• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 2 di 2
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di ZingarellaOps
    Data registrazione
    09-09-2006
    Residenza
    Provincia di Salerno
    Messaggi
    11,811

    Addio al regista Claude Chabrol

    Si è spento Chabrol uno dei padri della Nouvelle Vague
    Il celebre regista francese è morto questa mattina all'età di 80 anni. Con François Truffault e Jean-Luc Godard fu tra i fondatori del movimento francese. Depardieu: "Era la gioia di vivere in persona"

    Parigi, 12 settembre 2010 - Si è spento questa mattina il regista francese Claude Chabrol. Chabrol, protagonista della Novelle Vague con François Truffaut e Jean-Luc Godard, aveva 80 anni. Il regista è stato ''un immenso cineasta francese, libero, impertinente, politico e prolisso'', ha commentato Christophe Girard, responsabile per la cultura al Comune di Parigi, comunicandone la scomparsa. L' autore di film celebri come Le beau Serge, I cugini o il celeberrimo Un affare di donne, era nato il 24 giugno 1930 a Parigi.


    "Era la gioia di vivere in persona - ha espresso Gerard Depardieu che ha recitato nell'ultimo film di Chabrol, Belamy, e presentato al Festival di Berlino - , non riesco a immaginare che se ne sia andato, non parlava mai di morte". "Aveva questo amore per il cibo, la passione, aveva anche l'infanzia, il riso, il piacere - ha prosegutio Depardieu -. Per me semplicemente non risponde più al telefono, ma amo dire che ora si trova ovunque".


    ''Un grande dolore. Era un maestro anche personalmente - ha commentato Gabriele Salvatores dal Lido non appena saputo del decesso del regista -. Chabrol ha lavorato molto sulla rivisitazione del noir e del giallo. Quando ho avuto la notizia, sapere di non poter vedere più i suoi film è stato come sapere di non vedere più un amico''.

    "Chabrol era un cineasta geniale e insolente e la sua insolenza era quella di tirare sempre fuori una verità del cinema che ha difeso fino all'ultimo con i suoi film e guardando e analizzando i film degli altri - è il ricordo del direttore della Mostra del cinema di Venezia, Marco Muller - . L'avevamo invitato due volte come presidente della giuria a Venezia ma aveva sempre un film in lavorazione. Speravamo che venisse allora con il suo nuovo film. Il suo cinema e il suo sguardo ci mancavano già".



    CHI ERA - Nato il 24 giugno 1930, sposato tre volte e padre di due figli, Claude Chabrol fu tra i fondatori della Nouvelle Vague. Dopo la morte di Francois Truffaut nel 1984 e di Erich Rohmer pochi mesi fa, insieme a Jean-Luc Godard Chabrol era in effetti uno degli ultimi rappresentanti di questa tendenza sorta cinquant'anni fa. Critico impietoso della borghesia francese e delle sue ipocrisie oltre che scandagliatore delle ambiguità dell'anima umana, nonché grande ammiratore di di Alfred Hitchcock, Chabrol ha all'attivo oltre 60
    film. Cominciò a lavorare nel 1953 per la rivista specializzata Cahier du Cinema. Solo cinque anni dopo siglava il primo lungometraggio, Le Beau Serge del 1957, citato come capostipite della futura Nouvelle Vague. Del 1958 è I cugini, poliziesco che rivela forti influenze di Hitchcock e gli frutta l'Orso d'Oro al Festival del cinema di Berlino. Seguono produzioni più commerciali e costose, come A doppia mandata (1959), Landru (1962), Le più belle truffe del mondo (1963), Les Biches - Le cerbiatte (1967).

    Più intensi i film successivi, come Stephane, una moglie infedele (1968) e Ucciderò un uomo (1969). Con Il Tagliagole Chabrol avvia una serie di sette film conclusasi con Sterminate Gruppo Zero (1973) e conta film celebri come Dieci incredibili giorni (1971) e L'amico di famiglia (1973). Tra le pellicole più famose, già nella piena maturità artistica di Chabrol, è Un affare di donne (1988), che vede impegnata una delle sue attrici preferite, Isabelle Huppert, e poi Madame Bovary (1991) e Grazie per la cioccolata (2000). L'ultimo film, presentato lo scorso anno al Festival di Berlino, è stato Bellamy. Chabrol inoltre, a partire dalla fine degli anni Settanta, ha lavorato molto per la televisione.


    Quotidiano Net

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Alesxandra
    Data registrazione
    07-02-2005
    Messaggi
    10,618
    Blog Entries
    4

    Riferimento: Addio al regista Claude Chabrol

    Uno dei più grandi maestri di cinema francese.
    Prolifico, appassionato, intenso, scabroso.
    Ho visto quasi tutta la sua filmografia.
    Grazie, Chabrol.

Privacy Policy