• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 28
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    04-06-2009
    Messaggi
    37

    consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    ciao a tutti, spero ci sia qualcuno che lavora con i dsa e che mi possa dare un consiglio..
    sto seguendo una bimba di quasi 7 anni che ha appena concluso la prima elementare (quindi non è stata ancora vista per una valutazione diagnostica). presenta difficoltà di lettura e scrittura. le ho fatto fare le prove della PRCR (quella vecchia, dell'85), che ho reperito su internet, facendo un'interpretazione un po'a spanne perchè ovviamente non c'era il manuale. è risultata mooolto lenta e con cadute soprattutto nelle sezioni MUSFU e SD..

    qualcuno di voi saprebbe dirmi come procederebbe nel trattamento?
    so che ci sono anche le schede di recupero della prcr-2, voi ne sapete qualcosa?
    grazie !!!

  2. #2
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    ciao a tutti, spero ci sia qualcuno che lavora con i dsa e che mi possa dare un consiglio..
    sto seguendo una bimba di quasi 7 anni che ha appena concluso la prima elementare (quindi non è stata ancora vista per una valutazione diagnostica). presenta difficoltà di lettura e scrittura. le ho fatto fare le prove della PRCR (quella vecchia, dell'85), che ho reperito su internet, facendo un'interpretazione un po'a spanne perchè ovviamente non c'era il manuale. è risultata mooolto lenta e con cadute soprattutto nelle sezioni MUSFU e SD..

    qualcuno di voi saprebbe dirmi come procederebbe nel trattamento?
    so che ci sono anche le schede di recupero della prcr-2, voi ne sapete qualcosa?
    grazie !!!
    Dove vedi questa bambina? Con quale invio e domanda? Hai incontrato i genitori? Che dicono? E la bambina? Insomma, mi sembra un po' prematuro parlare di trattamento.

  3. #3
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Scusate se risulterò dura e soprattutto non vorrei risultasse un attacco ad personam..., però non mi sembra professionale e deontologicamente corretto agire in questo modo: poi ci lamentiamo che non abbiamo credibilità!
    Scarichiamo dei test da internet che facciamo senza avere il manuale (con il rischio di sbagliare la somministrazione) e che interpretiamo a "spanne", rendendo così precaria una successiva vera valutazione (perchè a quel punto la bambina sarà già stata esposta al test).
    Se è stato fatto in un setting professionale mi sembra veramente grave (ma vi rendete conto: fare un test scaricato da internet e interpretato a spanne e su questo fare la diagnosi!?!), se in un altro setting (es aiuto compiti) ancora peggio perchè i genitori devono firmare un consenso informato.

    A volte penso che se è così difficile guadagnarsi la fiducia dei clienti e valorizzare la psicologia ci sarà anche un motivo...
    Vimae

  4. #4
    Postatore Compulsivo L'avatar di Calethiel
    Data registrazione
    19-04-2005
    Residenza
    Roma provincia
    Messaggi
    3,590

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Concordo al 1000%° con Vimae.
    Se pensi che la bambina abbia un dsa inviala a chi ha l'esperienza e gli strumenti per fare una diagnosi. E che decideranno in merito ad un eventuale trattamento, fatto non solo con schede, ma costruito ad hoc sulle difficoltà della bimba.

    Mentre il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito

    Non ti curar di loro, ma guarda oltre e passa

  5. #5

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Mi accodo con chi mi ha preceduta.
    Lodevole il fatto che tu te ne sia accorta e ancora più lodevole sarà il fatto di informare la famiglia dei tuoi "sospetti" perchè possano rivolgersi tempestivamente a un centro diagnostico.

    Per intraprendere un percorso terapeutico occorre conoscere nello specifico la manifestazione e natura della difficoltà, perchè la dislessia, è un disturbo molto complesso (più di quanto tante volte si pensa) e pertanto va affrontato anche dalle figure professionali specifiche. Non è detto, quindi, che possa essere tu la figura di riferimento. Ad esempio se gli errori commessi dalla bambina hanno una natura fonologica o metafonologica occorre il logopedista, se invece sono errori di tipo visivo occorre l'optometrista o l'ortottista, se c'è anche una disgrafia occorrerà una neuropsicomotricista, ecc.

    Buon lavoro!

  6. #6
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    ciao
    concordo anche io sulla necessità di un invio alla neuropsichiatria... anche perchè la diagnosi non si fa solo guardando le abilità di letto-scrittura, ma anche somministrando più in generale test sul livello di sviluppo, le abilità motorie, la memoria ecc ecc :respeckt:

    inoltre per parlare di difficoltà e per iniziare a pensare a una valutazione/percorso riabilitativo bisogna almeno che il bambino sia in seconda elementare, momento in cui si può escludere al 100% una lentezza nellio sviluppo delle abilità di lett-scrittura, e quindi contattare la neuropsichiatria, e iniziare con gli accertamenti.... calcola che in genere la diagnosi arriva all'inizio della terza elementare se non oltre per i casi borderline

    altra cosa, perchè pensare subito a una riabilitazione? esistono ausili anche molto "banali" (come ad esempio l'uso del pc per scrivere i temi e i compiti al posto di farli scrivere a mano) che possono essere introdotti (ovviamente con il consenso e il coinvolgimento dei prof.), soprattutto se la situazione è particolarmente grave scusate ma io lavoro nell'ambito dell'handicap da anni, e non penso che si debba per forza "curare" tutto e tutti, ma anche solo accettare i limiti della bambina e introdurre accorgimenti per supportarla e valorizzarla per quello che sa fare

    in bocca al lupo
    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  7. #7
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    ciao
    concordo anche io sulla necessità di un invio alla neuropsichiatria... anche perchè la diagnosi non si fa solo guardando le abilità di letto-scrittura, ma anche somministrando più in generale test sul livello di sviluppo, le abilità motorie, la memoria ecc ecc :respeckt:

    inoltre per parlare di difficoltà e per iniziare a pensare a una valutazione/percorso riabilitativo bisogna almeno che il bambino sia in seconda elementare, momento in cui si può escludere al 100% una lentezza nellio sviluppo delle abilità di lett-scrittura, e quindi contattare la neuropsichiatria, e iniziare con gli accertamenti.... calcola che in genere la diagnosi arriva all'inizio della terza elementare se non oltre per i casi borderline

    altra cosa, perchè pensare subito a una riabilitazione? esistono ausili anche molto "banali" (come ad esempio l'uso del pc per scrivere i temi e i compiti al posto di farli scrivere a mano) che possono essere introdotti (ovviamente con il consenso e il coinvolgimento dei prof.), soprattutto se la situazione è particolarmente grave scusate ma io lavoro nell'ambito dell'handicap da anni, e non penso che si debba per forza "curare" tutto e tutti, ma anche solo accettare i limiti della bambina e introdurre accorgimenti per supportarla e valorizzarla per quello che sa fare

    in bocca al lupo
    Chiara
    Una bambina ha difficoltà di lettura e voi le consigliate di rivolgersi a una neuropsichiatra? Boh, più frequento gli psicologi e più capisco perchè siamo così bistrattati...

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Citazione Originalmente inviato da ikaro78 Visualizza messaggio
    Una bambina ha difficoltà di lettura e voi le consigliate di rivolgersi a una neuropsichiatra? Boh, più frequento gli psicologi e più capisco perchè siamo così bistrattati...
    caro ikaro
    c'è sempre la possibilità che io mi stia sbagliando , ma:

    ASSOCIAZIONE ITALIANA DISLESSIA

    se clicchi su "quando si fa la diagnosi", troverai la seguente frase

    "La diagnosi viene effettuata da un equipe multidisciplinare composta da Neuropsichiatria Infantile, Psicologo e Logopedista"

    ...la dislessia/disgrafia è un problema serio, non sono "solo" difficoltà nella lettura o nella scrittura. Se a livelli gravi è un problema gravemente invalidante, che spesso si associa ad altrettanti problemi psicologici (bassa autostima, delusione da parte della famiglia, ecc ecc), sia a scuola che a casa.
    Per fare una diagnosi di dislessia ci vuole una batteria di test che vada ad indagare tutta una serie di abilità, per escludere che il deficit sia in competenze che con la lettura/scrittura nulla centrano ma che vanno ad influire anche su queste ultime (ad esempio, problemi di attenzione, di memoria, difficoltà nella coordinazione occhio-mano, ritardo nello sviluppo delle capacità intellettive, motorie ecc ecc, e via di questo passo)

    L'invio alla neuropsichiatria è necessario per fare la diagnosi, proprio per la molteplicità degli aspetti da considerare. Una diagnosi di difficoltà di apprendimento, un po' come una diagnosi di handicap, è un'etichetta che ti si appiccica addosso, e sottovalutarla o vederla in modo riduttivo è molto, molto pericoloso....basti pensare ai milioni di bambini con DSA che sono stati considerati con "solo" delle difficoltà nella lettura, per poi finire ad essere bocciati a scuola con l'etichetta di somaro che non vuole studiare e che non si impegna abbastanza

    Ti chiedo: se ti fa "solo" male una gamba da un po' di tempo, da chi vai? Dal medico di base, che in caso sicuramente ti invierà a fare una radiografia....e allora perchè non può essere la stessa cosa per l'area del funzionamento della mente???

    ...hai ragione, anch'io più frequento psicologi e studenti in psicologia e più capisco perchè come categoria siamo così bistrattati

    a presto
    Chiara
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  9. #9
    Partecipante Super Figo L'avatar di ikaro78
    Data registrazione
    06-07-2004
    Residenza
    Milano
    Messaggi
    1,975

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Ti chiedo: se ti fa "solo" male una gamba da un po' di tempo, da chi vai? Dal medico di base, che in caso sicuramente ti invierà a fare una radiografia....e allora perchè non può essere la stessa cosa per l'area del funzionamento della mente???
    Perchè tra la "mente" e un osso c'è una certa differenza...
    A parte questo, l'aspetto critico mi sembra questa ossessione sulla diagnosi sul modello medico, le difficoltà di lettura sono sempre esistite, ora sono diventate "dislessie" e ci vuole l'intervento incrociato di 3 professionisti, quasi quasi rimpiango le orecchie da asino che si usavano una volta alle elementari (almeno così leggenda narra...).

    Saluti,
    ikaro

  10. #10
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    La diagnosi di dislessia può tranquillamene essere fatta da uno psicologo ma:
    -con test seri e tarati
    -facendo una valutazione intellettiva (per questo penso si riferisse ad un neuropsichiatra perchè spesso nei servizi la valutazione cognitiva viene fatta da loro)
    -conoscendo il settore in cui si opera e quindi anche i test solitamente usati dal logopedista (per sapere se è di tipo fonologico o meno devo sapere come valutare gli aspetti fonologici...)

    Poi per la legge, qualora serva una certificazione per sostegno (a dire il vero per i DSA non sarebbe previsto, ma se ci sono grosse difficoltà si prova a derogare), serve la firma del neuropsichiatra...
    Per questo in queste situazioni si fa una diagnosi seria e poi si invia in neuropsichiatria qualora servano certificazioni o si invia direttamente qualora non si abbiano gli strumenti necessari.
    Vimae

  11. #11
    Postatore Compulsivo L'avatar di arwen
    Data registrazione
    04-07-2002
    Residenza
    in viaggio verso il Paradiso (o qualcosa che ci assomiglia)
    Messaggi
    3,739

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    grazie Vimae per aver chiarito i dubbi
    Dott.ssa Chiara Facchetti
    Ordine Psicologi della Lombardia n.12625


    Io credo che le pietre respirino. Non possiamo percepirlo con le nostre brevi vite.

    Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle (Oscar Wilde)

  12. #12

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Non necessariamente serve il neuropsichiatra, la diagnosi può essere fatta anche da uno psicologo esperto in disturbi di apprendimento. Ma essendo la dislessia un disturbo molto complesso sarebbe importante che la diagnosi venisse svolta all'interno di un equipe!

    Come scrive Arwen esistono ausili compensativi molto utili, ma per sceglierli occorre conoscere le difficoltà e potenzialità della bambina.

  13. #13
    Partecipante
    Data registrazione
    04-06-2009
    Messaggi
    37

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Citazione Originalmente inviato da Vimae Visualizza messaggio
    Scusate se risulterò dura e soprattutto non vorrei risultasse un attacco ad personam..., però non mi sembra professionale e deontologicamente corretto agire in questo modo: poi ci lamentiamo che non abbiamo credibilità!
    Scarichiamo dei test da internet che facciamo senza avere il manuale (con il rischio di sbagliare la somministrazione) e che interpretiamo a "spanne", rendendo così precaria una successiva vera valutazione (perchè a quel punto la bambina sarà già stata esposta al test).
    Se è stato fatto in un setting professionale mi sembra veramente grave (ma vi rendete conto: fare un test scaricato da internet e interpretato a spanne e su questo fare la diagnosi!?!), se in un altro setting (es aiuto compiti) ancora peggio perchè i genitori devono firmare un consenso informato.

    A volte penso che se è così difficile guadagnarsi la fiducia dei clienti e valorizzare la psicologia ci sarà anche un motivo...
    anzitutto il "test" non era ASSOLUTAMENTE a scopo diagnostico. la diagnosi è una procedura complessa che necessita di diverse misurazione e dove vengono impiegati diversi test. la diagnosi si fa in neuropsichiatria infantile, c'è di solito una psicologa e una neuropsichiatra che se ne occupano. inoltre la presentazione di queste schede non minerà una sua futura eventuale prestazione ad altri test, dato che si usano le MT a questo scopo.
    ho probabilmente sbagliato a chiamarlo test, dato che non ho seguito un protocollo specifico. avrei dovuto dire che mi servivano delle informazioni aggiuntive sulle abilità della bambina, e ho usato delle schede che mi potessero dare maggiori indicazioni su queste.
    quanto al consenso informato, come ripeto non si è trattato di una somministrazione vera e propria, non è stata fatta una somministrazione di un protocollo nè una stesura di una relazione o di un profilo di abilità cognitive.
    il mio solo scopo era unicamente cercare di individuare le aree di maggiore difficoltà della bambina, per agire su quelle in modo più mirato.
    comunque su questo hai ragione, scaricare da internet (però su internet c'era, vuole forse dire che era "permesso"?) non è la cosa più professionale che si possa fare..

  14. #14
    Partecipante
    Data registrazione
    04-06-2009
    Messaggi
    37

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Citazione Originalmente inviato da Calethiel Visualizza messaggio
    Concordo al 1000%° con Vimae.
    Se pensi che la bambina abbia un dsa inviala a chi ha l'esperienza e gli strumenti per fare una diagnosi. E che decideranno in merito ad un eventuale trattamento, fatto non solo con schede, ma costruito ad hoc sulle difficoltà della bimba.
    la bimba ha appena finito la prima elementare, come saprai non si fa diagnosi di dislessia in prima elementare.
    ripeto: qui nessuno vuole fare diagnosi, credo di essermi espressa davvero male. Con la madre parlo e stai tranquilla che stiamo parlando anche di questo, so benissimo a chi e dove inviarla. Purtroppo le liste di attesa sono infinite e nel frattempo la mamma non vuole restare con le mani in mano.
    mi piacerebbe se faceste qualche domanda in più prima di giudicare e urlare subito allo scandalo.
    in ogni caso, come dicevo a vimae, il fatto di scaricare roba così da internet non è il massimo della professionalità, questo è sicuro. ho già fatto l'ordine per lo strumento nella sua versione più recente, comunque, era solo una soluzione "tampone" che ho messo in atto in assoluta buona fede, e con la chira consapevolezza dei limiti di questi "risultati".

  15. #15
    Partecipante
    Data registrazione
    04-06-2009
    Messaggi
    37

    Riferimento: consiglio bimba 7 anni difficoltà lettura

    Citazione Originalmente inviato da arwen Visualizza messaggio
    ciao
    concordo anche io sulla necessità di un invio alla neuropsichiatria... anche perchè la diagnosi non si fa solo guardando le abilità di letto-scrittura, ma anche somministrando più in generale test sul livello di sviluppo, le abilità motorie, la memoria ecc ecc :respeckt:

    inoltre per parlare di difficoltà e per iniziare a pensare a una valutazione/percorso riabilitativo bisogna almeno che il bambino sia in seconda elementare, momento in cui si può escludere al 100% una lentezza nellio sviluppo delle abilità di lett-scrittura, e quindi contattare la neuropsichiatria, e iniziare con gli accertamenti.... calcola che in genere la diagnosi arriva all'inizio della terza elementare se non oltre per i casi borderline

    altra cosa, perchè pensare subito a una riabilitazione? esistono ausili anche molto "banali" (come ad esempio l'uso del pc per scrivere i temi e i compiti al posto di farli scrivere a mano) che possono essere introdotti (ovviamente con il consenso e il coinvolgimento dei prof.), soprattutto se la situazione è particolarmente grave scusate ma io lavoro nell'ambito dell'handicap da anni, e non penso che si debba per forza "curare" tutto e tutti, ma anche solo accettare i limiti della bambina e introdurre accorgimenti per supportarla e valorizzarla per quello che sa fare

    in bocca al lupo
    Chiara
    Certo, la mamma voleva cercare di rafforzare le sue abilità di lettura e scrittura fino al momento in cui potrà avere una valutazione diagnostica. però non avendo alcun tipo di indicazione sulle abilità della piccola mi sono arrangiata come potevo. ti assicuro che sono consapevole dell'iter che va seguito, è che questa è stata una situazione particolare. non mi sentivo di dire alla mamma: "guardi aspetti fino a ottobre l'appuntamento alla neuropsichiatria, nel frattempo vada da qualcun altro", ma forse avrei dovuto farlo.
    Gli strumenti compensativi di cui parli tu vengono messi in atto quando si ha la diagnosi in mano..
    comunque forse sono giunta ad una conclusione: una bambina con difficoltà di lettura e scrittura che non trova particolare giovamento dalle semplici ripetizioni doposcuola, credo che dirò alla mamma di rivolgersi ad una logopedista per quest'estate.
    grazie del consiglio comunque!

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy