• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Alessia Va

L'Omeopatia.

Vota questo post
"Pensi che potrebbe servirti l'omeopatia? magari c'è qualcosa che puoi prendere in questo momento, che ti può aiutare a gestire la cosa"

"Si" rispondo "mi sto curando, in effetti con l'omeopatia, da tempo".

"Bene! Allora prova a sentire il tuo omeopata..."

Si.
Una parte di me lo sa che potrebbe essere un aiuto.
No.
Un'altra parte di me si rifiuta.
Perchè sentirlo equivarrebbe a raccontare tutto.
E non me la sento.
O meglio: non so...se me la sento.
Perchè poi io so come è fatto P.
Andare da lui vuol dire stare almeno un'ora a parlare...
E non c'è volta in cui non scavi, domandi, indaghi.
Non potrei "sfuggirgli"...

Ma, poi, giusto per curiosità vado a cercare su internet a cosa corrisponde il rimedio che mi ha dato l'ultima volta che ci siamo visti, un mese fà.
E penso che forse aveva già capito tutto...
Prima di me.
Rimango basita...
Subito. dalla prima riga...

Molto spesso Carc. ha subito dei gravi traumi infantili (dalla violenza, anche sessuale, ai rimproveri, alla perdita di persone care, etc.) che lo hanno condizionato così pesantemente da “bloccarlo” a livello emotivo e sul piano della “comunicazione”: cerca allora, da un lato, di “controllare” le proprie emozioni, di non farle trasparire (anche se queste “premono” dall’ interno per uscire); dall’ altro, cerca
di adattarsi ad un Ambiente da cui si sente sovrastato e violentato ma da cui non riesce ad affrancarsi.
E’ da questa lotta impari e dalla necessità di mostrarsi imperturbabile, capace, cioè, di “tenere a bada”sia le belve emozionali che il disperato bisogno di comunicazione, che deriva la sua “rigidità”, fisica ed
istintuale.


Questo è solo un estratto...leggere tutto l'articolo è impressionante.
E' la mia fotocopia.

Ancora una volta mi inchino di fronte alla saggezza dell'Omeopatia...
E di chi, con sensibilità e intelligenza, la utilizza come andrebbe utilizzata..
Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy