• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Alessia Va

Il freno a mano.

Vota questo post
Arrendendoci alla forza vitale , il respiro trova ritmo, forma e profondità naturali, e si gli permettiamo di governare corpo e mente li scopriremo meravigliosamente armonici e interattivi.
È eccitante, è travolgente ed è anche un incredibile sollievo.
Immaginate di aver guidato una sola auto per tutta la vita.
È vostra da sempre e la conoscete bene. Vi porta dove volete andare, ma consuma troppo, deve essere riparata spesso e non risponde molto bene ai comandi, anche se ormai ci avete fatto l’abitudine.
Poi un bel giorno un amico viene da voi a fare un giro in campagna.
Non appena vi immette sulla strada, vi fa notare che avete il freno a mano tirato. “Di cosa stai parlando?” domandate stupiti. Non lo avevate mai sentito nominare.
Allora l’amico vi mostra come dovete fare, e non appena toccate l’acceleratore l’auto schizza via con insolito brio.
Pochi secondi sono più che sufficienti per abituarsi alla novità, ma è una scoperta che non si dimentica: non credevate che guidare fosse così divertente, per non parlare del risparmio sulla benzina e sui conti del meccanico!
[…]
Il “freno a mano tirato” equivale all’inconscia soppressione del meccanismo respiratorio. Una volta tolto il freno, tutto funziona meglio. Ognuno, però, deve scoprire da sé le proprie sensazioni.

Sondra Ray – L’arte del Respiro.

Updated 05-02-2010 at 15.33.05 by Alessia Va

Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy