• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1

    Sogno che a volte ritorna

    Buonasera.
    Sono nuova qui.
    Vorrei esporvi un sogno che a volte ricorre nella mia mente, ovviamente quando dormo!
    Premetto che non faccio sempre questo sogno, qualche volta questo riappare nelle mie notti oniriche ed essendo un sogno un po' angosciante vorrei sapere almeno se significa qualcosa.
    I miei sogni sono molto fantasiosi: spesso sogno luoghi che non conosco. Non sono luoghi oscuri, tenenebrosi e che mi spaventano. Affatto. Sono luoghi molto interessanti. Sono molto curiosi e originali. Luoghi dove, quando li sogno, mi accorgo e sento che mi piacciono molto. Vorrei, prima di chiedervi un consiglio sul sogno che un po' mi preoccupa, scrivere poche righe su due sogni ricorrenti. In uno di questi sogni ricorrenti vi sono città europee che conosco. So che le conosco perchè capita che riconosca qualche monumento, ma il resto è tutto inventato dal mio io onirico: strade, piazze, porticati mai visti neppure in tv. In queste città ci sono spesso feste oppure le strade sono molto affollate. Io cammino lungo queste strade affollate e mi addentro nei negozi di abbigliamento pieni di vestiti che mi piacciono. Sono felice. Compro molti vestiti e quando li ho acquistati penso se quando mi risveglierò dal sogno li potrò avere anche nella vita reale... Quando mi sveglio mi rattristo perchè scopro che ovviamente quei vestiti non sono più miei perchè mi accorgo che era solo un sogno. Non rimango triste, la sensazione di tristezza dura molto poco. Poi la mia vita reale trascorre sempre come al solito.
    Un altro sogno ricorrente è quando sogno di visitare ville enormi, ammobiliate di tutto punto e molto grandi perchè hanno molte stanze. Quando mi risveglio da questo sogno sono molto felice. Non sono triste di non abitare in queste case così belle e così ben arredate, anzi, mi piace ricordare il sogno e rivivere ogni istante di esso, come se mi appagasse la felicità nel vedere tutte queste belle cose. E soprattutto mi appaga il fatto di aver potuto visitare stanze così grandi e comode. Non mi rattrista di ritrovarmi nella vita reale e nella casa dove ora abito coi miei genitori e mia sorella.
    Questi non sono ovviamente i sogni che mi preoccupano, ma visto che ho letto alcuni post qui nel vostro forum, ho letto anche che a volte è necessario avere un quadro generale della situazione del soggetto che sogna e che vi chiede un consiglio.
    Io in generale sono una ragazza allegra ed estroversa. Mi piace stare a contatto con la gente. Forse uno dei miei difetti è che a volte mi abbatto davanti ad alcuni ostacoli della vita, ma anche se a volte impiego un po' di tempo per risolvere questi ostacoli, riesco spesso da sola a trovare una soluzione.
    Ok ora finalmente arrivo al dunque!
    A volte, molto raramente, mi capita di sognare animali domestici aggressivi, ma sono più le volte in cui questi animali si feriscono, per fortuna non sono io a ferirli. Non so come... Ma si feriscono da soli... E poi muoiono. Veramente io non li vedo morire ma so che muoiono.
    L' altra notte ho sognato che avevo un coniglio nano in mano... Ero all' aria aperta, non so dove, ma c' era il sole: i suoi raggi erano molto forti ma non sentivo caldo. Non so come spiegarmi ma era come se io vedessi me che tenevo il coniglio in mano. Cioè: c' erano due me. Io che tenevo il coniglio ( l' " io del sogno" ) e io che guardavo la scena ( l' " io sognante" ). "Io nel sogno" tenevo il coniglio e davo le spalle al sole e "io sognante" guardavo la scena e non potevo quindi vedere bene il mio " io del sogno" . " Io sognante" vedevo molto chiaramente le mie mani: piccoline e un po' abbronzate. Le mie mani tenevano appunto il coniglio. Era molto irrequieto, ma non perchè era nervoso, non perchè volesse mordermi, ma perchè voleva scendere... O almeno così credevo nel sogno... Continuava a dibattersi, muoveva le zampine, ma non mi pareva spaventato... Tanto tempo fa avevo un coniglio nano ma era di differenti colori: era grigio e bianco, questo del sogno era bianco e nero. Comunque il coniglio che avevo in casa, nella realtà, faceva così: quando lo prendevo in braccio dibatteva le zampine perchè voleva scendere a terra. Per fortuna una volta a terra si faceva accarezzare tranquillamente, e a volte mi leccava il viso. E così, nel mio sogno, questo coniglio nero e bianco dibatteva le zampine. Voglio precisare che prima che facessi questo sogno era da tanto tempo che non pensavo al mio coniglio grigio e bianco... Solo ora che sto scrivendo qua sto pensandoa lui. Leo... Si chiamava Leo. Comunque vabbeh, ritornando al sogno, quando " io nel sogno" pensai che il coniglio bianco e nero volesse scendere a terra, lo poggiai giù, delicatamente, sull' asfalto di una strada. Il coniglio non si tranquillizzò... Anzi si irrigì quasi all' improvviso e vidi chiaramente comparire qualche ferita sul suo corpo. Ferite dritte, orizzontali e non profonde, infatti non colava il sangue anche se vedevo la pelle rossa. Mi svegliai quasi subito e avevo uno stato di angoscia un po' forte che per fortuna non durò molto e che poi scomparve. Mi resi conto che nel sogno non vidi il coniglio morire ma ero certa, sempre nel sogno, che fosse morto perchè so che gli animali quando si irrigidiscono così sono morti.
    Cosa può voler significare questo sogno e tutti quelli che riguardano gli animali che a volte sogno?
    Scusate per la prolissità ma penso che fosse necessario raccontarvi tutto in maniera dettagliata.
    Grazie per avermi dedicato il vostro tempo.
    Ultima modifica di paffy_0579 : 25-08-2010 alle ore 23.56.37

  2. #2
    Partecipante L'avatar di pallina68
    Data registrazione
    17-07-2010
    Messaggi
    59

    Riferimento: Sogno che a volte ritorna

    Ciao Paffy,

    Mi scuso subito se mi allontanerò da una interpretazione canonica del sogno.
    Ma leggendo mi è venuta subito in mente la storia di "Alice nel paese delle meraviglie".
    Questa è un poco l'atmosfera che ho trovato nelle tue parole.
    Confrontare i sogni con le fiabe non è affatto sminuirne l'importanza o voler dire
    che siano cose di poco conto, tutt'altro.
    Un tempo (quando eravamo bambini) le fiabe ci facevano addormentare, tanto che piangevamo se non ci venivano raccontate, ci rifiutavamo di dormire.
    Ora che le fiabe non ce le racconta più nessuno, esse ci vengono a trovare nei nostri sogni, permettendoci quindi di continuare il sonno.

    Anche Alice scopre tutto un mondo fantastico "personale", il famoso coniglio
    è la sua "guida" in quel mondo.
    Infatti le cose che troviamo lì sono molto belle, e sarebbe certamente bello poterle portare anche nella realtà, integrarle.
    Questo non è sempre possibile ovviamente.

    Le "ferite" del coniglio qundi sono le nostre ferite.
    Sono quelle che siamo costretti a "provare" quando la vita di tutti i giorni ci pone delle richieste per le quali noi dobbiamo rinunciare a qualcosa.
    Quello a cui dobbiamo rinunciare é di volta in volta e secondo il carattere che ci distingue, diverso e mutevole.
    La rinuncia non ci è imposta dal modo esterno, ma è una nostra "rinuncia", non è detto sia una cosa negativa, ma spesso invece si tratta di un adattamento necessario.

    Il sogno ci giunge allora come quando, seduti in riva al mare, arrivano a noi le onde fino a toccarci la pelle, per poi ritornare verso l'infinito.
    Ci ricordano, queste come i sogni, che siamo rispettivamente "noi" e "qui" ma anche "altro" e il "tutto" appena "alziamo" un poco lo sguardo.

    Quando il nostro sguardo si volge troppo in là il sogno giunge come l'onda che ci accarezza;
    quando guardiamo troppo la punta dei nostri piedi invece, il sogno è l'onda che si ritrae, e così facendo,
    ci invita a alzare lo sguardo verso il "lontano" che è in noi .
    Ultima modifica di pallina68 : 26-08-2010 alle ore 03.48.56

  3. #3

    Riferimento: Sogno che a volte ritorna

    Ciao Pallina,
    L' idea su Alice nel paese delle meraviglie mi interessa molto anche perchè adoro il cartone della Walt Disney. Che relazione può avere questo cartoon col mio sogno del coniglio bianco e nero? Cioè: i meccanismi del mio sogno sono similari a quelli che avvengono in Alice nel paese delle meraviglie? Se la risposta è si vorrei sapere quali sono questi meccanismi...
    Vorrei tanto sognare di nuovo questo sogno e non svegliarmi fino a che non finisce... Chissà... Vorrei vedere quell' onda di cui tu parli...
    Ora spero di non offenderti, Pallina ( posso darti del tu? Leggendo il tuo nome mi pare che tu non sia molto più grande di me) , ma vorrei avere anche un altro parere da un altro tuo " collega" .
    Grazie, per ora, per avermi dato delle risposte .
    E' possibile Hermes avere da lei un parere su questo mio sogno del coniglio bianco e nero?
    Grazie.

  4. #4
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Sogno che a volte ritorna

    Citazione Originalmente inviato da paffy_0579 Visualizza messaggio
    Buonasera.
    Sono nuova qui.
    Vorrei esporvi un sogno che a volte ricorre nella mia mente, ovviamente quando dormo!
    Premetto che non faccio sempre questo sogno, qualche volta questo riappare nelle mie notti oniriche ed essendo un sogno un po' angosciante vorrei sapere almeno se significa qualcosa.
    I miei sogni sono molto fantasiosi: spesso sogno luoghi che non conosco. Non sono luoghi oscuri, tenenebrosi e che mi spaventano. Affatto. Sono luoghi molto interessanti. Sono molto curiosi e originali. Luoghi dove, quando li sogno, mi accorgo e sento che mi piacciono molto. Vorrei, prima di chiedervi un consiglio sul sogno che un po' mi preoccupa, scrivere poche righe su due sogni ricorrenti. In uno di questi sogni ricorrenti vi sono città europee che conosco. So che le conosco perchè capita che riconosca qualche monumento, ma il resto è tutto inventato dal mio io onirico: strade, piazze, porticati mai visti neppure in tv. In queste città ci sono spesso feste oppure le strade sono molto affollate. Io cammino lungo queste strade affollate e mi addentro nei negozi di abbigliamento pieni di vestiti che mi piacciono. Sono felice. Compro molti vestiti e quando li ho acquistati penso se quando mi risveglierò dal sogno li potrò avere anche nella vita reale... Quando mi sveglio mi rattristo perchè scopro che ovviamente quei vestiti non sono più miei perchè mi accorgo che era solo un sogno. Non rimango triste, la sensazione di tristezza dura molto poco. Poi la mia vita reale trascorre sempre come al solito.
    Un altro sogno ricorrente è quando sogno di visitare ville enormi, ammobiliate di tutto punto e molto grandi perchè hanno molte stanze. Quando mi risveglio da questo sogno sono molto felice. Non sono triste di non abitare in queste case così belle e così ben arredate, anzi, mi piace ricordare il sogno e rivivere ogni istante di esso, come se mi appagasse la felicità nel vedere tutte queste belle cose. E soprattutto mi appaga il fatto di aver potuto visitare stanze così grandi e comode. Non mi rattrista di ritrovarmi nella vita reale e nella casa dove ora abito coi miei genitori e mia sorella.
    Questi non sono ovviamente i sogni che mi preoccupano, ma visto che ho letto alcuni post qui nel vostro forum, ho letto anche che a volte è necessario avere un quadro generale della situazione del soggetto che sogna e che vi chiede un consiglio.
    Io in generale sono una ragazza allegra ed estroversa. Mi piace stare a contatto con la gente. Forse uno dei miei difetti è che a volte mi abbatto davanti ad alcuni ostacoli della vita, ma anche se a volte impiego un po' di tempo per risolvere questi ostacoli, riesco spesso da sola a trovare una soluzione.
    Ok ora finalmente arrivo al dunque!
    A volte, molto raramente, mi capita di sognare animali domestici aggressivi, ma sono più le volte in cui questi animali si feriscono, per fortuna non sono io a ferirli. Non so come... Ma si feriscono da soli... E poi muoiono. Veramente io non li vedo morire ma so che muoiono.
    L' altra notte ho sognato che avevo un coniglio nano in mano... Ero all' aria aperta, non so dove, ma c' era il sole: i suoi raggi erano molto forti ma non sentivo caldo. Non so come spiegarmi ma era come se io vedessi me che tenevo il coniglio in mano. Cioè: c' erano due me. Io che tenevo il coniglio ( l' " io del sogno" ) e io che guardavo la scena ( l' " io sognante" ). "Io nel sogno" tenevo il coniglio e davo le spalle al sole e "io sognante" guardavo la scena e non potevo quindi vedere bene il mio " io del sogno" . " Io sognante" vedevo molto chiaramente le mie mani: piccoline e un po' abbronzate. Le mie mani tenevano appunto il coniglio. Era molto irrequieto, ma non perchè era nervoso, non perchè volesse mordermi, ma perchè voleva scendere... O almeno così credevo nel sogno... Continuava a dibattersi, muoveva le zampine, ma non mi pareva spaventato... Tanto tempo fa avevo un coniglio nano ma era di differenti colori: era grigio e bianco, questo del sogno era bianco e nero. Comunque il coniglio che avevo in casa, nella realtà, faceva così: quando lo prendevo in braccio dibatteva le zampine perchè voleva scendere a terra. Per fortuna una volta a terra si faceva accarezzare tranquillamente, e a volte mi leccava il viso. E così, nel mio sogno, questo coniglio nero e bianco dibatteva le zampine. Voglio precisare che prima che facessi questo sogno era da tanto tempo che non pensavo al mio coniglio grigio e bianco... Solo ora che sto scrivendo qua sto pensandoa lui. Leo... Si chiamava Leo. Comunque vabbeh, ritornando al sogno, quando " io nel sogno" pensai che il coniglio bianco e nero volesse scendere a terra, lo poggiai giù, delicatamente, sull' asfalto di una strada. Il coniglio non si tranquillizzò... Anzi si irrigì quasi all' improvviso e vidi chiaramente comparire qualche ferita sul suo corpo. Ferite dritte, orizzontali e non profonde, infatti non colava il sangue anche se vedevo la pelle rossa. Mi svegliai quasi subito e avevo uno stato di angoscia un po' forte che per fortuna non durò molto e che poi scomparve. Mi resi conto che nel sogno non vidi il coniglio morire ma ero certa, sempre nel sogno, che fosse morto perchè so che gli animali quando si irrigidiscono così sono morti.
    Cosa può voler significare questo sogno e tutti quelli che riguardano gli animali che a volte sogno?
    Scusate per la prolissità ma penso che fosse necessario raccontarvi tutto in maniera dettagliata.
    Grazie per avermi dedicato il vostro tempo.
    Ciao, paffy, provo a darti anche io, come mi hai richiesto, qualche feedback sul tuo sogno.

    Il centro simbolico del sogno è costituito dal “coniglio” bianco e nero.
    In termini simbolici generali, il coniglio esprime un range di significati che va dalla timidezza, alla tenerezza, alla fecondità.
    In base a quello che scrivi e al clima generale del sogno, escluderei il significato di timidezza (tu ti descrivi come una persona estroversa).
    Essendovi solo pochi riferimenti a sostegno del significato di “fecondità”, opterei, come significato prevalente, per quello di “tenerezza”.
    La scelta di questo significato, fra l'altro, mi sembra molto congruente con la descrizione che fai del rapporto con il tuo coniglio reale (Leo) che si faceva accarezzare tranquillamente.
    Ma è anche congruente con i due sogni ricorrenti che hai sentito il bisogno di proporre, quasi fossero indizi significativi per comprendere il senso del sogno del coniglio.

    Prima, pertanto, di affrontare la questione del possibile significato simbolico del tuo sogno, provo a ricostruire lo sfondo entro cui il sogno si colloca, utilizzando i tuoi due sogni ricorrenti.

    Il primo sogno ha a che fare con ambientazioni collocate in città. La città rappresenta, simbolicamente, la socialità. Nel tuo caso, questo collegamento è particolarmente evidente in quanto, nelle città del tuo sogno, “ci sono spesso feste oppure le strade sono molto affollate”.
    Tu stessa scrivi di essere, in linea di massima, una ragazza allegra ed estroversa.

    I vestiti che compri (sempre nello stesso sogno) rappresentano le modalità che assumi nel relazionarti con gli altri, i modi di rapportarti con l'esterno.
    Nel sogno, sembri essere in grado di sperimentare un'estrema varietà di modalità comportamentali, mentre al risveglio (nella realtà) ti accorgi che questa varietà (potrebbe esserci, forse, anche un collegamento molto tenue con il significato di “fecondità” del coniglio) non fa parte della tua esperienza ordinaria e ciò ti rattrista un poco.

    Se il primo sogno ricorrente parla del tuo rapporto con l'esterno (estroversione, ma anche un po' di tristezza per non riuscire ad esprimere la totalità delle tue potenzialità), il secondo sogno ricorrente parla di come ti vivi all'interno.
    La casa raffigura l'interiorità.
    La tua casa è una villa, forse antica (dentro di te ci sono molte potenzialità e tesori che potrebbero esprimersi in maniera “feconda”), ammobiliata a tutto punto (la mobilia raffigura, in genere, l'esigenza di avere un ordine interno), con stanze molto grandi. La stanza rappresenta il luogo dell'azione, in particolare, il luogo dell'azione che avviene nell'interiorità.
    Tu, sembra dire il sogno, hai bisogno di ordine interiore, per poterti esprimere, e di spazi ampi di azione e di riflessione. Hai bisogno di non sentirti soffocare.
    La descrizione, però, dell'insieme, pure bella e affascinante, lascia (forse è solo una mia proiezione) un certo senso di freddezza e di solitudine; tanto è vero che tu, nella realtà, non rimpiangi di non vivere in una situazione come quella del sogno, ma preferisci la vicinanza calda dei tuoi genitori e di tua sorella.

    I sogni ricorrenti, che hai posto a sfondo del tuo sogno sul coniglio, dicono, in sintesi:
    • per te sono molto importanti le relazioni sociali, ma, forse, vorresti essere in grado di esprimerti secondo una “fecondità” di comportamenti (i vestiti variegati del sogno) che, nella realtà, non ti ritrovi;
    • per te è importante l'ordine interiore (mobili bene organizzati) e ampi spazi di manovra (stanze ampie), ma hai anche bisogno di sentire la vicinanza e la tenerezza delle persone cui vuoi bene.

    Il coniglio del sogno, quindi, simbolicamente, potrebbe proprio rappresentare, con un unico simbolo, questa duplice esigenza (di “fecondità” nelle tue espressioni comportamentali e di tenerezza).

    Il tuo coniglio, però, sembra inquieto, quando è nella tua mano, e si irrigidisce, perché ferito (sembra mortalmente), quando lo metti a terra.
    La mano rappresenta l'espressione delle capacità di una persona.
    Quando tu ti trovi in momenti in cui qualcosa va storto e non riesci ad esprimerti al meglio, hai scritto, tendi ad abbatterti.
    Il coniglio che si irrigidisce ed è ferito a morte, forse, è proprio il correlato simbolico di questi tuoi momenti di abbattimento: ti irrigidisci, chiudendoti all'esterno, ti senti ferita a morte e, forse, è proprio in quei momenti che avresti bisogno di una presenza tenera (raffigurata, simbolicamente, proprio dal coniglio).

    Queste sono solo mie risonanze. Usale per quello che possono esserti utili. Tieni presente, soprattutto, che, per te, il coniglio potrebbe avere anche significati molto diversi da quelli che ti ho proposto.

    Ciao.
    Ultima modifica di Hermes Ankh : 27-08-2010 alle ore 18.06.33


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Sogno che a volte ritorna

    Rileggendo il mio post precedente, mi sono accorto che ho tralasciato di rispondere alla tua domanda, paffy, sul significato, in generale, degli animali domestici che si feriscono.

    Per una risposta non generica, bisognerebbe affrontare caso per caso. Gli animali, infatti, in genere, rappresentano, simbolicamente, le qualità attribuite alla specie a cui appartengono.
    Se tu sogni un animale ferito, in generale, il tuo sogno potrebbe rappresentare una difficoltà ad esprimere, nella tua esperienza, la qualità rappresentata, simbolicamente, dall'animale in questione.

    Una possibilità alternativa di lettura deriva dal fatto che gli animali possono rappresentare anche gli aspetti istintuali della personalità del sognatore. Gli animali "domestici", in questa interpretazione, potrebbero rappresentare gli istinti addomesticati (e, quindi, sublimati), resi compatibili con le esigenze del vivere sociale e delle regole culturali e religiose del proprio gruppo.
    L'animale ferito, allora, potrebbe raffigurare, simbolicamente, in questo contesto interpretativo, la difficoltà, per la persona, a vivere positivamente un processo di "sublimazione" dei propri istinti e di adattamento alle regole morali consolidate. Alla lunga, questo processo di addomesticamento può dare la sensazione che qualcosa manchi, che una parte significativa delle proprie potenzialità sia repressa e che, quindi, la propria creatività e possibilità di espressione sia sminuita (animale ferito).

    Vedi tu se questa ulteriore precisazione può esserti di qualche aiuto.
    .


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  6. #6

    Riferimento: Sogno che a volte ritorna

    Grazie Hermes.
    Scusi se le rispondo in ritardo ma ho avuto molto da fare in questi giorni.
    Vorrei chiederle: mi può spiegare meglio cosa significhino queste sue parole? Gliele copio qui:
    " L'animale ferito, allora, potrebbe raffigurare, simbolicamente, in questo contesto interpretativo, la difficoltà, per la persona, a vivere positivamente un processo di "sublimazione" dei propri istinti e di adattamento alle regole morali consolidate. Alla lunga, questo processo di addomesticamento può dare la sensazione che qualcosa manchi, che una parte significativa delle proprie potenzialità sia repressa e che, quindi, la propria creatività e possibilità di espressione sia sminuita (animale ferito)"
    Grazie ancora.

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Sogno che a volte ritorna

    Citazione Originalmente inviato da paffy_0579 Visualizza messaggio
    Grazie Hermes.
    Scusi se le rispondo in ritardo ma ho avuto molto da fare in questi giorni.
    Vorrei chiederle: mi può spiegare meglio cosa significhino queste sue parole? Gliele copio qui:
    " L'animale ferito, allora, potrebbe raffigurare, simbolicamente, in questo contesto interpretativo, la difficoltà, per la persona, a vivere positivamente un processo di "sublimazione" dei propri istinti e di adattamento alle regole morali consolidate. Alla lunga, questo processo di addomesticamento può dare la sensazione che qualcosa manchi, che una parte significativa delle proprie potenzialità sia repressa e che, quindi, la propria creatività e possibilità di espressione sia sminuita (animale ferito)"
    Grazie ancora.
    Ciao, paffy, le parole che riporti si riferiscono ad una possibile interpretazione alternativa della simbologia del tuo sogno.
    In linea di principio (e in base alla mia esperienza interpretativa), il significato simbolico degli animali è dato dalle qualità che, culturalmente, vengono attribuite alle specie cui appartengono. In questo senso, ti ho proposto la prima possibile interpretazione simbolica del coniglio.

    In termini più generali, però, spesso, nei sogni, l'animale (qualunque tipo di animale) può essere riferito alle parti più istintuali della personalità.
    Un "animale domestico" è un animale che, in qualche modo, si è adattato alle regole di un contesto sociale, rinunciando all'espressione di aspetti della propria istintualità.
    In questo senso, simbolicamente, può essere il correlato simbolico di una persona che si è adattata alle regole della società e della morale del proprio gruppo culturale, incanalando, quindi, l'energia vitale (o la "libido") in espressioni di tipo "culturale" (in questo senso "tecnico", ho utilizzato il termine "sublimazione").
    Quando, però, l'animale domestico è rappresentato come ferito e morente, in questa interpretazione, può essere l'espressione metaforica di una insoddisfazione del sognatore che, per adattarsi alle regole della morale e della convivenza sociale, ha rinunciato a parte della propria espressione istintuale e, in qualche modo, si sente menomato.

    Io, personalmente, in generale, preferisco la prima interpretazione. In questa interpretazione l'animale ferito (indipendentemente che sia domestico e no) è il correlato oggettivo di una difficoltà, da parte del sognatore, di esprimere le qualità rappresentate dalla specie di cui l'animale è parte (per il coniglio, come ho scritto nel post precedente: la tenerezza, la fecondità e, in certi contesti - non sembra essere il tuo caso -, la "timidezza").
    Ultima modifica di Hermes Ankh : 29-08-2010 alle ore 21.41.49


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  8. #8

    Riferimento: Sogno che a volte ritorna

    Grazie: ora ho capito

Privacy Policy