• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1

    che devo fare sono confusa!

    salve a tutti scrivo qui perché non so davvero a chi rivolgermi....
    ho scoperto che mia madre va a letto con un ragazzo di qualche anno più vecchio di me, io ho 24 anni lui 30 mi mamma 47! il problema non è tanto l' età è che mio padre lavora come un matto per pagare il muto e le spese, fa tutto quello che vuole lei, diventa matto se scopre che io o mio fratello le abbiamo dato fastidio più del necessario! lui la ama davvero si vede da come la guarda da come si preoccupa, da tutto quello che fa per renderla felice!! e lei lo tradisce con un ragazzino. so che non devo immischiarmi sono affari loro ma ci sto così male, con lei non si pu parlare è sempre stanca e appena dici qualche cosa che non va si offende e ti sbraita dietro come una matta!!
    ora mai non la sopporto più vorrei potermene andare di casa e non doverla vedere mai più!!! e con mio padre che devo fare? non voglio che lei gli spezzi il cuore!!e che mi sembra tutto così strano!! sono davvero fatti miei?? magari papà lo sà e hanno una relazione aperta che ne so!! ho paura di rovinare la vita a tutti!! forse dovrei solo aspettare e vedere che succede!!!
    e se papà la scopre allora stargli vicino il più possibile!! che dite??? sono così confusa!!!

  2. #2

    Riferimento: che devo fare sono confusa!

    Cara lilalith

    dalle sue parole traspare tutto il dolore per la situazione che sta vivendo. Non deve essere facile custodire dentro di sé la consapevolezza che sua madre tradisce suo padre con un ragazzino, per usare le sue parole. Ma mi arriva anche molta rabbia quando dice: “ora mai non la sopporto più vorrei potermene andare di casa e non doverla vedere mai più!!!”.

    Vivere in famiglia a volte può comportare di osservare il rapporto che i propri genitori hanno tra loro e si può sentire di “intervenire” piuttosto che rimanere impassibili di fronte a cose che riguardano la loro relazione come coniugi. Lei sembra molto addolorata per suo padre quando dice: “lui la ama davvero si vede da come la guarda da come si preoccupa, da tutto quello che fa per renderla felice!! e lei lo tradisce con un ragazzino .…non voglio che lei gli spezzi il cuore!!”.

    Ma si domanda anche se sono veramente fatti suoi e teme di rovinare la vita di tutti. Riflette anche sulla possibilità di aspettare e vedere quello che succede. È difficile sapere quello che è giusto fare in queste situazioni in cui sono forti e contrastanti i sentimenti che si provano per i propri genitori.

    È molto comprensibile la confusione in cui si trova ora e lei sta già facendo molto per la sua famiglia, facendosi tutte queste domande e preoccupandosi della vita di tutti. Provi però anche a prendersi uno spazio per sé non solo per riflettere su quello che tutta questa situazione le ha suscitato ma anche per ritrovare un equilibrio tutto suo.

    Saluti


    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  3. #3

    Riferimento: che devo fare sono confusa!

    io adoro mio padre... non è stato un buon padre quando ero bambina, la sua priorità erano altre non aveva tempo per noi, mamma era sempre stressata, due bambini piccoli da crescere e lei pure era una bambina, io sono stata cresciuta di miei nonni. ma ora che sono "grande" e ho potuto conoscerlo ho capito, è sempre stato un uomo duro e ligio al dovere, pensava che per essere un buon padre bastasse metterci un tetto sulla testa e vestirci che è comunque metà dell'opera, poi ha capito e ha rimediato a modo suo ovvio. non è mai stato un uomo romantico o attento, anzi, dimentica date di compleanno e l'anniversario di matrimonio, ma poi un gesto, una parola, o solo un sorriso, e ti trasmette tutto il suo affetto. lei invece è cambiata è diversa, se avesse solo detto anche di punto in bianco che è innamorata di un altro, che se ne vuole andare, io l'avrei appoggiata, perché se non ami più una persona è giusto chiudere,ma così tutte quelle bugie tutti i sotterfugi, se penso che il suo amante è venuto cena a casa nostra non so quante volte mi viene la nausea, la odio!! sta rovinando tutta la nostra famiglia, ci distruggerà tutti. e io non posso fare nulla!!! se non guardare, non posso dirlo a mio padre, perché non è vero che ambasciatore non porta pena. ora mi stò organizzando e andrò una settimana a casa di un amica, almeno per un po non dovrò pensare a loro e hai loro casini!!

  4. #4

    Riferimento: che devo fare sono confusa!

    Lei ha fatto una ricostruzione dettagliata di una parte della sua storia familiare e la ringrazio di averla condivisa con noi.

    Dice che suo padre vi ha dimostrato di amarvi a modo suo: “pensava che per essere un buon padre bastasse metterci un tetto sulla testa e vestirci che è comunque metà dell'opera, poi ha capito e ha rimediato a modo suo ovvio”. Oggi lei, ormai cresciuta, sa che anche se si dimentica le date di un compleanno, basta un gesto o una parola per trasmettervi l’affetto che prova per voi.

    È invece molto arrabbiata con sua madre, dice che l’avrebbe appoggiata se avesse detto apertamente di essere innamorata di un altro mentre lei non ne condivide i sotterfugi e le bugie. A parte questo aspetto della sua vita sentimentale, com’è sua madre verso di lei? Com’è il vostro rapporto?

    Cara lilalith ha provato a condividere con qualcuno questi intensi vissuti verso la sua famiglia? Non è facile sicuramente affrontare apertamente questi delicati argomenti ma lei sta portando dentro di sé un “bolo” che le dà disagio.

    Mi sembra molto opportuna la scelta che ha fatto di allontanarsi un po’ “dai loro casini”, da quanto cioè in questo momento le appesantisce i suoi pensieri e lo stato d’animo, come ho scritto nel post precedente, credo che lei abbia bisogno di ritrovare un momento di serenità tutto suo!


    Saluti


    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  5. #5

    Riferimento: che devo fare sono confusa!

    il rapporto con mia madre è stato buono non cerano molti conflitti, non siano mai state amiche che si raccontano tutto ma se cerano problemi sapevo di poter parlare con lei. ci sono stati scontri, ma mai niente di irrimediabile. poi io sono partita per lavoro sono stata via un anno! ci sentivamo tutti i giorni o quasi! quando poi sono tornata mi sono accorta del cambiamento, era come se lei fosse entrata nella sua seconda adolescenza, cellulare ultimo modello, l'armadio pieno di scarpe, borse, e accessori. abiti di tutte le forme e i colori, vestiti che non le ho mai visto addosso. esce tutte le sere con questo gruppo di ragazzi della mia età, e se li invita a cena fa di tutto perché mio padre non ci sia, non frequenta più i vecchi amici, e quando le chiesi come mai mi disse che era perché loro uscivano a cena e basta ed era noioso!! e poi pian piano ha cominciato a diventare nervosa, non le va mia bene nulla e tutto quello che faccio non è fatto bene come lo farebbe lei, ad esempio se stiro non stiro come lo avrebbe fatto lei se pulisco casa non ho pulito bene lei lo avrebbe fatto meglio! mio padre non fa (secondo lei) mai niente di quello che lei gli chiede, e mio fratello pensa solo a farle innervosire, tutto ruota intorno a lei e noi ci comportiamo così solo per indispettirla, cosa a mio avviso non vera! ho passato una settimana da un amica e credo sia arrivato il momento che me ne vada di casa! alla fine i miei genitori sono adulti e possono arrangiarsi da soli, io non sono la loro madre e non è compito mio prendermi cura di loro! grazie mille per l'attenzione!!
    Saluti

  6. #6
    Partecipante L'avatar di fiori di campo
    Data registrazione
    09-05-2006
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    40
    Blog Entries
    1

    Riferimento: che devo fare sono confusa!

    Cara lilalith,
    è evidente che ci sia una problematica familiare. La famiglia è destinata a sciogliersi per sua stessa natura, ma nella società umana i rapporti non si spezzano mai del tutto. Forse potresti fare qualcosa per riportare un po' di equilibrio, anche se ora ti sembra difficile e non compito tuo. Allo scopo uno psicologo che focalizzi la sua opera sulle tue relazioni familiari probabilmente potrebbe aiutarti.

Privacy Policy