• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 35

Discussione: illibato a 39 anni

  1. #1
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    illibato a 39 anni

    Cosa ne pensate ? Vivere una vita senza provare una delle cose piu' naturali e belle che che si possano provare. Non per scelta ... Forse non ci sò fare o forse piu' semplicemente le varianti della vita mi hanno accostato a ragazze che da me volevano altro ( infermiere psicologo , amico , aiuti vari ..., addiritura fare ingelosire un mio amico per arrivare a lui...) . Ragazze o donne che cmq hanno accettato il cortegiamento solo per ottenere quello che cercavano e fin tanto non l'hanno ottenuto e poi mai piu' sentite... ( e cmq non ho saputo aprofitarne) Forse non è colpa mia o forse si ? Però il problema non è tanto avilirmi quanto affrontare il problema . Di certo sono un timido ed emotivo per cui le occasioni sono poche ma il risultato è sempre stato uguale....
    Credo di essere di principi buoni non fumo , nn mi drogo ho rispetto per il prossimo e sono abbastanza accondiscendente . Non sono sicuramente il bellone di turno ma sono di aspetto curato . Ho un sacco di interessi .
    Poi in giro sento di persone drogate o pluriomicide ( conclamete) che si rifanno tranquillamente una vita con nuove compagne.... Secondo voi cosa c'è che non va in me o cosa sbaglio ?
    Ultima modifica di igor6954 : 15-03-2010 alle ore 12.32.22

  2. #2
    Postatore Epico L'avatar di kyoko226
    Data registrazione
    05-10-2006
    Residenza
    cagliari
    Messaggi
    17,569

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Citazione Originalmente inviato da igor6954 Visualizza messaggio
    Cosa ne pensate ? Vivere una vita senza provare una delle cose piu' naturali e belle che che si possano provare. Non per scelta ... Forse non ci sò fare o forse piu' semplicemente le varianti della vita mi hanno accostato a ragazze che da me volevano altro ( infermiere psicologo , amico , aiuti vari ..., addiritura fare ingelosire un mio amico per arrivare a lui...) . Ragazze o donne che cmq hanno accettato il cortegiamento solo per ottenere quello che cercavano e fin tanto non l'hanno ottenuto e poi mai piu' sentite... ( e cmq non ho saputo aprofitarne) Forse non è colpa mia o forse si ? Però il problema non è tanto avilirmi quanto affrontare il problema . Di certo sono un timido ed emotivo per cui le occasioni sono poche ma il risultato è sempre stato uguale....
    Credo di essere di principi buoni non fumo , nn mi drogo ho rispetto per il prossimo e sono abbastanza accondiscendente . Non sono sicuramente il bellone di turno ma sono di aspetto curato . Ho un sacco di interessi .
    Poi in giro sento di persone drogate o pluriomicide ( conclamete) che si rifanno tranquillamente una vita con nuove compagne.... Secondo voi cosa c'è che non va in me o cosa sbaglio ?
    la prossima volta per favore non aprire il thread 3 voltequando vuoi modificare il messaggio o aggiungere qualcosa usa il tasto modifica
    comunque questo thread qui non va bene per regolamento, perciò dovresti dirmi se vuoi affrontare il problema con dei professionisti Salute e Benessere Psicologico oppure se preferisci confrontarti con altri utenti e avere però un altro tipo di consiglio, nella stanza sentimentalmente, in modo tale che posso spostare il thread nella giusta stanza, grazie


    da leggere per favore:


    regolamento ops

  3. #3
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Sicuramente Salute e Benessere Psicologico (però se fosse possibile sapere ciò che mi dicono anche gli altri utenti sarebbe cmq utile).
    Grazie
    Ora leggo anche il regolamento ...

  4. #4
    Postatore Epico L'avatar di kyoko226
    Data registrazione
    05-10-2006
    Residenza
    cagliari
    Messaggi
    17,569

    Riferimento: illibato a 39 anni

    ok allora sposto in salute e benessere si lì ci possono andare anche gli utenti


    da leggere per favore:


    regolamento ops

  5. #5
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    13-09-2009
    Residenza
    Ancona
    Messaggi
    61

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Salve Igor, ho letto attentamente il suo racconto, immagino che lei sia una persona molto sensibile, disponibile verso gli altri, "un amico delle donne". Credo non sia una persona troppo buona con sè stessa invece, si è fatto forse trattar con poco rispetto a volte da quanto ci racconta, lei per primo forse non si valorizza... Ma non parliamo di qualcosa che non va in lei, dobbiamo però riflettere sul perchè di questa sua insicurezza, su cosa secondo lei le impedisce di "approfittarne", sullo stile delle sue relazioni presenti e passate... Se lei è arrivato oggi a chiedersi cosa non va, poi, forse qualcosa lo ha spinto a fermarsi a riflettere ora, forse qualcosa si sta modificando dentro di lei, o magari adesso sente più di prima un'assenza, un vuoto nella sua vita o nel suo intimo.
    Ci racconti qualcosa di più della sua storia e del suo modo di essere e sentire, parlarne potrà aiutarci a comprendere insieme...
    Buona serata e a presto.
    Dott.ssa Francesca Ciancio

  6. #6
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Dott.essa Grazie per aver accolto il mio sfogo.
    Indubbiamente una parte è colpa mia nella situazione in cui mi trovo. Il problema è che piu’ vado avanti e piu’ sentirò le mie insicurezze. Ovviamente mancandomi delle esperienze , cosa accadrà se un giorno dovessi arrivare al dunque….. ? E’ già una insicurezza intima che pesa tanto. Cosa farò … Sono come un adolescente alle prime armi …….
    Però nel contempo penso che sia una condizione superabile se trovo una donna che mi voglia bene , che mi capisca e magari che abbia anche un po’ di pazienza. Se c’è sentimento……
    Una considerazione …vedendo una donna non ho mai avuto una erezione immediata . Poi magari dopo ci fantastico sopra e “lui” funziona.
    Forse uno dei miei punti deboli è che sono molto emotivo e indubbiamente timido ( forse anche nella mia intimità).
    Però prima di provarci con una donna mi piacerebbe conoscerla . In definitiva cerco di accorciare le distanze per
    trovare una intimità capire se esiste una compatibilità o una complicità . Cerco una situazione rassicurante in cui potermi esprimere al meglio . Quindi all’inizio sono propositivo , accomodante , sorridente ,comprensivo . Mi dico poi se sono rose fioriranno …. Si ho tempi lunghi !
    Ci sono persone che si conoscono e la sera stessa vanno a letto insieme . Non sarei mai capace di ciò.
    Non a caso anche nei corsi che ho fatto ( ballo , computer etc..) ho iniziato a socializzare o comunque ad esprimere meglio me stesso solo verso la fine del corso stesso e con persone ben specifiche. ( Sono selettivo ma NON chiuso). E’ il momento in cui mi sento sicuro . Inizio a fare battute da “maschio vissuto” o cose di quel genere . Fin tanto che mi trovo in quel ambiente.

    Dall’altro lato ….le donne quando capiscono che hanno la mia attenzione si fanno corteggiare con una tattica “tira e molla “ fin tanto che non hanno ottenuto quello che volevano. E poi si è visto chi si è visto
    Le invio contestualmente lo sfogo che ho avuto oggi con altre 2 pseudo amiche che hanno accettato le mie attenzioni. Stò faccendo saltare tutti i ponti...
    Si sono fatte risentire tramite Email per avere degli aiuti ( COSA CHE CON LA MIA BONTA’ o ACCONDISCENDENZA hanno sempre ottenuto. Però oggi disperato e pervaso di astio ho risposto all’unisono


    A nessuna delle 2 darò il mio aiuto….
    Scrivo a voi 2 solo perché siete le ultime della lista (….non tanto lunga) dei
    miei contatti femminili.
    CRISTO NON E’ POSSIBILE SIETE FATE CON LO STAMPO INDUSTRIALE….
    SONO STUFO DI DONNE che si fanno sentire solo quando serve. E’ da una vita che cerco un compagna il risultato è sempre lo stesso non ottengo MAI nulla , senza eccezioni ( a parte con “E' una delle 2 che mi scritto”quello è stato il massimo che ottenuto da una donna…pensa tu!!! )…..
    "NOTA : erano solo dei preliminari"
    Ho solo pseudo amiche che mi chiedono piaceri , fargli
    consulente psicologico o arrivare ad altre persone o altro. Ho tanti
    “attestati” di benevolenza femminile ( eh se non avessi il mio fidanzato …oppure se tutti gli uomini fossero come te …oppure per me sei una persona speciale …. ) ma nessuna di queste che quanto meno si
    sia interessata a me o effettivamente si sia resa amica o mia abbia dato qualche cosa di piu’. Non preoccupativi non
    mi piango addosso sto reagendo ed ho intenzione di farmi rispettare . Ho già
    tagliato nell’ultimo mese con altre per le stesse motivazioni. ORA BASTA !!!!

    Forse ha ragione le donne mi prendono come amico ma sinceramente non conosco altri metodi per socializzare col sesso opposto. D'altronde anche se sbaglio comunque ci sono molti casi in cui l’amore è nato da una amicizia.
    La prima cosa che cerco è quella di farmi volere bene …però le donne poi ci giocano sopra. E’ ovvio che quando invito una persona ripetutamente ad incontrarla c’è un interesse . Una donna lo sa , poi non può fare Alice nel paese delle Meraviglie.

  7. #7
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    All'inizio non riesco a sentire da subito una attrazione immediata . So solo che la donna che ho accanto è piacevole , bella ma forse mi manca quell’istinto primordiale o carnale. E forse ciò lo sentono . Però non di meno butto l’occhio sul decoltè . Valuto le sue movenze e gestualità le guardo i cappelli e le mani ….
    Se tali cose le reputo piacevoli poi quello che cerco di fare è proprio quella di tracciare un feeling mentale. Non è la cosa che le donne effettivamente cercano prima di concedersi….???

  8. #8
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    13-09-2009
    Residenza
    Ancona
    Messaggi
    61

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Buon giorno Igor,
    capisco il suo sfogo e credo sia importante quello che ha fatto, pretendere rispetto è una cosa giusta e dimostra che lei sta iniziando ad occuparsi di sè stesso.
    Condivido il suo pensiero rispetto l'importanza di creare un feeling mentale con la persona che ci si mette accanto, leggo molta delusione tra le righe del suo racconto, sembra che lei non abbia mai trovato donne capaci di interessarsi a lei, di trasmetterle calore, di farla sentire capito... Come se lei si fosse concentrato sin ora nell'ascoltare e capire l'altro sesso, ma trovando sempre donne poco attente a lei, anzi forse sintonizzate verso qualcun altro o qualcos'altro... Potremmo parlare di incontri sfortunati, ma la psicologia ci insegna che nulla accade per caso... Forse dovremmo riflettere su cosa l'ha attratta in questo genere di donne, cosa cercava da loro? O cosa doveva dimostrare loro? Le è mai capitato di conoscere donne diverse? E' stato mai corteggiato da una donna che a lei non interessava? Potrebbe anche non essersene accorto... Fermiamoci a riflettere...
    A presto.
    Buona giornata.
    Dott.ssa Francesca Ciancio

  9. #9
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Buongiorno
    dimostrare ...nulla. Cerco un approccio , un contatto una condivisione.
    Nel mio immaginario come in quello di tutti , visualiziamo una tipologia
    di persona che ci può piacere. Quanto meno come presenza o apparenza.
    Quando ho corteggiato cmq ho trovato donne abbastanza differenti tra di loro e dal mio immaginario. E' proprio questo che mi ha che mi ha attirato . Non erano come le volevo ma avevano quel qualche cosa che mi ha attrato. Mi hanno sorpreso . Non era Platone che ci insegna che la
    sorpresa il mutamento delle nostre convinzioni e di noi stessi sono il primo passo per comprendere chi siamo.
    Il mio sesto senso già mi dice a che cattegorie di donne mi posso attennere ( anche se desidero la bella di turno) Tacchi , gonna . cappelli lunghi , snella , mani curate etc... Cavolo vorrei quella. Ma è fuori dalla mia portata.
    E' successo un paio di volte di approcciare ragazze/donne che non mi davano la convinzione di essere "nel mio standard". Sono le uniche volte che ho definito la relazione in meno di una settimana. Pur essendo ottimista ho provato di essere cmq vitale , cordiale nel discorso ma poi ( sebbene sia riuscito a portarle fuori) il tuttosi è dimostrato un flop a senso unico .
    Cerco donne che tendenzialmente siano rassicuranti quanto meno
    nel modo di fare , in cui è possibile aprire un dialogo cordiale magari
    simpatico o possibilmente intelettuale.
    Sì è vero , ha ragione tendo ad offrire me stesso più nell'ascolto. Uno perchè comunque sono introverspoi
    Ovviamente se trovo interessante una persona cerco di capirla . Io la mia
    vita la conosco ... non conosco la loro .
    Vede ho avuto 2 esperienze molto simili.
    Una amica presentata da un mio stretto amico. Lui libero o poi ,con una compagna
    Entrambe le volte queste amiche (che mi piacevano..ne ero innamorato )le ho corteggiato stupidamente per molti mesi ( o si sono lasciate corteggiare poichè sole) . Dopo un determinato periodo una è quasi venuta
    a letto con me ( quella della Email soprastante) . Lo scopo era di fare ingelosire il mio amico . Una volta che entrambi gli amici si sono lasciati con le loro rispettive fidanzate , in entrambi i casi le 2 ragazze si sono messe assieme ai miei migliori amici ( nel giro di un paio di settimane). Ed io ho fatto la figura del debosciato. Ovviamente hanno negato le mie accuse. Il bello visto che ci siamo.... una delle fidanzate mollate mi chiamato
    piangente. Da li le ho fatto l'infermiere di turno. Dopo un anno di frequentazione mi sono accorto delle sue qualità ( premetto che non mi piaceva esteticamente). Mi aveva sorpreso per come ne stava uscendo ( Aveva avuto anche altri problemi.)
    Ed ho iniziata a corteggiarla faccendole sapere delle mie intenzioni . Lei cmq mi chiamva per andare in giro .. in discoteca etc.. Ed io accondiscendevo speranzoso. Ormai a quel tempo lei si era ripresa e nel momento
    in cui ha trovato con chi quanto meno riprendere la sua attività sessuale mi ha dato il benservito senza un minimo di riconoscenza di quel anno di infiermere che le dedicato.
    Semplicemente non aveva più bisogno di me ( ero diventato ingombrante).

    Continuo a vedere coppie intorno a me e non capisco come facciano.
    Tipo lei carina e lui tipico ragazzo alternativo oppure sempre lei carina con uomini obesi con la pancia e il pelo fuori . Non capisco..
    Le racconterò anche questo. Nel gruppo che frequentavo c'è un ragazzo che la persona più squirile e volgare che conosca.
    Addiritura 2 volte nel posto in cui sono andati a cena sono stati invitati gentilmente ad uscire senza finire il pasto ne tanto meno pagare. Dovesse vedere che angelo di ragazza ha vicino . Ci ha fatto pure una figlia....

    Sono una persona che reputo molto equilibrata ( lo dicono anche gli altri) . Ma stò veramente male sono come un vulcano che è esploso e sto iniziando a sommatizzare 20 anni di soffernza.
    Sono uno di quelli che accumulano per lieto vivere anzichè sbraitare. Evito lo scontro.
    Ma ora sinceramente sono veramente espoloso.

  10. #10
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Sa cosa ,forse sono io che non sono capace di trasmettere . Forse è un problema di comunicazione che magari mi rende scontato o anonimo. Non riesco a stupire. Unica cosa che rieso a trasmettere sono attestati di benevolenza , di merito ( e di quelli ne sono pieno )ma forse non di passione. Si! è un buon e bravo ragazzo ...pero tutto qui !. Non ho la capacità di accendere quel famoso click. Magari le ragazze\donne erano anche guiste ma non ho saputo destare il loro interesse altrimenti..( magari almeno per una notte)
    Forse vedo il motivo ma se fosse questo come dovrei cambiare o cosa dovrei fare ?
    La ringrazio anticipatamente

  11. #11
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    forse è proprio questo il punto di partenza . Loro mi vedono come il classico bravo ragazzo da tenere d'acconto...non si sa mai. Sempre pronto , disponibile , sorridente etc.. Poi c'è qualcuna che ci "ricama" sopra ed altre che mi "sfruttano inconsapevolmente " senza chiedere se sia giusto o meno . Probabilmente l'unica cosa che riesco a destare è o un senso di amicizia e peggio ancora un senso materno !!!!!!! Ma di certo non cerco questo in una donna . Non saprei prorio che farmene.... Desidero una donna da amare con cui condividere il senso della vita e dare sfogo alla mia sfera sessuale .

  12. #12
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    13-09-2009
    Residenza
    Ancona
    Messaggi
    61

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Buona sera Igor,
    lei scrive "Quando ho corteggiato cmq ho trovato donne abbastanza differenti tra di loro e dal mio immaginario. E' proprio questo che mi ha attirato . Non erano come le volevo ma avevano quel qualche cosa che mi ha attrato. Mi hanno sorpreso ." In cosa queste donne differivano da ciò che le piaceva e cosa lo ha attratto o stupito di loro? Da quello che scrive poi sembra che lei si sia spesso voluto "accontentare" non ritenendosi meritevole di ambire a qualcosa di più... Una donna più bella, o magari anche una donna sinceramente interessata a lei? Eppure dice di esser riuscito a portar fuori donne "al di sopra della sua portata", poi, secondo lei, perchè non è durata? Dice lei stesso di cercare "donne rassicuranti", immagino che una donna che cerchi da lei del sesso non possa esser vissuta come rassicurante, ma allo stesso tempo forse anche una donna che cerca un rapporto serio (e ciò presupporrebbe anche un coinvolgimento prima o poi fisico) forse crea più ansia di una che in realtà non ha un vero interesse per lei, che le chiede solo aiuto o amicizia (cose che lei sa dare con facilità). E' un bene riuscirsi ad arrabbiare, a sfogare, trattener dentro fa male a noi stessi e non ci permette neanche di costruir rapporti limpidi e sereni. Per quanto riguarda la sua ipotesi rispetto la difficoltà di trasmettere e di stupire... Credo che in parte abbia colto un aspetto certamente, il suo modo di essere disponibile, accondiscendente, sensibile, cioè il suo mostrare la sua parte femminile (ognuno di noi ha delle caratteristiche più maschili e delle altre più femminili) tende a far si che le donne vedano in lei più un materno accogliente che un virile che le attragga fisicamente. Certamente il dialogo profondo e la complicità psicologica sono importanti per un rapporto a lungo termine, ma nell'innamoramento, la fase iniziale dell'amore quella più idealizzata e passionale spesso siamo spinti più da meccanismi inconsci e da fattori biochimici e sensoriali... Se qualcosa "non scatta subito" non è detto che con il tempo e la conoscenza non ci si possa innamorare, ma sarà più una cosa graduale, non per questo meno solida e la complicità costruita gioverà anche alla sessaulità, a volte grandi passioni svaniscono in poco tempo e ci si accorge "di non aver mai visto l'altro" per quello che era ma solo per come lo si voleva vedere, altre volte dalla passione si trova anche lo spazio per una comunicazione profonda e per fondare un rapporto duraturo.
    Buona riflessione.
    Dott.ssa Francesca Ciancio

  13. #13
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Oggi grazie a Lei è il primo giorno che sorrido . Intanto sinceramente
    grazie .Vedo che non accetta lamentele o provocazioni sterili. Tipo quella persona
    che reputo quanto meno non alla mia altezza possiede quel tipo di ragazza . ( cmq almeno per fare questo tipo di discorso almeno possego un minimo di auto stima !! )
    E' cmq solo un fattore di sterile invidia.
    Con la logica ( o la maieutica) mi stà guidando il pensiero verso istanze più propositive.
    Da quanto capito ho scaricato la mia insicurezza sulle donne.
    In sintesi VORREI ... ma per una qustione di insicurezza o tranquillità
    EVITO o inconsciamento fugo. Sono stato proprio io a dire che sono una persona tranquilla che perferico accumulare anzichè accettare lo scontro o il confronto.
    Quindi magari le occasioni le avrei anche trovate ma mi sono
    costrutito dei muri per far finta di non vederle ( più semplice anzichè fare qualche brutta
    figura o cose di quel genere). Quindi non sfodero determinate "armi" o se lo faccio alle volte non sono efficaci perchè non ci provo realmente. Qui c'è una forte componente di timideza.
    Dice bene ...Quindi cosa cerco ? Un rapporto meno dirompente ( piu' cordiale o amichevole protratto megari nel tempo per abbattere le mie insicurezze).
    Cosa trovo una amica con cui parlare o meglio ascoltare (tattica errata!!!)... dalla quale pretendo poi un altro tipo di rapporto che non mi darà mai. Risultato accumolo frustrazione che poi scarico sulla "amica". Risultato porto ad esaperare o addirittura usurare il rapporto perchè non sono in grado di costruirmeli di altri. Quindi non sono neppure un buon amico .. ( certo non mi interessa esserlo ! Stò cercando altro).
    E' un Fattore di egoismo ...in realtà sò ascoltare ( sono una persona che tra i suoi pregi ha tanta pazienza) perchè mi fà comodo perchè il mio obbiettivo è un'altro.
    Il fronte ora si sposta come abbattere quei muri per tovare a costruire dei rapporti meno conflittuali con me e l'altro sesso.
    E' un pò come buttarsi giù da un'areoplano
    . Ok ma se il paracadute non si apre.....?
    Ne sto uscendo un pò male da questo confronto .. ( ora il sorriso mi è di nuovo scomparso)

  14. #14
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Una considerazione o appiglio . Le mi dice "Se qualcosa "non scatta subito" non è detto che con il tempo e la conoscenza non ci si possa innamorare, ma sarà più una cosa graduale" . Forse non è proprio quello che cerco ma che non ottengo mai ?. Non e' una forma di intimità che potrebbe avere poi altri risvolti ?

  15. #15
    Matricola
    Data registrazione
    13-03-2010
    Messaggi
    20

    Riferimento: illibato a 39 anni

    Una considerazione o appiglio . Le mi dice "Se qualcosa "non scatta subito" non è detto che con il tempo e la conoscenza non ci si possa innamorare, ma sarà più una cosa graduale" . Forse non è proprio quello che cerco ma che non ottengo mai ?. Non e' una forma di intimità che potrebbe avere poi altri risvolti ? Probabilmente uso la via più rassicurante ma anche la più difficile e logorante. E quando mi accorgo che non c'è possibilità ho perso mesi della mia vita indietro a una chimera ( magari pure usato a mia volta). Intanto gli anni passano...

Pagina 1 di 3 123 UltimoUltimo

Privacy Policy