• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 19
  1. #1
    Partecipante L'avatar di piccolaLuna
    Data registrazione
    11-09-2004
    Messaggi
    51

    Trattamento del panico on line

    Ciao a tutti..recentemente l' Istituto Watson ha messo a disposizione i kit per il trattamento del panico on line. Sono 9 moduli molto pratici per apprendere le tecniche principali per competere con gli attacchi di panico e metter in atto le strategie dimostrate scientificamente più efficaci. Inoltre offrono un vantaggio da un punto di vista economico perchè permettono di ridurre il numero di sedute che saranno eventualmente necessarie per risolvere il disturbo senza l' utilizzo di farmaci.

  2. #2
    Partecipante L'avatar di pierluigi1970
    Data registrazione
    20-11-2008
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    39

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    In qualsiasi Psicoterapia la cura è "relazionale". Basta dire solo questo.

  3. #3
    Partecipante L'avatar di piccolaLuna
    Data registrazione
    11-09-2004
    Messaggi
    51

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    Citazione Originalmente inviato da pierluigi1970 Visualizza messaggio
    In qualsiasi Psicoterapia la cura è "relazionale". Basta dire solo questo.
    Si ma la relazione senza tecniche pratiche non fa miracoli! in più, alcuni pazienti non riescono nemmeno ad uscir da casa per cui i kit fornisrebbero le prime stretegie per competere con disturbo. Infine è incluso anche il supporto telefonico e via Skype..noi in Italia siamo scettici, ma è stato dimostrato con uno studio sperimentale che l' efficacia è esattamente la stessa!

  4. #4
    Partecipante L'avatar di pierluigi1970
    Data registrazione
    20-11-2008
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    39

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    <<Si ma la relazione senza tecniche pratiche non fa miracoli!>> Stiamo forse dicendo la stessa cosa ? la relazione è una tecnica pratica. lo strumento di cura della psicoterpia è la relazione io intendo la cura non un metodo che calma o ha un effetto placebo del disagio. La tecnica psicoterapeutica utilizza lo metodo psicoanalitico o altri metodi attraverso l'uso dello strumento che prende il nome di relazione. Per quanto riguarda eventuli problemi logistici penso che se si attivassero delle consulenze a domicilio non sarebbe male. Per chi avesse interesse invito a leggere "la cura relazionale" di Lo Coco e Lo Verso. un libro fatto davvero bene.
    Ultima modifica di pierluigi1970 : 02-10-2010 alle ore 02.38.36

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    02-12-2004
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    66

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    [QUOTE=piccolaLuna;2419531]Si ma la relazione senza tecniche pratiche non fa miracoli! in più, alcuni pazienti non riescono nemmeno ad uscir da casa per cui i kit fornisrebbero le prime stretegie per competere con disturbo. Infine è incluso anche il supporto telefonico e via Skype..noi in Italia siamo scettici, ma è stato dimostrato con uno studio sperimentale che l' efficacia è esattamente la stessa![/QUOTE
    Scusa piccolaLuna, tu parli di kit e di studio sperimentale che ha dimostrato l'efficacia. Dove e quando è stato pubblicato? Chi sono gli autori di questo studio? Come è stato svolto? Spesso ci limitiamo ad accettare che ci venga riferito di uno studio di efficacia. E' importante capire molti aspetti di questo studio. In ogni caso concordo con pierluigi1970: la tecniche senza relazione servono a poco, la relazione è essenziale ai fini terapeutici.
    Dott.ssa Coda

  6. #6
    Partecipante L'avatar di piccolaLuna
    Data registrazione
    11-09-2004
    Messaggi
    51

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    la ricerca che ho letto era attendibile..comunque io non volevo dire che la relazione non fosse fondamentale, infatti qualunque tecnica che venga applicata in psicoterapia cognitivo-comportamentale richiede come pre-requisito che si sia stabilita una buona relazione che motivi il paziente! dico solo che in alcuni casi il kit potrebbe fornire le principali nozioni relativamente a come poter competere con gli attacchi di panico, risparmiando così tempo e soldi e non lasciando le persone allo sbaraglio,ma offrendo un costante supporto.

  7. #7
    Partecipante L'avatar di pierluigi1970
    Data registrazione
    20-11-2008
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    39

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    Ciao di nuovo piccolaLuna, io con il mio intervento non volevo mettere in discussione la tua buona fede in cio che dici, ma prima di farti carico di un metodo affermato da altri il mio consiglio è di approfondire tu stessa quanto viene affermato. Io per conto mio mi sono fatto un paio di giri in rete e ho trovato qualcosa che riguarda quanto tu prima hai esposto. Prima di tutto un metodo per essere riconosciuto deve superare delle prove che non sono le sole testimonianze di persone che hanno utilizzato il metodo, ma ci sono rigorosi controlli, metodologie, test, ricerche che poi visionate da esperti diventa un metodo riconosciuto a livello internazionale. Non ti alzi la mattina e rifacendoti ad una tecnica psicoterapeutica come la cognitiva affermi che il tuo metodo è attendibile solo perchè 10 persone l'hanno provato e si sono trovate bene. Potrebbe essere anche e solo l'effetto placebo. A volte le prime sedute di psicoterapia hanno effetti stravolgenti solo per l'efetto placebo. Con questo non voglio dire che la psicoterapia ad indirizzo cognitivo non è attendibile, io metto in discussione persone che vendono consulenze di psicoterapia come un forno a microonde alle televendite. Se vedi bene nel stio di questa persona non ci sono riconoscimenti sul suo metodo ma solo testimonianze, guarda potrebbe anche essere vero cio che fa, ma se ne è cosi sicura questa persona perchè non lo mette a disposizione della comunità scientifica internazionale affinchè non venga riconosiuta a livello appunto internazionale? Capisco bene il tuo entusiasmo per una cura cosi "miracolosa" sarebbe una cosa molto bella, ma per ora non è cosi. Il problema degli attacchi di panico ha fondamenti inconsci, per questo non può essere la persona che ne soffre, anche con un kit, a potersene fare carico e liberarsene. Devi affidarti ad un terapeuta che vede quello che tu non puoi per intraprendere insieme un percorso di cura e guarigione. Dammi retta lascia perdere i kit e affidati ad un terapeuta che scegli tu.

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    sinceramente mi piace molto il prof Rolla, se abitassi a Torino avrei frequentato la scua scuola che è innovativa e interessante, ma questa la trovo una caduta di stile, secondo me sta vendendo il kit sul sito in modo troppo commerciale. Quello che non mi convince è "confezionare" un pacchetto di cd e di dispense come vera e propria "terapia". Magari era ok proporlo come corso divulgativo, informativo, "illustrativo" per conoscere il panico, le tecniche terapeutiche, ecc., così che un potenziale paziente potesse informarsi da una fonte autorevole prima magari di intraprendere un percorso psicoterapeutico. Ma venderlo proprio come cura online, efficace in poche settimane...sinceramente mi sembra uno stile wanna marchi, scusate l'accostamento blasfemo.

  9. #9
    Partecipante L'avatar di piccolaLuna
    Data registrazione
    11-09-2004
    Messaggi
    51

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    Vi cito le ricerche in cui si dice che anche la terapia on-line è efficace:

    Ricerca 2010 Karolinska Hospital Stoccolma http://diss.kib.ki.se/2010/978-91-7409-800-6/


    Karolinska Institutet is one of the world's leading medical universities. Its mission is to contribute to the improvement of human health through research and education. Karolinska Institutet accounts for over 40 percent of the medical academic research conducted in Sweden, and offers the country's broadest range of education in medicine and health sciences. Since 1901 the Nobel Assembly at Karolinska Institutet has selected the Nobel laureates in Physiology or Medicine. Web site: Karolinska Institutet


    Ricerca Australia fatta da Swinburne University of Technology http://www.swinburne.edu.au/

    Panic Online Step 1 has been developed with the financial assistance of the Australian Rotary Health Research Fund. This program is designed to help you understand the nature of panic and how it can be managed. Included are interactive quizzes and an opportunity to register for the second stage of the program: Panic Online Step 2. http://www.swinburne.edu.au/lss/swin...tion/main.html

    Il dott. Rolla è un valido psicoterapeuta che gestisce un Centro da oltre trent' anni. Quest' anno ha messo a disposizione anche il trattamento on-line per venir incontro a quanti abitavano lontani dall' Istituto Watson o faticavano ad uscire di casa per l' agorafobia. Vi assicuro che i kit sono molto validi e pratici e forniscono per davvero le prime nozioni per uscire dall' incubo dell' attacco di panico! Prima di rifiutare questo tipo di trattamento, secondo me, sarebbe bene meglio provarlo!

  10. #10
    Partecipante L'avatar di pierluigi1970
    Data registrazione
    20-11-2008
    Residenza
    Pescara
    Messaggi
    39

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    Vedo che forse lei non sa l'eziopatologia del disturbo da attacco di panico, quindi mi sento di doverle fare una domanda semplice. Crede che questo kit risolva il problema, senza creare una relazione tra terapeuta e paziente ? La risposta chiaramente è un Si oppure un No, se secondo lei questo kit risolve il problema rispondi si altrimenti no. Sembra quasi che questa persona sia un suo parente per come offre il prodotto.. sembra che anche lei sia una televendritice. Scusi ma è ciò che mi fai pensare, "secondo me, sarebbe bene meglio provarlo!" bellissimo sembra davvero vanna marchi, come se fosse un tritacarne o un aspiraplvere. La vorrei mettere al corrente di una cosa, ogni paziente è diverso dall'altro e ogni paziente codifica e elabora le esperienze secondo tutti i suoi vissuti, ogni esperienza individuale è diversa dall'altra, una modalità di intervetno per una persona non potrà mai essere uguale per un altro indivuo. L'elaborazione delle esperienze è diversa da individuo a individuo. Un medicinale agisce in modo diverso da indivuo a individuo, ad una persona puo dare un senso di benessere ad un altra persona un senso inferiore o maggiore di benessere, e stiamo parlando di farmaci, quindi immagini dietro tale farmaco quante ricerche e sperimentazioni ci sono. Qui mi sembra che lei stia categorizzando troppo un disturbo tanto da farlo sembrare quasi una definizione del Dsm che per carità rispetto ai sintomi il Dsm può essere un valido aiuto ai medici per capire cosa hanno davanti, ma poi si perde rispetto al trattamento in quanto non ne definisce alcuno e anche rispetto all'ezipatologia cioè da dove viene. Penso che anche in rispetto delle persone che ne soffrono sia il caso di non prendere cosi con leggerezza di tale disturbo vendendo un kit di aiuto senza nessuna ricerca specifica e scientifica dietro. Lei chiaramente potrà continuare a dire che è un buon prodotto... contenta lei.

  11. #11
    Partecipante L'avatar di piccolaLuna
    Data registrazione
    11-09-2004
    Messaggi
    51

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    Citazione Originalmente inviato da pierluigi1970 Visualizza messaggio
    Vedo che forse lei non sa l'eziopatologia del disturbo da attacco di panico, quindi mi sento di doverle fare una domanda semplice. Crede che questo kit risolva il problema, senza creare una relazione tra terapeuta e paziente ? La risposta chiaramente è un Si oppure un No, se secondo lei questo kit risolve il problema rispondi si altrimenti no. Sembra quasi che questa persona sia un suo parente per come offre il prodotto.. sembra che anche lei sia una televendritice. Scusi ma è ciò che mi fai pensare, "secondo me, sarebbe bene meglio provarlo!" bellissimo sembra davvero vanna marchi, come se fosse un tritacarne o un aspiraplvere. La vorrei mettere al corrente di una cosa, ogni paziente è diverso dall'altro e ogni paziente codifica e elabora le esperienze secondo tutti i suoi vissuti, ogni esperienza individuale è diversa dall'altra, una modalità di intervetno per una persona non potrà mai essere uguale per un altro indivuo. L'elaborazione delle esperienze è diversa da individuo a individuo. Un medicinale agisce in modo diverso da indivuo a individuo, ad una persona puo dare un senso di benessere ad un altra persona un senso inferiore o maggiore di benessere, e stiamo parlando di farmaci, quindi immagini dietro tale farmaco quante ricerche e sperimentazioni ci sono. Qui mi sembra che lei stia categorizzando troppo un disturbo tanto da farlo sembrare quasi una definizione del Dsm che per carità rispetto ai sintomi il Dsm può essere un valido aiuto ai medici per capire cosa hanno davanti, ma poi si perde rispetto al trattamento in quanto non ne definisce alcuno e anche rispetto all'ezipatologia cioè da dove viene. Penso che anche in rispetto delle persone che ne soffrono sia il caso di non prendere cosi con leggerezza di tale disturbo vendendo un kit di aiuto senza nessuna ricerca specifica e scientifica dietro. Lei chiaramente potrà continuare a dire che è un buon prodotto... contenta lei.
    Mi Scusi, forse non ha letto con sufficiente attenzione il mio messaggio perciò la invito a farlo. Ho citato le ricerche scientifiche in cui si asserisce l' efficacia della terapia a distanza e, qualora ne avesse bisogno, ho altri link da allegare. Nessuno trascura l'elemento relazionale, infatti il kit è indicato per le persone che non hanno un grave livello di compromissione e in nessun modo pretende di affermare l' inutilità della relazione. L' auto-aiuto però è una strategia che è riuscita ad aiutare tante persone e ciò è assodato da tempo. Comunque, se potesse dedicare un pò del suo tempo, la invito a visionare le ricerche che ho menzionato. Se fosse gentile, la inviterei anche a fornirmi invece le ricerche scientifiche che hanno dimostrato, dati alla mano, l' efficacia delle terapie di stampo psicoanalitico perchè, forse per una mancanza mia, non ne sono assolutamente a conoscnza. La ringrazio anticipatamente.

  12. #12
    Partecipante
    Data registrazione
    22-07-2007
    Messaggi
    46

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    1) Comprendo che la psicoterapia cognitivo comportamentale sia il "must" per questo disturbo ma cio' non esula da un rapporto "de visu".Puo' interpellare qualunque terapeuta di questo indirizzo e sara' concorde con me.Parlo di un buon terapeuta.
    2) Lei puo' citare tutti i lavori che vuole gentile PiccolaLuna ma inizio a pensare che difenda eccessivamente a "spada tratta" questo tipo di "kit", e la cosa mi piace personalmente poco.Non mi importa se frequenta la scuola di Torino, come psicologa dovrebbe essere obbiettiva.
    3) Ritengo la metodica esposta eccessivamente commerciale e svilente per la professione di psicologo che ritengo seria e meriti rispetto.
    4) 400 euro secondo me per una prima visita mi sembrano eccessivi, poi fate quello che vi pare e so che lei Piccolaluna sa a chi e cosa mi riferisco.

  13. #13
    Partecipante L'avatar di piccolaLuna
    Data registrazione
    11-09-2004
    Messaggi
    51

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    Gentile Reserved, la ringrazio per la sua risposta perchè ritengo che lo scambio di opinioni sia sempre profiquo, sebbene io non condivida per nulla la sua opinione. Se ha modo di vedere il rapporto del 2002 dell' Organizzazione Mondiale della Sanità si sotiene che la maggior parte delle persone che soffre di attacchi di panico non ha modo di affidarsi alla terapia tradizionale (quella con uno psicoterapeuta per intenderci) per mancanza di mezzi economici o per motivi territoriali. Per questo l' acquisto di un kit pratico ed efficace (le ricerche precedentemente citate lo testimoniano; In molti stati esteri la terapia on-line è ormai assodata) permette di ovviare a queste difficoltà con una spesa unica e definitiva.
    Relativamente alle 400 euro da lei menzionate, farebbe meglio a non scriverlo dato che non sa evidentemente bene come funzionano le cose.

  14. #14
    Partecipante
    Data registrazione
    22-07-2007
    Messaggi
    46

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    Gentile piccolaLuna, quel "farebbe meglio a non scriverlo" sembra proprio una minaccia, e non è da me tollerabile.
    Questo perche' ho espresso una opinione personale dicendo proprio che a mio avviso questa spesa è eccessiva.
    Io personalmente non lo trovo giustificabile il costo.
    E' SEMPRE UNA MIA PERSONALISSIMA OPINIONE.
    Lei, come chiunque altro puo' dissentire, ci mancherebbe altro.

    Vedendo il programma pero', attendo allora anche la formula "soddisfatti o rimborsati" come fanno spesso nelle televendite.

    Il kit lei dice che e' pratico ed efficace.
    L'efficacia deve essere "evidence based" e lei non puo' buttare "fumo negli occhi" citando altre ricerche inerenti altri moduli e studi di altro tipo.
    Quando vedro' uno studio pubblicato in rivista peer reviewed che attesti l'efficacia, allora SOLO allora lei potra' parlare e non temere critiche come quelle che io ed altri in questo thread giustamente le poniamo.

  15. #15
    Partecipante
    Data registrazione
    22-07-2007
    Messaggi
    46

    Riferimento: Trattamento del panico on line

    mi riferisco ad uno studio pubblicato da Rolla in persona o dai suoi discepoli (anche da lei quindi) e non dal Karolinska o chi per esso.

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy