• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 6 di 6
  1. #1
    Partecipante Affezionato L'avatar di coccichiara
    Data registrazione
    26-06-2008
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    86

    aiuto matrici Raven ai bimbi

    Ciao a tutti!
    Sto scrivendo un progetto di screening sui prerequisiti dell'apprendimento per i bambini dell'ultimo anno della scuola materna.
    Secondo voi è sensato, prima di somministrare il materiale sui prerequisiti, usare le Raven (CPM)? Vorrei un vostro parere.
    Mi è venuto questo dubbio....un bambino potrebbe avere un QI molto al limite e per questo fare male le prove sui prerequisiti; se avessi quindi un punteggio molto basso alle Raven allora forse sarebbe più sensato un invio ai servizi territoriali.
    Se si, volevo chiedervi inoltre se la taratura (ed è quindi somministrabile) anche ai bambini di 5 anni. Ho visto sul sito OS che il campione parte dai 3 anni.

    Grazie!!!

  2. #2
    Partecipante Veramente Figo L'avatar di pimo_eli
    Data registrazione
    06-06-2006
    Residenza
    provincia di Varese
    Messaggi
    1,480

    Riferimento: aiuto matrici Raven ai bimbi

    Non mi è molto chiara la domanda...
    Innanzitutto sì è somministrabile.
    Però non capisco la tua frase "se avessi quindi un punteggio molto basso alle Raven allora forse sarebbe più sensato un invio ai servizi territoriali"...nel senso che mi chiedo: e se avesse punteggi molto bassi nei test dei prerequisiti? Come agiresti?
    Il tuo progetto, poi, è per fare diagnosi o per attuare poi dei laboratori di rinforzo sui singoli prerequisiti?
    Personalmente non somministrerei il Raven (anche perché poi se il bimbo afferisce ai servizi territoriali, p probabile che glielo risomministrino). Punterei piuttosto sui prerequisiti. (anche perché qui non si sta parlando di diagnosi di disturbi dell'apprendimento).

    Questa, ovviamente, è solo una mia opinione.

    Buona giornata
    Eli

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di coccichiara
    Data registrazione
    26-06-2008
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    86

    Riferimento: aiuto matrici Raven ai bimbi

    Grazie per la risposta!
    Il progetto prevede una valutazione dei prerequisiti con l'idea,in linea con le più recenti ricerche, di puntare sulla prevenzione dei dsa.quindi non c'è ovviamente nessuna finalità diagnostica a quell'età. Il progetto punta poi sull'intervento di potenziamento di quelle abilita valutate carenti,con l'idea di limitare il divario tra i bambini che l'anno successivo affronteranno la prima elementare.
    Forse il mio era uno scrupolo in più nel voler somministrare le Raven...anche sbagliato,ma nasce dall'idea che un invio ai servizi territoriali non sia possibile per tutti i bambini risultati carenti nei prerequisiti,anche perché la UONPIA non farebbe altro che riproporre la stessa valutazione con un monitoraggio nel tempo. Tu agiresti diversamente?
    Allora mi chiedevo appunto quale potesse essere un paramentro quantitativo che mi facesse pensare ad un invio ai servizi...tu quale considereresti?
    Grazie è sempre bello scambiarsi pareri e modi di lavorare!

  4. #4
    Partecipante Super Esperto
    Data registrazione
    26-07-2003
    Messaggi
    743

    Riferimento: aiuto matrici Raven ai bimbi

    Se invii il bambino per carenze nei prerequisiti, la UONPIA farà un approfondimento cognitivo e anamnestico: quindi test cognitivi (Ravene WISC) e colloqui con i genitori.
    I genitori devono dare il consenso perchè venga valutata l'intelligenza del figlio e sinceramente a scuola non credo ci siano le condizioni adatte...
    Secondo me la soluzione migliore è fare lo screening sui prerequisiti e per i bambini a rischio, dato che siamo in presenza di abilità ancora in costruzione (non è questo il senso dei prerequisiti e di un progetto di potenziamento?) provare prima a lavorarci su e dopo, se si vede che non c'è risposta, inviare ai servizi territoriali.
    Sicuramente non farei un test di livello a scuola (per il quale devi avere un consenso informato, che è diverso dall'avere il consenso per la valutazione dei prerequisiti), che richiede una lettura dei dati un pò più "raffinata", che tenga conto non solo del dato numerico ma di tanti altri fattori: altrimenti finiamo ad etichettare i bambini con un numerino (quello dei QI).
    Vimae

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di coccichiara
    Data registrazione
    26-06-2008
    Residenza
    Lodi
    Messaggi
    86

    Riferimento: aiuto matrici Raven ai bimbi

    Citazione Originalmente inviato da Vimae Visualizza messaggio
    Se invii il bambino per carenze nei prerequisiti, la UONPIA farà un approfondimento cognitivo e anamnestico: quindi test cognitivi (Ravene WISC) e colloqui con i genitori.
    I genitori devono dare il consenso perchè venga valutata l'intelligenza del figlio e sinceramente a scuola non credo ci siano le condizioni adatte...
    Secondo me la soluzione migliore è fare lo screening sui prerequisiti e per i bambini a rischio, dato che siamo in presenza di abilità ancora in costruzione (non è questo il senso dei prerequisiti e di un progetto di potenziamento?) provare prima a lavorarci su e dopo, se si vede che non c'è risposta, inviare ai servizi territoriali.
    Sicuramente non farei un test di livello a scuola (per il quale devi avere un consenso informato, che è diverso dall'avere il consenso per la valutazione dei prerequisiti), che richiede una lettura dei dati un pò più "raffinata", che tenga conto non solo del dato numerico ma di tanti altri fattori: altrimenti finiamo ad etichettare i bambini con un numerino (quello dei QI).
    Grazie!
    Sul fatto di fare un test di intelligenza a scuola e del consenso informato "particolare" non ci avevo pensato, ed in effetti hai pienamente ragione!
    Si forse ha senso, come dici tu, fare una valutazione dei prerequisiti e lavorarci un pò e vedere come vanno le cose nel tempo. Alla fine è questo l'obiettivo del progetto...forse con l'idea di voler fare una cosa fatta come si deve tendo a perdere di vista il focus del mio lavoro, che non è di certo quello valutativo in senso stretto ne tantomeno diagnostico.
    Non era assolutamente mia intenzione fare le Raven con lo scopo di dare un'etichetta, anzi l'obiettivo di questo progetto è proprio quello di limitare tali danni....
    Seguendo i vosri consigli farò di certo un lavoro migliore...grazie.

  6. #6

    Riferimento: aiuto matrici Raven ai bimbi

    ciao anche io ho fatto un progetto nell'ultimo snno della scuola di infanzia sui prerequisiti dell'apprendimento come argomento della mia tesi,mi laureo in logopedia a novembre,mi servirebbe un grande aiuto ,qualcuno ha del materiale bibliografico sui prerequisiti dell'apprendimento. grazie mille sono disperata

Privacy Policy