• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante Assiduo L'avatar di poldina82
    Data registrazione
    26-01-2007
    Residenza
    Roma
    Messaggi
    135

    difficoltà di apprendimento

    Ciao ragazze, ho una bambina di 7 anni che frequenta la prima elementare ma ancora ha difficoltà a leggere e scrivere (riconosce le lettere solo in stampatello e legge solo le sillabe, anche con qualche difficoltà). dalla valutazione è emerso che le mancano proprio i prerequisiti della lettura.
    Volevo sapere se potevate consigliarmi qualche attività da afer con lei che oltre a questa difficoltà presenta anche dei problemi a livello comportamentale (quando non vuole fare qualcosa rimane immobile e in silenzio anche per mezz'ora). se avete qualche consiglio da adrmi vi ringrzio fin da adesso.
    Polda82

  2. #2
    Partecipante Assiduo L'avatar di crazy'njoy
    Data registrazione
    09-01-2007
    Residenza
    roma
    Messaggi
    216

    Riferimento: difficoltà di apprendimento

    Ciao,
    per sviluppare i prerequisiti ci sono molti giochi, sia a corpo libero, per l'orientamento spaziale, la coordinazione, la motricità fine... sia dei programmini con il computer, della Erickson e della Anastasis. A volte si consigliano degli sport specifici.
    Il fatto che abbiano individuato la causa sia della manifestazione comportamentale di evitamento, rifiuto del compito, sia il problema specifico alla base del disturbo dell'apprendimento (sviluppo dei prerequisiti) depone a favore di una prognosi positiva del problema, purche si faccia qualcosa al più presto. pur apprezzando quella che presumo sia una buona capacità di osservazione da parte degli insegnanti, bisognerebbe andare più a fondo, valutare se evntualmente non ci siano anche dei problemi riconducibili al processo di apprendimento della lettoscrittura. quindi andrebbero osservati il livello di sviluppo dei suddetti prerequisiti, uno per uno, per capire quali sono quelli deficitari, e in quanto bisogna adeguare i compiti alle capacita della bambina ed aumentare gradualmente la difficoltà.
    infine si possono fare anche delle raccomandazioni a casa e a scuola per lavorare sulla motivazione all'aprendimento e sulla gratificazione nello studio, ma il discorso si farebbe ancora più lungo. se vuoi in seguito ti dico. ora purtroppo vado di corsa... sono qui per caso.
    se vuoi scrivimi a marcavalieri@tiscali.it, ne riparliamo con calma.
    ora purtroppo non sono a studio e non so darti i nomi dei software, mi piacerebbe continuare il discorso, anche per capire meglio. questo è i mio ambito, ho anche fatto dei corsi per insegnanti, per questo sono così prolisso
    magari intanto puoi fare un giro sui siti, però per scegliere bene bisogna capire bene. in bocca al lupo.
    ciao

  3. #3
    Partecipante Affezionato L'avatar di inesistente
    Data registrazione
    28-04-2009
    Residenza
    Sicilia ( prevalentemente)
    Messaggi
    61

    Riferimento: difficoltà di apprendimento

    Salve Poldina 82.
    Ti consiglio di far usare a casa per 5 gg. a settimana pe 3 mesi, con 15 minuti al giorno il cd: "Memoria Visiva".
    Ho ottime sperimentazioni e risultati anche clinici con queste linee.
    Segui anche queste indicazioni e dimmi come andrà fra tre mesi.

    Nel sito: http://www.neuropsicologia.nelsito.i...RIALE-p12.html
    Trovi:
    Indica la lettera (per ortografia, livello fonologico) utilissimo a questo livello

    A livello individuale ti consiglio "Giocare con le parole" erikson



    Saluti
    Gianluca Lo Presti
    Servizio di Neuropsicologia e Psicopatologia dell'Apprendimento, Catania e Messina

    _______________________________________

    "Nel pieno delle difficoltà risiede l'occasione favorevole" A. Einstein

    "Rem tene, verba sequentur"
    Possiedi i contenuti, le parole seguiranno" M. Catone

  4. #4

    Riferimento: difficoltà di apprendimento

    E' passato molto tempo dalla domanda, ma scrivo la mia opinione: in una situazione come è stata descritta io farei una valutazione psicologica ampia, che comprenda gli aspetti intellettivi ed anche quelli emotivi e più squisitamente 'psicologici', per inquadrare e comprendere la bambina nella sua globalità.
    Magari è già stato fatto, e quindi come non detto; nella mia esperienza però a volte ho visto trascurare gli aspetti psicologici ed affettivi a favore di quelli strettamente cognitivi, sui quali certamente è più facile ''lavorare'', per i genitori e per gli insegnanti, trascurando però un 'pezzo' di bambina che continuerà a sentirsi inascoltata...
    in ogni caso auguri!

Privacy Policy