• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 1 di 1
  1. #1

    Il confine tra un bel sogno ed un incubo, qual'è?

    Vi invito a prendere parte a questa discussione in cui vorrei decifrare il labile confine che separa un bel sogno da un incubo.
    Il motivo è il seguente: Un sogno, uno strano sogno alla james bond ed a tratti sovrannaturale, avvenuto due giorni fà che per me ha rappresentato entrambe le cose, ovvero sia un bel sogno che un incubo.
    Questa distinzione si è fatta eterea in quanto durante la mia esperienza onirica mi sentivo eccitato (E quindi mi rendevo conto di quanto fosse bello il sogno) ed allo stesso tempo mi rendevo conto del terrore che mi consumava il cuore (E quindi mi accorgevo che allo stesso tempo fosse un incubo).
    Probabilmente dalla descrizione fatta non riuscireste a dedurre molto, perciò convengo che sia meglio narrarlo e lasciare decidere a voi questa strana ambivalenza di questo mio sogno dualistico.
    Partiamo dal presupposto che me lo ricordo perfettamente, che assomiglia tantissimo ad un film d'azione e che nei giorni precedenti non avevo avuto stimoli tali da giustificare una fantasia di tale genere, senza che non me accorgessi, perciò vi assicuro di quanto sia fuori dal comune questo evento.

    Tutto comincia in un' Italia comandata da un regime dittatoriale al quale capo è presente uno scienziato malvagio che rappresenta per me una sorta di idolo in quanto pacato e dotato di grande arguzia (E dire che non me ne è mai fregato niente nè dell'Italia, nè della politica xD).
    Periodo estivo, casa mia. I miei genitori sono in vacanza ed io sono completamente libero. Mi hanno lasciato una bella macchina e mi hanno concesso il permesso di usarla durante la loro assenza. (Primo: Non ho la minima idea di come si guidi una macchina, ma nel sogno scopro che è una cavolata, facile come respirare. Secondo: Rientro in quella categoria di pirla che preferirebbe continuare ad usare la bici piuttosto della macchina, e che non ha la minima idea di comprarne una nemmeno in futuro. però sono in età patente, perciò posso capire magari un mio desiderio inconscio di provare l'ebrezza della guida xD).
    Qui la cosa comincia a farsi strana, in quanto il sogno di sdoppia rivelandomi che in realtà ci sono 2 protagonisti, ovvero me, ed un'altro che so di non essere io ma che interpreto lo stesso ed è identico a me. La vicenda continua in spezzoni da film, quasi per tenermi in sospeso tra la vicenda di uno e la vicenda dell'altro.
    Allora, il Primo me, che per convenienza chiameremo C1, è il più fidato agente segreto del dittatore italiano (Che devo dire assomiglia ad un Mussolini molto tarchiato). Con i miei amici (La compagnia che frequento moltissimo in questi giorni e con i quali mi trovo bene) sono a capo dei progetti più segreti e mentre io dirigo tutto in segreto, loro fanno parte del settore di sviluppo scientifico tecnologico del quartier generale del Dottor. X (Gli diamo un nome cattivo a sto dittatore và xD) e stranamente, si trovano bene a lavorare nei corridoi della struttura in quanto comodi e dotati di una buona illuminazione naturale (secondo loro). Quindi io spia, mi informo sulle attività del quartier generale, riferisco, mi vengono assegnati nuovi compiti e li eseguo.
    Alt, la scena si sposta sull'altro me che chiameremo C2. C2 è un nullafacente un pò detective, un pò fancazzista, al quale non frega assolutamente nulla di nessuno e che preferisce esplorare la campagna circostante più di qualsiasi altra cosa. C2 è sempre accompagnato da un altro mio amico con cui sono in ottimi rapporti, ed insieme a lui passano il tempo un pò a girare in macchina, un pò ad esplorare. Quello che cambia tutto è questo: Durante l'esplorazione di un luogo che ho già sognato in precedenza (Boschetto che sbuca in un vasto campo di grano) all'improvviso una macchina comincia ad inseguirci.Nel tentativo di sfuggirle compio varie curve brusche, ma mi accorgo che il guidatore dell'altra vettura non ha gli stessi riflessi pronti e finisce contro un muretto. Durante l'inseguimento però mi accorgo che il guidatore era in uno stato catatonico, e quindi lego la sua lentezza di riflessi al fatto che fosse in una sorta di trance tipo zombie coscienti. Non sono poche le vetture che cercano di uccidermi quando sono in macchina, ma fortunatamente sono tutti casi isolati che avvengono a distanza di molto tempo gli uni dagli altri, e fino ad allora ci siamo, in quanto comprendo subito che il trucco per salvarmi è compiere brusche frenate in luoghi che presentano ostacoli, anche banali, perchè questi zombie al volante cercano sempre di prendermi a mò di kamikaze, ovvero puntano dritti a me e se ne fregano di ciò che trovano davanti, motivo per il quale distruggono sempre la macchina, senza la quale rimangono comatosi. Finalmente un giorno io ed il mio compare riusciamo a terminare l'esplorazione di questo benedetto campo di grano ed alla fine scopriamo l'ubicazione di una sorta di villa abbandonata in mezzo al campo, senza però attribuirle particolare significato (Quella villa era in realtà, capisco dopo con C1, essere il quartiere generale).
    La scena cambia nuovamente. Passano i giorni con C1 e tra missioni di vario genere mi ritrovo anche a compiere sopralluoghi in determinate zone dove sono apparsi strani demoni di altri mondi (Alcuni stupidi come alla ghost buster, altri mostruosi e spaventosi come nei peggiori dei film horror). Fortunatamente in ogni caso i carabinieri e le forze dell'ordine in generale (Ebbene si signori, i carabinieri con la solita calibro Nonsoquanti MM) riescono a uccidere questi esseri senza tanti problemi, tanto che tali apparizioni vengono considerate alla stregua di furti e rapine, anche se ci scappa sempre il morto, ma non ci si può far niente in quanto tali apparizioni sono casuali. Una volta sulle scene compio vari ispezioni, sempre all'oscuro di tutti, e riferisco al capo. Questa volta però, il dittatore regala a me ed agli altri il resto della serata libera, sia perchè i risultati ottenuti sono ottimi, sia perchè sarebbe stato impegnato in varie riunioni fino a tarda notte. E qui accade la tragedia.
    I distacchi tra le due visioni di me divengono sempre più corti, e comincia a vedersi come in un film a sequenze veloci, per aumentare la tensione.
    La prima cosa che succede è quella di C2: In macchina con il mio solito amico, stiamo salendo una delle vie principali del mio paese che conduce fuori. La via è dritta, piana e molto lunga, e presenta poche vie laterali. Proprio dopo aver percorso metà strada, all'improvviso mi accorgo di essere inseguito dall'ennesima macchina zombie, e come al solito cerco scocciato di liberarmene. Ma non è così semplice: all'improvviso da ogni via possibile, qualsiasi macchina stesse transitando in quel momento diventa una vettura inseguitrice. La situazione si fa disperata in quanto escono da ogni singola strada laterale ed anche da dietro continuano ad aumentare di numero, anche se molte si scontrano tra di loro in quanto sono stupide (Si, sono macchine comatose zombie, stupide ma agguerrite. Che ci posso fare?). Non potendo far altro che abbandonare il veicolo in corsa, lascio la macchina non sapendo che fine farà il mio amico, ed io mi getto eroicamente sulla ferrovia attigua alla strada, dove finisce la scena.
    C1, l'io agente, si ritrova dalle parti di casa mia con i suoi amici del comparto tecnologico scientifico, per fare una scampagnata in bici. E' da poco trascorso il crepuscolo e mentre ci spostiamo in un quartiere in altura, passiamo davanti ad un pomodoro (Di quelli tipici delle focacce, che talvolta gettiamo a terra) ed esclamo "Quello è il resto di un occhio del primo demone che è comparso al mondo, l'arci-demone. E' stato da lui che si è scatenato tutto". Segue una discussione animata su quello che in realtà i demoni potrebbero essere, che concludo dicendo "Ragazzi, ma vi rendete conto che in pezzo così piccolo di materia, è contenuta una mole immensa di dati riguardanti l'universo?". Un vecchio in auto che passava da li vicino (Un'auto decappottabile di quelle senza parte superiore come se ne vedono in alcuni film americani) con sorriso sornione fa "Questo è la volontà del creatore figlio mio" e si allontana. All'improvviso vengo colto da un brutto presentimento, e manco a dirlo, il vecchio in auto che ci ha sorpassato frena bruscamente per poi fare una retromarcia ad U e cominciare a rincorrerci. Grido ai miei amici di fuggire, ma le 2 ragazze, ultime della fila e nelle prestazioni, vengono subito messe sotto e macinate dagli ingranaggi dell'auto (Si, so che non è una mietitrebbia, ma non decidevo io il corso della storia xD). Io e l'altro mio amico intanto riusciamo a salvarci grazie alla nostra prestanza fisica, ed anche grazie al fatto che stranamente avevo avuto la reminiscenza di come battere queste persone che improvvisamente entrano in stato catatonico e vogliono uccidere me. Il vecchio però, sembra più ostinato dei soliti zombie autisti, infatti questo sebbene vada a sbattere parecchie volte, riesce a fare manovra e riprendere ad inseguirci. L'altro mio amico della compagnia viene fatto fuori e rimango solo io che in bici, scendo a tutta velocità la strada che porta al passaggio a livello per poi frenare di colpo e far si che il vecchio zombie ci finisca dentro. Troppo facile direte, ma non finisce qui. Mi accorgo all'improvviso che anche altre macchine hanno iniziato a comportarsi stranamente e quindi risolvo posizionandomi dietro al muretto del passaggio a livello e continuando a camminare verso casa, in modo che tutte quante le macchine per prendermi si scontrino con il muretto come ebeti intontiti. Passa un treno da dietro, e fa fuori la macchina del vecchio, con vecchio annesso, incastrata tra i binari. A pochi secondi dal primo, passa un secondo treno sul binario adiacente e stavolta questo rischia di prendermi sotto. Coincidenza di orari mi dico, e risolvo spostandomi leggermente più lontano dai binari in modo che non mi prenda e attendo che passi. Noto però che dal finestrino del conducente del treno penzola rigido il braccio di qualcuno. Passa anche questo treno e stranamente, sull'altro binario ne passa un altro ancora. Altro brutto presentimento. Mi giro verso la stazione, che è proprio alle mie spalle ed osservo la catastrofe: Treni su treni si scontrano e si accavallano, si trascinano e si spingono tra di loro, in uno scenario che pare a dir poco apocalittico. Pare tutto impazzito, le macchine si scontrano, i treni passano quasi sperando di potermi colpire uscendo dai binari e le nuvole in cielo paiono rosse, stagliate contro il nero della notte. E poco prima che questa montagna di ferraglia possa travolgermi, quasi fosse per espressa volontà di questo mucchio di metallo, penso solo ad una cosa "E' l'apocalisse, il 2012".
    Termina tutto così, non sapendo se ne C1, ne C2 si sono salvati.

    Spero vi sia piaciuto a voi leggerlo quanto a me viverlo, perchè questo strana vicenda è stata la mia prima esperienza di sogno/incubo, ovvero un sogno che soddisfi entrambe le caratteristiche allo stesso tempo. Mi scuso lo stesso con coloro che non vedevano l'ora di finire la lettura e spero che nessuno di voi mi prenda per pazzo xD Semplicemente ho voluto condividere con voi questa mia esperienza per poche e semplici ragioni:
    1) Voglio capire quanto sia labile il confine tra sogno ed incubo, ed in cosa consistano questi due
    2) Volevo condividere questa storia epica con qualcuno, senza che mi prendesse per pazzo xD
    Si noti che la storia si svolge comunque in un arco di tempo lunghissimo (Mesi addirittura, anche se ho ridotto la pappardella), che ha carattere dualistico, che è un film d'azione (Perchè è inutile negarlo. E' un film d'azione) e che mi trasmetteva sia eccitazione che terrore e dolore per la morte dei miei amici durante l'accaduto.
    Mi scuso ancora per il tomo e per la grammatica pessima (Ebbè, sono le 2 di notte ed ho sonno xD). Aspetto con interesse le vostre risposte
    Ultima modifica di WanderingKozaim : 16-07-2010 alle ore 03.02.32

Privacy Policy