• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Alessia Va

Stasera

Vota questo post
l'Ultima tentazione di Cristo
The Last Temptation of Christ, Usa, 1988
di Martin Scorsese, con Willem Defoe, Harvey Keitel, Paul Greco, Steven Shill, Verna Bloom

Cerimonia tribale
recensione di Adriano Ercolani







Tutta la bellezza, lo squilibrio, la dualità di quest'opera di Scorsese è già contenuta nello scontro radicale tra i titoli di testa e la prima inquadratura del film.
Dopo la didascalia che riprende l'introduzione del romanzo di Kazantzakis, ecco che lo schermo si ricopre con il disegno stilizzato di una corona di spine nere su uno sfondo rosso; le raffigurazioni, alternate in lento zoom-out e dissolvenze incrociate, portano al titolo del film, sui cui si scatenato i tamburi selvaggi della (grande) musica di Peter Gabriel. Sono immagini che grondano sofferenza visiva e sonora, e riportano ad una cerimonia tribale, messianica, pagana e non cattolica: bastano questi pochi momenti a preannunciare tutta la forza visiva e la potenza spirituale delle scene più "forti" del film. Poi invece la prima inquadratura è un carrello aereo tra i rami di un orto di ulivi: niente musica, soltanto la delicata ed eterea bellezza delle foglie verdi e del vento che le lascia danzare: un'inquadratura che sembra essere fine a se stessa, e forse testimonia in un certo qual modo la difficoltà di Scorsese a capire quale sia lo stile del film. Dunque dolore, sangue, e poi subito speranza, soavità: secondo noi, una magnifica incoerenza, un'inconscia ma sincera ammissione di incapacità a padroneggiate un tema così importante e denso per lo stesso autore: ed infatti L'Ultima tentazione di Cristo si presenta arduo, squilibrato, indeciso, come il suo protagonista, tra l'impugnare l'ascia di guerra (visiva) o recare l'amore (di scene luminose come mai nel cinema di Scorsese). Il film è forse però il più intenso e potente del suo autore, che ne rimarrà scottato.
Ricordiamoci che alla fine del film...
http://www.offscreen.it/rece/ultimatentazione.htm

(.....e ci metto i punti perchè non è bello raccontare la fine di un film...)

Mi ha toccato...
E sorpreso.

Non pensavo fosse cosi...intenso.
Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy