• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 71
  1. #1
    Partecipante Esperto L'avatar di Patrizia67
    Data registrazione
    14-03-2009
    Messaggi
    395

    Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Ho appena finito di inviare una mail infuocata ed arrabbiata a inchieste@repubblica.it per lo SCANDALOSO articolo (e video) che hanno fatto sulle Università Telematiche.

    L'articolo, scimmiotta una pseudo inchiesta, che in realtà è una serie di steriotipi sulle università on-line, gettando però fango sull'intera categoria.

    Oltre a riprendere degli improbabili studenti attempati napoletani che dicono -dicono e basta, senza nessuna prova- che non si studia e altre cose di questo tipo, la cosa più comica è che mettono a confronto la durata media di una laurea di un ateneo classico e quella di un ateneo on line.

    Poichè scoprono che quella on-line è minore (ma che sorpresa!!) si lanciano in una esilarante ironia secondo la quale sarebbe impossibile, poichè i neuroni di un ventenne (tipico studente dell'ateneo classico) sarebbero maggiori di quelli di un 30-40enne (tipico studente di una telematica) !!!

    Credo che la genialata sia di questi due brillanti giornalisti, Maria Novella De Luca e Fabio Tonacci, e mi chiedo come abbiamo fatto a vivere fin ora senza conoscerli.

    Ho scritto a questi signori che un 30enne o un 40 enne avrà sicuramente meno neuroni attivi di uno di 20, ma che ha anche una capacità di organizzazione del materiale maggiore e degli schemi mentali più ricchi ai quali agganciare i nuovi concetti.

    Per non parlare della motivazione, del metodo di studio meno dispersivo rispetto agli atenei classici, dove quando assisti ad una lezione non puoi tornare indietro con il mouse perchè non hai capito cosa ha detto, non devi rincorrere per mesi un professore per parlarci, ecc..

    Io sono daccordo che ci sono delle università meno serie, così come negli atenei classici ci sono dei professori scandalosi, che ti bocciano perchè così si sentono più "potenti", comunque trovo che sia un danno e un'offesa per chi, come me, studia (e studio sui libri) di sera fino a tardi, nei week end, non vede tv, non va da nessuna parte, per laurearsi, poichè da ragazza non ha avuto la possibilità economica di andare all'università.

    Una cosa è dire che ci sono cose migliorabili, un'altra è fare di tutta l'erba un fascio e gettare fango addosso a chi si impegna seriamente.

    Ora lo stereotipo è completo: grazie a questi signori, chi si laurea tramite una telematica, chissà quanti esami non ha fatto perchè regalati, e quelli che ha fatto...ma figurati come avrà studiato, tanto promuovono tutti.

    Questo è quello che passa.

    Vi prego, scrivete anche voi a questa gente, perchè non è giusto.

    Ecco i link. Ditemi cosa ne pensate.

    Quanto è facile la laurea online - Video - RepubblicaTv - la Repubblica.it

    Esami facili, prof fantasma com'è facile la laurea online - Repubblica.it
    Ultima modifica di Patrizia67 : 03-04-2010 alle ore 00.38.47

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Arte1misia
    Data registrazione
    29-06-2007
    Residenza
    Trieste
    Messaggi
    7,818

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Volevo appunto postare l'articolo1
    Si ci sono stereotipi su sterotipi
    che giornalismo da bar
    Nicoletta
    Odio essere bipolare. È fantastico!
    via largofactotum su tumblr

    su anobii http://www.anobii.com/nicoletta/books

    La forza non viene dal vigore fisico. Viene da una volontà indomabile.
    M. Gandhi
    Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.
    M. K. Gandhi



    >>>>>la mia playlist<<<<<

  3. #3
    Partecipante Esperto L'avatar di r.chavo74
    Data registrazione
    03-02-2009
    Messaggi
    318

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Pseudogiornalismo da osteria. È uno schifo

  4. #4
    Neofita L'avatar di sabrina b.w
    Data registrazione
    28-01-2010
    Messaggi
    6
    Blog Entries
    2

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Patrizia67 condivido pienamente la tua amarezza............
    Non trovo parole migliori per esprimere il mio sdegno dinanzi a tanta pochezza!!
    «E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.» A. Einstein

  5. #5
    Partecipante L'avatar di Anestesia
    Data registrazione
    03-03-2009
    Residenza
    Ovunqueedanessunaparte
    Messaggi
    47

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Condivido assolutamente la tua opinione e rimango della mia idea su come alcuni (certamente laureati negli atenei classici) svolgano la propria attività giornalistica.
    La mancanza di professionalità dovrebbe essere sanzionata anche in questi casi...
    Anestesia


    "Il vero sapiente è colui che sa di non sapere"- Socrate




  6. #6
    Partecipante Assiduo L'avatar di dadanettuno
    Data registrazione
    20-12-2006
    Residenza
    roma
    Messaggi
    113

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    NO COMMENT!

    ed ho detto tutto!

    di recente ho letto un articolo su FB inerente alla professione degli psicologi del lavoro... sparava a zero sulla categoria stereotipizzando... generalizzando... e dietro tutti i commenti "pro"... ciò mi ha fatto veramente irritare...

    ecco tanto per fare un esempio di come sia facile aprire bocca e parlare... prendere in mano la penna e scrivere!!!
    avevo già letto l'articolo
    DaDa

  7. #7
    Johnny
    Ospite non registrato

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    non ho letto tutto l'articolo, ma non sarebbe più proficuo mandare una mail all'Ordine dei giornalisti facendolo presente, in modo che abbiano una tirata d'orecchi ufficiale? (altrimenti non cambierà niente)
    Ultima modifica di Johnny : 25-04-2010 alle ore 10.01.52

  8. #8
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    26-04-2007
    Messaggi
    85

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    la legge prevede in italia le università telematiche, quindi non c'è nulla da discutere, dicessero quel che vogliono! io personalmente frequento la marconi di roma e posso testimoniare che non noto nessuna differenza con l'ateneo statale che frequentavo in precedenza: stesso rigore, stessa didattica! se per tutti gli scandali che hanno colpito le statali si arrivava fino in fondo, a quest'ora non ce ne sarebbe neanche una w ragazzi e buono studio a tutti, statali e non statali

  9. #9

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    permettemi di fare un pò il bastian contrario..ma io studio e lavoro ed onestamente senza alcuna convenzione...anche se il mio ateneo ne offre di diverse...nn so voi...ma le differenze ci sono...io non voglio sparare sulle e-università...ma posso assicurare che quelle in cui sono stato con la legge moratti hanno fatto davvero man bassa di iscritti...e soprattutto...hanno (per me) distrutto il vero senso della laurea.

  10. #10
    Partecipante Esperto L'avatar di Patrizia67
    Data registrazione
    14-03-2009
    Messaggi
    395

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Citazione Originalmente inviato da lamerino Visualizza messaggio
    permettemi di fare un pò il bastian contrario..ma io studio e lavoro ed onestamente senza alcuna convenzione...anche se il mio ateneo ne offre di diverse...nn so voi...ma le differenze ci sono...io non voglio sparare sulle e-università...ma posso assicurare che quelle in cui sono stato con la legge moratti hanno fatto davvero man bassa di iscritti...e soprattutto...hanno (per me) distrutto il vero senso della laurea.
    Temo che tu abbia frainteso il senso del post.

    In ogni caso ti assicuro che anche io (Uninettuno) studio e lavoro onestamente e non mi regala nulla nessuno e il mio senso della laurea è personale e quindi nessuno me lo distrugge.

    Io ho scritto questo post perchè quei giornalisti hanno volutamente orientato l'articolo (falsandolo), per dimostrare ed alimentare uno stereotipo sulle Università on line. Tutte, senza distinzioni.

    Non si può fare di tutta l'erba un fascio. In passato ci sono state scuole (SOPRATTUTTO ATENEI CLASSICI) che regalavano lauree dietro pagamento o addirittura dietro prestazioni sessuali. E qui non possono esserci smentite, perchè le lauree pagate ci sono state in particolare negli atenei classici (anche per statistica; sono di più).

    Questo non vuol dire che le università fanno tutte schifo. Ma le università on-line sono relativamente nuove. C'è diffidenza e quello che non si conosce ci fa paura e spesso lo denigriamo (solo perchè non lo conosciamo). Questo lo sanno tutti.

    Il metodo didattico on-line ha dato risultati sorpendenti per efficienza di insegnamento.

    La possibilità di ascoltare quando e come e quante volte vuoi una lezione universitaria, di avere chat e forum di discussione con insegnanti e altri sudenti, di fare molti esercizi di riepilogo prima dell'esame, ti pone in una condizione favorevole.

    In molti atenei classici è già tanto se riesci a sentire la voce del professore una sola volta. E non è detto che tu sia seduto per poter prendere appunti (non parlo solo di psicologia). Per non parlare dell'impossibilità di contattarli se hai dei dubbi, cosa che negli atenei online avviene quasi sempre.

    Io non parlavo della convalida delle esperienze lavorative e degli esoneri relativi. Quella la fanno tutti gli atenei, a certe condizioni. Sappiamo tutti che in passato qualcuno ha esagerato (uni online e non), ma non per questo si deve infangare altre università serie o addirittura il metodo di insegnamento on-line.

    P.S.: Neanche io ho nessuna convenzione.
    Ultima modifica di Patrizia67 : 14-05-2010 alle ore 01.09.28

  11. #11
    Partecipante Esperto L'avatar di r.chavo74
    Data registrazione
    03-02-2009
    Messaggi
    318

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Citazione Originalmente inviato da lamerino Visualizza messaggio
    permettemi di fare un pò il bastian contrario..ma io studio e lavoro ed onestamente senza alcuna convenzione...anche se il mio ateneo ne offre di diverse...nn so voi...ma le differenze ci sono...io non voglio sparare sulle e-università...ma posso assicurare che quelle in cui sono stato con la legge moratti hanno fatto davvero man bassa di iscritti...e soprattutto...hanno (per me) distrutto il vero senso della laurea.


    Qual’é il vero senso della laurea?

    Io studio, (leggendo del materiale fornito, dai libri, comunico con i colleghi di studi e con i prof per un confronto, domande, partecipo regolarmente a degli seminari, giornate full imertion, scrivo le tesine richieste, svolgo regolarmente lo stage richiesto e faccio gli esami universitari in sede di fronte ad almeno due prof.). Cosa dovrei fare ancora (che nelle uni classiche fanno) per essere considerato un “vero studente”?

    Quale aspetto conferisce alla laurea “il vero senso”.

    P.S. anch’io lavoro e studio senza alcuna convenzione. Il fatto che studio in una uni telematica “toglie” il vero senso della laurea? Sminuisce la qualità della mia formazione?

    Io davvero non vedo il problema se non nella nostra mentalità retrograda e nella inspiegabile difficoltà di accettare strumenti nuovi e innovativi per apprendere, formarsi con esito educativo uguale a quello tradizionale (se non superiore secondo alcune ricerche)…ma continuo a sperare che ciò avvenga presto….

  12. #12
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    26-04-2007
    Messaggi
    85

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    molte volte si giudicano le telematiche in base alla quantità di slide che ciascun corso mette a disposizione, a volte poco. ma non dimentichiamoci che i libri sono obbligatori, quindi la didattica adottata dalle telematiche è la stessa delle statali (slide sintetizzate dal prof e libri). ma la giustificazioni non servono a molto perchè come sappiamo i pregiudizi vanno avanti

  13. #13
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    12-11-2008
    Messaggi
    204

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Purtroppo molti pensano che avere un'aula fisica essere fisicamente presenti ad una lezione universitaria (o potenzialmente presenti) corrisponda a una qualità didattica superiore.
    Sono convinta che imparerò molto di più il prox anno iscrivendomi alla magistrale in Psicologia della Marconi piuttosto che all'università statale classica che sto concludendo (4 anno) senza frequentare ma leggendo solamente i libri.

  14. #14
    Partecipante Super Esperto L'avatar di chiaravarri
    Data registrazione
    26-10-2008
    Residenza
    Torino
    Messaggi
    640

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Citazione Originalmente inviato da Patrizia67 Visualizza messaggio
    P.S.: Neanche io ho nessuna convenzione.
    Scusate non ho capito cosa intendete con "convenzione"....
    "Ma io non sono un folle e non sono mai stato ragionevole come ora, semplicemente mi sono sentito all'improvviso un bisogno di impossibile. Le cose cosi' come sono non mi sembrano soddisfacenti...siate realisti domandate l'impossibile."
    Camus

  15. #15
    Partecipante Esperto L'avatar di Patrizia67
    Data registrazione
    14-03-2009
    Messaggi
    395

    Riferimento: Repubblica.it sulle uni online: VERGOGNA!

    Citazione Originalmente inviato da chiaravarri Visualizza messaggio
    Scusate non ho capito cosa intendete con "convenzione"....
    Il ministero dell'Interno e molti ministeri o enti pubblici hanno convenzioni con alcune università, sia telematiche e che atenei classici. In base a queste convenzioni, alcuni studenti lavoratori hanno ottenuto uno sconto di esami (in passato molto più che adesso).

    In poche parole se avevi lavorato per anni in una certa divisione o area aziendale, ti venivano riconosciuti dei crediti non in base ad attestati, corsi, o certificazioni, ma all'attività lavorativa.

    Ad es. a me hanno riconosciuto l'esame di basi di informatica perchè ho presentato le certificazioni della Check Point (sui firewall), della SUN (sul sistema operativo solaris, sulla programmazione in shell e sui cluster), di Oracle (come dba e query sql developer) e di IBM (sugli application server).

    Per ognuno di questi corsi ho sostenuto degli esami, per avere la certificazione (ne ho molte altre di certificazioni, ma queste sono bastate).

    Senza sti fogli che certificano che ho superato questi esami, l'esame di informatica lo davo lo stesso, anche se lavoro da più di 15 anni in una grossa società informatica privata.

    La convenzione invece permette agli studenti degli enti pubblici di avere dei riconoscimenti crediti anche se non hanno sostenuto nessun esame; solo per il fatto che lavorano da tot anni in un ente pubblico.

    C'è gente che è passata direttamente al secondo anno in facoltà come economia o altre, solo perchè lavorara negli acquisti.

    In poche parole si tratta di un accordo fra un ente pubblico (che io sappia con i privati non ce ne sono) e l'università perchè fa comodo all'università avere più iscritti e all'ente dimostrare di avere gente qualificata.

Pagina 1 di 5 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy