• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

darcylia

Riflessioni di una laureanda assai delusa e demotivata

Vota questo post
L'ho detto e lo ribadisco: sono un'idiota.
Sono un'idiota perchè mi sono ridotta all'ultimo. E quando dico all'ultimo intendo davvero all'ultimo, come se fossi sul ciglio di un burrone.
Non è normale mandare quasi tutta la tesi alla propria relatrice solo 4-5 giorni prima della consegna in segreteria.
Non è normale andare sabato mattina a ricevimento da lei per farle firmare il frontespizio e andare subito dopo a stampare e rilegare la copia per la segretera (che dovrò consegnare lunedì mattina).
Tra l'altro questa settimana la mia relatrice era via, è tornata solo oggi....lei ha detto che ha visto il materiale che le ho spedito.....ma io sono convinta che non l'abbia nemmeno letto. Non mi ha detto niente, solo che ha visto le mail.
E' proprio vero, a nessuno importa qualcosa di questo mio lavoro

E forse è meglio così.
Questa tesi l'ho scritta praticamente in neanche 3 settimane. Mattina, pomeriggio e notte attaccata al pc.... nessuno stacco o svago concesso, non ce n'era tempo....
E il risultato si è visto: è cortissima, neanche 60 pagine (fronte e retro), con i capitoli teorici davvero scarni; una ricerca che sarebbe bella....se non fosse che il questionario che la prof mi ha dato fa schifo, non è validato, e non permette altre elaborazioni statistiche se non delle banalissime descrittive....una palla, una semplice e banalissima descrizione dei risultati ottenuti....conclusioni basate tutte su conferme/disconferme di dati ottenuti in altre ricerche (per altro ne ho trovate davvero poche) e ipotesi di spiegazione sul perchè delle risposte dei soggetti (ipotesi che non posso verificare....il questionario non me lo permette!!!!).....una bibliografia scarna e ridotta all'osso, non ho trovato abbatanza documenti e materiale decente.... Praticamente, una schifezza!!!!! La mia ricerca non ha nessun valore scientifico.
E io che ci credevo tanto....
E' un mio progetto, nato da una mia idea....io l'ho proposto alla prof!!!!
Ma non pensavo che sarebbe diventato così Credevo che ne sarei stata orgogliosa di questo lavoro, che sarebbe stata la giusta conclusione ai miei studi e che mi avrebbe reso fiera di me stessa....
Quanto mi vergogno!!!! Quanto mi vergognerò a far vedere 'sta "cosa" in commissione....a tutti i prof del mio indirizzo....
Già mi vergogno abbastanza con la mia relatrice.....che per altro non mi ha seguita per niente, è vero, ma non posso addossare la colpa su di lei. Certo, io sono stata una deficiente perchè avrei potuto muovermi molto prima, lo so..... ma se lei mi avesse dato anche solo qualche informazione in più, se mi avesse ascoltata davvero a ricevimento, quando le andavo a chiedere informazioni precise e specifiche... ma mi rispondeva sempre restando sul vago....

Ormai è fatta. L'obbrobrio è stato scritto.
Come mio solito, avrei potuto fare molto di più. Ma mi sono rovinata.

Complimenti, Laura.
Chissà cosa direbbe tuo nonno se fosse ancora qui.
Non penso sarebbe molto fiero di me.
E posso capire come non lo sia nemmeno mia mamma. Lei che si è laureata in medicina.

Sono proprio giù.

Adesso devo scrivere il report specifico con i risultati di ogni liceo che ha partecipato alla ricerca. Spero almeno qui di fare un lavoro decente....almeno per non perdere quel poco di dignità che mi rimane e per ricambiare la disponibiltà che professori e studenti mi hanno offerto per attuare questo mio progetto.

Coraggio, Laura: sei caduta giù dalla montagna.
Prova adesso a risalirne lentamente la china.


09-10-2005 129
Categorie
Old Blog

Commenti

Privacy Policy