• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

darcylia

Canta Libera Terra

Vota questo post
5 luglio 2008


sabato 5 luglio – ore 21
Piazza Santo Stefano, Bologna

Legacoop Bologna
Cooperare con Libera Terra
La Baracca / Testoni Ragazzi

presentano

Canta Libera Terra


performance teatrale per voce narrante, musica,
canti e corpi appesi e in movimento


In occasione della Giornata internazionale della cooperazione, per una sera la più suggestiva piazza della città diventerà un campo di terra, completamente coperto di grano. Un grande campo di grano della Sicilia, teatro di una performance che racconta uno dei lati più oscuri dell’Italia contemporanea.
Illegalità, corruzione, sfruttamento: questo è la mafia. È tutto ciò che impedisce al nostro Paese di rinnovarsi, alla nostra economia di crescere, alla nostra cultura di evolversi.
Lo spunto nasce da una delle mille storie drammatiche che in questi anni hanno riempito le cronache, quella di Giuseppe Di Matteo, 13 anni, sequestrato e ucciso perché figlio di un pentito. La sua voce sarà la guida dei 50 giovani (molti dei quali partecipanti ai laboratori tenuti sull’argomento al Testoni Ragazzi e molti della scuola di teatro Galante Garrone e di Isadora Centro Danza) che costituiranno un unico corpo in movimento: come un unico attore, seguendo le coreografie di Anna Albertarelli, danzeranno, parleranno, daranno vita a un’azione corale di straordinario impatto visivo ed emotivo per raccontare il dolore, ma anche la ribellione, la lotta, il riscatto, la volontà e la tenacia.
Fabio Galanti sarà la voce di Giuseppe, la voce dei fatti, della cronaca, che racconterà dettagli, date, nomi.
Ginevra Di Marco intonerà canti popolari legati all’anima della Sicilia, mentre le tamorre scandiranno il ritmo e amplificheranno il tempo del cuore.
Il poetico pianoforte di Francesco Magnelli addolcirà le parole dure di una storia difficile da raccontare e i fiati di Enzo Avitabile riempiranno l’aria di suoni del sud della nostra terra.

“Canta libera terra”, progetto de La Baracca / Testoni Ragazzi con la regia di Bruno Cappagli, si tiene nell’ambito di “Coltiviamo una nuova cultura d’impresa”, iniziativa di Legacoop Bologna dedicata alla legalità, per promuovere lavoro e sviluppo nelle terre confiscate alla mafia.
Su quelle terre oggi lavorano nuove cooperative fatte da giovani. Imprese oneste e pulite che, seme dopo seme, fanno crescere una nuova cultura: quella della legalità.
Imprese fatte da giovani che non possono essere lasciati soli, per accompagnare i quali è nata Cooperare con Libera Terra, per i quali è stato creato questo spettacolo teatrale.



Sono state due settimane di fuoco: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 20....tutti in teatro a provare. 42 ragazzi diretti da Bruno.
E pensare che la'evavmo già messo in scena questo spettacolo....dovevano essere delle prove facili.... Tutt'altro!!!

E lo abbiamo capito già dal secondo giorno, quando abbiamo iniziato a lavorare con Anna (Albertarelli), la coreografa: prima il riscaldamento, basato molto sul respiro e sull'ascolto del proprio corpo....muoersi ad occhi chiusi, nella penombra (luci soffuse), sdraiati sul palco....sentire ogni singolo muscolo e muoverlo, ma lentamente, senza fretta, con naturalezza.... E poi riscaldamento (e allungamento) a coppie: a turno, tramite il contatto e l'ascolto del copro dell'altro, ci si allunga e si stirano i muscoli, si aiuta l'altro a stendere il proprio corpo, a prepararlo per i movimenti successivi.
Già l'avevamo fatto al Cantamaggio, anche se non a coppie....e inizialmente non capivo il perchè di questi esercizi, e non riuscivo nemmeno a capire perchè Anna vi insistesse tanto....ma adesso mi rendo conto della loro importanza, sia per tutta l'attività che seguiva sia per conoscere meglio l'altro.
Perchè in effetti avevamo davvero bisogno di conoscerci un po' meglio, visto che durante i 3 gg del Cantamaggio avevamo avuto poco tempo. Tra di noi "Perchè la notte" e il gruppo di Medicina....ma anche tra le ragazze dell'Isadora Centro Danza (le ballerine della scuola dove insegna Anna) e tra i ragazzi della Galante Garrone, l'accademia di teatro di Bologna.
E' così che abbiamo avuto modo di conoscere Paola, Ileana, Monica e Arianna (bravissime, agilissime e snodatissime!!!)e pure Antonio e Fedra dell'accademia si sono rivelati molto bravi e simpatici!!! (erano compagni di corso di Gianfranco!!!)
Bello lavorare tutti assieme nelle coreografie: un solo corpo, un insieme compatto che si muove all'unisono....bellissimo!!!
Come ad es. nella scena del salto del "muro": è stata una bella sfida per me, uno schiaffo alla paura di cadere, di non essere presa bene dai ragazzi, di scivolare, di farmi male o di fare male a qualcuno....sfida che alla fine ho vinto soprattutto grazie a loro, Arro, Gabri, Franz, Riccarco (il "muro" appunto), che mi hanno spronato.

In una settimana abbiamo montato tutte le scene; nella seconda abbiamo legato il tutto con la musica....e con mia grande gioia abbiamo potuto lavorare di nuovo con Germana Giannini!! Che meraviglia rivedere Germana!!! Provare con lei è proprio bello, mi sento così a mio agio....e mi diverto così tanto!!!

"NEBBIA ALLA VAAALLE, NEEEEBBIA ALLA MONTAAGNAAAA"
Ormai i ragazzi non ne potevano più di sentirmi intonare quel canto a voce scoperta....e ogni volta nella scenaero l'ultima ad dover "uscire" e quindi a finir di cantare.....alla fine dell'ennesima prova Giangi è esploso con un "Oh finalmente l'avete fatta fuori, non se ne poteva più!!!!"
E nonostante tutto, nonostante la rottura di palle procurata a tutti.....per me fare quel pezzo è stata una bellissima esperienza....soprattutto dopo quello che mi avevano detto Bruno e Germana....e che mi ha gratificata tantissimo!
Germana è veramente una donna meravigliosa; in quei giorni l'ho sentita molto....quasi come una mamma, ecco. Sensazione strana ma bella e confortevole.

Ed è stato altrettanto bello lavorare con Ginevra Di Marco e la sua band!!!!
Quasi non ci credevo....Ginevra con la sua bellissima voce....era lì in teatro con noi a cantare e ad accompagnarci!! E con lei 3 musicisti fenomenali: Francesco Magnelli (tastiere varie), Andrea (chitarre varie) e Marzio (batteria).
In poco più di una settimana abbiamo potuto conoscere Ginevra e tutti gli altri chiacchierando, ridendo, provando, cantando insieme....insomma, abbiamo "sudato" assieme!! Ed è stata una bellissima esperienza. Con la loro bravura lo spettacolo è stato ancora più forte, ancora più vivo....noistessi sentivamo un'energia particolare già dalle prove, data proprio dalla musica live. Senza contare poi la voce di Ginevra....ogni volta che cantava "AMURI" mi veniva la pelle d'oca!!! Stesse emozioni per "AMARA TERRA MIA". E con "MALARAZZA" come stare fermi? Noi in quel pezzo arrivavamo sempre senza fiato (tra canto e ballo) ma con una carica addosso....

Carica che spero sia arrivata anche a chi ci ha visti sabato sera in piazza. Mai vista così piena!!!
Tutto buio....tranne che sul palco: un campo di terra e pietre.....un campo.....seccato dal sole.
Sudore e fatica. Come quella di un bracciante o di un contadino. E poi rabbia....e paura.....come quella provata dal piccolo Giuseppe Di Matteo.
Negli ultimi due giorni di prove (in piazza) tutto questo l'abbiamo sentito molto forte....voglia di resistere, di vivere, di cambiare il corso delle cose....voglia di ribellarsi e di dire no. Voglia di comunicarlo a tutti, di non restare indifferenti....bisogna liberarsi dal puzzo d'indifferenza per sentire il profumo della legalità....."sensibilizzare alla legalità. Tutti i giorni."
Ecco perchè lo slogan COLTIVIAMO UNA NUOVA CULTURA D'IMPRESA. Ecco il perchè di quel sacchetto di grano che abbiamo distribuito a fine spettacolo. Spero che tutto questo sia passato o, perlomeno, abbia raggiunto chi ci guardava.

Da parte mia mi sento ancora così carica ogni volta che ripenso a ciò che abbiamo fatto. E di questo non smetterò mai di ringraziare Bruno in primis per questo stupendo progetto che ha voluto tenacemente realizzare, con tutte le sue forze; e poi Anna, per tutto che mi ha insegnato sul corpo (meravigliosi i massaggi a fine prova!!!); e Germana
Avrei voluto dire un bel GRAZIE INFINITE anche a Ginevra, Francesco, Andrea e Marzio (d'ora in poi a Natale solo delle gran partite a Panforte!! ) per la loro simpatia, per la balotta....ma soprattutto per la loro bravura che ha reso questo spettacolo così bello. Peccato che ci sia stato così poco tempo.

E poi ci sono Fabio, Arro, Gabri, Stefano, la Daniela, Donato, Matteo, la Dany, Marco, la Valentina, la Giorgia, la Consu (mi hermanitaaa!!!), la Giada, la Laura, le 2 Alice, Mattia, Brunino, la Giulia, Marabo, Ernesto, Alessia, Giangi, Riccardo, la Maddy, Mirko, Beppe, Elia, la Mariachiara, Fox (mitttticccooooo!!!!), l'Elisa....tutti i ragazzi che ho potuto conoscere meglio e che hanno dato vita a questo spettacolo.

* G R A N D I O S I ! ! *

Updated 09-09-2008 at 02.09.40 by darcylia

Categorie
Uncategorized

Commenti

  1. L'avatar di willy61
    Nebbi' a la valle e nebbi' a la muntagne,
    ne le campagne nen ce sta nesciune.
    Addije, addije amore,
    casch' e se coje ... la live
    e casc' a l'albere li foije.

    Casche la live e casche la ginestre,
    casche la live e li frunne ginestre.
    Addije, addije amore,
    casch' e se coije.. . la live
    e casc' a l'albere li foije.
  2. L'avatar di darcylia
    Proprio il pezzo che cantavamo noi a voci scoperte!!

    Poi attaccava Ginevra con la sua band.

    Da pelle d'oca, Guglielmo.

Privacy Policy