• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Linea di confine

2 settimane

Rating: 1 votes, 5.00 average.
Ormai è da 2 settimane che sono a casa da sola.
Due settimane che la psico è partita.
Due settimane che torno dal lavoro, non so cosa fare allora mangio e vomito.
Due settimane. Ogni santo giorno.
Se vado avanti così davvero finisco male.
Ma non riesco a fermarmi. Ad un tratto sento che devo mangiare, devo riempire il vuoto interiore, allora in quei momenti è come se non connettessi più. Sembro assatanata di cibo. Mi fiondo in cucina e prendo la prima cosa che mi capita sotto mano e la infilo in bocca, senza nemmeno gustarmela. Va giù così velocemente che neanche sento il sapore.
Fino a scoppiare.
Poi due dita in gola e il gioco è fatto.
Non è bello dover essere schiava in questo modo.
Il frigo ormai è vuoto. La dispensa anche. Ho fatto fuori TUTTO.
Forse domani mi salvo. Chi lo sa.
O magari, come è già successo, mi fermo in pizzeria e mi prendo due tranci...sapendo già la fine che faranno..

Che brutto.
Ancora più brutto è volere smettere, ma non riuscirci.

Chi mi leggerà penserà che sia idiota. Spesso lo penso anche io.

Sai, quando arrivi ad uccidere il tuo corpo, può sembrare di aver superato una linea di confine.

Si è superato "quel certo punto" in cui tutte le persone si fermano; mi riferisco anche alla capacità di comprensione delle persone.
Dopo "quel punto" solo chi ha percorso la tua strada può capirti, gli altri possono solo provarci.
Ma forse, in fondo le tue cicatrici, in un certo senso, ti danno un vantaggio: allontanano chi non riesce a capire, (e non ti avrebbe capito nemmeno se tu fossi senza cicatrici!) e suddividono nettamente, le persone che hanno la capacità di vedere oltre a quelle cicatrici, da chi si ferma in superficie.


Il desiderio più grande è essere capita. Ma ho cominciato a comprendere che "gli altri" hanno dei limiti, ma non per colpa loro. Se tu parlassi con un cieco non potresti arrabbiarti con lui perchè non capisce quando gli descrivi il sole. E’ fisiologico non comprendere, almeno fino in fondo, certe situazioni per chi non c’è passato.



P.S. Oggi sono 2 settimane precise che non vedo la mia psico. Vorrei tirarla fuori dai miei pensieri e parlarle.....mi manca da morire
Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy