• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

darcylia

Riportando tutto a casa #2

Vota questo post
E poi....e poi c'è la settimana del teatro. Anzi, la settimana di Perchè La Notte, di Errare Humanum Est e del Cantamaggio. In tutto circa 10 giorni di tour de force, sicuramente stancanti e frenetici.....ma così belli!!!!

Prima lo spettacolo di Perchè La Notte, a cominciare dalle prove generali di lunedì, fino a notte fonda, quando non ne potresti già più di una giornata di lavoro.
Arrivi lì e....puff, sparisce tutto, ti ritrovi catapultato in un altro mondo anzi, di più: quest'anno sono proprio un'altra persona, un personaggio, me lo sono costruito io, a cominciare dal vestito, in puro stile anni '50, pronta per andare al Jamboree. E invece...entri in una balera, di quelle di periferia, stile Vallereno o Sala Sirenella....e inizia tutto lo spettacolo: quest'anno si parla di Amore, anzi di Amori, di tutti i tipi. E lo si fa con i testi delle canzoni. Siamo partiti dal trash, e la mia prima scelta è caduta inevitabilmente su "Maledetta Primavera" di Loretta Goggi, quella che canto ogni volta a squaciagola in macchina, soprattutto se sono in compagnia.... Poi però abbiamo scelto di esser più seri, e allora non potevo che scegliere Silvestri, l'amore della mia vita (appunto!) e "Le cose in comune".
Soltanto lo sguardo non è proprio uguale perchè il mio è normale, ma il tuo....è troppo bello!
Ma allora ti chiedo: Non è sufficente? Con tutte le cose che abbiamo in comune, l'unione fra noi non sarebbe perfetta?

Son venute così, scontate forse.....ma recitate e dette in maniera seria sono tutt'altra cosa, molto più forti.
Ed il bello è stato intrecciare queste parole scelte da me con quelle degli altri 25 miei amici e delle loro canzoni: ne è venuto fuori qualcosa di incredibile, l'amore descritto in tutte le sue sfaccettature....e soprattutto, è stato il primo anno in cui abbiamo davvero improvvisato, a seconda di quello che sceglieva Bruno. Sapevano che c'erano determinate scene ma ogni sera non sapevano se Bruno le avrebbe scelte tutte e in che ordine, per cui a seconda di alcune parole-chiave che Bruno chiamava (per chi ci guardava era impossibile capire quali fossero ad "attivare" la scena) eccoci che in 4-5-6 entriamo "in pista" a ballare/recitare. Insomma, l'amore raccontato attraverso gli avventori/abitueé di una balera, che si ritrovano a ballare un insolito alligalli su di un insolito Mike Patton che canta "20 Km al giorno"
Roba da non crederci. Se mi avessero detto che lo spettacolo sarebbe venuto fuori così, non ci avrei creduto. Ed è andato alla grande, mi sono divertita come noi mai!!!!!!
Grazie alla presenza di tutti, dall'Alicina (la "sorella" più piccola o la "nipotina", come è stata ribattezzata da me e dalle altre "nonne" del lab, dato che le abbiamo fatto un po' da zie) a Maurice, che è una certezza, alla Vitto, la Marghe, Zagno, Mattia, Pefetto, l'Alice, Marchino, la Fede, Sara, Giulia, Fox, Sofia, Daniele....e poi anche Michael, Elisa, Anna, Lorenzo e Fiorenzo, Andrea, Alessia....insomma, grazie a tutti quelli che ci son stati e che hanno voluto mettersi in gioco per quello che sono.
Che non è poco, anzi per me è stato (ed è) sempre molto: è la possibilità di guardarmi un attimo, dentro e fuori, senza dare giudizi ma sperimentandomi, lavorando su me stessa. E lo posso fare assieme agli altri, ragazzi e ragazze adai 18 ai 30 anni che hanno voglia di mettersi in gioco e di farsi domande.
Ed è incredibile quanto tutto questo mi scarichi e ricarichi allo stesso tempo! Buttare fuori il brutto, il pesante, il peggio di una giornata....e ricaricare le batteria, per ripartire il giorno dopo, i giorni successivi....
Aaaaah che bello!!!!!


to be continued....

Updated 07-05-2012 at 01.03.28 by darcylia

Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy