Salve a tutti.
Quando di solito dormo nel pomeriggio, mi capita di avere un sonno molto più leggero(Ed è normale). La notte quando vado a letto, mentre cerco di addormentarmi, incomincio a vedere immagini confuse, dopo di che incomincio a sentire una specie di fischio, che pian piano sale di intensità e di volume. Mentre succede questo, io ho la cognizione di dove si trovi il mio corpo ma non riesco a muoverlo.
Le prime volte che mi accadde, per evitare questo fischio e questa strana sensazione di malessere aprivo gli occhi per svegliarmi, ma non riesco a muovermi. Vedo la stanza e tutto il resto.
La prima volta che mi accadde, ero sul mio letto, mi addormentai e sentii il fischio che saliva pian piano, aprii gli occhi di scatto ed ecco che la stanza mi appare identica a com'è solo che nella stanza non ero solo, c'era un uomo incappucciato di nero con la falce della morte che mi colpii nello stomaco. Appena la falce mi colpisce sento come se un qualcosa uscisse dallo stomaco, come se fosse energia che esce dal mio corpo.
Ho avuto 4 sogni diversi, sempre di questo tipo.
La terza volta mio fratello dormiva in camera mia, lui ha una cameretta sua, quindi non succede quasi mai che dorma nella mia, ma quando io aprii gli occhi mio fratello era lì e quando mi svegliai era nella stessa posizione nella quale era nel sogno.
Non vi sto a raccontare gli altri, vi dico solo che nel quarto sogno, non ero nella mia camera a dormire e guarda caso la camera era uguale e identica a quella in cui stavo.
Non credo che la mia sia una sensazione di aprire gli occhi, credo che io gli occhi ce li ho aperti davvero.
Adesso quando mi capita il fischio, non apro più gli occhi e sento che pian piano, il fischio, scende di volume e di intensità fino a quando non riacquisisco il controllo del mio corpo.

NB
Non credo ai fantasmi
Non mi drogo
Non prendo psicofarmaci
Non ho mai avuto allucinazioni


Spero di avere quante più risposte possibili sopratutto da qualcuno che se ne intende..
Se è successo anche a voi allora postate le vostre esperienze.

Grazie per l'ascolto.