• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 1 di 1
  1. #1

    Bimba di 3 anni si fa’ male nel bagno della scuola.

    La Cassazione: i bambini non vanno mai lasciati da soli.
    Una bambina di 3 anni è rimasta gravemente ferita nel bagno dell’asilo. Tirando la catenella del WC è stata ferita dalla caduta, nel suo occhio, di un gancio.

    La corte di Cassazione ha dato torto al Ministero dell’Istruzione il quale non voleva fornire risarcimento alla famiglia della piccola che frequentava la scuola materna comunale del comune di Sava (Lecce).

    La bambina in bagno si trovava da sola e la Cassazione nella sentenza 9906 spiega: «la maestra non doveva lasciare sola la bimba avvalendosi eventualmente dell'ausilio e dell'intervento del personale non docente». All’interno delle mura scolastiche, la responsabilità per ciò che accade ai bambini è affidata alle maestre.

    Provando ad entrare con la mente all’interno delle mura della scuola, nell’istante in cui un bambino chiede di andare in bagno 1 maestra:

    - se accompagna il bambino al bagno, lascia la classe scoperta;
    - se resta con la classe, lascia il bambino solo in bagno.

    Come viene sottolineato in questa sentenza della Cassazione, essendo i bambini della materna in una fascia d’età troppo piccola (dai 3 ai 5-6anni), non possono mai essere lasciati soli.
    Pertanto, qualora anche un solo bambino debba andare in bagno la maestra non può lasciarlo solo e la Cassazione spiega come è compito della maestra far riferimento al personale non docente ed assicurarsi che il bambino sia accompagnato in bagno.

    La figura professionale dell’insegnate svolge una funzione educativa e di accudimento. L’insegnante si scontra però spesso con limiti oggettivi delle strutture, come ad esempio le ridotte risorse di personale a sua disposizione.

    Situazioni come queste creano un clima non sereno, di poca fiducia tra quelli che sono i due pilastri dell’educazione di ogni individuo: famiglia-scuola.

    Un piano educativo funzionale è dato dalla positiva integrazione tra le figure educative di riferimento.
    La realtà però spesso ci racconta un clima conflittuale tra famiglia e scuola …

    Dott.ssa Chiara Iazzolino, Ordine Psicologi Lazio n.17378

    www.ansa.it
    Ultima modifica di Chiara Iazzolino : 29-04-2010 alle ore 00.29.16

Tags for this Thread

Privacy Policy