• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Alessia Va

ABUSO SESSUALE INFANTILE: MITI vs. FATTI

Vota questo post
Mito: Gli abusatori sono sconosciuti.
Fatto: 75-85% sono conosciuti dal bambino; più del 40% sono nella famiglia.

Mito: Gli abusatori sono sempre adulti.
Fatto: Circa 1/3 degli abusatori sono adolescenti.

Mito: Gli abusatori non sono sposati o sono sessualmente frustrati.
Fatto: Molti sono sposati e hanno una vita sessuale regolare.

Mito: Gli abusatori si fanno riconoscere.
Fatto: Molto spesso sono gentili e insospettabili.

Mito: Gli abusatori hanno un quoziente intellettivo sotto la media.
Fatto: Il loro quoziente intellettivo è generalmente nella norma.

Mito: Gli abusatori sono omosessuali.
Fatto: Gli abusatori scelgono sia bambini che bambine e non sono interessati ai maschi adulti.

Mito: L’abuso è sempre perpetrato come un attacco violento.
Fatto: La violenza è palese solo nel 5% dei casi circa. Molto spesso è invece portato avanti attraverso modi suadenti e/o minacce più o meno esplicite.

Mito: L’abuso implica la penetrazione e l’atto sessuale.
Fatto: Molti bambini sono abusati sessualmente senza penetrazione, con contatti orali o genitali di diversa natura.

Mito: L’abuso senza penetrazione non da serie conseguenze.
Fatto: Numerosi studi attestano che l’abuso sessuale infantile con o senza penetrazione da luogo ad effetti seri a lungo termine, a conseguenze psicologiche.

Mito: Gli abusi sono di solito episodi isolati.
Fatto: Sono solitamente più di uno e si protraggono nel tempo per mesi o anni.

Mito: Gli abusi succedono in luoghi pubblici come i parchi.
Fatto: Il luogo più diffuso in cui si compie un abuso è in casa della vittima o in casa dell’abusatore.

Mito: L’abuso è responsabilità della vittima.
Fatto: La responsabilità dell’abuso è sempre da riferirsi all’adulto o all’adolescente abusante.

http://www.alienlovebite.com/article...notherapy.html
Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy