• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Visualizzazione risultati 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Partecipante Super Figo L'avatar di luna__pi
    Data registrazione
    05-06-2007
    Residenza
    Firenze (provincia)
    Messaggi
    1,648
    Blog Entries
    34

    il gioiello dell'editoria....che sdegno...

    Ogni giorno articoli sciocchi e manipolati geneticamente vengono pubblicati sui giornali...pochi giorni fa ne è uscito uno clamoroso che mi ha preso da vicino eccolo:
    contro le risse e i ferimenti
    Giochi di ruolo, serve l'arbitro


    I partecipanti usano le armi: c'è il rischio risse incontrollate. Il ruolo del master è quello di far rispettare le regole seguendo le mosse dei singoli giocatori.

    Due Cavalieri si scontrano in duello durante il Torneo della Rosa Giochi di ruolo, è necessaria la presenza di un arbitro per evitare risse e contestazioni. Le associazioni culturali specializzate nell'organizzare questi tornei, lanciano l'allarme. Si teme un'ondata di violenza, incontrollabile, anche perché si gareggia con repliche di armi. Si tratta di strumenti di difesa-offesa che vanno sapute usare con coscienza. Ci si riunisce ogni due settimane, nelle campagne romane.

    Secondo il tipo di trama, e l'epoca a cui si riferisce la storia, può capitare di adoperare coltelli, fucili, pugnali. I partecipanti possono ferirsi, con conseguenze disastrose. Oppure colpire gravemente, perfino a morte, qualche malcapitato che passa da quelle parti. Per questo motivo, tali associazioni stanno richiedendo una nuova figura professionale. In gergo si chiama «Master» ed ha la funzione di arbitro. Cosa ne pensano i giocatori di essere arbitrati durante le sessioni giocate? A spiegarlo è Morgana, una partecipante al gioco di ruolo «In Nomine Satanis-Magna Veritas», la cui trama è stata liberamente rielaborata dall'originale: «Il ruolo del master è diventato fondamentale.

    In giro per le strade della capitale c'è troppa litigiosità, troppa violenza. Conosco alcune persone che partecipano attivamente ai giochi di ruolo proprio per scatenarsi, per dar via libera ai cosiddetti bassi istinti. È come il tifo da stadio portato alle estreme conseguenze. Il divertimento può degenerare in una mischia indistinta. Ecco che diventa prezioso il lavoro del master. Il suo compito è quello di comunicare le regole all'inizio del gioco. E seguire passo per passo le mosse di tutti i partecipanti. Niente deve essere lasciato al caso, altrimenti, ripeto, la situazione può degenerare. L'obiettivo primario è quello di divertirsi, e partecipare ad una competizione sana, non aggressiva, ma intelligente ed onesta. Per diventare Master, è necessario sperimentare almeno 20 ruoli diversi e partecipare a circa 35 incontri».

    Quanto costa partecipare? «La cifra non è eccessiva - continua Morgana - Ogni incontro costa 25 euro, a cui bisogna aggiungere la tessera associativa annuale, di 40 euro». Quali sono i giochi di ruolo più conosciuti? A rispondere è Franco, un ragazzo che impersona il vampiro in «Vampiri, la masquerade": «Esistono tre filoni fondamentali - afferma - Il primo è il genere fantasy, in cui spesso si combattono una serie di guerre a carattere colonialista.

    Da una parte si trova il gruppo degli invasori che ambisce ad occupare un certo pianeta. Dall'altra, invece, gli abitanti che cercano in tutte le maniere di cacciarli via. La storia può essere anche diversa, ma sempre di tipo fantastico. Fra i titoli più noti troviamo "Dungeons & Dragons”, "Lejendary Adventure", "Ancestry". Il secondo è il genere fantascienza - prosegue Franco -, dove troviamo "Cyberpunk 2020" o "Mutant Chronicles" in cui si combattono alieni. Il terzo filone è l'horror con "Urban Prophecies" o "Lupi mannari: i rinnegati”».

    Il Tempo - Roma - Giochi di ruolo, serve l'arbitro

    ora... una persona completamente estranea potrebbe prendere per vero molte delle cose scritte...
    Una persona che, come me, non solo gioca da anni ma è anche arbitro, un articolo così fa raccapricciare la pelle!
    La giornalista fa bella mostra della sua ignoranza, mostrando che non solo non conosce minimamente di cosa sta parlando ma che non ha nemmeno letto che so... "Wikipedia" o una qualunque cosa sul tema!
    la cara giornalista afferma:"Secondo il tipo di trama, e l'epoca a cui si riferisce la storia, può capitare di adoperare coltelli, fucili, pugnali. I partecipanti possono ferirsi, con conseguenze disastrose. Oppure colpire gravemente, perfino a morte, qualche malcapitato che passa da quelle parti." e non sa che i giocatori fanno uso di spade realistiche si, ma di gommapiuma rivestite da 10 mani di lattice! che le pistole (che solo pochissime associazioni usano) sono quelle con i proiettili di gommapiuma che si trovano in un qualunque negozio di giocattoli al costo di 5-10 euro...l'unico modo di ferirsi è inciampare o incappare in una sfortunata ape che svolazza sul prato!
    Poi si parla di passanti...e vi assicuro che è raro trovare passanti casuali nei rifugi scout, e se dovesse capitare (delle volte succede di giocare nei parchi pubblici) il gioco viene stoppato dagli arbitri, le persone avvertite e allontanate!
    Ma la dimostrazione della completa ignoranza della pseudogiornalista sta quì: "per questo motivo, tali associazioni stanno richiedendo una nuova figura professionale. In gergo si chiama «Master» ed ha la funzione di arbitro"
    in pratica è come aver detto che nel cinema serve la nuova figura del regista... il master è sempre esistito e non può esserci un grv se il master non scrive le storie da interpretare!!
    Gli arbitri? esistono da sempre!!
    Nessuna associazione poi ha mai parlato di queste "emergenze"!!
    e le associazioni di cui si parla tipo "In Nomine Satanis-Magna Veritas"?

    In Nomine Satanis/Magna Veritas - Wikipedia, the free encyclopedia e' un gioco cartaceo FRANCESE! è probabile che lo abbia trovato quì la nostra pseudogiornalista:
    KAOS ONLINE: Si ode di nuovo "Il Richiamo della Mostra"!

    ma ancora " Esistono tre filoni fondamentali - afferma - Il primo è il genere fantasy, in cui spesso si combattono una serie di guerre a carattere colonialista.Da una parte si trova il gruppo degli invasori che ambisce ad occupare un certo pianeta" ora...i grv fantasy sono ispirati alle ambientazioni Tolkeniane (il signore degli anelli) e non ci sono pianeti da conquistare e colonialismi!
    persino la foto dell'articolo è da criticare...è stata presa senza il permesso dell'associazione....!!

    ma queste sono solo alcune critiche al gioiello dell'editoria italiana!
    Voi opsiani, giocatori e non, cosa ne pensate?
    non si smette di giocare perchè si invecchia
    ma si invecchia perchè si smette di giocare

    (\_/)
    (°_°)
    ( ><)
    <- This is Bunny. Copy Bunny into your signature to help him on his way to world domination

  2. #2

    Riferimento: il gioiello dell'editoria....che sdegno...

    Beh, dopo aver letto ciò che hai spiegato riguardo ad un articolo poco "scientifico" e pieno di mistificazioni, non posso non paragonare lo stesso ad un teatrino in cui è stato messo in scena un punto di vista ricco d'enfasi che ha come unico scopo quello di 'sapersi vendere';
    lo trovo interessante soprattutto perchè hai messo in evidenza che chi, come me, è ignaro di come siano in realtà le cose, non può che lasciarsi indignare ed ingannare da ciò che viene annunciato.
    E così anche tutto il resto: la televisione e il giornalismo italiano (perchè non è che una nostra esclusiva a quanto ne sappia) non ha che le sembianze di un teatro il cui unico scopo è dilettare il pubblico (e così metterlo a tacere, comunicando solo ciò che ritengono debba sapere ) e arricchirsi
    Personalmente mi accosto all' "informazione" (altro che virgolette ci vorrebbero ) italiana con mooolta circospezione: accendo il televisore di rado ed evito senza remore programmi idioti e privi di utilità (che ritengo abbiano il solo scopo di rendere passivo e innocuo l'italiano medio), e 'filtro' criticamente il resto. Però non posso fare a meno di indignarmi: senza le tue precisazioni, avrei probabilmente dato per vero ciò che l'articolo dice

    Non v'è amore per la vita senza disperazione di vivere.
    Camus, da Il rovescio ed il diritto

  3. #3
    Partecipante Super Figo L'avatar di luna__pi
    Data registrazione
    05-06-2007
    Residenza
    Firenze (provincia)
    Messaggi
    1,648
    Blog Entries
    34

    Riferimento: il gioiello dell'editoria....che sdegno...

    Non trovo altra spiegazione se non quella di dover riempire una paginetta di bischerate che fanno notizia... beh, dico, ci sta di sbagliare no? posso arrivare anche a capire che nella sua stupidaggine la pseudogiornalista abbia preso al prima cosa che le è capitata sottotiro per guadagnarsi la pagnotta (che spero le vada di traverso)... ma quello che mi lascia più inorridita è che:
    - la redazione è stata inondata di mail da parte di associazioni di grv e giocatori chiedendo un articolo che smentisca quanto detto,ma la caporedattrice ci ha detto che non è arrivato nulla ( !!! )
    -Una mia amica doveva essere intervistata telefonicamente da questa pseudogironalista per smentire tutto ma, non si è fatta trovare (e che caso!!)
    - hanno cancellato tutti i commenti all'articolo sul sito e tolto la possibilità di risposta ( !!)
    - proprio ieri un mio conoscente è riuscito a parlarci per telefono dopo un sacco di peripezie....insomma la tipa si è dimostrata molto vaga sulle sue fonti dicendo alla fine che lei non parlava delle associazioni ma degli "abusivi del GRV" (ABUSIVI?!?!?!?!!?!?!? o_O). Alla richiesta di ulteriori spiegazioni e chiarimenti è calato un silenzio imbarazzante e alla richiesta di "ma signora, la conosce la definizione del Gioco di Ruolo?" il silenzio è diventato ancora più imbarazzante... alla fine lo ha liquidato dicendo che se no "spendeva troppo di cellulare" e ha riattaccato prima che lui potesse dire "allora mi dia il suo numero che la chiamo io" =_='

    Io non trovo più le parole...ma che coscienza ha questa gente?
    In che mani siamo??
    non si smette di giocare perchè si invecchia
    ma si invecchia perchè si smette di giocare

    (\_/)
    (°_°)
    ( ><)
    <- This is Bunny. Copy Bunny into your signature to help him on his way to world domination

  4. #4
    Postatore OGM L'avatar di willy61
    Data registrazione
    20-09-2004
    Residenza
    Albino (BG)
    Messaggi
    4,192
    Blog Entries
    281

    Riferimento: il gioiello dell'editoria....che sdegno...

    Citazione Originalmente inviato da luna__pi Visualizza messaggio
    ...
    Io non trovo più le parole...ma che coscienza ha questa gente?
    In che mani siamo??
    Vuoi una lista?

    Cominciamo da "Il Sole 24 Ore": Alberto Alesina sul Sole 24 Ore (27/9/2007). «Non ci sarà nessuna crisi del 1929 come dice Tremonti ... Non vedo in arrivo lo scoppio di una bolla come quella della new economy».
    La bolla è scoppiata di lì a poco. Ed è costata, solo alle finanze pubbliche degli Usa 9mila miliardi di dollari


    Financial Times, 23 agosto del 2007, a poche settimane dall’inizio della crisi, titola un suo articolo esibendo una sicurezza degna di miglior causa: «La storia insegna che questa è soltanto una correzione in un mercato rialzista».

    Tito Boeri e Luigi Guiso su la Repubblica (22/08/2007). «L'economia mondiale continua a crescere a tassi molto sostenuti e le banche centrali hanno finora assolto al loro ruolo... Non gettiamo oggi, come tanto volte in passato, i semi della crisi futura con una reazione eccessiva alla crisi corrente».

    Francesco Giavazzi gettava acqua sui timori provocati dal default di Nortern Rock, il colosso inglese che non riusciva più a garantire i depositi dei clienti. «La crisi del mercato ipotecario americano è grave», scriveva sicuro Giavazzi sul Corriere della Sera (4/8/2007), «ma difficilmente si trasformerà in una crisi finanziaria generalizzata.

    settembre del 2007, Alessandro Profumo, amministratore delegato del gruppo Unicredit, afferma in un’intervista al Corriere della Sera: «vi sono buone ragioni per ritenere che la crisi non precipiterà». Non sappiamo a quali ragioni alludesse, ma evidentemente non erano buone ragioni.



    E, se questi, che sono i Soloni del giornalismo economico italiano, insegnano nelle Università cosa sia l'Economia, danno quotidianamente lezioni a chiunque non la pensi come loro, hanno sbagliato in modo tanto clamoroso, non mi stupisce che anche quella "giornalista" abbia fatto l'uovo fuori dal cesto. In fondo, non ha fatto che seguire le orme di altri ben più considerati: parla di ciò che non conosci; qualcuno ci crederà comunque.

    Buona vita
    Guglielmo
    Dott. Guglielmo Rottigni
    Ordine Psicologi Lombardia n° 10126

  5. #5
    Partecipante Super Figo L'avatar di luna__pi
    Data registrazione
    05-06-2007
    Residenza
    Firenze (provincia)
    Messaggi
    1,648
    Blog Entries
    34

    Riferimento: il gioiello dell'editoria....che sdegno...

    Quanto hai ragione willy...è uno schifo!!
    Comunque, messi sottopressione da tutte le associazioni italiane di Gioco di Ruolo dal Vivo la redazione de "il Tempo" ha pubblicato la lettera che gli abbiamo mandato dove si smentisce (in maniera forse troppo buona) quanto detto nell'articolo della Boero!
    insomma è già qualcosa...

    Il Tempo - Interni Esteri - "Giochi di ruolo pericolosi? Allarme infondato"
    non si smette di giocare perchè si invecchia
    ma si invecchia perchè si smette di giocare

    (\_/)
    (°_°)
    ( ><)
    <- This is Bunny. Copy Bunny into your signature to help him on his way to world domination

Privacy Policy