• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1

    Psicologia del lavoro..mi aiutate?un pò di chiarezza..

    Ciao a tutti,
    vorrei avere una piccola informazione riguardante questo campo.
    a breve comincerò il secondo alla triennale di scienze e tecniche psicologiche con indirizzo Relazioni D'aiuto a Bari. ho timore però che col tempo potrei cambiare idea..e quindi dopo la triennale volermi addentrare nel mondo del lavoro. (già adesso sono un pò confusa xke sembra più facile trovare lavoro in questo campo che in quello clinico)

    la mia domanda è : finiti questi tre anni se dovessi fare una specializzazione in Clinica e poi un master in risorse umane mi assumerebbe un'Azienda per selezione /formazione del personale? o mi consigliate di scegliere una specialistica più improntata sul lavoro? ..il problema è.. quale?? sembra vedere solo specialistiche cliniche,giuridiche, ma per uno psicologo del lavoro?inoltre mi assumerebbe subito un'azienda o è necessario lavorare prima in piccole agenzie per il lavoro?

    io sono di bari ma sarei disposta anche a spostarmi..a roma..o milano. qualcuno sa che specialistiche si potrebbero far per lavoro?

    scusate le domande, forse stupide, ma ne so pochissimo di questo ambito e vorrei un pò di chiarezza.

    grazie mille!

  2. #2
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,910

    Riferimento: Psicologia del lavoro..mi aiutate?un pò di chiarezza..

    Il fatto e' che e' difficile comunque entrare...
    Il mondo della psicologia clinica e' saturo.. e lavorare come psicologo clinico e' molto difficile se non impossibile ... ci vuole comunque il percorso quinquennale, abilitazione e concorsi per psicologi clinici ce ne sono pochi e spesso sono anche ammafiati.. Quindi a meno che uno non voglia fare la scuola di psicoterapia e allora comunque fare la professione privata... ma in generale e' difficile comunque entrare come psicologo nei contesti sanitari, educativi ecc.
    L'ambito aziendale e' un po' meno saturo e piu' agevole...ma solo un po'... il che vuol dire che la situazione e' tutt'altro che rosea...
    Ovviamente se hai intenzione di buttarti nell'ambito aziendale e delle risorse umane e' meglio fare una specialistica in quell'ambito... ce ne sono di ottime a Padova, Cesena.. ma anche a Roma, Milano .. basta spulciare i siti delle facolta' di psicologia in Italia..
    Il fatto e' che un'azienda tendenzialmente ti assume se hai gia' esperienza.. e spesso e volentieri propongono stage non retribuiti o scarsamente retribuiti (tipo 200 euro al mese) dove ti fanno lavorare e in teoria dovresti imparare qualcosa....
    Il master . o corso di forrmazione sono una cosa in piu' che spesso e volentieri le aziende a livello curriculare valutano come valore aggiunto... ma a prescindere che tu sia laureata in psicologia clinica o del lavoro..
    Quindi comunque dopo la laurea quinquiennale ci sono sempre almeno un paio di anni di formazione ulteriore con stage, corsi ecc... proprio perche' le aziende e le agenzie interinali e del lavoro se vai a vedere i siti di offerte... cercano soprattutto laureati in altre professioni, economia, giurisprudenza... Questo perche' non e' radicata la cultura dello psicologo del lavoro, e ovviamente le aziende medie... e quelle piccole... hanno un "gestore" delle risorse umane che deve adempiere ad una serie di compiti che sono non solo la gestione dei processi (quindi cose che competono allo psicologo) ma soprattutto alla gestione economica... ovvero contrattualistica, paghe e contributi ecc.. e quelle lauree danno loro una formazione di base piu' orientata in quella direzione....
    Quindi master per master successivo.. o corso post lauream ti conviene gia' dalla specialistica cercare un biennio piu' in quell'ambito...

  3. #3

    Riferimento: Psicologia del lavoro..mi aiutate?un pò di chiarezza..

    Grazie mille gentilissimo! mi hai dato delle belle lucidazioni ;-) e devo dire che mi rendo sempre più conto che questo ambito psicologico, del lavoro o clinico che sia è davvero arduo ma con un pò di volontà (e di fortuna chissà)...comunque sono andata sul sito della Sapienza a Roma..facoltà di psicologia 2 non me lo apre nemmeno per la uno ci sono specialistiche..però tutte improntate sul clinico apparte una che sembra un pò collegate con le aziende ovvero psicologia clinica della persona delle organizzazioni e della comunità..ma forse mi sbaglio!! quindi boh..sembra ci sia poco e niente..
    una mi amica che invece sta seguendo il percorso triennale di psicologia del lavoro è più ottimista..dice che dopo i tre anni manderà già qualche curriculum per vedere se qualche azienda la assume..non so come faccia a esser cosi positiva! casomai nn trovasse nulla voleva iscriversi a una specialistica di marketing e management..ma non so dove l'abbia vista! comunque apparte questo....

    dopo la triennale in psicologia del lavoro..effettivamente si potrebbe far qualcosa?xke in altri post ho letto chi dice che bastano solo i tre anni..chi no...

    grazie ancora :-)

  4. #4
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,910

    Riferimento: Psicologia del lavoro..mi aiutate?un pò di chiarezza..

    l'indirizzo di psicologia del lavoro e' a psicologia 2, a psicologia 1 e' tutto clinico o dello sviluppo mi pare...
    Mah con la triennale si fa poco o niente...

  5. #5
    Igorino!
    Ospite non registrato

    Riferimento: Psicologia del lavoro..mi aiutate?un pò di chiarezza..

    Citazione Originalmente inviato da Piccolina1990 Visualizza messaggio
    Ciao a tutti,
    vorrei avere una piccola informazione riguardante questo campo.
    a breve comincerò il secondo alla triennale di scienze e tecniche psicologiche con indirizzo Relazioni D'aiuto a Bari. ho timore però che col tempo potrei cambiare idea..e quindi dopo la triennale volermi addentrare nel mondo del lavoro. (già adesso sono un pò confusa xke sembra più facile trovare lavoro in questo campo che in quello clinico)

    la mia domanda è : finiti questi tre anni se dovessi fare una specializzazione in Clinica e poi un master in risorse umane mi assumerebbe un'Azienda per selezione /formazione del personale? o mi consigliate di scegliere una specialistica più improntata sul lavoro? ..il problema è.. quale?? sembra vedere solo specialistiche cliniche,giuridiche, ma per uno psicologo del lavoro?inoltre mi assumerebbe subito un'azienda o è necessario lavorare prima in piccole agenzie per il lavoro?

    io sono di bari ma sarei disposta anche a spostarmi..a roma..o milano. qualcuno sa che specialistiche si potrebbero far per lavoro?

    scusate le domande, forse stupide, ma ne so pochissimo di questo ambito e vorrei un pò di chiarezza.

    grazie mille!
    Ciao! C'è un' ottima specializzazione a Padova in Psicologia del lavoro, le medie occupazionali sono leggermente migliori per questo corso e i percorsi di studio sono più brevi, in ogni caso ti consiglio, dato che la situazione è ardua in ogni caso, di scegliere il percorso che ti piace di più e di seguirlo innanzitutto con piacere e con l'intenzinoe di capire cosa significano i libri a prescindere dalle condizioni dell'esame o delle pagine da studiare, il mercato del lavoro in psicologia è molto difficile e con poche competenze trovare lavoro è impossibile, quindi se il tuo obiettivo è proprio quello di trovare lavoro ti consiglio di studiare molto bene e di trovare da subito un riscontro pratico in quello che studi.
    Io studio psicologia del lavoro e organizzazioni e mi piace molto, ma ti consiglio (prima di cambiare curriculum), di leggere alcuni libri e valutare se è un percorso che può piacerti (ad alcuni non piace), te ne consiglio alcuni tra i miei preferiti, sperando di poterti essere d'aiuto (magari prendine un paio tra quelli che ti ispirano di più e valuta se può piacerti psicologia del lavoro):

    G. Sarchielli. Psicologia del Lavoro. Il Mulino
    E.Zucchi (a cura di). Il colloquio e l'intervista. Franco Angeli
    Argentero, Cortese, Piccardo. Psicologia delle risorse umane. Cortina
    G. Morgan. Images. Franco Angeli
    E.Schein. Cultura d'impresa. Cortina
    Noe et al. Gestione delle risorse umane. Apogeo
    Paci. Nuovi lavori, nuovo welfare. Il Mulino
    M. Bruscaglioni. Persona empowerment. Franco Angeli
    Argentero. L'intervista di selezione. Franco Angeli
    Pastore. IL fenomeno del mobbing. Franco Angeli
    Nardone et al. La terapia dell'azione malata. Ponte alle grazie
    Mianese, Mordazzi. Coaching strategico. Ponte alle grazie
    Nardone, Salvini. Il dialogo strategico. Ponte alle grazie
    Nardone. Problem solving strategico da tasca. Ponte alle grazie
    Palmonari et al. Psicologia sociale. Il Mulino
    Turner. Riscoprire il gruppo sociale. Patron
    Capozza, Brown. Identità sociale. Patron

  6. #6

    Riferimento: Psicologia del lavoro..mi aiutate?un pò di chiarezza..

    Grazie davvero sei stato gentilissimo, questa lista mi sarà utile ..e penso che tu abbia davvero ragione. ormai la situazione è difficile in ogni ambito..e se si fa anche con poca voglia perchè ciò che facciamo non ci piace diventa un problema. Seguirò il tuo consiglio e leggerò qualche libro :-)

  7. #7
    Postatore Compulsivo L'avatar di ste203xx
    Data registrazione
    04-08-2003
    Residenza
    Latina-Roma
    Messaggi
    3,140

    Riferimento: Psicologia del lavoro..mi aiutate?un pò di chiarezza..

    Citazione Originalmente inviato da Piccolina1990 Visualizza messaggio
    Grazie mille gentilissimo! mi hai dato delle belle lucidazioni ;-) e devo dire che mi rendo sempre più conto che questo ambito psicologico, del lavoro o clinico che sia è davvero arduo ma con un pò di volontà (e di fortuna chissà)...comunque sono andata sul sito della Sapienza a Roma..facoltà di psicologia 2 non me lo apre nemmeno per la uno ci sono specialistiche..però tutte improntate sul clinico apparte una che sembra un pò collegate con le aziende ovvero psicologia clinica della persona delle organizzazioni e della comunità..ma forse mi sbaglio!! quindi boh..sembra ci sia poco e niente..
    dopo la triennale in psicologia del lavoro..effettivamente si potrebbe far qualcosa?xke in altri post ho letto chi dice che bastano solo i tre anni..chi no...

    grazie ancora :-)
    ciao piccolina, telecronaca da Roma : alla Sapienza il corso di Psicologia del Lavoro (3+2) si tiene solo nella facoltà di Psicologia 2. E' ottimo, guidato dal prof Avallone (scusate se è poco ). Purtroppo il sito di Psico 2 è sempre down, un giorno sì e l'altro pure....devi essere fortunata a intercettarlo nei rari momenti in cui funziona

  8. #8
    Igorino!
    Ospite non registrato

    Riferimento: Psicologia del lavoro..mi aiutate?un pò di chiarezza..

    Citazione Originalmente inviato da ste203xx Visualizza messaggio
    ciao piccolina, telecronaca da Roma : alla Sapienza il corso di Psicologia del Lavoro (3+2) si tiene solo nella facoltà di Psicologia 2. E' ottimo, guidato dal prof Avallone (scusate se è poco ). Purtroppo il sito di Psico 2 è sempre down, un giorno sì e l'altro pure....devi essere fortunata a intercettarlo nei rari momenti in cui funziona
    mitico Avallone

Privacy Policy