• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 8 di 8
  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    genova
    Messaggi
    24

    DSA, ADHD, oppositivo provocatorio

    Ciao, sono un laureato che lunedì avrà la 3 prova d'esame di stato a Genova.
    Vi spiego qual'è il mio dubbio.
    Io ho una formazione clinica adulti ma ho fatto tirocinio al gaslini e mi sono occupato di diagnostica DSA.
    In commissione abbiamo sia chi si occupa di adulti, sia una ricercatrice di Genova, molto esperta sui DSA e precisa (in primis in positivo ma, essendo io dall'altra parte della barricata, anche in negativo).
    in passato sono stato bocciato alla 3 prova perchè, nell'esporre il caso, ho detto troppo.. nel senso che il caso (adulto) era molto vago e con pochi sintomi..
    e, nell'ansia del momento, per voler fornire un quadro il più completo ed esaustivo possibile, ho parlato di cose che forse nella realtà sarebbero stati suggerimenti utili al processo diagnostico ma, in eds, sono risultate eccessive, poco pertinenti..
    insomma, come oramai ho compreso, il eds devi essere descrittivo, basebase, brutto ma chiaro e semplice..
    si impara da tutto e ci sta che abbia imparato da una bocciatura.
    ora, volendo evitare nuove brutte sorprese, sto pensando un pò a come poter impostare il caso lunedì.
    Il mio dubbio è:
    l'adulto presenta, da dsm, una situazione di criteri, diagnosi differenziali, complessità che comparato ai pochi, semplici e chiari criteri dei DSA, o alla evidenza di un ADHD o oppositivo provocatorio, mi fanno chiedere se forse non potrei provare con il caso d'infanzia.

    nella diagnosi di un DSA ad esempio, io le aree che indagherei sono:
    mt di cornoldi per difficoltà specifiche, test d'intelligenza per verificare non sia un problema di qi, test audiometrici e visivi per verificare che l'eventuale DSA non dipenda da quello, interviste (tipo CBCL) a genitori e insegnanti, visita logopedica, altre info varie, riabilitazione con software specifici e supporto emotivo per la gestione della frustrazione e il sostegno del processo riabilitativo.

    detto questo, secondo voi, c'è altro????
    se la mia esperienza di studio con l'adulto mi ha fatto comprendere bene quanto sia complesso, difficile e faticoso capire qlc di una persona dai pochi dati che l'eds ti fornisce, tutti i temi sui DSA mi sembrano chiarissimi o cmq mi pare davvero semplice proporre test adeguati essendo problematiche di funzioni cognitive non di mondo interno o personalità..

    dopo tutto sto pippotto, la domanda è:

    C'E' ALTRO SECONDO VOI, rispetto a quelo che ho descritto, CHE DEV'ESSER TENUTO IN CONSIDERAZIONE NELLA DIAGNOTICA E RIABILITAZIONE DSA, ADHD, oppositivo provocatorio?


    scusate la lunghezza..
    la prova è lunedì, ogni risposta in tempo utile sarà apprezzatissssima!

    Federico

  2. #2
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    22-11-2009
    Messaggi
    347

    Riferimento: DSA, ADHD, oppositivo provocatorio

    Cioè spiega un po..anche io ho la terza a milano!
    cioè..non bosogna fare diagnosi troppo precise giusto?
    io direi che se ci sono sintomi, li correli a disturbi ma non fai diagnosi, ipotizzi tutto e io non arrivo a fare una diagnosi precisa..cioè non voglio rischiare! ho gia sentito casi come il tuo..meglio stare vaghi quindi

    le aree dell'infanzia che citi mi sembrano corrette..sono quelle

  3. #3
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    22-11-2009
    Messaggi
    347

    Riferimento: DSA, ADHD, oppositivo provocatorio

    e cmq anche per un bambino puo capitare dist umore, ansia etc..non solo i DSA o ADHD..
    consigli??

  4. #4
    Matricola
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    genova
    Messaggi
    24

    Riferimento: DSA, ADHD, oppositivo provocatorio

    Citazione Originalmente inviato da chiaretta83 Visualizza messaggio
    e cmq anche per un bambino puo capitare dist umore, ansia etc..non solo i DSA o ADHD..
    consigli??
    ok ma io mi preoccupo dei DSA o ADHD perchè ho una commissione cognitivista e di sicuro esce un caso tra questi.
    il discorso diagnosi è così fatto: tutto al condizionale..
    tu non fai diagnosi, tu proponi ipotesi diagnostica da verificare attraverso successive indagini diagnostiche tramite colloqui o test.
    qualora tutte le ipostesi relative ai dati che stai indagando venissero confermate, allora (ma di tratta di una cosa che al momento dell'eds non puoi sapere come andrà a finire perchè è un'indagine ipotetica) si potrebbe far diagnosi.
    ma tutto estremamente vago.

    quindi secondote le aree pr i DSA ed ADHD che ho citato bastano?
    grazie e a presto

  5. #5
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    22-11-2009
    Messaggi
    347

    Riferimento: DSA, ADHD, oppositivo provocatorio

    Io direi mt per dist di lettura.
    wisc
    CBCL
    test prooiettivi e di disaegno (machover ad es, famiglia)

    altri che si dovrebbero mettere??

  6. #6
    Matricola
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    genova
    Messaggi
    24

    Riferimento: DSA, ADHD, oppositivo provocatorio

    infatti..
    anche io penserei a quelli lì..
    mi vengono i dubbi perchè tutto quello che so su quest'area clinica è derivante dalla pratica in tirocinio o da studio da solo..
    non ho mai fatto un solo esame specifico per cui ho un pò il timore-sensazione di poter essermi perso qualcosa di teorico che, magari, a lezione possono dirti..
    ma son paranoie magari..

  7. #7
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    22-11-2009
    Messaggi
    347

    Riferimento: DSA, ADHD, oppositivo provocatorio

    io farei clinico perche io ho fatto clinico ecco..
    cioè ho piu teoria su quello

  8. #8
    Partecipante Figo L'avatar di klaudia82
    Data registrazione
    20-09-2007
    Residenza
    in un meraviglioso paesino del nord
    Messaggi
    862

    Riferimento: DSA, ADHD, oppositivo provocatorio

    dalla mia esperienza da eds in ambito clinico vi posso suggerire che accettano molto volentieri analisi per arrivare ad una diagnosi ossia quali approfondimenti uno farebbe per avere ulteriori info per arrivare alla diagnosi. avendo gfatto un tirocinio in ambito prevalentemente diagnostico le domande mi sono venute naturali!studiate bene pure queste cose perchè non è detto che la commissione voglia la DIAGNOSI bensì i ragionamenti che ci stanno dietro per arrivare all'ipotesi diagnostica.

Privacy Policy