26-27 MARZO 2010 - PESCARA

I disturbi della memoria dichiarativa, cioè di quella componente della memoria che permette la rievocazione consapevole di informazioni precedentemente acquisite, si rendono responsabili nella vita di tutti i giorni della ridotta abilità sia ad apprendere nuove informazioni che a ricordare informazioni apprese prima dell’insorgenza dell’evento patologico responsabile del deficit mnesico. I quadri di amnesia pura (cioè senza la simultanea presenza di altri deficit cognitivi) sono relativamente rari e molto più frequentemente si osservano nel contesto di una compromissione più diffusa delle funzioni cognitive, sia come esito stabilizzato di pregressi eventi cerebrolesivi (es., traumatismi cranio-encefalici, stroke ischemici o emorragici, sofferenza diffusa dell’encefalo su base ipossica o infiammatoria) che come componente di un deterioramento progressivo delle funzioni cognitive nelle sindromi demenziali su base degenerativa (es., malattia di Alzheimer) o vascolare. Nel presente modulo verranno descritti i principali strumenti di valutazione dei deficit mnesici e dell’autonomia mnesica del paziente cioè della capacità di svolgere attività della vita quotidiana malgrado il disturbo di memoria. Verranno inoltre presentati gli approcci alla riabilitazione dei deficit della memoria dichiarativa. Questi sono prevalentemente centrati sui disturbi di tipo anterogrado e prospettico e raggruppabili in tre categorie: metodiche finalizzate al rafforzamento delle capacità residue di apprendimento, addestramento all’uso di ausili esterni e metodi per l’insegnamento di informazioni e/o procedure utili per l’effettuazione di specifici compiti (domain specific knowledge). Una presentazione di casi clinici, da parte di una logopedista esperta nella riabilitazione neuropsicologica completerà la presentazione teorica degli strumenti di valutazione e delle metodiche riabilitative.

Per vedere il programma completo: www.igeacps.it