• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1

    Scelta del corso di laurea... chi mi può consigliare?

    Buongiorno a tutti, sono nuova in questo forum e quindi mi trovo a chiedere il vostro prezioso aiuto.

    Ho già una laurea ed un lavoro nel mondo della comunicazione (formazione in prevalenza) e vorrei intregrare il tutto con la laurea in psicologia.
    Premetto quindi che non potrei frequentare regolarmente (forse proprio poco o niente).

    Ho visitato il sito della facoltà di Padova.
    Mi sembra di capire che prima dovrei fare la laurea triennale (sono interessata a Scienze psicologiche della personalità e delle relazioni interpersonali) e poi la magistrale (in questo caso mi viene consigliata psicologia clinico-dinamica).

    Un tipo di orientamento che mi piace ma avrei bisogno di voi per ulteriroi approfondimenti.

    Il tipo di percorso che ho scritto richiede prove d'accesso? Obbligo di frequenza?

    Al termine di questo percorso bisogna sostenere l'esame di stato, giusto? E poi si può scegliere se fare anche la specializzazione come psicoterapeuta? O iniziare a lavorare come psicologo clinico?

    Qual è la differenza tra psicologia clinico dinamica e cognitiva?

    Scusatemi... ho fatto tante domande ma posso chiedere soltanto a voi e ringrazio chiunque voglia fornirmi dei consigli. Grazie!
    Ultima modifica di SolideaV : 13-07-2010 alle ore 12.01.01

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di Barbara88
    Data registrazione
    01-09-2009
    Residenza
    Prov. di Verona/Padova
    Messaggi
    64

    Riferimento: Scelta del corso di laurea... chi mi può consigliare?

    Citazione Originalmente inviato da SolideaV Visualizza messaggio
    Buongiorno a tutti, sono nuova in questo forum e quindi mi trovo a chiedere il vostro prezioso aiuto.

    Ho già una laurea ed un lavoro nel mondo della comunicazione (formazione in prevalenza) e vorrei intregrare il tutto con la laurea in psicologia.
    Premetto quindi che non potrei frequentare regolarmente (forse proprio poco o niente).

    Ho visitato il sito della facoltà di Padova.
    Mi sembra di capire che prima dovrei fare la laurea triennale (sono interessata a Scienze psicologiche della personalità e delle relazioni interpersonali) e poi la magistrale (in questo caso mi viene consigliata psicologia clinico-dinamica).

    Un tipo di orientamento che mi piace ma avrei bisogno di voi per ulteriroi approfondimenti.

    Il tipo di percorso che ho scritto richiede prove d'accesso? Obbligo di frequenza?

    Al termine di questo percorso bisogna sostenere l'esame di stato, giusto? E poi si può scegliere se fare anche la specializzazione come psicoterapeuta? O iniziare a lavorare come psicologo clinico?

    Qual è la differenza tra psicologia clinico dinamica e cognitiva?

    Scusatemi... ho fatto tante domande ma posso chiedere soltanto a voi e ringrazio chiunque voglia fornirmi dei consigli. Grazie!

    ciao
    io sto facendo la triennale che hai nominato tu e c'è il test di ingresso
    qui trovi le date (mi pare che quest'anno psicologia sia il 31 agosto ma controlla) http://www.unipd.it/offerta_didattic...ve2010xls1.pdf

    qui invece trovi l'elenco degli insegnamenti della triennale di scienze psicologiche della personalità e relazioni interpersonali http://psicologia.unipd.it/home/fso/..._MANIFESTO.pdf

    LA FREQUENZA NON è OBBLIGATORIA,ma a mio parere in certi casi FORTEMENTE consigliata, ti consiglio se riesci di andare alle prime lezioni dei corsi, dove di solito spiegano come si svolge il corso, le modalità d'esame, etc...
    Anche se non è obbligatoria alcuni prof controllano la frequenza attraverso la raccolta firme, questo perchè alcuni fanno un esame per frequentanti l'ultimo giorno di lezione. Questo servirebbe per avere un esame in meno da fare durante le sessioni ufficiali, di solito le prove per i frequentanti e quelle per non frequantanti sono diverse (non sempre quelle per frequantanti sono più facili, al contrario di quello che si pensa, dipende molto dal corso e se hai seguito o meno ovviamente).

    Ah, qui trovi quanti posti sono disponibili per ogni corso di laurea della triennale http://www.unipd.it/offerta_didattic...psicologia.pdf

    per la specialistica anche io sono in cerca di notizie più precise quello che posso dirti è che ti consigliano quella magistrale perchè ti vengono riconosciuti tutti i crediti della triennale, mentre (da quello che ho capito io) se ne scegli un'altra devi sostenere degli esami in più per integrare alcune conoscenze.

    Spero di esserti stata d'aiuto. Buona fortuna
    (magari ti conviene scrivere direttamente nella sezione di psicologia di Padova, così ti rispondono più facilmente ).

  3. #3

    Riferimento: Scelta del corso di laurea... chi mi può consigliare?

    Ti ringrazio tantissimo per la tua utile risposta! Ora sto cercando di capire la differenza tra la psicologia dinamica e cognitivo comportamentale (non so se questo è il termine giusto)... io credo di essere orientata per la seconda e mi sembra di capire che anche le università hanno un'impronta specifica... non se è leggenda o realtà.

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di Barbara88
    Data registrazione
    01-09-2009
    Residenza
    Prov. di Verona/Padova
    Messaggi
    64

    Riferimento: Scelta del corso di laurea... chi mi può consigliare?

    Citazione Originalmente inviato da SolideaV Visualizza messaggio
    Ti ringrazio tantissimo per la tua utile risposta! Ora sto cercando di capire la differenza tra la psicologia dinamica e cognitivo comportamentale (non so se questo è il termine giusto)... io credo di essere orientata per la seconda e mi sembra di capire che anche le università hanno un'impronta specifica... non se è leggenda o realtà.
    da quello che so un indirizzo con impronta più dinamica si avvicina di più alla psicoanalisi vera e propria(transfert, controtransfert etc etc etc), mentre il cognitivo comportamentale (qualcuno corregga se sbaglio) è più "vicino" a occuparsi di disturbi d'ansia e dell'umore (ma non solo) cercando di ridurre l'ansia tramite la modificazione del comportamento di fronte allo stimolo ansiogeno.

    Quindi a mio parere forse il cognitivo comportamentale può sembrare più pratico. Poi dipende ovviamente in che campo uno decide di lavorare.

    conta comunque che dopo la magistrale c'è la scuola di specializzazione e secondo me è quella che da l'impronta ancora più marcata in base all'indirizzo che scegli.

  5. #5

    Riferimento: Scelta del corso di laurea... chi mi può consigliare?

    Sei davvero molto gentile e mi stai aiutando moltissimo! In effetti il mio interesse è per il cognitivo comportamentale... ora dovrò cercare info per capire se la facoltà più vicina a me è di questo orientamento con la consapevolezza. come dici te, che la scuola di specializzazione farà poi la differenza.
    Grazie!!!

Privacy Policy