Firenze, 5 giugno, “Riportare l'opera alla sua dimensione popolare, riavvicinare la gente alla lirica percepita come un costoso divertimento elitario”.

E' stato questo l’obiettivo del flash mob realizzato al mercato di Sant'Ambrogio a Firenze. Vestiti da operai, soprani, contralti e tenori, hanno cantato alcune arie di opere famose tra cui 'Libiam ne' lieti calici' dalla Traviata offrendo spumante alla gente che, entusiasta, ha chiesto il bis.(ANSA).

Il termine flash mob (dall'inglese “flash”: breve esperienza o in un lampo, e “mob”: folla) viene attualmente utilizzato per definire un gruppo di persone che si riunisce all'improvviso in uno spazio pubblico, realizza un'azione inconsueta e/o curiosa per lo più di breve durata un breve per poi successivamente disperdersi.

Attualmente questo genere di azione rappresenta un fenomeno in crescita nel nostro paese, ne sono stati realizzati a Roma, Torino, Milano, Firenze.
I flash mob rappresentano certamente il desiderio di creatività e di aggregazione degli individui ben contestualizzato con i nostri ritmi di vita. L’elemento sorpresa è tra i più interessanti, le persone “inscenano” la loro azione all’improvviso creando stupore tra i passanti ma anche divertimento e, di conseguenza, benessere. Il messaggio che sembrano veicolare sembra essere “in questa società piena di brutte notizie e di frenetici ritmi fermiamoci un momento a sorridere!”.
Inoltre, il flash mob ha tutta l’aria di essere una nuova forma non solo di aggregazione ma anche di sfogo.
Anche la modalità con la quale vengono organizzati è ben collocata con i giorni nostri, i flash mob, infatti, vengono organizzati attraverso internet utilizzando siti e social network spesso sono usati come mobilitazioni lampo per veicolare un messaggio.

Un fenomeno, questo dei flash mob, che sembra porre l’accento su molti aspetti della nostra vita, quali la creatività, le emozioni, lo stile di vita e di comunicazione.

www.wikipedia.it
ANSA.it
Studenti.it - appunti, maturit, appunti universit, master, offerte di lavoro