• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

darcylia

Parata { 9-06-2007 }

Vota questo post
Faceva proprio caldo sabato.....ma era soprattutto umido, avendo piovuto tutta la settimana.
In parte me l'aspettavo ma.....porca, quanto ho sudato!!!!

Dalle 13 alle 21-22, sempre in movimento, per le strade o nella piazza.
All'una c'era il ritrovo nel parco di villa Angeletti....e già lì non si respirava. Però....veder arrivare tutti quanti, tutti i carri, i vari gruppi......gli altri del mio gruppo.....
La"divisa" per noi era: pantaloncini/gonna rossi e maglietta/canottiera bianca....con sopra disegni, pensieri, parole, frasi, simboli a nostro piacere che parlassero del SORRISO.
Perchè quest'anno il lab di danza era incentrato proprio sul tema del Sorriso, tutte le coreografie pensate erano prese da danze di gioia, di festa, così come i ritmi suonati dai percussionisti.
"Chi non sa ridere non è un uomo serio"
"Fatte 'na risata"
"Il sorriso è gioia per la vita"
.....

Bello trovarci tutti lì con idee diverse ma un unico messaggio.
Ma anche incontrare amici che non sapevi ci fossero.
Ho beccato Lorenz che stava per andarsi a truccare: era nel gruppo di samba!!!! (unico uomo fra una marea di ragazze...il solito marpione ).
Poi Gianfranco nel gruppo di teatro-danza incentrato sui tarocchi.....e sempre nello stesso gruppo..... pure Enrico (eeehh???? Orrix??? ).
Se non era per lui che vedendomi da lontano mi ha detto: "Sally!! Vediamo se mi riconosci.....", io non l'avrei MAI riconosciuto (non lo vedevo da tanto....in più era vestito tutto multicolore, pantaloni e copricapo, con il viso interamente truccato).

Con l'arrivo al parco dei percussionisti l'atmosfera si è ulteriormente surriscaldata: djembe di ogni tipo e tonalità, tamburi di ogni dimensione, tamburelli, nacchere, cembali.....e poi strumenti a fiato costruiti con i materiali e gli oggetti più impensati....il tutto in un crescendo di ritmi e suoni che ha iniziato a far muovere tutti.
A partire dalla danza di "riscaldamento", prima di uscire dal parco (come se non facesse già abbastanza caldo....)....in realtà serviva per caricarci e allentare un po' la tensione.
Che ritmo!!!!
Per di più ci hanno messo davanti: il gruppo afro ad aprire e guidare la parata!!!

E alle 15 siamo partiti.
Dopo il primo pezzo di via Carracci e via Fioravanti camminati in silenzio, la parata è esplosa da via Tiarini: djembe al massimo....avanti di passo in passo, ancheggiando, mandando baci alla gente (bellissima la coreografia per la camminata!!!) e muovendoci all'unisono....60 ragazze (e pure qualche ragazzo!) che tramite questa danza avevano voglia di sorridere, di far festa, di trasmettere quell'allegria anche agli altri....
Il caldo è stato feroce, ho rischiato di collassare almeno 3 volte....per fortuna gli "angeli della parata" (addetti all'organizzazione) e qualche passante ci hanno dato dell'acqua.
Per la verità circolava anche del vino rosso niente male che veniva offerto nei bicchieri di terracotta fatti dal lab della parata.

Bellissimo l'arrivo in via Indipendenza, giù dal ponte della stazione, con la gente da entrambi i lati della strada e sopra la scalinata della montagnola....sorridevano, ballavano....alcuni si univano alla parata.....tra clown, trampolieri, giocolieri, acrobati, musicisti vari.....
Altrettanto bello l'arrivo in Piazza Maggiore alle 7 e mezza, con il sole del pomeriggio, una luce arancione per le vie.....e tutti i gruppi in ogni angolo della piazza che si esibivano, fino a sera.
Capoeira, taranta, pizzica.....i "danzatori urbani".....i "diabolisti".....

Un'esperienza nuova e bellissima per me.
Perchè mi sono scoperta non così riluttante nei confronti della danza, anzi.....nonostante la stanchezza (tanta!) avevo voglia di muovermi, di danzare con gli altri.....ma soprattutto....non ho avuto così tanta paura di ballare, di muovermi davanti a tutte quelle persone.
Potrebbe essere un altro piccolo ostacolo superato.....ma conoscendomi un poco aspetto a dirlo....gli effetti bisogna vederli sulle lunghe distanze....

"ora conosci l'energia e l'amore che può darti la danza; se poi accompagnata dalla musica è il paradiso."
Grazie G.

Ad ogni modo, sono tornata a casa stanca marcia, sudata e sporca......con un sorriso.






18-06-2007 01:44
Categorie
Old Blog

Commenti

Privacy Policy