• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 24
  1. #1
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Qui trovate l'intervista al ministro non vuol dire non essere una buona mamma, dovrebbero farlo tutte.

    Era da tempo che non restavo basita dalle dichiarazioni di un politico. Lo scollamento dalla realtà quotidiana del paese, gli attacchi, che ormai passano senza lasciare traccia, ai diritti dei lavoratori, l'arroganza del dio denaro e della dea produttività sopra ogni cosa, persino il più naturale dei mondi, la diade madre/neonato.
    Ancora di più mi lascia sgomenta il silenzio di tutti coloro che si riempiono la bocca di parole come vita, famiglia e valori, tutte lettere in fila e null'altro.
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  2. #2
    Partecipante Leggendario L'avatar di Haidy2009
    Data registrazione
    14-01-2009
    Messaggi
    2,404

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    Qui trovate l'intervista al ministro non vuol dire non essere una buona mamma, dovrebbero farlo tutte.

    Era da tempo che non restavo basita dalle dichiarazioni di un politico. Lo scollamento dalla realtà quotidiana del paese, gli attacchi, che ormai passano senza lasciare traccia, ai diritti dei lavoratori, l'arroganza del dio denaro e della dea produttività sopra ogni cosa, persino il più naturale dei mondi, la diade madre/neonato.
    Ancora di più mi lascia sgomenta il silenzio di tutti coloro che si riempiono la bocca di parole come vita, famiglia e valori, tutte lettere in fila e null'altro.
    ...non mi stupisce tanto una simile dichiarazione della Gelmini...
    così 'perfettina', donna di carriera... figuriamoci...dirà tra sè e sè :"vuoi che un figlio mi fermi?"
    come dici tu è un pò un paradosso :così mette sotto le scarpe i valori tanto reclamizzati a parole..
    oltretutto svaluta quelle madri che invece scelgono di investire tempo in una relazione così speciale..soprattutto nel primo periodo di vita!
    Purtroppo in italia non c'è tutela alla maternità come invece è realtà in altri Paesi,per esempio in Francia, in Svezia..
    povere donne..(tranne lei..) e povera Italia!
    Ultima modifica di Haidy2009 : 30-04-2010 alle ore 23.39.25
    "Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi". Confucio

  3. #3
    benedetta14
    Ospite non registrato

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Ma che avrà partorito? Maschio, femmina, robot, alieno, entità spirituale....
    Ma una carezza gliela farà? L'allatterà? ...il pannolino no, non glielo cambia: è "roba da tate", sarebbe tempo sprecato per una wonder woman in carriera!

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di terry77dgl
    Data registrazione
    02-12-2002
    Residenza
    Monza x lavoro, Napoli nel cuore
    Messaggi
    5,743

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    ...la questione è una: la maternità, solitamente, o ti completa come donna, o rende ancora più evidenti le tue turbe mentali....ebbene la ministra dell'istruzione (sigh) rappresenta un esempio eclatante di questa seconda categoria di mamme...

  5. #5
    Partecipante Figo L'avatar di shonin
    Data registrazione
    01-11-2004
    Residenza
    non so dove sono ma sai come trovarmi..
    Messaggi
    935

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da terry77dgl Visualizza messaggio
    ...la questione è una: la maternità, solitamente, o ti completa come donna, o rende ancora più evidenti le tue turbe mentali....ebbene la ministra dell'istruzione (sigh) rappresenta un esempio eclatante di questa seconda categoria di mamme...
    Mi trovi d'accordo
    OT: auguri alla tua bambina
    "Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza calpestare il cuore"

    "Amo tutto ciò che è stato,
    tutto quello che non è più,
    il dolore che ormai non mi duole,
    l’antica e erronea fede,
    l’ieri che ha lasciato dolore,
    quello che ha lasciato allegria
    solo perché è stato, è volato
    e oggi è già un altro giorno."
    (F.P.)

  6. #6
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    la questione è molto semplice, dal mio punto di vista: ognuno è libero di avere una propria idea e una propria opinione in merito, ma non si può imporre il proprio punto di vista a tutti. La Gelmini, in quanto libera cittadina, è libera di pensarla come vuole. Ma da ministro ha il DOVERE di fare ciò che chiedono i cittadini, e non imporre la sua idea sulla maternità!!!
    Ci sono donne che POSSONO (dal punto di vista biologico, psicologico, e economico) andare a lavorare il giorno dopo il parto, così come ci sono donne che NON possono.
    Ci sono BAMBINI (si parla sempre della madri, ma esistono anche i bambini) che hanno bisogno di maggiori cure e attenzioni e per un numero maggiore di giorni (perché magari più vivaci nel temperamento, che è una caratteistica costituzionale quindi genetica), e ci sono bambini più tranquilli.
    Ultima modifica di Johnny : 01-05-2010 alle ore 14.46.04

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di terry77dgl
    Data registrazione
    02-12-2002
    Residenza
    Monza x lavoro, Napoli nel cuore
    Messaggi
    5,743

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    scusami Johnny, torno seria affermando che sono mamma e penso che un po' di esperienza riguardo a questo argomento ne ho.

    Il discorso della signora Gelmini è uno schiaffo alla stragrande maggioranza delle madri ( e anche delle non madri).

    E' uno schiaffo a quelle madri che, pur amando intensamente i propri figli, per necessità, e non per desiderio, devono lavorare pochissimo tempo dopo il parto, perchè altrimenti rischiano di perdere il lavoro, sono ricattate psicologicamente, magari sono le uniche ad avere reddito in casa, e quindi per amore della famiglia devono andare a lavorare presto, coi sensi di colpa e con le lacrime agli occhi.

    E' uno schiaffo a quelle che madri che, pur amando intensamente i propri figli ma desiderando contribuire all'economia familiare, non possono farlo, perchè non hanno mammà e papà che cura la prole, non possono permettersi una baby-sitter, i nidi costano troppo o non esistono e quindi, per necessità, devono stare a casa almeno fino al compimento dei 3 anni del bambino.

    E' uno schiaffo a quelle madri che, dopo il parto, sono discriminate appena dicono che hanno un figlio, e non vengono prese in considerazione nel mondo del lavoro.

    E' uno schiaffo a quelle future mamme che devono tener nascosta la gravidanza per evitare ritorsioni, e appena il fattaccio si scopre un bel calcio dietro e chi si è visto si è visto.

    E' uno schiaffo per tutte quelle donne che desiderano essere madri ma,a causa della precarietà e della paura di perdere il lavoro o per tutti i motivi citati su, devono rinviare questo progetto che, francamente detto, non ha eguali.

    E' uno schiaffo per quelle donne che per vari motivi non riescono a rimanere incinte, frustrate nell'animo devono anche sentire queste cretinate.

    E' uno schiaffo, infine, per chi ha lottato per ottenere quei diritti che la maternità in Italia offre alle lavoratrici.

    E' uno schiaffo per le donne che per vari motivi non vogliono figli ma hanno dignità umana.

    Insomma, è uno schiaffo per il 95% delle donne, credo.

  8. #8
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    Ci sono BAMBINI (si parla sempre della madri, ma esistono anche i bambini) che hanno bisogno di maggiori cure e attenzioni e per un numero maggiore di giorni (perché magari più vivaci nel temperamento, che è una caratteistica costituzionale quindi genetica), e ci sono bambini più tranquilli.
    Ci sono anche i bambini? Menomale... pensavo che in tutto questo discorso fossero passati in sottofondo stile bambole da status sociale
    In ogni caso presumo che il periodo di attaccamento vada preservato a prescindere dal temperamento del singolo neonato, anche perché non sono periodi che poi si ripristinano, se persi sono persi per sempre.

    Citazione Originalmente inviato da terry77dgl Visualizza messaggio
    scusami Johnny, torno seria affermando che sono mamma e penso che un po' di esperienza riguardo a questo argomento ne ho.

    Il discorso della signora Gelmini è uno schiaffo alla stragrande maggioranza delle madri ( e anche delle non madri).

    E' uno schiaffo a quelle madri che, pur amando intensamente i propri figli, per necessità, e non per desiderio, devono lavorare pochissimo tempo dopo il parto, perchè altrimenti rischiano di perdere il lavoro, sono ricattate psicologicamente, magari sono le uniche ad avere reddito in casa, e quindi per amore della famiglia devono andare a lavorare presto, coi sensi di colpa e con le lacrime agli occhi.

    E' uno schiaffo a quelle che madri che, pur amando intensamente i propri figli ma desiderando contribuire all'economia familiare, non possono farlo, perchè non hanno mammà e papà che cura la prole, non possono permettersi una baby-sitter, i nidi costano troppo o non esistono e quindi, per necessità, devono stare a casa almeno fino al compimento dei 3 anni del bambino.

    E' uno schiaffo a quelle madri che, dopo il parto, sono discriminate appena dicono che hanno un figlio, e non vengono prese in considerazione nel mondo del lavoro.

    E' uno schiaffo a quelle future mamme che devono tener nascosta la gravidanza per evitare ritorsioni, e appena il fattaccio si scopre un bel calcio dietro e chi si è visto si è visto.

    E' uno schiaffo per tutte quelle donne che desiderano essere madri ma,a causa della precarietà e della paura di perdere il lavoro o per tutti i motivi citati su, devono rinviare questo progetto che, francamente detto, non ha eguali.

    E' uno schiaffo per quelle donne che per vari motivi non riescono a rimanere incinte, frustrate nell'animo devono anche sentire queste cretinate.

    E' uno schiaffo, infine, per chi ha lottato per ottenere quei diritti che la maternità in Italia offre alle lavoratrici.

    E' uno schiaffo per le donne che per vari motivi non vogliono figli ma hanno dignità umana.

    Insomma, è uno schiaffo per il 95% delle donne, credo.
    Quoto del tuo bellissimo intervento ogni singola parola, virgola e punto.
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  9. #9
    Partecipante Leggendario L'avatar di Haidy2009
    Data registrazione
    14-01-2009
    Messaggi
    2,404

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    In ogni caso presumo che il periodo di attaccamento vada preservato a prescindere dal temperamento del singolo neonato, anche perché non sono periodi che poi si ripristinano, se persi sono persi per sempre.


    certo la quantità del tempo senza la qualità delle cure materne non andrebbe a buon fine... quindi ogni contesto è a sè...
    tuttavia se ben ricordiamo dagli studi in psicologia dell'età evolutiva, sappiamo quanto importante sia il legame madre-figlio nel primo anno di vita, questo richiede sicuramente un buon investimento di tempo, se possibile.
    Ultima modifica di Haidy2009 : 01-05-2010 alle ore 23.01.42
    "Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi". Confucio

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di Alejandrina
    Data registrazione
    23-01-2009
    Messaggi
    7,092

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Condivido gran parte, di ciò che è stato detto,
    aggiungo solo che si, ognuno/a è libero di pensarla come vuole
    però come ha detto Terry anche secondo me è uno schiaffo a tutte le donne
    e secondo me non solo..
    .. penso alle madri che non possono tornare a svolgere la propria attività lavorativa..
    perchè magari hanno un bimbo bisognoso di cure..
    che devono restare in ospedale..
    A quei genitori che devono affrontare paure,
    spese economiche..
    Ai bambini che lottano per sopravvivere..

    A mio modesto partere se si decide di mettere al mondo
    un bambino..
    Il primo pensiero deve essere per lui (soprattutto nei primi tempi)
    e poi per le proprie ambizioni
    Ultima modifica di Alejandrina : 01-05-2010 alle ore 23.24.24
    ".. Considerando che l'amore non ha prezzo..
    Lo pagherò offrendo tutto l'amore
    tutto l'amore che ho.. "

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di terry77dgl
    Data registrazione
    02-12-2002
    Residenza
    Monza x lavoro, Napoli nel cuore
    Messaggi
    5,743

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da carnevali1 Visualizza messaggio
    .. penso alle madri che non possono tornare a svolgere la propria attività lavorativa..
    perchè magari hanno un bimbo bisognoso di cure..
    che devono restare in ospedale..
    A quei genitori che devono affrontare paure,
    spese economiche..
    Ai bambini che lottano per sopravvivere..

    A mio modesto partere se si decide di mettere al mondo
    un bambino..
    Il primo pensiero deve essere per lui (soprattutto nei primi tempi)
    e poi per le proprie ambizioni

    ...ci sono mamme che devono necessariamente rinunciare al proprio lavoro per seguire un figlio con una disabilità...sono donne che vivono e si nutrono di ogni piccolo progresso che il loro bambino compie, che trepidano, sono ferite nell'animo perchè tutti i santi giorni si chiedono perchè il problema non è capitato a loro ma ad un piccolo innocente, sono spaventate per il futuro, ogni giorno che passa è una fatica ed una conquista...e questa donna a cui è stata data la carica di ministro dell'istruzione se ne esce con certe frasi che meriterebbero commenti da scaricatore di porto ( con tutto il rispetto...).

    Carnevali, da neomamma posso dirti che il mio primo pensiero è sempre e solo per lei, e non solo nei primissimi tempi...lo è per sempre.

  12. #12
    Postatore Compulsivo L'avatar di ghiretto
    Data registrazione
    15-11-2004
    Residenza
    nell'orbita di Anarres
    Messaggi
    3,359

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da carnevali1 Visualizza messaggio

    A mio modesto partere se si decide di mettere al mondo
    un bambino..
    Il primo pensiero deve essere per lui (soprattutto nei primi tempi)
    e poi per le proprie ambizioni
    Dal mio punto di vista il discorso è più sottile, più pervasivo e molto, ma molto, più ampio della singola super mamma ministra (a suo dire ovvio, qui tutti si autoincensano). Il passaggio significativo tra diritto e privilegio nasconde una bella insidia che sembra solo un vezzo di semantica. Cambiamo linguaggio e con esso pensiero. Se dovesse entrare nel linguaggio comune che così è, privilegio, quanto ci metterebbero a rimetterlo in discussione legislativamente? Dopo tutto non c'è una campagna mediatica da tempo portata avanti contro sprechi, fannulloni e caste di privilegiati?
    " E se scruti a lungo un abisso, anche l’abisso scruterà dentro di te" Nietzsche


    dai un'occhiata a questo sito www.altrapsicologia.it

    per usufruire del servizio contattare la scrivente per pattuire il compenso

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di Alejandrina
    Data registrazione
    23-01-2009
    Messaggi
    7,092

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da terry77dgl Visualizza messaggio
    ...ci sono mamme che devono necessariamente rinunciare al proprio lavoro per seguire un figlio con una disabilità...sono donne che vivono e si nutrono di ogni piccolo progresso che il loro bambino compie, che trepidano, sono ferite nell'animo perchè tutti i santi giorni si chiedono perchè il problema non è capitato a loro ma ad un piccolo innocente, sono spaventate per il futuro, ogni giorno che passa è una fatica ed una conquista...e questa donna a cui è stata data la carica di ministro dell'istruzione se ne esce con certe frasi che meriterebbero commenti da scaricatore di porto ( con tutto il rispetto...).

    Carnevali, da neomamma posso dirti che il mio primo pensiero è sempre e solo per lei, e non solo nei primissimi tempi...lo è per sempre.
    Infatti proprio per questo mi sembra fuori luogo una simile affermazione..
    Con tutto il rispetto per chi ha la possibilità, volontà di tornare a lavorare "subito" dopo il parto...
    ma secondo me una simile affermazione, da chiunque, ed in particolare
    da una DONNA, MADRE, e per giunta MINISTRO...
    se la poteva pure risparmiare...

    Poi al di là del singolo caso..
    resta il fatto che la maternità
    è un DIRITTO...
    ".. Considerando che l'amore non ha prezzo..
    Lo pagherò offrendo tutto l'amore
    tutto l'amore che ho.. "

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di terry77dgl
    Data registrazione
    02-12-2002
    Residenza
    Monza x lavoro, Napoli nel cuore
    Messaggi
    5,743

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    Il passaggio significativo tra diritto e privilegio nasconde una bella insidia che sembra solo un vezzo di semantica. Cambiamo linguaggio e con esso pensiero. Se dovesse entrare nel linguaggio comune che così è, privilegio, quanto ci metterebbero a rimetterlo in discussione legislativamente? Dopo tutto non c'è una campagna mediatica da tempo portata avanti contro sprechi, fannulloni e caste di privilegiati?
    Ottima osservazione

    Se passano certi messaggi, nel clima in cui ci troviamo, non sarebbe difficile andare a ridiscutere quello che in un paese civile dovrebbe essere un diritto inviolabile.
    Voglio specificare che lo sciagurato ultimo governo Prodi, tra le tante nefandezze che gli sono state attribuite, una cosa buona al riguardo l'ha fatta: ha fatto si che anche le collaboratrici a progetto e le co.co.co percepissero un'indennità di maternità nel periodo dell'astensione obbligatoria ed un piccolo contributo per il congedo parentale.Lungi da me l'attaccarmi a questa o a quella parte politica...però se qualcuno ha fatto qualche passettino avanti, tornare indietro sarebbe davvero il colmo...

  15. #15
    Postatore OGM L'avatar di Tara_McLay
    Data registrazione
    21-04-2005
    Residenza
    Sul trono degli dei [Tronista inside]
    Messaggi
    4,943

    Riferimento: Gelmini dixit: un privilegio stare a casa dopo il parto

    Citazione Originalmente inviato da ghiretto Visualizza messaggio
    Dal mio punto di vista il discorso è più sottile, più pervasivo e molto, ma molto, più ampio della singola super mamma ministra (a suo dire ovvio, qui tutti si autoincensano). Il passaggio significativo tra diritto e privilegio nasconde una bella insidia che sembra solo un vezzo di semantica. Cambiamo linguaggio e con esso pensiero. Se dovesse entrare nel linguaggio comune che così è, privilegio, quanto ci metterebbero a rimetterlo in discussione legislativamente? Dopo tutto non c'è una campagna mediatica da tempo portata avanti contro sprechi, fannulloni e caste di privilegiati?
    Una delle mie citazioni di Freud preferite recita così:
    "E' impossibile sapere dove si va a finire per questa strada; si comincia con concessioni sulle parole per finire a poco a poco con concessioni sulla cosa"

    Mia madre è stata a casa 3 anni per il primo figlio (mio fratello ha avuto un cancro a un anno e mezzo) e fino ad un anno per me e, seppure abbia dovuto rinunciare completamente allo stipendio entrambe le volte (ma non al posto, perchè facendo l'insegnante allora, poteva, per fortuna), seppure la nostra famiglia tutto sia meno che benestante, seppure nei primi 3 anni di matrimonio i miei non avevano la macchina e nemmeno il televisore in casa, mia madre e mio padre ricordano quegli anni con gli occhi lucidi e i migliori della loro vita.
    - Diversamente Intelligente - Ha l'amore di tutti ma non è l'amore di nessuno

Pagina 1 di 2 12 UltimoUltimo

Privacy Policy