• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 14 di 14

Discussione: Ansia da prova costume

  1. #1

    Ansia da prova costume

    Da alcuni giorni è iniziata la primavera e fra qualche tempo torneranno puntuali su riviste, siti web dedicati alla bellezza, i “soliti” consigli su come ritrovare la forma in tempo per le vacanze estive


    In questo periodo aumenta il business delle palestre e dei centri benessere, così come cresce la vendita di tutti quei prodotti “miracolosi” (o presunti tali): brucia grassi, drenanti, disintossicanti, purificanti…

    Sicuramente c’è chi coglie l’occasione della bella stagione per riportare sulla propria tavola cibi più leggeri e lasciarsi alle spalle la pigrizia invernale per dedicarsi all’attività fisica, magari all’aperto, ma c’è chi vive come un’ossessione la fatidica prova costume e da questa fase dell’anno inizia a mortificare il proprio corpo con diete scriteriate, esercizio fisico eccessivo ecc.


    Potrebbe essere il caso di fare una corretta informazione sugli effetti dannosi di questi squilibri alimentari?


    Chi se la sente di condividere la propria esperienza con il bisogno (impellente)di migliorare la propria immagine per mostrarsi in spiaggia senza troppi complessi?



    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  2. #2
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Cara Pamela se fosse per me, mi taglierei una gran bella fetta di pancia x diventare subito piatta come una tavola da surf! Scherzavo ovviamente! Ho una pancetta notevole e da un pò di anni a questa parte ci convivo. Dico così xkè ho fatto anke una dieta e sono stata seguita da un ottimo dietologo, ho perso 8 kg ma insieme alla pancetta se ne stavano andando via anke fianchi, seno e glutei... Ne valeva la pena? No vi dico io, preferisco avere 2/3" kiletti in più e tutti sulla pancia ke perdere le mie caratteristiche femminili x apparire più bella in costume, ma chi se ne frega! A tutti quelli ke mi conoscono piaccio così e consiglio a tutti di provare a piacersi un pò di più. Bacioni!
    Ultima modifica di scorpiona : 24-03-2010 alle ore 21.21.26
    “Ti criticheranno sempre,
    parleranno male di te
    e sarà difficile che
    incontri qualcuno
    al quale tu possa andare
    bene come sei.
    Quindi vivi come credi,
    fai quello che ti dice il cuore
    la vita è come un’opera di teatro
    che non ha prove iniziali.
    Canta, ridi, balla, ama
    e vivi intensamente ogni
    momento della tua vita
    prima che cali il sipario
    e l’opera finisca senza applausi. ”

  3. #3

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Cara scorpiona,
    quale migior consiglio potevi dare per chi, a differenza di te, vive come un'ossessione quei chiletti di troppo!!

    Purtroppo capita molto spesso che l'accettazione per se stessi passi per l'accettazione della propria immagine corporea. Un'accettazione, però, che sembra possibile solo se si riesce ad approssimarsi il più possibile all'immagine ideale che ci si porta dentro.

    Come se il corpo fosse vissuto solo come l'immagine di se stessi, il biglietto da visita con cui ci si presenta agli altri.

    Ma il nostro corpo è qualcosa di più?



    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  4. #4
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Mah... Forse oserei dire è qualcosa di meno, solo materia! E l'anima quella che dovremmo curare di più, ne convenite? Certo è ke seppur erroneamente noi mortali gli diamo moolta importanza. Che diamine però! Ma ci condiziona davvero così tanto il giudizio degli altri? Perchè?!
    “Ti criticheranno sempre,
    parleranno male di te
    e sarà difficile che
    incontri qualcuno
    al quale tu possa andare
    bene come sei.
    Quindi vivi come credi,
    fai quello che ti dice il cuore
    la vita è come un’opera di teatro
    che non ha prove iniziali.
    Canta, ridi, balla, ama
    e vivi intensamente ogni
    momento della tua vita
    prima che cali il sipario
    e l’opera finisca senza applausi. ”

  5. #5
    Partecipante Affezionato L'avatar di scorpiona
    Data registrazione
    10-07-2007
    Residenza
    nel catanese
    Messaggi
    103

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Mah... Forse oserei dire è qualcosa di meno, solo materia! E l'anima quella che dovremmo curare di più, ne convenite? Certo è ke seppur erroneamente noi mortali gli diamo moolta importanza. Che diamine però! Ma ci condiziona davvero così tanto il giudizio degli altri? Perchè?!
    “Ti criticheranno sempre,
    parleranno male di te
    e sarà difficile che
    incontri qualcuno
    al quale tu possa andare
    bene come sei.
    Quindi vivi come credi,
    fai quello che ti dice il cuore
    la vita è come un’opera di teatro
    che non ha prove iniziali.
    Canta, ridi, balla, ama
    e vivi intensamente ogni
    momento della tua vita
    prima che cali il sipario
    e l’opera finisca senza applausi. ”

  6. #6

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Cara scorpiona, tu dici "forse oserei dire è qualcosa di meno, solo materia!", in che senso intendi che è solo materia?

    Io credo che potremmo guardare al nostro corpo per tutto quello che può significare e per quello che ci permette di fare!

    E' scontato dire che grazie al nostro corpo viviamo!

    Attraverso il corpo facciamo esperienza del mondo grazie ai nostri sensi e tutto quello che ci proviene dall'esterno diventa poi materia di riflessione, emozioni e molto altro.

    Il corpo ci permette di occupare uno spazio nel mondo...

    Nel nostro corpo si deposita ogni aspetto della nostra identità e origine.

    E cos'altro ancora?

    Tu dici anche "perchè ci condiziona tanto il giudizio degli altri", questa è una domanda veramente densa di significato. Quali sono le persone delle quali ci interessa il giudizio? Che emozioni suscita sentire lo sguardo degli altri su di sè, cosa può veramente provocare in noi una critica altrui?


    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  7. #7
    Banned
    Data registrazione
    14-09-2009
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    1,780
    Blog Entries
    126

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Io penso che la critica mi possa colpire di più anche nel momento in cui ho un'alta opinione di me stessa, e magari non me ne rendo conto, che so, sono un po' in gara.
    Sono in gara con la mia immagine come me la rimandano gli altri.

    Se non corrisponde, se penso che possa non corrispondere, a quel punto mi vedo vulnerabile.

    Se mi vedo "bella", si fa per dire, ma di un bello svincolato dal mondo circostante, nè bello nè brutto, voglio dire, perchè è poi è tutto relativo, pregi e difetti compresi, mi presento per come sono.

    E il costume mi fa un baffo.

    Ora che sono vecchia, posso dire che mi frega poco dell'aspetto fisico, anche perchè fra donne di una certa età, ci si guarda molto meno.
    Ci curiamo, sì, perchè ci vogliamo bene, si va dal parrucchiere, in bici, in palestra,ma c'è molta più solidarietà per le reciproche pancette, e i capillari, e la cellulite..

    Ciaoooooo

  8. #8
    Partecipante L'avatar di marcoavenait
    Data registrazione
    05-01-2010
    Residenza
    torino e cuneo
    Messaggi
    57

    Riferimento: Ansia da prova costume

    concordo nel considerare il corpo la memoria materiale della nostra vita, di quello che ci è successo: all'inizio non avevamo parole, piccoli come eravamo, e senza parole i ricordi non riusciamo a verbalizzarli.. ma basta entrare in contatto con quelle parti del corpo che si sono irrigidite per quei ricordi, ecco che la sensazione riaffiora, ed il ricordo torna come un rivivere qualcosa..
    Nonostante tutta questa importanza, pur consapevoli delle poesie di vita scritte in ogni nostra cellula, lo strato adiposo non piace a nessuno. Nelle adunate degli alpini (che frequento) ci sono magliette con su scritto: "un uomo senza pancia è un cielo senza stelle", ma ammettiamolo: sempre di più anche noi uomini temiamo la prova costume!
    Perchè oltre alla memoria personale c'è quella collettiva, e la pancia è il rigonfiamento di una società insostenibile, con ritmi di crescita tumorali, irrispettosa di chi, quei chili di troppo, li sogna la notte!
    E noi, ricchi insoddisfatti, ci permettiamo di fare brutti sogni perchè abbiamo mangiato pesante...

  9. #9

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Cara Complicata quando parli del fatto di essere in gara con la tua immagine per come te la rimandano gli altri, ti riferisci al fatto che tu sai di essere in un certo modo ma gli altri non ti rispecchiano per come ti senti?

    A volte, infatti, capita che gli altri diventino specchio di quello che non credevano di essere o di mostrare di noi stessi. A questo punto potrebbe essere utilie fare una riflessione costruttiva su di sè e domandarsi con onestà e umiltà se hanno colto un aspetto di noi con cui facevamo fatica a confrontarci.

    Ma può capitare anche che l'immagine che ci rimandano gli altri non ci corrisponda perchè ci hanno guardato con la lente della superficialità e, in tali circostanze ci vuole il coraggio di continuare ad essere quello che si è, indipendentemente dal giudizio degli altri.

    Anche se non è facile.

    Sono molto d'accordo con te quando dici che bisogna prendersi cura di se stessi, a prescindere dall'età.



    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  10. #10
    Banned
    Data registrazione
    14-09-2009
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    1,780
    Blog Entries
    126

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Vero che non è facile?

    Io stessa spesso ho guardato il mondo con il cannocchiale, una volta impugnandolo da una parte, una volta dall'altra, come nei Gulliver's Travels.

    Ora, l'aspetto fisico e il costume c'entrano relativamente, ma è una metafora, quella di essere, diciamo, a nudo in mezzo alla gente, che mi riconduce al rapporto tra me e gli altri.

    Anche il corpo può essere una corazza?

  11. #11

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Cara Complicata, sono molto belle le metafore che usi: guardare il mondo con il cannocchiale, e mettersi a nudo in mezzo agli altri.

    Quest'ultima mi fa pensare al fatto di scoprirsi nelle proprie parti più delicate o vulnerabili e al timore che gli altri non sappiano rispettarle e trattarle con cura.

    Credo sia difficile trovare il coraggio di "scoprirsi" per quello che si è, senza protezioni e "corazze", appunto.

    A questo punto, mettersi in costume davanti agli altri, può sembrare una cosa naturale, ma forse non lo è così tanto.

    Tu ti domandi: può il corpo essere una corazza?

    Intendi che il corpo possa diventare una protezione per qualcosa che si vuole proteggere dal giudizio altrui?

    O la corazza sono i vestiti che usiamo per nascondere il corpo che rappresenta un aspetto essenziale e autentico di noi stessi?


    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  12. #12
    Banned
    Data registrazione
    14-09-2009
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    1,780
    Blog Entries
    126

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Guardi, le dirò, il fisico è la parte di noi che si trasforma con più facilità, secondo me.
    Nelle varie fasi della vita, per età, e anche con le nostre vicissitudini interiori, talvolta.
    Le riflette.
    Ad esempio, la fase più bella che ho vissuto con il mio corpo è senz'altro quella della gravidanza, nella quale potevo finalmente "allargarmi e distendermi" con un bel costume largo, e portare la pancina a nuotare al largo appunto, in tutta leggerezza.

    Io un bel corpo tonico,teso, magro e adattissimo al bikini, l'ho avuto in periodi in cui stavo malissimo interiormente, non mi "allargavo" più di tanto.)

    Socialmente, un coro di complimenti.

    Qualcosa doveva pur significare: a quel punto sì, chissà, poteva rappresentare una sottile, fragilissima corazza che nascondeva qualcosa agli occhi altrui.

    Chissà, è un'ipotesi.

  13. #13

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Cara complicata,

    sono d’accordo con te quando dici che il fisico si trasforma con facilità nelle varie fasi della vita e che riflette anche le vicissitudini interiori.

    Forse ogni disagio che noi crediamo essere soltanto “psicologico”, in realtà si “incarna” nel nostro corpo attraverso diversi sintomi ma anche con batticuore, respiro corto, posture, espressioni, sensazioni…

    Ci porti anche degli esempi molto significativi di come la propria immagine possa rispecchiare il proprio stato interiore: quando hai vissuto una fase bella, in gravidanza, in cui potevi “finalmente allargarti e distenderti” e quando, invece, dietro al tuo corpo “tonico, teso, magro e adattissimo al bikini” si celava un disagio forse invisibile agli occhi altrui.

    Grazie alla tua esperienza abbiamo la possibilità di riflettere sul fatto che anche il corpo, un bel corpo che può suscitare un coro di complimenti negli altri, può non essere necessariamente associato al benessere interiore.

    Sottolineo questo aspetto perché molte persone che in questo periodo si sacrificano per dimagrire, tonificare ecc. possono essere intimamente convinte che una volta raggiunto il peso forma agognato saranno OVVIAMENTE "serene e felici" e avranno un buon rapporto con se stesse e con gli altri.

    Forse l'associazione bell’aspetto e stato interiore di benessere, non è poi così scontata?


    Potrebbero queste riflessioni aiutare a farci spostare il focus sulla cura del benessere interiore come punto di partenza per poi vederlo riflettersi nel proprio aspetto?



    Pamela Serafini
    Ordine degli Psicologi del Lazio n. 14572

    Pamela Serafini

  14. #14

    Riferimento: Ansia da prova costume

    Un saluto a tutti;
    siamo arrivato al periodo in cui palestre e centri benessere fanno il pieno, èersonalmente penso che sia inutile ricorrere a diete ferree o un eccessivo esercizio fisico.
    Quante volte diete, rinunce di vario tipo e poi basta uno strappo alla regola e bisogna ricomonciare da capo?
    Penso che il vero segreto per arrivare pronti alla prova costume sia un pò di palestra ma non troppa, basta anche due volte a settimana, l'importante è essere costranti e mangiare in modo equilibrato e vario.
    Inoltre un pò di attività fisica aiuta a scaricare le tensioni e migliora la sensazione di benessere.
    Mi ha colpito molto la riflessione di complicata perchè la trovo molto concreta, quante volte capita di non stare bene interiormente ma lo si maschera agli altri?
    Penso che sentirsi bene fisicamente possa contribuire anche al benessere interiore anche se non sempre basta, non sempre si può stare bene su entrambi i piani, quello corporeo e quello interiore.

    Michele.

Privacy Policy