• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 12 di 12
  1. #1

    ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva rilasciata.

    lei ha accettato. consapevolezza di aver sbagliato? o altro? un parere. grazie

    la faccio breve,una delle ragazze che lavorano per me,ha rilasciato un intervista in un giornale di zona, dove criticava apertamente il mio modo di gestire l'azienda,e sopratutto il mio appoggio a una parte politica alle ultime elezioni comunali. questo mi ha creato delle difficolta' non da poco,oltre al fatto che avrei preferito che la ragazza fosse venuta da me,senza rendere pubblico il suo pensiero. anche perche' senza la mia autorizzazione,non possono rilasciare interviste che riguardano l' azienda. l' ho convocata,e rimproverata con fermezza,ma per non creare un precedente, ho deciso nei suoi confronti una punizione. le ho inoltrato una lettera di richiamo,e non avendo ricevuto spiegazioni plausibili sul suo modo di fare,le tolto gli incarichi che ricopriva prima,relegandola a una mansione di livello minore,il che significa perdere dei privilegi,e degli extra non da poco. c' erano gli estremi anche per una sospensione,secondo il mio consulente,ma ho preferito punire la mia dipendente nel modo citato,per far si che la prossima volta ci pensi due volte prima di parlare a sproposito. lei non ha contestato la mia decisione,dopo essersi consultata a sua volta con chi di dovere,anche se le brucia non poco la punizione ricevuta!! probabilmente consapevole dell' aver esagerato,e sbagliato a dichiarare faccende private. ho voluto trattare la questione con severità,per dare un esempio alle altre,tenendo presente che dovro' risolvere diverse grane per colpa sua. forse parlo da imprenditore,ma queste cose vanno trattate con la massima intransigenza. e la ragazza ha infranto il regolamento. che pensate?

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di qualcosadiblu
    Data registrazione
    20-01-2005
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    133

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    penso che tu abbia fatto bene nell'immediato e per salvare la tua azienda. Restano da capire le motivazioni per cui ha fatto ciò ed eventualmente un chiarimento tra voi, come soggetti di una relazione (più che contratto) lavorativa.
    Probabilmente, non ci sono state le condizioni per una comunicazione efficace tra di voi in merito ai disagi che la ragazza provava nel lavorare presso di te oppure la tua incapacità a leggere attenamente i messaggi e segnali di tale situazione. E le sue dichiarazioni pubbliche di fatti privati sono sicuramente il pretesto per smuovere qualcosa tra voi soggetti più che azienda in toto.
    Parlo da psicoterapeuta clinica e non da psicologa del lavoro...
    Direi che sarebbe opportuno avere un colloquio con lei...



    Dr.ssa Francesca Orlando
    Psicologa Psicoterapeuta

  3. #3

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    Citazione Originalmente inviato da qualcosadiblu Visualizza messaggio
    penso che tu abbia fatto bene nell'immediato e per salvare la tua azienda. Restano da capire le motivazioni per cui ha fatto ciò ed eventualmente un chiarimento tra voi, come soggetti di una relazione (più che contratto) lavorativa.
    Probabilmente, non ci sono state le condizioni per una comunicazione efficace tra di voi in merito ai disagi che la ragazza provava nel lavorare presso di te oppure la tua incapacità a leggere attenamente i messaggi e segnali di tale situazione. E le sue dichiarazioni pubbliche di fatti privati sono sicuramente il pretesto per smuovere qualcosa tra voi soggetti più che azienda in toto.
    Parlo da psicoterapeuta clinica e non da psicologa del lavoro...
    Direi che sarebbe opportuno avere un colloquio con lei...
    grazie della risposta. in primo luogo,ho pensato a salvaguardare l' immagine dell' azienda,oltre a punire la ragazza. lei e' la classica ribelle che va contro l' imprenditore per partito preso,e in questo modo e' difficile dialogare. diciamo che nei colloqui avuti con la ragazza precedentemente alle dichiarazioni da lei rilasciate,allo scopo di farsi pubblicita' e fare carriera nel sindacato,ho notato che lei contestata il modo con cui io organizzavo il lavoro. ma non deve essere lei a suggerirmi la strategia aziendale che intendo adottare,ne tantomeno chi voglio appoggiare alle elezioni,o ancora,il marketing. prima dell' articolo uscito,l' avevo ripresa piu' volte,e lei ha dichiarato che l' avevo penalizzata escludendola da incarichi di livello per la sua attivita' sindacale.mi ha definito troppo severo,e anche un po' troppo moralista per via del fatto che non permetto alle mie dipendenti un certo tipo di abbigliamento,aggiungendo che sono all' antica. punendola nel modo citato,voglio che capisca che inanzitutto deve svolgere il lavoro per cui e' pagata,e se non le sta bene,puo' sempre cambiare lavoro. tra qualche settimana la convochero',e voglio capire se ha capito i suoi errori,o se vuole continuare su questa strada. io sono un impenditore,e per mandare avanti l' azienda non posso tollerare atteggiamenti che potrebebro danneggiarmi,e l' ambiente di lavoro femminile e' difficile da gestire,credimi.

  4. #4
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    Personalmente non riesco a comprendere molto bene la natura della tua richiesta. Potresti esplicitarla meglio?

    Saluti
    gieko

  5. #5

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    Citazione Originalmente inviato da gieko Visualizza messaggio
    Personalmente non riesco a comprendere molto bene la natura della tua richiesta. Potresti esplicitarla meglio?

    Saluti
    voglio vedere se si da torto all' imprenditore a prescindere,o se c'e' obiettivita'!

  6. #6
    Partecipante Leggendario L'avatar di gieko
    Data registrazione
    28-03-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    2,312

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    Perdonami, ma a che pro? E' solo per verificare se ricevi approvazione o qualche interrogativo su quanto è successo te lo poni?

    Saluti
    gieko

  7. #7
    Partecipante Figo L'avatar di Blooby gosh
    Data registrazione
    25-08-2009
    Messaggi
    974

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    Leggendola questione che poni, noto che non ha attinenza psicologica, perchè chiedi un parere su questo sito?

    Devo dire che se il tuo timore è di essere denunciato per mobbing o, se sei il proprietario bossing, la questione cambia.
    La tua azione di demansionamento non è stata corretta. Avresti dovuto farle una lettera di richiamo e poi un'azione legale per diffamazione e danni vari. Ora ti sei messo in una condizione poco piacevole. Ti consiglio di parlare con un consulente del lavoro serio o un avvocato, per capire come tutelare la tua immagine senza ledere la tua dipendente ed evitare così ulteriori grane legali.
    Nasciamo tutti incendiari e moriamo pompieri

  8. #8

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    Citazione Originalmente inviato da Blooby gosh Visualizza messaggio
    Leggendola questione che poni, noto che non ha attinenza psicologica, perchè chiedi un parere su questo sito?

    Devo dire che se il tuo timore è di essere denunciato per mobbing o, se sei il proprietario bossing, la questione cambia.
    La tua azione di demansionamento non è stata corretta. Avresti dovuto farle una lettera di richiamo e poi un'azione legale per diffamazione e danni vari. Ora ti sei messo in una condizione poco piacevole. Ti consiglio di parlare con un consulente del lavoro serio o un avvocato, per capire come tutelare la tua immagine senza ledere la tua dipendente ed evitare così ulteriori grane legali.
    ho parlato prima con un consulente,e poi ho fatto una lettera di richiamo alla dipendente. il demansionamento e' tutto regolare,in quanto la ragazza mantiene la stessa paga,e lo stesso livello. solo che puo' scordarsi di fare carriera,in quanto difficilmente la terro' in considerazione per una promozione futura nella mia azienda!! lei ha capito che la sto punendo,e ha capito che forse doveva evitare cio' che ha fatto. ho preferito agire cosi,anziche' infliggerle una punizione che lei poteva contestare.

  9. #9
    Axamer Ibk
    Ospite non registrato

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    Come già esplicitato da altri non capisco l'attinenza della discussione con questo forum.

    Se è un parere quello che cerchi, ti posso dire che non condivido l'uso di una certa terminologia ("punire", "infliggere una punizione") che fa riferimento a una visione del mondo del lavoro che personalmente non ritengo particolarmente etica.

    Non conoscendo la situazione non posso esprimere nessuna opinione sulle motivazioni o sulla giustezza della tua decisione.
    Ultima modifica di Axamer Ibk : 15-10-2010 alle ore 17.02.30

  10. #10

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    io preferirei che la mia azienda andasse avanti senza particolari problemi,cosi non mi vedrei costretto a prendere provvedimenti,e di conseguenza punire le mie dipendenti quando le circostanze lo richiedono.non mi fa piacere farlo,ma non posso farne a meno. mettiamola cosi: non punisco la ragazza che ha rilasciato quelle dichiarazioni,cosi tutte potranno farlo,e si creerebbe un precedente,in quanto se non sono intervenuto alla prima occasione con lei,non potrei farlo in altre circostanze senza dare seguito a diatribe.

  11. #11
    Partecipante Figo L'avatar di marchitiello
    Data registrazione
    05-05-2006
    Residenza
    Milano (ma sono fuggito da Foggia)
    Messaggi
    986

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    Citazione Originalmente inviato da Blooby gosh Visualizza messaggio
    Leggendola questione che poni, noto che non ha attinenza psicologica, perchè chiedi un parere su questo sito?
    Devo dire che se il tuo timore è di essere denunciato per mobbing o, se sei il proprietario bossing, la questione cambia.
    La tua azione di demansionamento non è stata corretta. Avresti dovuto farle una lettera di richiamo e poi un'azione legale per diffamazione e danni vari....
    Citazione Originalmente inviato da peppe970 Visualizza messaggio
    ...mettiamola cosi: non punisco la ragazza che ha rilasciato quelle dichiarazioni,cosi tutte potranno farlo,e si creerebbe un precedente,in quanto se non sono intervenuto alla prima occasione con lei,non potrei farlo in altre circostanze senza dare seguito a diatribe.
    Mi unisco alla perplessità di Blooby gosh. Questo non è un forum legale, non ci sono molti consulenti del lavoro a scriverci, perché chiedi il parere degli psicologi? Se vuoi sapere se potrebbero esserci delle ripercussioni (tipo mobbing o 81/08 per il rischio psicosociale) potrei comprendere, altrimenti ho difficoltà...
    Poi, il tuo ultimo post mi lascia dubbi. Segui il principio "punirne uno per educarne cento"? Non funziona mica sempre... Se non vengono discusse in plenaria le problematiche dell'azienda, non è demansionando qualcuno che risolvi il problema; il malcontento resta sempre e circola fra i dipendenti, e potrebbe riservare cattive sorprese un domani... Se hai delle idee sui fattori critici (e ne sono sicuro) della tua azienda, parlane coi dipendenti (anche tramite newsletter se sono molti) e cerca di agire preventivamente per eliminare il disagio, prima che si cronicizzi e tu ti trovi qualche bella ed inaspettata denuncia...
    In bocca al lupo...
    La psicologia è quella cosa con la quale o senza la quale si vive tale e quale!

  12. #12

    Riferimento: ho punito una mia dipendente per una dichiarazione lesiva

    si,infatti non cerco un risvolto psicologico,ma un parere pratico sul rapporto non facile tra imprenditori e personale sopratutto se il personale è femminile. comunque io cerco di passare sopra agli errori in buona fede,ma non alle offese,e quando mi si manca di rispetto,

Privacy Policy