• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 11 di 11

Discussione: non so cosa fare...

  1. #1
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    19-05-2006
    Messaggi
    145

    non so cosa fare...

    Salve a tutte.
    Ho bisogno d'aiuto ma non so da dove cominciare...
    Sono fidanzata da 6 anni e 1/2 durante i quali non sono mai stata sicura che il mio fosse veramente amore. Sono sempre assalita da mille dubbi e alterno fasi in cui sto bene,faccio progetti ecc a fasi in cui mi ripeto che non è l'uomo adatto a me.
    Ogni litigio,anche per cose futili, mi porta a mettere i discussione l'intero rapporto e se lui è disposto ad aspettare che mi passi, io, invece, mi sento logorata e vivo in uno stato di continua angoscia.
    Stiamo organizzando il matrimonio,ma non riesco a provare entusiasmo e mi assalgono mille dubbi. So benissimo che tutti hanno dei dubbi prima del matrimonio ma io li ho avuti sempre,anche prima, solo che adesso è come se mi schiacciassero con tutta la loro forza. Ho pensato di andare da uno psicologo della mia asl ma dopo un primo colloquio mi hanno detto che dovevo rivolgermi ad un'altra asl (avevo sbagliato asl di appartenenza) purtroppo dall'altra struttura non ho ricevuto ancora risposta e io non so più cosa fare.
    Dal colloquio avuto è stato evidente che i miei problemi non sono da imputare solo alla mia relazione ma anche a tante altre cose ma io come faccio a prendere una decisione?? Come faccio a capire qual è la scelta giusta per me? Perchè mi è così difficile capire cosa voglio?
    Ho un ragazzo che mi ama alla follia ma io riesco solo a criticarlo,a sminuirlo e ad essere offensiva in un modo che non mi appartiene. E' come se fossi costantemente arrabbiata. Non mi va mai bene nulla di quello che dice o che fa, sono critica in una maniera esasperante e anche se so di avere ragione spesso, mi chiedo perchè io debba reagire così SEMPRE.
    Non ce la faccio più....non so dove sbattere la testa...

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: non so cosa fare...

    Beh, credo che come prima cosa tu debba sospendere i preparativi per il matrimonio. Si tratta di un passo serio e importante,e quindi non ha senso portarlo avanti quando si hanno dei dubbi profondi. Non lasciarti travolgere dagli eventi e da quello che vogliono gli altri, la vita è tua. Dovresti fermare tutto e prenderti del tempo, solo così avrai lo spazio mentale necessario per capire meglio cosa ti succede dentro...

  3. #3
    Partecipante Super Esperto L'avatar di FranZinTheSky
    Data registrazione
    25-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    529

    Riferimento: non so cosa fare...

    Citazione Originalmente inviato da Alesxandra Visualizza messaggio
    Beh, credo che come prima cosa tu debba sospendere i preparativi per il matrimonio. Si tratta di un passo serio e importante,e quindi non ha senso portarlo avanti quando si hanno dei dubbi profondi. Non lasciarti travolgere dagli eventi e da quello che vogliono gli altri, la vita è tua. Dovresti fermare tutto e prenderti del tempo, solo così avrai lo spazio mentale necessario per capire meglio cosa ti succede dentro...
    condivido totalmente. mi rendo conto che dare un consiglio simile su un forum, e sulla base di poche righe scritte e interpretate può essere un gesto un pò affrettato. ma se quel che riporti è la verità, sposando questa persona ed in queste condizioni.. renderesti infelici oltre te stessa anche molte altre persone. lui in primo luogo, i tuoi genitori i suoi, e spero nessun altro perchè spesso in queste situazioni si sceglie anche di fare un figlio come soluzione fallimentare ad un problema che ha altre radici. di quel che scrivi apprezzo molto l'autocritica che sei in grado di muoverti. è davvero importante. significa che hai la capacità di risolvere il disagio che accusi, e che sei pronta a scegliere di farlo. anche se non ti consola quel che ti dico ha una grande importanza. molti non hanno nemmeno queste basi da cui partire, tu si. ti suggerirei di essere sincera con il tuo compagno, tanto quanto lo sei stata qui con persone che non conosci. verrà apprezzato. e penso verrà apprezzato e capito anche dai vostri familiari se usi la stessa apertura ed onestà. in definitiva non significa non sposarsi più, significa farlo quando esisteranno le basi per essere davvero felici e consapevoli. senza ostacoli che a volte rendono tutto.. meno vero di quanto dovrebbe esserlo. e molto più difficile semmai. ti consiglierei infine di rivolgerti verso il privato per una vera psicoterapia, saresti molto più seguita che nei servizi della asl. in bocca al lupo Aloise, fa quel che devi

  4. #4
    Partecipante L'avatar di nannà 83
    Data registrazione
    28-06-2009
    Messaggi
    48

    Riferimento: non so cosa fare...

    Sono d'accordo anch'io, è giusto secondo me che tu affronti i tuoi dubbi, anzichè accantonarli impegnandoti nell'organizzazione di un matrimonio che non sai se vuoi veramente.
    Come dici tu, il matrimonio sicuramente può far nascere delle perplessità ma credo che normalmente i dubbi soccombano alla gioia ed alla piena convinzione di volere quella persona a fianco per il resto della vita.
    Anch'io ho avuto una storia, finita dopo sei anni ma per me conclusa un bel po' di tempo prima, anche se non volevo ammettterlo a me stessa, l'ho trascinata a lungo, pensando che le cose un giorno si sarebbero aggiustate, evitavo di guardarmi dentro di mettermi faccia a faccia con i miei sentimenti, ma soprattutto con i miei bisogni, prendendo involontariamente in giro non solo lui, ma soprattutto me stessa.
    Ti dico questo non perchè credo che tu non ami il tuo ragazzo o che debba finire per forza, ma solo perchè credo che tu dovresti affrontare i tuoi dubbi, fare chiarezza con te stessa( magari aiutata da uno psicoterapeuta in gamba e anch'io credo sia meglio un privato) e con il tuo ragazzo che sicuramente merita sicerità.
    Da come parli, magari mi sbaglio, dai lidea di essere stanca, demotivata...insoddisfatta della persona che hai al tuo fianco.
    Forse il mio è un giudizio azzardato e sfrontato, in fondo non ti conosco, ma il fatto che ti lamenti in continuazione di lui è una cosa tutt'altro che trascurabile.
    Ti auguro di fare il meglio per te stessa.
    In bocca al lupo!

  5. #5
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: non so cosa fare...

    I problemi che avverti, Aloise, possono anche riguardare te stessa in generale, non solo il tuo rapporto di coppia. La tua tendenza a scaricare sul tuo fidanzato rabbia e frustrazione, critiche e oppositività, fanno emergere un disagio e una insoddisfazione che riguarda prima di tutto te stessa, e l'altro diventa solo il capro espiatorio per la tua rabbia. Devi cercare di dare un nome a questa rabbia. Forse sei arrabbiata con lui per le cose che ti fa mancare, forse sei arrabbiata con te stessa e con la tua arrendevolezza.
    Hai scritto che spesso ti ripeti che non è l'uomo adatto a te.... ecco, ti consiglio di provare sempre a sviscerare pensieri come questi, cercando di capire se hanno un fondamento: a volte ci diciamo frasi che poi non siamo in grado di dimostrare. Cosa significa che non è l'uomo adatto a te? perchè non lo è? come dovrebbe essere l'uomo adatto a te? tu invece ti piaci o vorresti essere diversa? se sì, in cosa?

  6. #6
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    19-05-2006
    Messaggi
    145

    Riferimento: non so cosa fare...

    Citazione Originalmente inviato da Alesxandra Visualizza messaggio
    Beh, credo che come prima cosa tu debba sospendere i preparativi per il matrimonio. Si tratta di un passo serio e importante,e quindi non ha senso portarlo avanti quando si hanno dei dubbi profondi. Non lasciarti travolgere dagli eventi e da quello che vogliono gli altri, la vita è tua. Dovresti fermare tutto e prenderti del tempo, solo così avrai lo spazio mentale necessario per capire meglio cosa ti succede dentro...
    Questa sarebbe la soluzione più logica è vero,ma mi sento così “strana”. E’ difficile da spiegare ma ci provo. Quando penso alla mia vita con lui, ci sono momenti in cui mi sento felice, propositiva, immagino la nostra quotidianità e mi piace…
    Altre volte invece, all’improvviso, come un fulmine a ciel sereno, mi assalgono i dubbi, mi faccio domande a cui non riesco a trovare risposta e mi sento preoccupata riguardo alla mia vita a due. E’ in questi momenti che mi dico che non è l’ uomo adatto a me, che potrei benissimo stare senza di lui, addirittura che io meriti di meglio (in maniera alquanto presuntuosa direi).
    Un po’ di tempo per me, me lo sono anche preso qualche mese fa e lui per la prima volta mi ha aspettato senza farmi pressioni. L’ho apprezzato molto e alla fine sono “tornata” chiedendogli di cambiare certi atteggiamenti che a e non andavano bene…l’ ha fatto ma io sono di nuovo qui con i miei dubbi .-/

    Citazione Originalmente inviato da FranZinTheSky Visualizza messaggio
    condivido totalmente. mi rendo conto che dare un consiglio simile su un forum, e sulla base di poche righe scritte e interpretate può essere un gesto un pò affrettato. ma se quel che riporti è la verità, sposando questa persona ed in queste condizioni.. renderesti infelici oltre te stessa anche molte altre persone. lui in primo luogo, i tuoi genitori i suoi, e spero nessun altro perchè spesso in queste situazioni si sceglie anche di fare un figlio come soluzione fallimentare ad un problema che ha altre radici. di quel che scrivi apprezzo molto l'autocritica che sei in grado di muoverti. è davvero importante. significa che hai la capacità di risolvere il disagio che accusi, e che sei pronta a scegliere di farlo. anche se non ti consola quel che ti dico ha una grande importanza. molti non hanno nemmeno queste basi da cui partire, tu si. ti suggerirei di essere sincera con il tuo compagno, tanto quanto lo sei stata qui con persone che non conosci. verrà apprezzato. e penso verrà apprezzato e capito anche dai vostri familiari se usi la stessa apertura ed onestà. in definitiva non significa non sposarsi più, significa farlo quando esisteranno le basi per essere davvero felici e consapevoli. senza ostacoli che a volte rendono tutto.. meno vero di quanto dovrebbe esserlo. e molto più difficile semmai. ti consiglierei infine di rivolgerti verso il privato per una vera psicoterapia, saresti molto più seguita che nei servizi della asl. in bocca al lupo Aloise, fa quel che devi
    Io gli ho parlato…sempre. Non ho mai nascosto il mio disagio, non mi sembrava corretto farlo, ma credo che soprattutto per paura, lui tenda a fare finta di nulla. Visto che io ad un certo punto non ne parlo più, lui pensa che allora sia tutto risolto, ma gli ho spiegato che non posso parlare tutti i giorni della stessa cosa e che il mio silenzio sta solo a significare che non so come muovermi. Beh dopo avergli parlato ieri, di nuovo, stamattina mi ha chiesto se avessi chiamato il catering per accettare il contratto…come se io non gli avessi detto nulla! Capisco la sua preoccupazione ma il fatto che non riconosca il mio dolore, mi destabilizza un po’. Nn so cosa fare. Guardo in me stessa e non ci vedo nulla, leggo voi che mi dite “interrompi tutto” e mi viene un moto di stizza…sono alquanto ambivalente direi!!
    Da uno psicoterapeuta privato non posso andarci, non ho disponibilità economiche al momento. Ho lasciato il lavoro 2 anni fa per concludere gli studi…mi mancano 2 esami per laurea in psicologia V.O.

    Citazione Originalmente inviato da nannà 83 Visualizza messaggio
    Sono d'accordo anch'io, è giusto secondo me che tu affronti i tuoi dubbi, anzichè accantonarli impegnandoti nell'organizzazione di un matrimonio che non sai se vuoi veramente.
    Come dici tu, il matrimonio sicuramente può far nascere delle perplessità ma credo che normalmente i dubbi soccombano alla gioia ed alla piena convinzione di volere quella persona a fianco per il resto della vita.
    Anch'io ho avuto una storia, finita dopo sei anni ma per me conclusa un bel po' di tempo prima, anche se non volevo ammettterlo a me stessa, l'ho trascinata a lungo, pensando che le cose un giorno si sarebbero aggiustate, evitavo di guardarmi dentro di mettermi faccia a faccia con i miei sentimenti, ma soprattutto con i miei bisogni, prendendo involontariamente in giro non solo lui, ma soprattutto me stessa.
    Ti dico questo non perchè credo che tu non ami il tuo ragazzo o che debba finire per forza, ma solo perchè credo che tu dovresti affrontare i tuoi dubbi, fare chiarezza con te stessa( magari aiutata da uno psicoterapeuta in gamba e anch'io credo sia meglio un privato) e con il tuo ragazzo che sicuramente merita sicerità.
    Da come parli, magari mi sbaglio, dai lidea di essere stanca, demotivata...insoddisfatta della persona che hai al tuo fianco.
    Forse il mio è un giudizio azzardato e sfrontato, in fondo non ti conosco, ma il fatto che ti lamenti in continuazione di lui è una cosa tutt'altro che trascurabile.
    Ti auguro di fare il meglio per te stessa.
    In bocca al lupo!
    In realtà mi sento stanca,demotivata e insoddisfatta un po’ di tutto, non solo di lui. I problemi con una madre un po’ asfissiante, un padre che alterna momenti di aggressività verbale a momenti di pura dolcezza mi hanno trasformata facendomi diventare aggressiva a mia volta. A volte identifico lui con mia madre perché hanno atteggiamenti simili e questo mi spaventa…amo mia madre ma vivere con lei è logorante.

    Crepi il lupo!

  7. #7
    Partecipante Affezionato L'avatar di ShEllYcap
    Data registrazione
    19-09-2010
    Messaggi
    67

    Riferimento: non so cosa fare...

    Ciao aloise, quanto mi sentivo di dirti ti è stato detto già da Alesxandra e Franz. Lo condivido pienamente. Le eventualità che prospettano potrebbero verificarsi. Sì, un matrimonio già caricato di questi presupposti in partenza è precario,per nn parlare dell'infelicità che ne deriverebbe a te e a lui. Nelle tue parole leggo anche una cosa bellissima oltre al timore che possa accadere:la ferma volontà che non si verifichino....e la consapevolezza che non è quello che vorresti, dubbi di altra natura sentimentale permettendo, ma questi puoi conoscerli solo tu.
    Mi sento di aggiungere solo che il modo di criticare il tuo ragazzo, potrebbe essere frutto di una proiezione del tuo malessere o di quello che vivi come tale su di lui, escludendo le normali discussione fra fidanzati e le diversità caratteriali. Dovresti capirne le ragioni meno superficiali, se ci sonoe quanto determinano i tuoi comportamenti.
    Sono sicura che hai fatto la scelta giusta: parlare con una persona che abbia competenze specifiche in materia ti aiuteràre anche in questo unita alla tua volontà(quando da sola nn basta).
    Sciogliere alcuni nodi di te stessa con la terapia non potrà che migliorare te in primis e di conseguenza anche la situazione col tuo ragazzo! Il mio in bocca al lupo!!!

  8. #8
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    19-05-2006
    Messaggi
    145

    Riferimento: non so cosa fare...

    Citazione Originalmente inviato da Alesxandra Visualizza messaggio
    I problemi che avverti, Aloise, possono anche riguardare te stessa in generale, non solo il tuo rapporto di coppia. La tua tendenza a scaricare sul tuo fidanzato rabbia e frustrazione, critiche e oppositività, fanno emergere un disagio e una insoddisfazione che riguarda prima di tutto te stessa, e l'altro diventa solo il capro espiatorio per la tua rabbia. Devi cercare di dare un nome a questa rabbia. Forse sei arrabbiata con lui per le cose che ti fa mancare, forse sei arrabbiata con te stessa e con la tua arrendevolezza.
    Hai scritto che spesso ti ripeti che non è l'uomo adatto a te.... ecco, ti consiglio di provare sempre a sviscerare pensieri come questi, cercando di capire se hanno un fondamento: a volte ci diciamo frasi che poi non siamo in grado di dimostrare. Cosa significa che non è l'uomo adatto a te? perchè non lo è? come dovrebbe essere l'uomo adatto a te? tu invece ti piaci o vorresti essere diversa? se sì, in cosa?
    Se leggi l'ultima parte della risposta che ho dato a nannà è proprio quello che penso anch'io. La scelta di rivolgermi allo ps è proprio dettata dalla consapevolezza di avere delle difficoltà personali che mi impediscono di vedere le cose nella giusta prospettiva.
    Con le tue domande mi hai fatto pensare che effettivamente domande così dirette non me le sono mai poste. Cercherò di rispondere edi essere il più sincera possibile.
    Grazie

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: non so cosa fare...

    Citazione Originalmente inviato da aloise1976 Visualizza messaggio
    Questa sarebbe la soluzione più logica è vero,ma mi sento così “strana”. E’ difficile da spiegare ma ci provo. Quando penso alla mia vita con lui, ci sono momenti in cui mi sento felice, propositiva, immagino la nostra quotidianità e mi piace…
    Altre volte invece, all’improvviso, come un fulmine a ciel sereno, mi assalgono i dubbi, mi faccio domande a cui non riesco a trovare risposta e mi sento preoccupata riguardo alla mia vita a due. E’ in questi momenti che mi dico che non è l’ uomo adatto a me, che potrei benissimo stare senza di lui, addirittura che io meriti di meglio (in maniera alquanto presuntuosa direi).
    Un po’ di tempo per me, me lo sono anche preso qualche mese fa e lui per la prima volta mi ha aspettato senza farmi pressioni. L’ho apprezzato molto e alla fine sono “tornata” chiedendogli di cambiare certi atteggiamenti che a e non andavano bene…l’ ha fatto ma io sono di nuovo qui con i miei dubbi .-/
    Sospendere i preparativi per il matrimonio non significa annullare tutto definitivamente e rinunciare a sposarsi in assoluto e per sempre, significa solo prendersi del tempo. L'hai già fatto, dici, ma forse è necessario prendersene di nuovo, soprattutto se hai accanto un ragazzo che, probabilmente per difesa, non riconosce pienamente il tuo disagio.
    Nel tuo discorso ci sono dei passaggi non chiari.... Ad esempio, tu dici che l'idea della vita matrimoniale da un lato ti entusiasma e dall'altro ti spaventa, e questa ambivalenza è normalissima e accompagna tutti i cambiamenti importanti di vita. Poi però dici che nei momenti di maggiore disorientamento pensi che il tuo fidanzato non è quello che vuoi...pensi di meritare di meglio. Ecco, questo ha poco a che fare col matrimonio e con la normale paura di cambiare vita. Se non stimi l'uomo che stai per sposare e pensi di meritare di meglio, qualcosa non va. E' anche possibile che il tuo denigrare il tuo fidanzato e sottolinearne i difetti ti serva anche per rafforzare e giustificare la tua sensazione di non volerti sposare e la tua paura del matrimonio. E' per questo che torno a ripetere che, forse, una pausa da tutto sarebbe necessaria. Per quanto sia difficile, sarebbe anche opportuno che il tuo fidanzato guardasse in faccia la realtà e capisse che non serve far finta che i problemi non ci siano, non serve girare la testa di fronte alla tua indecisione e ai tuoi tormenti, perchè non si risolverà nulla. Probabilmente è anche il poco ascolto che ricevi a farti sentire così irritata e a farti mettere in dubbio tutto. Forse non senti di trovare comprensione profonda dall'altra parte.
    Ultima modifica di Alesxandra : 02-11-2010 alle ore 20.01.15

  10. #10
    Partecipante Affezionato L'avatar di ShEllYcap
    Data registrazione
    19-09-2010
    Messaggi
    67

    Riferimento: non so cosa fare...

    Non avevo letto il tuo secondo post aloise perdonami , si capiscono meglio tante cose. Credo che il tuo ragazzo percepisca questa forma di insoddisfazione, non credo ne abbia chiare le ragioni profonde, a modo suo subisce i tuoi "umori"altalenanti...e certi silenzi potrebbero essere di comodo dettati dalla paura di perderti e che conoscendoti significano che poi tutto benissimo non va. Ci sono buone probabilità che i suoi modi sia solo quello, timore di perderti. Purtroppo il matrimonio non garantisce con la certezza su carta che certe incertezze spariscano.Lui dovrebbe tenerlo in conto. Anche lui! Forse dovresti scindere le persone lui, tua madre e tuo padre, e avendo chiaro cosa ti da' fastidio dei loro modi di fare, parlare singolarmente con ognuno di loro. Fare un calderone non aiuta, si rischia di rendere, anche se nn lo sono poi del tutto, certi difetti universali. Per certi versi anche il fatto di sentirti stanca potrebbe esasperare i tuoi modi di fare nei loro confronti e di conseguenza i loro nei tuoi, quelli che magari già nn ti vanno bene . Secondo me dovresti staccare mentalmente per un po', anche dai preparativi del matrimonio. Avendo dubbi sulla persona per le ragioni di cui hai parlato, ti evidenziano quotidianamente piccole cose che rischiano di acutizzare piccole tensioni e alimentare la tua demotivazione. Egoisticamente cerca di ripartire da te, magari molte incertezze si annullerano da sole. Altre recuperando un rapporto di comunicazione con quelli che ti sono vicini, le principali recuperando te stessa.

  11. #11
    Partecipante Assiduo L'avatar di kira1988
    Data registrazione
    14-05-2009
    Messaggi
    189

    Riferimento: non so cosa fare...

    ahahah aloise troppo bello, ti vedo su cook e ti ritrovo qui! un bacione (franceschina88)

Privacy Policy