• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Alessia Va

La porta...

Vota questo post
Si parlava, di quella porta.
Che sento sbattere e chiudersi alla domanda "Come ti senti".
"Quella porta si aprirà solo quando sarà il momento e solo di quel tanto che sarà necessario..."
Nel pensare questo noto un particolare di quella porta che non avevo mai considerato prima.
Ha una maniglia.
Ovvio, verrebbe da dire. Come può esistere una porta senza maniglia.
Da qualche parte bisogna pure che si apra.
Invece no.
Non è ovvio.
E' fondamentale.
Perchè se ora questa porta ha una maniglia e la posso vedere chiaramente, sono io che decido quando mettere la mano su quella maniglia per aprirla.
E sono sempre io che decido di quanto aprirla, con la mano ben salda sulla maniglia.
Si.
Decisamente.
Una bella maniglia, solida, larga, lunga. La mano ci si poggia comodamente, con tutto l'agio di prendere bene la presa.

Updated 10-03-2010 at 23.22.13 by Alessia Va

Categorie
Uncategorized

Commenti

  1. L'avatar di willy61
    Una porta. Sembra roba da nulla.
    Di solito serve a chiudere fuori qualcosa, o qualcuno.

    Quasi mai si pensa che chiudere fuori e chiudere dentro sono il risultato dello stesso movimento...

    Come diceva Shevek, nel libro "Quelli di Anarrès": "Avete meso un altro lucchetto alla porta, e l'avete chiamato democrazia".
    O, in altri termini, difese corporee.

    Buona vita Ale

    Guglielmo

Privacy Policy