• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 52
  1. #1
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Ecco qua la nuova storia... semplice semplice, come ho scritto altrove, giusto per rilassarci un po'
    Prego tutti di leggere queste considerazioni prima di cominciare con la storia e l'attività investigatizia
    - è un racconto senza troppe pretese, stilisticamente e... anche a livello di complicatezza giudicherete voi comunque
    - domani sera risponderò alle vostre domande, domande che potete comunque postare nell'attesa che mi colleghi al forum;
    - ricordo le regole: domande chiare, complete, a cui si debba rispondere solo sì/no;
    - se qualcuno o qualcuna di voi dovesse capire fin da subito tutto quanto (cioè si accorgesse di aver risolto il "mistero" perchè ha trovato una soluzione valida, perchè quadra tutto, perchè ha un sesto senso ecc. ecc. ) è pregato/a di inviarmi la soluzione tramite MP per non guastare il gioco agli altri...
    Detto tutto questo... buona lettura e buona risoluzione di mistero
    Au revoir... a domani





    LA VALLE DELL'INFERNO



    Da una buona mezz'ora l'uomo stava descrivendo il luogo che Marco avrebbe visitato a breve. Colpa della sua malaugurata domanda, o forse solo della sfortuna di aver incontrato un tizio, magari l'unico là attorno, che non riuscisse a tenere a freno le parole, e più parlava più aveva voglia di parlare.
    Marco lo interruppe domandandogli se la valle, la famosa valle del luogo, fosse pericolosa. L'uomo scosse ripetutamente la testa.
    Marco ebbe quasi un senso di vertigine: per la prima volta da mezz'ora percepì un silenzio assoluto.
    Ne approfittò subito. Con la massima gentilezza ringraziò l'uomo per la cortesia e per le informazioni che gli aveva fornito e continuò per la sua strada. Si guardò attorno pieno di stupore e interesse.
    L'uomo, intanto, lo fissava perplesso.

    Marco camminò per un buon centinaio di metri, prese fiato, continuò per qualche altro minuto, poi, arrivato sulla cima di una rupe, appoggiò il piede su un grosso masso e, come in estasi, guardò nell'infinito del panorama che gli si stagliava davanti.
    Eccola, la Valle dell'Inferno. Misteriosa e affascinante nel suo diabolico splendore.
    Il luogo consisteva in una serie di rupi che cadevano tutte a strapiombo, ripidissime, su una lingua di terra che un tempo era stata il letto di un fiume. Il suo nome derivava dal colore delle rocce: un rosso vivo, fiammante, che ora risplendeva nelle ultime ore del tramonto e rendeva quel luogo come impregnato di sangue.
    Da mozzare il fiato.
    Marco lanciò una breve occhiata all'intero panorama, come a volerlo abbracciare in una volta, poi dedicò particolare attenzione alla rupe che stava sotto di lui e alla lingua di terra che pareva distante un'eternità.
    “Voglio tentare la discesa” pensò “dopotutto non è pericoloso... e poi, quando mi capita un'occasione del genere? Potrei pentirmene per sempre, dopo.”
    Si guardò intorno, come guardingo, poi arrivò sul bordo della rupe.
    Guardò di sotto.
    La distanza gli sembrava ancora più grande.
    “Cominciamo... bisogna pur cominciare da qualche parte...”
    Mise il piede oltre il bordo, tremò, esitò, provò di nuovo.
    “Forse è meglio iniziare da quel punto.”
    Riprovò, tentò ancora, ma di nuovo esitò, una paura invisibile si impossessò di lui.
    “Ora basta. Provo da qui. Questo sembra il punto migliore. Da qui dovrebbe essere più facile.”
    Così era, in effetti. La discesa poté cominciare, lenta, tesa, guardinga; ma inesorabile.
    Marco non era in sé dalla gioia. Ad ogni passo era invaso da un tumulto di emozioni sempre crescente. Tanta era la meraviglia, la felicità, il senso di onnipotenza. Di certo non l'avrebbe dimenticato per il resto della vita.
    Ma c'era dell'altro... un brivido tenue, sottile... il pensiero folle che sarebbe andato incontro alla morte, che da lì non sarebbe mai uscito vivo... che era meglio arrendersi, tornare indietro, fuggire via...

    vattene da qui

    percepì distintamente questo pensiero, anche se non sapeva da dove provenisse, se da lui, da dentro il suo cuore oppure da qualcun altro, qualcos'altro, fuori di lui. Ma no, non poteva essere. C'era solo lui, lì, il luogo era assolutamente deserto. Solo lui e metri e metri di rocce rossastre.
    Rosso sangue...
    Forse fu la sua incapacità a tradirlo, forse la sua disattenzione, dovuta al troppo pensare... fatto sta che a un certo punto mancò il punto in cui avrebbe dovuto poggiare il piede, perse l'equilibrio e cadde, sbattendo con forza contro le rocce.
    L'ultima cosa che ricordò fu la rupe che s'innalzava a velocità vorticosa sopra di lui.

    I medici non avevano mai visto nulla di simile. Una caduta del genere e il giovanotto aveva riportato solo qualche escoriazione, un paio di fratture e un brutto taglio alla testa. Non era cosciente, ma era vivo. Era assai probabile che si sarebbe risvegliato qualche ora dopo: forse senza ricordare niente, ma perlomeno non dentro una tomba. E questa era una gran cosa.
    Mentre Marco veniva portato via dai medici, sulla rupe comparve l'uomo con cui aveva parlato qualche ora prima. Guardava il corpo del giovanotto come perplesso. Poi lanciò un'occhiata verso la striscia di terra sottostante, e un piccolo brivido gli attraversò il corpo.
    Fu l'ultimo della compagnia ad andarsene.
    In quel momento, la valle risplendeva di un rosso cupo, crudele, diabolico, come a testimoniare la sua eterna vittoria sugli uomini.




    A voi...
    Alla fine, più che di mistero si tratta di un giallo-quiz...
    Ultima modifica di michael sniper : 30-03-2010 alle ore 00.33.50
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di Antinomica
    Data registrazione
    22-03-2008
    Residenza
    al mare
    Messaggi
    9,035

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Marco sta sognando?
    E' in coma?
    Sta giocando alla playstation?
    Ha fatto una scommessa?
    Vuole uccidersi?
    La valle è qualcosa di metaforico?
    O è un luogo fisico?
    Ultima modifica di Antinomica : 30-03-2010 alle ore 00.47.24
    C'era una stella che danzava e sotto quella sono nata (W. Shakespeare)



  3. #3
    Postatore Epico L'avatar di doctor2009
    Data registrazione
    13-11-2008
    Residenza
    Provincia di Roma
    Messaggi
    6,395

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Carissimo Michael, come al solito complimenti per il tuo stile, anche se i tuoi gialli mi spiazzano sempre, perchè hai un approccio al genere molto diverso dal mio...
    Allora: oltre alle giustissime domande di Antinomica, le cui risposte saranno basilari per decidere il proseguo dell'inchiesta, provo a farne qualcun'altra...
    - Se si tratta di un luogo e un fatto reale, è stato l'uomo a trarre in salvo Marco?
    - L'uomo ha qualche ruolo particolare, fa un lavoro specifico?
    - In sostanza visto che, altrimenti, di per sè potrebbe trattarsi di un normale racconto di una disgrazia durante un'escursione, gli elementi "misteriosi" caratterizzanti di cui dobbiamo tenere conto quali sono? Ovverosia: il mistero che dobbiamo svelare, qual è?
    - Chi è Marco è importante? Cioè: può essere un tizio qualunque o la sua natura, il suo lavoro, la sua essenza umana ( o meno... ) hanno un ruolo fondamentale nella storia?
    - Il luogo che hai descritto gioca anch'esso un ruolo fondamentale o potrebbe essere un qualunque canyon in qualunque parte del mondo?
    - In seguito alla caduta, Marco non si fa quasi nulla per caso, per fortuna o per un motivo importante che dobbiamo scoprire ( è questo il mistero? ).

    Naturalmente tutte queste domande non hanno senso e puoi evitare di rispondere qualora si tratti di un videogame o di un sogno.....
    -



    PRESIDENTE DEL CLUB DEL GIALLO!

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di laskizoide
    Data registrazione
    28-03-2005
    Residenza
    con i piedi per terra e la testa fra le nuvole
    Messaggi
    9,531

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    buongiorno... per evitare di ripetere le domande mi sono letta quelle di antinomica e doc e non posso che associarmi

    aggiungoqualche domanda anche io:
    Marco andava nella valle per un motivo particolare? semplicemente per "turismo"? aveva appuntamento con qualcuno?
    Cade davvero per caso? o c'entra qualcun altro con la caduta?
    è l'uomo con cui aveva parlato prima a chiamare i soccorsi?
    l'uomo era presente nella valle durante la caduta di Marco?
    o c'era qualcun altro nella valle durante la caduta di Marco?
    precedentemente c'era stato qualche altro episodio simile nella valle?

  5. #5
    Riccioli di Cioccolato L'avatar di nadirinha
    Data registrazione
    12-09-2008
    Residenza
    qui e ora
    Messaggi
    12,412
    Blog Entries
    22

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    I miei compari hanno già fatto le domande che avrei voluto porre quindi aspetto che tu risponda a queste prima!

    Cmq complimenti Michy!
    il tuo stile mi ricorda per certi versi Edgar Allan Poe!

  6. #6
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Ecchime per le risposte... in anticipo sui tempi

    Citazione Originalmente inviato da Antinomica Visualizza messaggio
    Marco sta sognando?
    E' in coma?
    Sta giocando alla playstation?
    Ha fatto una scommessa?
    Vuole uccidersi?
    La valle è qualcosa di metaforico?
    O è un luogo fisico?
    No, no, è tutto reale
    Diciamo che dopo la caduta viene ricoverato in ospedale... e come ho scritto c'è un'alta probabilità che si riprenda ma l'esperienza che ho raccontato in precedenza è vera
    No.
    Nessuna scommessa.
    No.
    No, la valle è vera.
    E' un luogo fisico.
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  7. #7
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Citazione Originalmente inviato da doctor2009 Visualizza messaggio
    Carissimo Michael, come al solito complimenti per il tuo stile, anche se i tuoi gialli mi spiazzano sempre, perchè hai un approccio al genere molto diverso dal mio...
    Vedi, io sono sempre stato un fan di quelle storie-enigma in cui c'è una situazione strana che poi, una volta svelati i retroscena, tanto strana non è...
    Così cerco molto umilmente di imitarli... chissà che non ci sia riuscito o ci possa riuscire
    Lode a voi creativi
    E poi, cerco di essere, per quanto posso, un pò originale, altrimenti che ci starei a fare?


    Citazione Originalmente inviato da doctor2009 Visualizza messaggio
    Allora: oltre alle giustissime domande di Antinomica, le cui risposte saranno basilari per decidere il proseguo dell'inchiesta, provo a farne qualcun'altra...
    - Se si tratta di un luogo e un fatto reale, è stato l'uomo a trarre in salvo Marco?
    - L'uomo ha qualche ruolo particolare, fa un lavoro specifico?
    - In sostanza visto che, altrimenti, di per sè potrebbe trattarsi di un normale racconto di una disgrazia durante un'escursione, gli elementi "misteriosi" caratterizzanti di cui dobbiamo tenere conto quali sono? Ovverosia: il mistero che dobbiamo svelare, qual è?
    - Chi è Marco è importante? Cioè: può essere un tizio qualunque o la sua natura, il suo lavoro, la sua essenza umana ( o meno... ) hanno un ruolo fondamentale nella storia?
    - Il luogo che hai descritto gioca anch'esso un ruolo fondamentale o potrebbe essere un qualunque canyon in qualunque parte del mondo?
    - In seguito alla caduta, Marco non si fa quasi nulla per caso, per fortuna o per un motivo importante che dobbiamo scoprire ( è questo il mistero? ).

    Naturalmente tutte queste domande non hanno senso e puoi evitare di rispondere qualora si tratti di un videogame o di un sogno.....
    No, comunque non è importante.
    "Ruolo particolare" in che senso? Così posso capire ed evitare equivoci
    Beh, la contraddizione tra l'inizio e la fine: c'è qualcosa che rompe diciamo l'equilibrio tra la parte iniziale e la finale... non so se mi spiego...
    Marco può essere uno qualunque, purchè ovviamente desideroso, com'è il protagonista, di vedere e attraversare quei luoghi come minimo deve avere un minimo di dimestichezza con le pareti, altrimenti col cavolo che avrebbe scelto di scendere fino alla "striscia di terra"
    Ottima domanda... il luogo, per come ho pensato io la storia, può essere in certe parti del mondo... che hanno due caratteristiche: ovviamente la presenza della valle... e poi un'altra caratteristica, che qui non posso enunciare, sennò diventerebbe tutto troppo facile Ma non è una caratteristica geografica, non pensate a chissà quali cose...
    Tra l'altro, mi sa che proprio a Roma esista una valle chiamata la "Valle dell'inferno", o mi sbaglio?
    Non è importante il motivo per cui Marco non si fa male... lo lascio all... atmosfera vagamente soprannaturale del luogo


    Citazione Originalmente inviato da laskizoide Visualizza messaggio
    buongiorno... per evitare di ripetere le domande mi sono letta quelle di antinomica e doc e non posso che associarmi

    aggiungoqualche domanda anche io:
    Marco andava nella valle per un motivo particolare? semplicemente per "turismo"? aveva appuntamento con qualcuno?
    Cade davvero per caso? o c'entra qualcun altro con la caduta?
    è l'uomo con cui aveva parlato prima a chiamare i soccorsi?
    l'uomo era presente nella valle durante la caduta di Marco?
    o c'era qualcun altro nella valle durante la caduta di Marco?
    precedentemente c'era stato qualche altro episodio simile nella valle?
    Marco è un turista e particolarmente affascinato da questi luoghi.
    Non aveva appuntamento con nessuno - il luogo è deserto
    Come ho detto, non c'è nessuno con lui... cade per vari motivi (difficoltà dell'impresa, disattenzione ecc.)
    No, comunque non è importante... come non è importante chi ha chiamato i soccorsi...
    Non era presente.
    No.
    Diciamo che la valle ha una brutta fama... ma gli episodi precedenti non sono importanti.

    Citazione Originalmente inviato da nadir81@ Visualizza messaggio
    I miei compari hanno già fatto le domande che avrei voluto porre quindi aspetto che tu risponda a queste prima!

    Cmq complimenti Michy!
    il tuo stile mi ricorda per certi versi Edgar Allan Poe!
    Troppo buona
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  8. #8
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Data l'impostazione vagamente da quiz della storia, si potrebbe riassumere anche così:
    un uomo chiede a un altro se un luogo sia pericoloso. L'altro scuote la testa. Il primo va nel suddetto luogo e per poco non rischia la vita. Perchè?
    Ma ovviamente, la storia non esisterebbe se formulata così

    Torno tra un'oretta... intanto continuate a postare i vostri quesiti
    Lo so che il mistero qui è un pò... evanescente... ma d'altronde volevo sollecitare la vostra fantasia in un'ambientazione e in una storia per così dire lontani dai soliti canoni...
    Dalla prossima volta si tornerà al concreto, ve lo prometto
    Ultima modifica di michael sniper : 30-03-2010 alle ore 14.09.44
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  9. #9
    Postatore Epico L'avatar di laskizoide
    Data registrazione
    28-03-2005
    Residenza
    con i piedi per terra e la testa fra le nuvole
    Messaggi
    9,531

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    ma l'uomo quando scuote la testa intende dire che non è pericoloso o la scuote per altri motivi?

    l'uomo non ha mai visto Marco in precedenza?

    l'uomo potrebbe avere qualche motivo per desiderare che Marco abbia un incidente?

  10. #10
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Citazione Originalmente inviato da laskizoide Visualizza messaggio
    ma l'uomo quando scuote la testa intende dire che non è pericoloso o la scuote per altri motivi?

    l'uomo non ha mai visto Marco in precedenza?

    l'uomo potrebbe avere qualche motivo per desiderare che Marco abbia un incidente?
    Altri motivi
    Mai visto prima.
    Nessun motivo... erano questi gli elementi per caratterizzare la storia in maniera particolare
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  11. #11
    Postatore Epico L'avatar di laskizoide
    Data registrazione
    28-03-2005
    Residenza
    con i piedi per terra e la testa fra le nuvole
    Messaggi
    9,531

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    ma quindi dobbiamo capire perchè l'uomo scuote la testa?

  12. #12
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Citazione Originalmente inviato da laskizoide Visualizza messaggio
    ma quindi dobbiamo capire perchè l'uomo scuote la testa?
    Diciamo che la storia si regge su quel particolare...
    Ormai ho detto tutto
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

  13. #13
    Postatore Epico L'avatar di laskizoide
    Data registrazione
    28-03-2005
    Residenza
    con i piedi per terra e la testa fra le nuvole
    Messaggi
    9,531

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    l'uomo scuote la testa perchè è stato interrotto da Marco?

  14. #14
    Postatore Epico L'avatar di laskizoide
    Data registrazione
    28-03-2005
    Residenza
    con i piedi per terra e la testa fra le nuvole
    Messaggi
    9,531

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    o forse perchè era ovvio che il luogo fosse pericoloso?

  15. #15
    Postatore Epico L'avatar di michael sniper
    Data registrazione
    08-05-2008
    Residenza
    Selargius
    Messaggi
    8,608

    Riferimento: Racconto-stuzzichino: "La valle dell'inferno" (inedito)

    Citazione Originalmente inviato da laskizoide Visualizza messaggio
    l'uomo scuote la testa perchè è stato interrotto da Marco?
    No.

    Citazione Originalmente inviato da laskizoide Visualizza messaggio
    o forse perchè era ovvio che il luogo fosse pericoloso?
    No, neanche.
    Mi spiace che si debba passare su questi lidi... ma per come l'ho pensata io, è così che si svolge la storia...
    Se qualcuno/a conosce donne in gravidanza, dal sesto mese compreso in poi, della provincia di Cagliari, è gentilmente pregato/a e invitato/a a contattarmi tramite messaggio privato. Grazie mille a tutti

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo

Privacy Policy