• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    19-08-2010
    Messaggi
    13

    erezione difficile dopo primo orgasmo

    ciao,

    ho 30 anni...
    quando provo a rifare sesso dopo il primo orgasmo (dopo circa mezz'ora o anche più), di avere difficoltà a raggiungere una piena erezione e di provare piacere a rifarlo di nuovo

    quale pensate sia la causa?

    grazie

  2. #2
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: erezione difficile dopo primo orgasmo

    Gentile Gabinson,
    quello di cui parla, ossia il tempo che passa da un orgasmo alla successiva fase di eccitazione/erezione, è chiamato "periodo refrattario".
    Dalle poche righe che scrive, sembra che abbia riscontrato questo cambiamento di recente.
    Il fisico e la fisiologia dello stesso, mutano col passare degli anni ed è perciò possibile che ora, il suo periodo refrattario, sia più lungo (anche se di poco) rispetto al passato.

    A meno che non senta dolore o fastidi particolare nella zona genitale (non ne fa menzione), non dovrebbe allarmarsi o proccuparsi di questo cambiamento.

    Cordiali saluti
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

  3. #3
    Matricola
    Data registrazione
    19-08-2010
    Messaggi
    13

    Riferimento: erezione difficile dopo primo orgasmo

    mi capita però anche il giorno dopo di non avere un'erezione come si deve

    ho quasi la sensazione che il problema sia lo sperma...infatti dopo il primo orgasmo è sempre di meno

  4. #4
    L'avatar di claudia1976
    Data registrazione
    23-01-2005
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    455

    Riferimento: erezione difficile dopo primo orgasmo

    L'erezione avviene, a seguito dell'eccitazione, grazie al flusso di sangue nei corpi cavernosi, mentre la produzione di liquido seminale -non del solo sperma-(che diminuisce con l'età o se le eiaculazioni sono ravvicinate) avviene nei testicoli.

    Se conduce una vita sana, con una dieta equlibrata (no sigarette o poche, che purtroppo portano a restingimento dei vasi sanguigni col tempo etc), e non sta vivendo un periodo di forte stress piscofisico, il tutto, da quanto scrive potrebbe essere semplicemente imputabile al cambiamento fisiologico naturale.

    Le consiglio, dato che, da come lo presenta sembra più un problema fisico-e cioè medico-che psicologico, di chiedere consulenza -come ha fatto in questo caso, potrà richiederla anche su siti degli specialisti online- ad un medico andrologo.

    Cordiali saluti
    "Nessuno teme l'Inquisizione spagnola" (tratto da "Sliding doors")

Privacy Policy