• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 15
  1. #1
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Ciao a tutti, spero non ci sia un altro forum a riguardo... Vorrei chiedervi, per somministrare test, è necessaria l'iscrizione all'albo vero? cosa si può fare senza?? E inoltre, sempre per i test, ci serve la partita iva? io ho preso da poco l'abilitazione, e non so cosa posso/non posso fare... In particolare per praticare psicodiagnosi, cosa devo avere? Mi aiutate per piacere? Grazie!

  2. #2
    Partecipante
    Data registrazione
    07-06-2007
    Residenza
    (VR)
    Messaggi
    52

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Ciao!
    per somministrare test devi essere iscritta all'albo, essendo in tutto e per tutto una prestazione clinica professionale.

    E questo vale sia che tu faccia un tirocinio volontario in un ente pubblico/privato sia che ti ponga come libera professionista.

    Detto questo, ci sono "test" assolutamente intuitivi o molto facili da siglare e valutare, come le batterie per l'assessmente neuropsicologico, ma anche test cognitivi o proiettivi molto complessi.

    Ci sono inoltre una marea di questionari (che non ha molto senso chiamare test...) autosomministrati e non, più o meno validi dal punto di vista psicometrico, infiniti reattivi (valore diagnostico pari a zero), una marea di "giochi" carta matita...

    Tutto dipende da che formazione hai, che tipo di servizio vuoi proporre, che preparazione hai...

    Ci sono master, corsi di specializzazione etc... io ti consiglio di scegliere un posto dove imparare sul campo, sempre che trovi un tutor disposto ad insegnarti e che abia lui stesso le competenze.

    Ovviamente ci sono test (come quelli utilizzati nelle perizie forensi) che necessitano la certificazione di svolgimento di specifici traing...

    Spero di esserti stata utile!

  3. #3
    Partecipante
    Data registrazione
    07-06-2007
    Residenza
    (VR)
    Messaggi
    52

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Per la P.Iva .. ci vuole se devi rilasciare ricevuta fiscale...
    Ultima modifica di criccicri : 26-10-2010 alle ore 18.11.29

  4. #4
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Ciao e grazie per la risposta! Io sono già in grado di somministrare e siglare/valutare alcuni test, quindi per questo ok, però ecco avevo dei dubbi sull'iscrizione all'albo, che come hai confermato giustamente ci vuole, e la partita iva... Se serve in caso di ricevuta fiscale allora serve e basta, no? come si fa a lavorare senza ricevuta? scusa, forse tu intendi in qualche struttura pubblica... Comunque a me personalmente servirebbe come libero professionista, quindi mi servirà sicuramente, e.......... giacchè ci siamo, mi dai qualche dritta per quando sarò iscritta all'albo di come si fa?? grazie

  5. #5
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Citazione Originalmente inviato da criccicri Visualizza messaggio
    Detto questo, ci sono "test" assolutamente intuitivi o molto facili da siglare e valutare, come le batterie per l'assessmente neuropsicologico,

    Ad esempio quali?

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  6. #6
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Citazione Originalmente inviato da criccicri Visualizza messaggio
    E questo vale sia che tu faccia un tirocinio volontario in un ente pubblico/privato sia che ti ponga come libera professionista.

    Detto questo, ci sono "test" assolutamente intuitivi o molto facili da siglare e valutare, come le batterie per l'assessmente neuropsicologico, ma anche test cognitivi o proiettivi molto complessi.

    Ci sono inoltre una marea di questionari (che non ha molto senso chiamare test...) autosomministrati e non, più o meno validi dal punto di vista psicometrico, infiniti reattivi (valore diagnostico pari a zero), una marea di "giochi" carta matita...

    Tutto dipende da che formazione hai, che tipo di servizio vuoi proporre, che preparazione hai...

    Ci sono master, corsi di specializzazione etc... io ti consiglio di scegliere un posto dove imparare sul campo, sempre che trovi un tutor disposto ad insegnarti e che abia lui stesso le competenze.

    Ovviamente ci sono test (come quelli utilizzati nelle perizie forensi) che necessitano la certificazione di svolgimento di specifici traing...

    Spero di esserti stata utile!
    Innanzitutto se si fa tirocinio è difficile essere iscritti ad un albo, a meno che non si parla di tirocinio di psicoterapia.
    Se per test intuitivi intendi quelli di Donna Moderna, allora si, li si può somministrare anche senza iscrizione all'albo.
    Molto profonda anche l'affermazione che i test neuropsicologici sono facili: vallo a dire a chi li fa (comunque la solfa non cambia: no albo, no firma psicodiagnosi)
    Mi giunge nuova anche quello che dici sul fatto che per utilizzare certi test devi aver fatto un corso....

    L' unica risposta che si può dare è che se non si è iscritti all'albo non si può firmare nessuna psicodiagnosi.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  7. #7
    Partecipante
    Data registrazione
    07-06-2007
    Residenza
    (VR)
    Messaggi
    52

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Eccomi qui: dunque non mi sembra di aver detto cose inesatte.

    Iniziamo dal principio. Calethiel: per mia esperienza personale, gran parte delle batteria utilizzata nelle strutture pubbliche per l'esame neuropsicologico è una serie di test piuttosto facili da impare a siglare. Per esempio, riferendoci alle linee guida del "Esame neuropsicologico breve. Una batteria di test per lo screening neuropsicologico." edito da Cortina, saltano agli occhi test molto "semplici" (ovviamente per un laureato in psicologia che conosca la materia, quindi mi riferisco a "Noi").

    Per citarne alcuni, questi sono quelli utilizzati in prevalenza in U.V.A dove sono stata (non in ordine di somministrazione): M.M.S.E, digit span, trail making, memoria di prosa, doppio compito, copia di disegno, figure aggrovigliate, test di produzione verbale, test dell'orologio, prove prassiche, test dei gettoni, stime cognitive, apprendimento di coppie di parole, test di astrazione, denominazione di personaggi famosi, matrici attentive.

    @ blooby: io ho assistito alla somminsitrazione pre-laurea specialistica, ed ho imparato a siglarli sin da allora. Adesso, post magistrale li continuo ad usare in tirocini volontari, e ribadisco, mi sembrano lo strumento testologico più alla portata di un neolaureato. Vogliamo mettere con le scale Wechsler??? Comunque è un parere personale.

    E non vedo cosa ci sia di strano a svolgere un tirocinio volontario anche post esd: se posso imparare qualcosa e ho del tempo non impegnato da attività retribuita.... Ed in questo caso io non devo emettere alcuna ricevuta fiscale, ovviamente.

    Per quanto riguarda test che necessitano di un attestato di riconoscimento: mi riferivo in particolare al Test di Roscharch siglato secondo il sistema comprensivo di Exner, utilizzato anche dai ctu in tribunale (l'unica siglatura ufficiale attuale). Per siglarlo, ufficialmente, è necessario aver seguito un training accreditato da una delle sue istituizioni Rorschach presenti in italia. Io l'ho fatt con la SIRCS.

  8. #8
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Citazione Originalmente inviato da Blooby gosh Visualizza messaggio
    L' unica risposta che si può dare è che se non si è iscritti all'albo non si può firmare nessuna psicodiagnosi.
    Ho, capito ma sapete darmi qualche altra informazione per la partita iva e cose varie? grazie...

  9. #9
    Partecipante
    Data registrazione
    07-06-2007
    Residenza
    (VR)
    Messaggi
    52

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Citazione Originalmente inviato da trudinaa Visualizza messaggio
    Ho, capito ma sapete darmi qualche altra informazione per la partita iva e cose varie? grazie...
    cosa vuoi sapere nello specifico?

    io ti consiglio di dare uno sguardo qui http://www.enpap.it/

  10. #10
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Citazione Originalmente inviato da criccicri Visualizza messaggio
    Eccomi qui: dunque non mi sembra di aver detto cose inesatte. Ma gran "c..te" si però!@ blooby: io ho assistito alla somminsitrazione pre-laurea specialistica, ed ho imparato a siglarli sin da allora. Adesso, post magistrale li continuo ad usare in tirocini volontari, e ribadisco, mi sembrano lo strumento testologico più alla portata di un neolaureato. Vogliamo mettere con le scale Wechsler??? Comunque è un parere personale.

    E non vedo cosa ci sia di strano a svolgere un tirocinio volontario anche post esd: se posso imparare qualcosa e ho del tempo non impegnato da attività retribuita.... Ed in questo caso io non devo emettere alcuna ricevuta fiscale, ovviamente.

    Per quanto riguarda test che necessitano di un attestato di riconoscimento: mi riferivo in particolare al Test di Roscharch siglato secondo il sistema comprensivo di Exner, utilizzato anche dai ctu in tribunale (l'unica siglatura ufficiale attuale). Per siglarlo, ufficialmente, è necessario aver seguito un training accreditato da una delle sue istituizioni Rorschach presenti in italia. Io l'ho fatt con la SIRCS.
    La testistica si basa sulla professionalità e la capacità dell'esaminatore, non sulla semplicità!
    E' ridicolo il concetto dei test per neolaureati: o li sai fare oppure no.
    E ribadisco che i test neuropsicologici vanno letti e occorre trarne deduzioni, ergo se non conosci i fondamenti che stanno alla base e le implicazioni, possono essere semplici quanto vuoi, ma non ti diranno niente.
    Per quanto riguarda il Rorschach, vengo contattata per le valutazioni e non interessa il tipo di siglatura, ma la diagnosi corretta.
    (per inciso, non esiste nessuna legge che dice che occorre utilizzare la siglatura di exner).
    In generale trovo che dai informazioni scorrette e superficiali, un pò come immagino lavori con i test.
    Buona Fortuna
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  11. #11
    Partecipante
    Data registrazione
    07-06-2007
    Residenza
    (VR)
    Messaggi
    52

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Citazione Originalmente inviato da Blooby gosh Visualizza messaggio
    La testistica si basa sulla professionalità e la capacità dell'esaminatore, non sulla semplicità!
    E' ridicolo il concetto dei test per neolaureati: o li sai fare oppure no.
    E ribadisco che i test neuropsicologici vanno letti e occorre trarne deduzioni, ergo se non conosci i fondamenti che stanno alla base e le implicazioni, possono essere semplici quanto vuoi, ma non ti diranno niente.
    Leggendo con attenzione quello che ho scritto, puoi vedere che ho detto semplicemente che per un neolaureato ritengo sia più facile imparare a siglare i test neuropsicologici rispetto ad altri test. Direi che imparare a siglare le scale W richieda molto molto ma molto più tempo. Per te non è stato così?
    Mai menzionata valutazione o relazione testologica. Ed è ovvio che la conoscenza dei costrutti operazionalizzati, della teoria di riferimento e dell'ambito d'utilizzio sia sempre e comunque fondamentale.

    Per quanto riguarda il Rorschach, vengo contattata per le valutazioni e non interessa il tipo di siglatura, ma la diagnosi corretta.
    (per inciso, non esiste nessuna legge che dice che occorre utilizzare la siglatura di exner).
    In generale trovo che dai informazioni scorrette e superficiali, un pò come immagino lavori con i test.
    Buona Fortuna
    Anche qui mi sembra che tu abbia letto altro e non le mie parole: ho detto che in ambito peritale, l'unica siglatura del test di Rorschach riconosciuta e validata per le perizie è quella di Exner. Contatta il tuo ordine se non sei sicura.
    E che si faccia una DIAGNOSI basandosi solo su un test, perdonami, ma questa sì, mi sembra superficilità.

    Ho contestualizzato ogni mia affermazione, ivi compresi i test oggetto di discussione. Mi piacerebbe avere altri pareri, oltre alla tua ingiustificata critica.

    Grazie : )
    Ultima modifica di criccicri : 28-10-2010 alle ore 23.05.25 Motivo: errore semantico

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    se si tratta solo di siglare i test, allora sono tutti facili. Anche le scale weschler. Ma cosa te ne fai se i test sai siglarli e basta? se non li sai interpretare?
    io lavoro da anni in ambito neuropsicologico, e credimi che se non hai solide basi, nessun test è così facile e scontato. Far passare i test come semplici da somministrare induce tanti neo laureati ad improvvisarsi. A fare una serie di test solo perchè si possiede quelli, e non perchè sono quelli giusti per indagare le difficoltà del paziente. O a fare test e diagnosi scorrette, perchè non si ha la sufficiente competenza per interpretarli. Se siamo noi i primi a trattare in modo superficiale i nostri strumenti di lavoro, poi non stupiamoci di quello che pensa la gente di noi.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  13. #13
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    è vero che esistono test più "semplici" da siglare e altri più "difficili" (cioè più laboriosi), ma diventano TUTTI egualmente difficili se consideri che dietro quei numeri c'è una persona e che il "numeretto" che scrivi alla fine ha un certo peso per chi la riceve.
    Penso ad esempio all'ADAS (visto che si è parlato di test che misurano abilià cognitive), è un test molto semplice, sia da somministrare che da siglare. Alle fine si ottiene una cifra, se quella cifra supera una certa soglia significa che il soggetto ha l'Alzheimer.


    Inoltre i test vanno usati con criterio, i risultati vanno "letti" e integrati con altri test (ad es. se faccio un test cognitivo e noto che il soggetto ha deficit circoscritti in alcuni compiti che possono essere collegati tra loro, perché ad es. fanno capo ad un'unica funzione, farò un altro test specifico per quella funzione. Per fare ciò bisogna saperli "leggere" i numeretti). Più un test è semplce da siglare meglio è, dipende anche dalla complessità del costrutto che il test misura
    Ultima modifica di Johnny : 29-10-2010 alle ore 09.41.56

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di trudinaa
    Data registrazione
    21-11-2007
    Messaggi
    640

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    Vi chiedo invece, una volta iscritti all'albo, per somministrare un test, come può essere un mmpi o quello che volete, cosa occorre? sicuramente una buona preparazione, ma in più? partita iva? e se fosse solo occasionale? Le vostre esperienze nelle prime somministrazioni quali sono state? Magari se avevate dubbi, oppure vi confrontavate con qualcuno? ... E infine, consigli per come avere un modo efficace per riceverne di pazienti che hanno bisogno di test? Grazie!

  15. #15
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: psicodiagnosi senza iscrizione all'albo?

    All'inizio di sicuro ci sono un pò di incertezze e sono anche salutari, potresti chiedere un parere a qualche collega più esperta o al tuo ex tutor se hai mantenuto buoni rapporti.
    Nel dubbio sulla diagnosi, non fare voli pindarici, ma limitati al certo per evitare sproloqui impugnabili in caso di perizie. Inoltre usa sempre un tono neutro e bilancia i lati negativi con quelli positivi.
    Per quanto riguarda il farsi clienti, potresti proporti a studi legali o psichiatri che fanno perizie.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

Privacy Policy