• facebook
  • Opsonline.it
  • google plus
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 15 di 52

sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche psicologiche

Questa discussione si intitola sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche psicologiche nella sezione Sulle professioni di Psicologo, appartenente alla categoria Neo-laureati e professionisti; Ciao a tutti, ho deciso di scrivere qui per chiedervi un consiglio...sono una studentessa, ormai fuori corso, iscritta alla facoltà ...

  1. #1
    Partecipante Super Esperto
    Punti: 11,263, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    Social3 months registered
    L'avatar di cucciolotta85
    Data registrazione
    07-03-2006
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    531
    Punti
    11,263
    Livello
    1

    sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche psicologiche

    Ciao a tutti, ho deciso di scrivere qui per chiedervi un consiglio...sono una studentessa, ormai fuori corso, iscritta alla facoltà di scienze e tecniche psicologiche per la persona e la comunità presso la Seconda Università degli Studi di Napoli. Ho 25anni e mi mancano ancora 8esami per la triennale... per una serie di motivi personali diciamo che sono un po' indietro nel mio percorso di studi.. ho frequentato i primi 3anni con impegno e buona volontà... purtroppo per 2anni mi sono dovuta fermare... ho poi ripreso, certo non con lo stesso entusiasmo, ma dinnanzi a periodi di sconforto mi sono sempre rialzata, ho dato parekki esami anche con volti alti.. ma questo per me è un momento di riflessione, sento di avere una consapevolezza che forse a 18anni non avevo... ho scelto questa facoltà perchè era quello che desideravo fare ma ora mi pongo tanti interrogativi... sono in una situazione di stallo, di blocco forse proprio a causa di questa mia consapevolezza...mi rendo conto che il percorso che ho intrapreso è lungo e complesso... mi tocca finire ancora la triennale, 2anni di specialistica, l'anno di praticantato e l'esame di stato... e se proprio volessi realizzare il mio sogno altri 4anni di specializzazione in psicoterapia... qualcuno potrebbe dirmi:ora te ne sei resa conto? forse ora ho una percezione della mia vita e del mondo lavorativo che prima non avevo... ora non so che fare.. ho letto le varie testimonianze su questo forum di persone laureate, iscritte all'albo con master e corsi di perfezionamento che hanno difficoltà a lavorare... avevo pensato di finire la triennale e fermarmi... ma il punto è questo:per fare cosa? una triennale in psicologia cosa mi permetterebbe di fare? da quanto letto davvero molto poco...ho pensato di cambiare corso di laurea, ad esempio intraprendere scienze dell'educazione... rimarrei sempre nell'ambito del sociale, ma una volta finiti i tre anni avrei forse più possibilità... voi che dite? da quanto so quella triennale in psicologia non ti permette di lavorare ad esempio negli asili nido, perchè vengono privilegiate le educatrici.. ci sarebbe qualkosa che potrei fare dopo la triennale per inserirmi nel mondo del lavoro? vi chiedo un consiglio!! grazie a chi mi risponderà
    lilycoll piace.
    Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.

  2. #2
    Partecipante Esperto
    Punti: 6,627, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    3 months registered
    L'avatar di Empowered
    Data registrazione
    22-11-2010
    Residenza
    Foggia
    Messaggi
    442
    Punti
    6,627
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Non saprei le occasioni sono poche, forse potresti fare un master in risorse umane...ma non sono molte le occasioni offerte dalla triennale

  3. #3
    Partecipante Esperto
    Punti: 9,639, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    3 months registered

    Data registrazione
    27-01-2009
    Messaggi
    347
    Punti
    9,639
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Di fatto il Dottore in tecniche psicologiche può comunque fare molto, ecco il link del profilo professionale: http://www.opl.it/news/leggi.asp?ART_ID=3966
    Se poi sei convinta di voler fare l'educatrice in un asilo nido, allora ti conviene prendere in considerazione iscriverti a scienze dell'educazione, probabilmente alcuni esami te li riconoscerebbero. Certo che passare dal voler fare la psicologa clinica all'educatrice di asilo nido è un gran cambiamento. Guarda quello che davvero vuoi fare nella vita. Mentre studi psicologia non è detto che tu non trova un lavoro come educatrice in un asilo nido, soprattutto nel privato.
    Ultima modifica di evolution : 08-02-2011 alle ore 22.26.34

  4. #4
    Partecipante Esperto
    Punti: 6,627, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    3 months registered
    L'avatar di Empowered
    Data registrazione
    22-11-2010
    Residenza
    Foggia
    Messaggi
    442
    Punti
    6,627
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Citazione Originalmente inviato da evolution Visualizza messaggio
    Di fatto il Dottore in tecniche psicologiche può comunque fare molto, ecco il link del profilo professionale: http://www.opl.it/news/leggi.asp?ART_ID=3966
    Se poi sei convinta di voler fare l'educatrice in un asilo nido, allora ti conviene prendere in considerazione iscriverti a scienze dell'educazione, probabilmente alcuni esami te li riconoscerebbero. Certo che passare dal voler fare la psicologa clinica all'educatrice di asilo nido è un gran cambiamento. Guarda quello che davvero vuoi fare nella vita. Mentre studi psicologia non è detto che tu non trova un lavoro come educatrice in un asilo nido, soprattutto nel privato.
    Quello che in genere accade non rispecchia proprio quello che c'è scritto sull'albo B... mi auguro in ogni caso che ci sia una buona possibilità per i triennalisti di fare psicologia

  5. #5
    Partecipante Esperto
    Punti: 6,627, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    3 months registered
    L'avatar di Empowered
    Data registrazione
    22-11-2010
    Residenza
    Foggia
    Messaggi
    442
    Punti
    6,627
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    La media di alma-laurea di occupati dopo la triennale è circa un 16 percento e ha tempi dall'inizio della ricerca al trovare lavoro di 2,8 anni

  6. #6
    Partecipante Super Esperto
    Punti: 11,263, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    Social3 months registered
    L'avatar di cucciolotta85
    Data registrazione
    07-03-2006
    Residenza
    Napoli
    Messaggi
    531
    Punti
    11,263
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    ma io so che non prendono a lavorare come educatrice in un asilo nido con laurea triennale in psicologia, ma privilegiano quella dell'educazione...?
    Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare.

  7. #7
    Partecipante Esperto
    Punti: 6,627, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    3 months registered
    L'avatar di Empowered
    Data registrazione
    22-11-2010
    Residenza
    Foggia
    Messaggi
    442
    Punti
    6,627
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Citazione Originalmente inviato da cucciolotta85 Visualizza messaggio
    ma io so che non prendono a lavorare come educatrice in un asilo nido con laurea triennale in psicologia, ma privilegiano quella dell'educazione...?
    Non so mediamente come fanno, a occhio ti direi di si...magari una che ha fatto il percorso da educatrice ha anche un minimo di tirocinio e di esperienza, in ogni caso nel caso in cui privilegiassero credo che con un po' di tirocinio e un po' di esperienza puoi recuperare l'expertise che ti serve

  8. #8
    Punti: 72,408, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 54.0%
    Risultati:
    SocialRecommendation Second Class1 year registered
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,517
    Punti
    72,408
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    I triennalisti non fanno niente, ne' le facolta' ne' gli ordini volevano queste figure.. e sono stati costretti a creare gli albi B... nessuno ne sentiva il bisogno (a detta di molti docenti e presidi di facolta') e gli enti, strutture, aziende, asl ecc non sanno cosa fargli fare....
    Chi viene preso a lavorare viene preso non per la qualifica di dottore triennale in psicologia.. almeno questa e' la realta' che ho visto io...
    anitnelav piace.

  9. #9
    Postatore Epico
    Punti: 111,716, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 38.0%
    Risultati:
    Social1 year registered
    L'avatar di Johnny
    Data registrazione
    10-04-2005
    Messaggi
    9,964
    Punti
    111,716
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Citazione Originalmente inviato da Duccio Visualizza messaggio
    I triennalisti non fanno niente...

    e quelli con la laurea specialistica fanno più o meno la stessa cosa
    anche perché molte mansioni che lo psicologo può fare, lo possono fare anche altri, anche se senza codice deontologico e senza la preparazione teorica approfondita che può avere un laureato in psicologia.
    Ultima modifica di Johnny : 16-02-2011 alle ore 13.39.26
    "Noi non siamo esseri umani che vivono un'esperienza spirituale. Noi siamo esseri spirituali che vivono un'esperienza umana" Pierre Teilhard de Chardin

  10. #10
    Partecipante Assiduo
    Punti: 7,151, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    3 months registered
    L'avatar di psicokcisiamo
    Data registrazione
    08-07-2005
    Residenza
    Emilia Romagna
    Messaggi
    124
    Punti
    7,151
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Citazione Originalmente inviato da Johnny Visualizza messaggio
    e quelli con la laurea specialistica fanno più o meno la stessa cosa
    anche perché molte mansioni che lo psicologo può fare, lo possono fare anche altri, anche se senza codice deontologico e senza la preparazione teorica approfondita che può avere un laureato in psicologia.
    il link non é più accessibile
    quindi, fatemi capire, la triennale nn porta a nulla?

  11. #11
    Partecipante Assiduo
    Punti: 3,640, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    31 days registered

    Data registrazione
    20-02-2011
    Messaggi
    191
    Punti
    3,640
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Purtroppo, di fatto, no. Se vuoi lavorare in ambito psicologico, devi necessariamente entrare nell'ottica della laurea magistrale (e solitamente oltre); la triennale da sola non fornisce un percorso qualificante realmente riconosciuto nel mercato del lavoro.

  12. #12
    Neofita
    Punti: 794, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    Your first Group3 months registered

    Data registrazione
    23-05-2013
    Messaggi
    8
    Punti
    794
    Livello
    1
    La figura del Dottore in tecniche Psicologiche è una figura regolamentata, Sia il dettato di legge (che attribuisce alla figura del Dottore in tecniche psicologiche funzioni professionali molto articolate ed interessanti) sia la riforma universitaria secondo il modello Bologna (che ha generato le leggi di riforma dell’università italiana) indicano chiaramente che il laureato di primo livello è autonomo professionalmente essendo esperto nella disciplina per cui risulta aver conseguito un diploma universitario.La figura professionale del Dottore in tecniche psicologiche è molto importante e dovrebbe essere promossa dagli Ordini regionali come centrale nel discorso della prevenzione del disagio psicologico, della formazione e della promozione del benessere psicologico e nella riabilitazione neurologica e neuropsicologia da essere inserita nel RSA come Tecnico Psicologo della riabilitazione.

    Non va inoltre dimenticato che anche noi Dottori in tecniche psicologiche contribuiamo al pagamento dell’iscrizione annuale all’Ordine e al sostegno economico dell’ENPAP e pertanto l’impostazione di promozione esclusiva degli iscritti alla sezione A - che non si riscontra per esempio negli Ordini professionali degli Ingegneri e degli Architetti - è un affronto alla generosità di questa emergente categoria professionale.

    Promuoviti come Tecnico della riabilitazione neurologica e neuropsicologica presso centri di riabilitazione per il piano riabilitativo neurologico presso centri di fisioterapia o cooperative sociali.
    Non tutti sanno che i Dottori in Tecniche Psicologiche con abilitazione all'esercizio della professione e iscrizione all'enpap con assicurazione professionale
    possono in autonomia attuare riabilitazione neuropsicologica e riabilitazione cognitiva e conoscitiva - psicomotoria per pazienti affetti da ictus- ischiemie e altre patologie con disabilità pratiche. Promuoversi professionalmente è il primo passo . Per qualsiasi dubbio contattami qui.

    buon lavoro a tutti voi
    Ultima modifica di crissangel : 29-07-2013 alle ore 15.47.59 Motivo: troppi messaggi consecutivi

  13. #13
    Neofita
    Punti: 794, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    Your first Group3 months registered

    Data registrazione
    23-05-2013
    Messaggi
    8
    Punti
    794
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Residenza sanitaria assistenziale (RSA)

    Cos’è?

    La Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.) è una struttura residenziale sanitaria del distretto destinata a fornire assistenza continuativa ad elevato contenuto sanitario ed a prevalente indirizzo riabilitativo in regime di ricovero.
    La RSA è rivolta a soggetti anziani e non, temporaneamente e/o stabilmente non autosufficienti, esclusi i minori.
    In conformità a quanto stabilito dalla normativa regionale (DGR n. 1487/2000) la RSA risponde essenzialmente alle seguenti tipologie di ospiti:

    utenti che necessitano di continuità di cure e che presentano problemi fisici (es: ortopedici, neurologici, polipatologici, broncopneumopaticì, cardiologici, sostegno tecnico Psicologico gestito dai Dottori in Tecniche Psicologiche per la riabilitazione tecnico pratico per il recupero funzionale dello schema funzionale corporeo/conoscitiva e cognitiva - riabilitazione neuropsicologica,riabilitazione compiuterizzata -riabilitazione psicosociale e occupazionale per il benessere psicofisico....);
    utenti con prevalenti problemi sociali necessitanti di funzioni di “sollievo” per i familiari e/o utenti inseriti in contesto socio-ambientale temporaneamente compromesso e/o in attesa di altro servizio per problemi sociali; pazienti in attesa di altro servizio per problemi socio-sanitari;
    utenti con prevalenti problemi globali: es. pazienti in fase terminale, pazienti che necessitano di assistenza sanitaria ad alta intensità non ospedaliera.
    Cosa fa?

    La riabilitazione fisica e/o psicofisica gestita dai (dottori in tecniche Psicologiche legge DPR n. 328 del 5 giugno 2001) assicurando continuità riabilitativa tra ospedale e territorio e tra servizi distrettuali;

    la continuità di cura;
    l’assistenza ai soggetti affetti da polipatologia con compromissione dell’autosufficienza;
    il sostegno socio-ambientale temporaneo;
    l’assistenza a pazienti in fase terminale e/o pazienti con necessità di assistenza sanitaria ad alta intensità non ospedaliera

  14. #14
    Punti: 72,408, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 54.0%
    Risultati:
    SocialRecommendation Second Class1 year registered
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,517
    Punti
    72,408
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Questo in un mondo ideale e giusto e forse per alcuni che hanno una buona dose di fortuna (oltre a capacità competenze e ad essersi fatti il mazzo)... nel mondo reale non vedo laureati triennali che lavorano, o se lavorano non per il loro titolo... Io di laureati triennali che hanno provato a cercare dopo ne conosco tantissimi, diversi si sono iscritti all'albo.. nessuno e dico nessuno tornasse indietro si sarebbe iscritto all'albo b..e nessuno di loro lavora ed è stato preso per quel ruolo..

  15. #15
    Neofita
    Punti: 794, Livello: 1
    Livello completato: 99%, Punti richiesti per il prossimo livello: 0
    Attività Generale: 0%
    Risultati:
    Your first Group3 months registered

    Data registrazione
    23-05-2013
    Messaggi
    8
    Punti
    794
    Livello
    1

    Riferimento: sbocchi occupazionali con la triennale scienze e tecniche

    Gentile collega, hai ragione bisogna sponsorizzare la figura del dottore in tecniche psicologiche, perchè non tutti i medici fisiatri o neurologi e a volte anche neuropsichiatri, sono a conoscenza che tale figura è fondamentale è importante, sopratutto nella riabilitazione neurologica e psicomotricità questo problema sorge in quanto non è stata sponsorizzata a sufficienza. Ma ti assicuro che qualunque professione emergente trova difficoltà nella sua collocazione. Basta sponsorizzarsi e far conoscere senza farsi condizionare da chi diffida della stessa. E' UNA FIGURA RICONOSCIUTA DALLO STATO, è nessuno può dire diversamente. La cosa più importante e perseguire l'obiettivo nell'esserci. BASTA ESSERE COESI UN CON L'ALTRO. Presumo che tu sia abilitato e iscritto all'ordine degli Psicologi albo B. Per qualsiasi cosa contattami qui e se posso darti dei consigli lo faro' volentieri. un saluto al collega.

Pagina 1 di 4 123 ... UltimoUltimo