ANALISI DATI e CONSULENZA STATISTICA per TESI di LAUREA in PSICOLOGIA e DOTTORATO di RICERCA e
LEZIONI PRIVATE per ESAME PSICOMETRIA, ANALISI DEI DATI, STATISTICA per le FACOLTA’ di PSICOLOGIA delle UNIVERSITA’ LA SAPIENZA (PSICOLOGIA 1 e 2) e LUMSA di ROMA

Docente, laureata 110 e lode, con esperienza decennale in:

• Didattica universitaria riguardante gli esami di Psicometria, Statistica, Metodologia della Ricerca e Analisi dei Dati, specifici per Facoltà e Corsi di Laurea attinenti la Psicologia delle UNIVERSITA’ LUMSA e LA SAPIENZA (area clinica, dello sviluppo e dell’educazione, del lavoro e della riabilitazione cognitiva).
• Consulenze statistiche e analisi dati per cattedre delle Università La Sapienza e Lumsa di Roma
( Aree Scienze e Tecniche Psicologiche, nello specifico area clinica, dello sviluppo e dell’educazione, del lavoro e della riabilitazione cognitiva).
• Consulenze statistiche e analisi dati per l’elaborazione della parte sperimentale delle tesi di laurea e di dottorato di ricerca.


Negli ultimi 11 anni, ho preparato centinaia di studenti a superare con successo gli esami riguardanti la statistica e l'analisi dei dati, soprattutto per gli esami alla Facoltà di Psicologia alla Lumsa (es. Prof.ssa De Giovanni per ‘Psicometria’ e ‘Statistica per la Psicologia’), a Psicologia 1 e 2 a La Sapienza (es. Prof.ssa Ercolani, Prof. Leone, Prof.ssa Areni per ‘Fondamenti di Psicometria’ e ‘Psicometria’, Prof. Barbaranelli per ‘Analisi di Dati’); con un numero non eccessivo di lezioni, grazie al fatto che personalizzo le ripetizioni con svolgimento di programmi ed esercizi specifici per ciascun canale, docente e testi d’esame.

Difatti, ciò di cui più si lamentano gli studenti di Psicologia che vanno a ripetizione per superare l’esame di statistica è che di solito, dato il tipo di materia, ricevono l’aiuto da laureati in Statistica, Matematica o Economia, che solitamente non conoscono cosa concretamente si richiede ad un esame di statistica a Psicologia (i corsi di Statistica affrontati presso le Facoltà di Psicologia si concentrano su formule e tematiche ben diverse da quelle affrontate nei corsi di Statistica delle altre Facoltà, quali ad esempio Economia o Medicina). Gli esercizi, di appello in appello, sono sempre gli stessi, e riguardano le applicazioni della statistica al campo della psicologia: inutile perdersi nei formalismi delle regole matematiche che sono importanti per superare gli esami di statistica e affini in altre Facoltà meno umanistiche, quali Biologia o Economia ad esempio, ma di certo non a Psicologia.

Inoltre, fornisco consulenze ed elaboro analisi statistiche sui dati in Excel e SPSS, su richiesta di cattedre universitarie e di studenti, per tesi di laurea (triennale e specialistica) e per tesi di dottorato di ricerca nell’area psicologica (indirizzo clinico, evolutivo, sociale e del lavoro, sperimentale, cognitivo e neurobiologico), dell’educazione e della formazione.
La mia esperienza ha avuto inizio nel periodo in cui lavoravo come assistente, seguendo i laureandi nella preparazione del capitolo sperimentale e di analisi statistica dei dati per la tesi; infatti solitamente i professori hanno poco tempo da dedicare ai loro tesisti e delegano questo compito ai loro assistenti. Considera che diverse persone possono essere in grado di usare un pacchetto statistico per elaborare i dati (SPSS), ma pochi di costoro posseggono anche una conoscenza delle tematiche relative alla ricerca psicologica per potere interpretare e discutere i risultati derivati dalle analisi.
Non do per scontato che tu abbia la benché minima base di statistica o di conoscenza del pacchetto statistico utilizzato per elaborare i dati (di solito SPSS). Infatti, dopo anni di esperienza nella preparazione degli esami di psicometria e analisi dei dati/ metodologia presso la Facoltà di Psicologia, posso dire che i programmi degli esami trattano quasi esclusivamente aspetti teorici e non quelle competenze necessarie per elaborare i dati di una tesi in Psicologia con un pacchetto statistico informatico; di conseguenza, anche gli studenti che in questi esami ottengono 30 e lode, al momento poi di analizzare i dati per la tesi, se non sono seguiti dal professore o da un suo assistente (realmente...non solo formalmente, come di solito accade), si ritrovano a non sapere:
- quali indicatori statistici scegliere per le diverse tipologie di dati che si sono raccolti
(statistiche descrittive di posizione e di variabilità, quali medie, mediane, deviazioni standard; grafici a barre, istogrammi, etc.)
- quali test statistici utilizzare per verificare le proprie ipotesi:
(correlazioni, Chi – quadro, t- test per un campione, per due campioni indipendenti, appaiati, Analisi della Varianza one-way o fattoriale, uni variata ANOVA o multivariata MANOVA, test non parametrici quali U di Mann Whitney, T di Wilcoxon, ecc.)
- la procedura per ottenere i risultati per mezzo del programma statistico utilizzato (solitamente SPSS)
- come “leggere” i risultati, quali valori riportare e come riferirli nel paragrafo della tesi ‘Risultati’
- come interpretare i risultati suddetti nel successivo paragrafo della tesi ‘Discussione dei risultati’

Invece, per gli studenti che hanno ricevuto dalla cattedra del relatore i risultati delle analisi statistiche o che comunque ne sono già in possesso, la mia consulenza può riguardare anche soltanto gli ultimi due punti elencati (ovvero come “leggere” i risultati, quali valori riportare e come riferirli nel paragrafo della tesi “Risultati”, poi come interpretare i risultati suddetti nel successivo paragrafo della tesi “Discussione dei risultati”).

Massima serietà, precisione, preparazione, esperienza, disponibilità, pazienza e garbatezza.

Ricevo a 15 minuti dal centro di Roma, a pochi metri dalla fermata della Metropolitana (linea A), dal Lunedì al Venerdì, mattina e pomeriggio; il Sabato a week-end alterni.

Dott.ssa Stefania M. - Didattica Statistica Analisi Dati Tesi
tel. 338-6405826
e-mail: stefania.statistica@tiscali.it