/o migliori soluzioni... penso che molto dipenda anche dal profilo per cui ti proponi...
    So di un creativo che ha inviato la sua proposta di collaborazione ad un'agenzia pubblicitaria dentro una bottiglia cn un bigliettino tipo naufrago... in quel contesto, anche la modalità di invio racconta di te ed avvalora le tue credenziali per quello specifico profilo

    i settori di cui parli sono affini all'esempio quindi, partendo dal fatto che la miglior presentazione è data dai lavori che hai già fatto e che puoi mostrare, anche il presentarsi con una buona dose di faccia di chiulo non per forza è una brutta idea... a mio avviso la cosa importante è come gestire poi la situazione

  4. #4
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    scusa nico nn avevo pensato al sito
    picchiami
    cmq da paura la bottiglia

  5. #5
    Super Postatore Spaziale L'avatar di Accadueo
    Data registrazione
    31-03-2003
    Messaggi
    2,536

    Re: Curriculum, lettere di presentazione e compagnia bella...

    Originariamente postato da Haruka
    2) la mail dedicata [tipo curriculum@pinuccia.com]


    per farli rincojonire ancora di più si potrebbe fare che ti apri una compagnia telefonica così hai anche il prefisso tutto tuo

    a parte gli scherzi è molto importante posizionare le attività lavorative che hai svolto e/o attività di formazione per ordine di importanza rispetto alla azienda in cui vorresti lavorare.. per esempio se vorresti andare a lavorare in aziende che si occupano di computer, prima è sempre meglio scrivere che hai lavorato alla microsoft piuttosto che prima hai fatto l'istruttrice di danza.. o che hai seguito corsi del computer e poi che hai fatto corsi di auto-aiuto(eh?)

  6. #6
    HT Sirri
    Ospite non registrato

    Telefonagli

    Ciao Haruka,

    io vado controcorrente.
    Invece di spedire telefona! il curriculum glielo porti di persona.
    ;-)))

    Prima ovviamente informati su loro, e ragiona in questo modo: "che contributo positivo posso dare io a quella azienda?"

    Non e' una battuta, ma e' il metodo piu' efficace che conosco.
    Prima di questo c'e' solo il metodo "conosco qualcuno all'interno".
    ;-)))))

    A presto ed in bocca al lupo.

    Stefano

  7. #7
    a proposito di lettera di presentazione di cui si è accennato all'inizio, volevo sapere:
    1) E' veramente così d'impatto ovvero quanto conta non scriverla?
    2) Qual'è o quale dovrebbe essere (al di là del panegirico adulatorio su quanto ci piacerà lavorare per l'azienda che contattiamo) il suo effettivo contenuto
    3) che sembra la 1 ma è leggermente diverva viene presa in considerazione quanto il curriculum? e perchè?

    Grazie per l'attenzione che vorrai rivolgermi anche solo leggendo il messaggio
    Seby

  8. #8
    meklec
    Ospite non registrato
    Allora.... facendo il mil tirocuinio presso un centro di orientamento credo di poter dare qualche suggerimento utile per quanto riguarda curriculum e lettera di presentazione.
    Innanzitutto concordo pienamente col fatto che è meglio la telefonata e che bisogna sempre e comunque costruire un curriculum ad hoc a seconda del posto per cui ti candidi.

    Qualche suggerimento un po' più pratico: ti consiglio vivamente l'utilizzo del curriculum europeo in quanto sembrerebbe un indice di professionalità non indifferente e comunque ti dà la possibilità di esplicitare le tue competenze in avari ambiti, creando così un profilo più completo del candidato. (se hai problemi nella compilaziione chiedi pure).
    Per quanto riguarda la lettera di presentazione è sicuramente fondamentale specie se si tratta di una autocandidatura: si tratta dell'unico modo di esprimere chiaramente le nostre motivazioni e di cercare di assuicurarci un colloquio! In ogni caso ti propongo lo schema che facciamo utilizzare ai ragazzi che fanno orientamento:

    Una lettera di presentazione di solito include un minimo di tre paragrafi. Ognuno di questi paragrafi ha un differente obiettivo:
    -Primo paragrafo
    Questo paragrafo di apertura spiega pwerchè stai scrivendio la lettera. Afferma qualui sono i tuoi scopi, identifica la posizione per la quale fai domanda, e come sei venuto a conoscenza della posizione. Questo paragrafo probabilmente sarà molto corto: 2-3 frasi.
    -Secondo paragrafo
    lo scopo di questo paragrafo è di far capire l'aderenza del tuo profilo professionale al ruolo richiesto. Qui potresti dire al datore di lavoro il perchè sei un valido candidato per questo posto. Metti in luce i risultati rilevanti, caratteristiche, e/o esperienze, menzionandio i punti più interessanti del tuo curriculum. Spiega come intendi aiutare il titolare e contribuire all'azienda.
    -Paragrafo di chiusura
    Nel paragrafo finale ringrazia il tuo interlocutore e informalo di essere in attesa di un incontro.

    queste indicazioni sono comunque sempre e solo uno schema che va personalizzato perchè alla fine solitamente è proprio "quel qualcosa in più" che colpisce il selezionatore!!

  9. #9
    HT Sirri
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da ezechiele
    a proposito di lettera di presentazione di cui si è accennato all'inizio, volevo sapere:
    1) E' veramente così d'impatto ovvero quanto conta non scriverla?
    2) Qual'è o quale dovrebbe essere (al di là del panegirico adulatorio su quanto ci piacerà lavorare per l'azienda che contattiamo) il suo effettivo contenuto
    3) che sembra la 1 ma è leggermente diverva viene presa in considerazione quanto il curriculum? e perchè?

    Grazie per l'attenzione che vorrai rivolgermi anche solo leggendo il messaggio
    Seby
    Tutto e' importante se non conosci quella realta'.
    C'e' chi decide al 90% attraverso il curriculum e chi quasi neppure ci guarda.

    Nella lettera di presentazione non devi adulare nessuno, anzi, puo' essere negativo farlo.
    Se vuoi convincere loro a fare qualcosa (assumerti) devi ragionare con la loro testa, attraverso il loro punto di vista.
    E' per questo che io consiglio di porsi la seguente domanda: in che modo io posso dare un contributo positivo a quella azienda/cooperativa/ecc.?

    Quasi nessuno cerca dei geni, o persone dalle capacita' sovrumane, spesso le caratteristiche piu' importanti per un datore di lavoro sono l'affidabilita' e la costanza.

    Poi ovviamente ogni situazione e' a se, ed e' per questo che e' meglio contattare POCHE realta', dopo averle studiate, quindi realizzare un CV su misura per ogni singola azienda piuttosto che sparare in modo indistinto nel mucchio.
    Senza dire bugie, ma semplicemente mettendo l'accento sulle cose che effettivamente in quella azienda sono importanti.

    A presto,

    Stefano.

  10. #10
    Intanto vedrò di aggiornare il cv al modello europeo
    anzi a proposito di cv io mi trovo sempre a disagio nelle categorie interessi e hobby.
    Secondo prassi dovrei mettere delle cose che sono in linea con il profilo d'assunzione o comunque secondo il tipo di studi fatti mentre nel mio caso non è affatto così (una cosa è il lavoro o lo studio completamante scissa dal relax dove faccio altro anche non correlato) altrimenti non percepirei di staccare dall'attività.
    la questione è che non posso scriuvere quegli hobby in quanto dispersivi (e non voglio neanche dare l'impressione di limitarmi allo stretto indispensabile
    Che fare?

  11. #11
    HT Sirri
    Ospite non registrato
    Originariamente postato da ezechiele
    Intanto vedrò di aggiornare il cv al modello europeo
    anzi a proposito di cv io mi trovo sempre a disagio nelle categorie interessi e hobby.
    Secondo prassi dovrei mettere delle cose che sono in linea con il profilo d'assunzione o comunque secondo il tipo di studi fatti .................
    Gli hobby sono hobby ed e' giusto che siano diversi dalla professione e/o dalla formazione.

    La categoria hobby/interessi serve per uscire da un freddo CV pieno di dati e numeri (svolto questa o quella scuola/universita' con votazione X, lavorato tot anni qui, ecc.).
    Usa questo spazio per lasciar trasparire la tua personalita', il tuo modo di essere, ecc.
    Esempio estremo ma vero: conosco una persona che e' stata presa per un lavoro anche perche' ascolta heavy metal (come pure il giovane titolare dell'azienda).

    Io ti sconsiglierei di mettere come Hobby cose troppo in linea con il lavoro proposto. Quando seleziono e vedo una cosa simile mi viene sempre un dubbio: il CV e' stato "manipolato"?.

    A presto,

    Stefano.

  12. #12
    grazie per le dritte
    Sebastiano

  13. #13
    Ospite non registrato
    Mi intrometto...solo per aggiungere che:
    - gli hobby, gli interessi e simili servono a far emergere le nostre competenze, tutto ciò che nella vita (non solo lavorativa) si è appreso e tutto ciò che rivela gli aspetti caratteristici della nostra personalità. Giocare in una squadra, gestire gruppi di bambini all'oratorio, essere istruttori di nuoto non sono solo passatempi, ma sono indice di competenze organizzative, relazionali, artistiche...tutti elementi che, nel curriculum europeo, vengono messi a risalto, nell'ottica che tutte le occasioni di "apprendimento informale" siano importanti per la nostra formazione (al pari di quelle di "apprendimento formale", o scolastico...).

    - la lettera di presentazione (concordo con quanto detto da voi) serve a presentarsi, l'obiettivo è interessare l'interlocutore a fissare un colloquio con noi. Per questo, dev'essere curata, ma sintetica, essenziale, mai prolissa, perchè altrimenti un selezionatore si "rompe" di leggerne a migliaia... Io la farei breve (5-6 righe), personalizzata. E' necessario raccolgiere informazioni sull'azienda a cui la si invia prima di scriverla.

    - il modo di inviare il CV e tutto il resto: anche in questo caso, non c'è una modalità migliore di un'altra in assoluto. Si tratta di cercare di cogliere raccogliendo più info possibili (magari anche con una telefonata) qual è il metodo più apprezzato e più efficace per ogni singola ditta (invio via email, via posta tradizionale, di persona...).

    Ciao, P.

  14. #14
    L'avatar di Haruka
    Data registrazione
    30-11-2001
    Residenza
    Montreal - Canada
    Messaggi
    12,895
    Blog Entries
    4
    grazie Frappè

  15. #15
    Ospite non registrato
    La lettera di presentazione va fatta nel modo migliore, perchè il "primo scarto" avviene proprio dopo aver letto le motivazioni del selezionato.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy