• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Linea di confine

Non ho idea

Vota questo post
Oggi 2 colloqui.
La prima psicologa ha detto testuali parole: "non ci siamo. Mi tocca farti fare ancora il diario alimentare..."
E allora viaaaaa a scrivere di nuovo "cosa provo prima", "cosa penso prima", "cosa mangio", cosa provo dopo", "cosa penso dopo"
Compilare un foglio su ciò che introduco nel mio stomaco e le emozioni provate.
Non so a quanto possa servire...forse a rendermi conto ancora una volta che non ho equilibrio nemmeno con il cibo.
O forse a farmi ulteriormente incazzare, vedendo che mangio poco e niente ma non scendo di peso.

Nel secondo colloquio invece ho parlato anche di OPS..che ultimamente passo i pomeriggi qui e mi trovo bene.


--------------------------------------

Racconto qui parti della mia vita.
Episodi come in un film. Capitoli come in un libro.
Mi sfogo in pagine (web) cercando di trovare il giusto sollievo.
Ho bisogno di capire. E' una vita che tento di capirmi. E credo non ci sia niente di più difficile che capire sè stessi.
A me, risulta molto più semplice capire gli altri.
Il più delle volte riesco ad interpretare ciò che pensano, mi basta poco per capire chi potrebbe essere compatibile con me e chi invece no, so muovermi bene per fare il mio gioco, so dove attaccare per fare male, so farmi amare, so farmi odiare.
Perchè non c'è una via di mezzo: o mi ami, o mi odi. Proprio come faccio io con gli altri. Due sentimenti opposti che continuamente e in un baleno si alternano.
Una volta la psico mi disse: "tu hai la capacità di far funzionare gli altri come funzioni te".
Credo abbia ragione. Ma questo risulta essere un pregio o un difetto?
Inoltre, ho sentito parlare di codipendenza. Il border fa entrare l'altra persona in un vortice di emozioni dal quale poi è difficile uscirne. E chi caxxo siamo?!? ahahah Mi pare una stronzata bella e buona. Quante persone sono entrate nella mia vita e poi se ne sono andate? Sì, magari dentro di loro ho lasciato un qualcosa. Ma come tutte le persone. O lasci una ferita o lasci un bellissimo ricordo. Non siamo diversi dagli altri. Riassumerei il nostro problema con due parole "bisogno d'amore".
Ma chi non ce l'ha questo bisogno?!?

Se fino a poco tempo fa volevo sapere a tutti i costi il nome del mio disturbo, adesso questa etichetta mi sta stretta. Non sono niente. Sono solamente una persona. Una come tante.
Io avrò l'impulsività, tu avrai l'ansia.
Io avrò paura dell'abbandono, tu avrai paura dei luoghi chiusi e ristretti.
Io sarò ipersensibile, tu avrai gli attacchi di panico.
Io userò sostanze stupefacenti, tu sarai apatico.
Io mi tagliuzzerò, tu sarai balbuziente.
Io sentirò un vuoto enorme dentro, tu sarai timidissimo.
Io avrò disturbi dell'alimentazione, tu avrai paura degli spazi aperti.
Io sarò debole, tu avrai la fobia di parlare in pubblico o di conoscere nuove persone.
Io avrò una rabbia immotivata e incontrollabile, tu avrai il terrore dei ragni.
Io idealizzerò, tu avrai la depressione.
Io sarò instabile, tu sarai troppo sicuro di te.
Io sarò al confine, tu ci sarai dentro in pieno.
Ad ognuno il proprio difetto, ma non c'è bisogno di un marchio. Non siamo mucche.

Ultima cosa: credo che non cambierò mai. Da una parte mi trovo bene nel mio oceano. Laura è così. Se cambiasse, poi non sarebbe più Laura.
Forse dico questo perchè mi fa paura il cambiamento.
Sai quello che perdi, non sai quello che trovi.
Forse è perchè la mia estremizzazione mi porta a vivere il cambiamento in maniera radicale.
Ho nella mente che se mi faranno cambiare, avverrà al 100%.
Ma forse sarà solo questione del 30%......



Categorie
Uncategorized

Commenti

  1. L'avatar di azzurra81
    Concordo da: "Se fino a poco tempo fa..." a "non siamo mucche".

    Il resto a te...
  2. L'avatar di Alessia Va
    Laura è tante persone in una.
    Quella alla quale vuoi restare attaccata è solo una delle tante Laure...
    Non hai voglia di scoprire anche le altre?
  3. L'avatar di kaory_78
    Nel secondo colloquio invece ho parlato anche di OPS..

    beh, se hai parlato anche dei soggetti che bazzicano su ops, minimo la psico avrà pensato che kaory è la messa peggio!

    Ad ognuno il proprio difetto, ma non c'è bisogno di un marchio. Non siamo mucche

    mucche no, ma pulcini spennacchiati si!
    scherzi a parte, l'etichetta serve solo agli psicologi per avere un linguaggio comune e basta! la tua psicologa infatti te lo aveva accennato.

    Ho nella mente che se mi faranno cambiare, avverrà al 100%.
    Ma forse sarà solo questione del 30%......


    un quadrato non si trasforma in un cerchio! un cambiamento equivale a miglioramento dello stato psico-fisico e relazionale della persona, smussando le parti di noi che ci creano problemi e dando luce laddove c'è ombra
    Updated 20-05-2008 at 23.33.14 by kaory_78
  4. L'avatar di lunalamù
    Cara piccola laura...
    mi emoziono sempre tanto leggendo le tue pagine..
    e sono felice di quello che ho letto oggi..

    "se fino a poco tempo fa....non siamo mucche"
    sono felice che dici queste cose..e che le hai fatte tue.. a poco a poco andrà sempre meglio..

    ti abbraccio.

Privacy Policy