• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Lgmi

Errori e lividi

Vota questo post
eri mi stato chiesto cosa si potesse imparare da un errore, che senso, che valore avesse.


Mi guardo allo specchio...ho ancora un livido che ricordo di un giorno d'estate, il segno di una vecchia caduta durante un gioco di bambini, una cicatrice...


Mi guardo ancora...quante cicatrici ci sono e non si vedono, quante ferite...quante volte ho investito in amicizie, legami, situazioni per poi rendermi conto, con dolore, che non erano affatto come le vedevo, come le pensavo...quando pensavo che fossero dei preziosi tesori mi sono resa conto che solo ai miei occhi apparivano tali, mentre per l'altro ero solo un mezzo per giungere altrove, un tappabuchi, un'intermezzo...


Con amarezza mi rendevo conto che il tempo speso a prendermi cura di certe persone, la tenerezza, la delicatezza erano stati solo miei...


Un'illusione. Errore, appunto.


Potrei aspettare la vendetta da gustare fredda...ma non mi importa.


Potrei fare in modo che in virt di quella ferita sul cuore si possa creare un'ispessimento che mi renda pi dura, cinica, cattiva...


Potrei...ma conoscendomi, pi facile che la rabbia mi passi e sia ancora una volta pronta a mettere una pietra sopra l'accaduto per ricominciare daccapo.


So bene che da un'errore s'impara a guardare meglio, a stare pi attenti...si pu imparare anche a vedere quando qualcun altro sta per fare quello stesso errore e metterlo in guardia...


Da un'errore s'impara a conoscere gli altri ma anche a conoscere se stessi, a scoprire quanto siano fragili certi aspetti di noi, ad imparare quanto un nostro difetto, a volte, sia anche una risorsa...


Non riesco a ricordare la bellezza mentre le ferite di delusioni recenti sanguinano ancora, non riesco a vedere lucidamente quanto ho avuto in dono perch tutto ora mi sembra solo paccottiglia...sono troppo arrabbiata...sono arrabbiata con me stessa per aver dato a piene mani senza tenere quasi nulla per me...sono arrabbiata per tutte le volte in cui sono rimasta a braccia aperte invece di chiuderle per abbracciare me stessa....


Ma, nonostante tutto, in quei legami io c'ero. Con la parte migliore e la parte peggiore di me stessa.


E questa l'unica cosa di cui non ho rimpianto.


L'errore parte dell'esperienza...a volte necessario percorrere sentieri sconnessi per ritornare a camminare sulla strada principale...
Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy