• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

darcylia

Ancora luce

Vota questo post
Bologna d'estate si sveglia.
E' come se si scrollasse di dosso muffe, polvere, ragnatele, e si facesse una doccia.
E non è solo pioggia.

Da giugno ci cammini dentro.....e la ritrovi più luminosa del periodo natalizio, più bella.



Certo non riesce a ripulirsi del tutto....la sporcizia (dis)umana e il caldo non l'abbandonano mai....ma è tutto diverso.
Persino i piccioni che stazionano solitamente sul crescentone danno meno fastidio.
Eppure....l'umidità ammazza ugualmente, ti appiccica.....le auto girano ovunque, dovunque e comunque (quando si decideranno a pedonalizzare il centro?).....

Non c'è niente da fare, mi piace ugualmente.
Un po' perchè il cinema all'aperto di Piazza Maggiore le dona un'aria distinta: con la rassegna Cinema Ritrovato è possibile guardarsi alcuni film di Chaplin (provenienti dalla cineteca) corredati di colonna sonora eseguita dal vivo....La febbre dell'oro", "Il circo", oppure classici, come "Totò cerca casa", "Per qualche dollaro in più", "Il dottor Stranamore"....."Prendi i soldi e scappa", "Ricomincio da tre", "Animal House", "Il piccolo diavolo"....
Il programma di Bologna Estate riaccende Bologna.



Basta prendere un autobus verso il centro e poi iniziare a girare.
Arrivando in piazza Santo Stefano ci si imbatte nella musica: concerti vari, quasi ogni sera, e tanta gente (ma d'estate le città non si svuotavano?).
E' stato così che ho scoperto Antony and the Johnsons
Da pelle d'oca.

Ma anche piazza San Domenico non è da meno.
Sia per la musica che per la danza.
Oppure i Giardini del Baraccano....

Il martedì e mercoledì sera è consigliato aggirarsi per le trasversali di via Riva Reno finchè non si raggiunge il Chet Baker.
Come si chiami di preciso la via non mi ricordo, ma basta seguire la musica e si trova il locale.
All'aperto, sulla strada chiusa al traffico per l'occasione. Basta seguire la voce di Buscaglione e tenere il ritmo con piede o schiocco di dita.

Se poi si passa dalle parti del Comunale.....beh, come non entrare? (soprattutto quando non ci sono biglietti da pagare).
Perchè non soffermarsi? Lo spettacolo sembra interessante.....

All'interno della rassegna "L'estate del Bibiena 2007", secondo appuntamento della serie dei reading musicali, presso il Teatro Comunale di Bologna.
"Rime e Ritmi", una lettura di testi di due dei più grandi poeti del Novecento: Thomas Stearns S.Eliot e Wislawa Szymborska, i versi dei quali saranno accompagnati dal pianoforte e dal contrabbasso.
Lella Costa, Rita Marcotulli (al pianoforte) e Furio di Castri (al contrabbasso) interpretano in prima assoluta questi due grandissimi poeti, scelti a delineare simbolicamente una visione maschile e una visione femminile delle contraddizioni della società occidentale.
L’opera di Eliot e della Szymborska viene smontata e ricostruita all’insegna dell’imprevedibilità e della frammentazione: per giocare con le parole, raccontare con la musica le suggestioni della poesia, indagare il paradosso, l’ironia, l’eleganza e la sottile ossessione verso gli enigmi esistenziali dei due grandi poeti.


Altri brividi. Ma non certo di freddo.

E quando ho voglia di vedermi meglio Bologna....inforco la bici e me ne vo in giro di sera (e poi di notte) per il centro.
Così, "sanza meta".
Inebriante.

Però.....anche poco fuori centro c'è vita: tra il parco di Villa Angeletti e il suo programma di musica e danza per tutto giugno e luglio.....l'Arena Puccini (altro cinema all'aperto).....Scadellara....i Giardini del Guasto e tutte le iniziative rivolte ai più piccoli....

La luce continua.




11-09-2007 02:18
Categorie
Old Blog

Commenti

Privacy Policy