• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 4 di 4
  1. #1
    Partecipante
    Data registrazione
    28-02-2005
    Messaggi
    34

    fobia scolare e deontologia

    Cia a tutti,
    vorrei avere un confronto con voi su un fatto che mi è capitato..mi è arrivata una bambina con possibile fobia scolare.. sono 2 mesi e mezzo che non va a scuola..io comunque devo fare anocra tutta la valuatazione. e mi è venuto il dubbio se devo fare o no una segnalazione ai servizi sociali...si fanno in questi casi? anche perchè penso che tra poco da scuola arriverà la segnalazione. in oltre mi sono chiesta se possa seguirla io coem privato e è meglio a livello di asl di competenza, che consoce meglio il servizio sociale e il territorio ...Grazie

  2. #2
    Partecipante Esperto
    Data registrazione
    21-06-2005
    Residenza
    toscana
    Messaggi
    490

    Riferimento: fobia scolare e deontologia

    L'obbligo di segnalazione esiste solo per chi lavora nel settore pubblico Quindi se tu lavorassi in una ASL non potresti non segnalare, ma poichè lavori privatamente la scelta è lasciata solamente alla tua coscienza.

    Una cosa da chiedersi è vedere l'atteggiamento dei genitori, stanno facendo il possibile per aiutare la bambina e sono preoccupati perchè non va a scuola oppure se ne disinteressano? Se i genitori già da soli si stanno muovendo in modo positivo per risolvere i problemi della loro figlia per quale motivo segnalare?
    Valuta tu il loro atteggiamento, e da questo decidi.
    Tu puoi seguirla privatamente se lo ritieni opportuno visto che è stata chiesto il tuo intervento.
    SE e quando interverrano i servizi sociali decideranno loro poi se a loro parere sarà meglio far seguire la bambina anche dai servizi della ASL. Io credo, come assistente sociale, che se il prolema è solo quello della fobia scolare e se i genitori sono pronti a collaborare, prima si interviene e meglio è, e purtroppo spesso i servizi pubblici hanno molte richieste e tempi lunghi....

  3. #3
    Neofita
    Data registrazione
    07-03-2005
    Residenza
    Liguria. Arenzano (Ge)
    Messaggi
    9

    Riferimento: fobia scolare e deontologia

    Ciao,
    io collaboro in un consultorio del ASL,
    mi è capitato un caso simile al tuo, sono state le insegnanti a contattarci con una traccia di osservazione e in contemporanea è venuta la madre a chiederci aiuto.
    Seguo la bambina, che ha 10 anni, da circa 5 mesi una volta a settimana e stiamo lavorando sui concetti di autostima e sulle emozioni. Da circa un mese è rientrata a scuola. Il suo problema principale è un disturbo di attaccamento sorto con la morte del nonno e con la comparsa di un tumore al padre. Concordo con monicadal che se è stato richiesto il tuo aiuto, e se tu te la senti, dovresti seguirla, è vero che l'asl ha più esperienza in questi casi ma è anche vero che le liste sono lunghe (anche se questi casi hanno una certa priorità).
    Seguire la bambina, oltre al suo bene, potrebbe aiutare anche lo psicologo dell'asl se tu prendessi contatto con lui fornendogli del materiale.

  4. #4
    Partecipante
    Data registrazione
    28-02-2005
    Messaggi
    34

    Riferimento: fobia scolare e deontologia

    garzie mille.. poi vi aggiorno..

Privacy Policy