• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Alessia Va

Basta!

Vota questo post
Stamattina la mia terza seduta di Rebirthing.
M. mi sorprende interrompendo il nostro dialogo e andando a prendere qualcosa...
"Aspettami qui, arrivo subito" mi dice.
Arriva con un grosso cuscinone rettangolare, e un bastone di legno.
"Visto che conosci la Bioenergetica, conoscerai questo atrezzo" mi dice.
Per conoscerlo lo conosco, ma non l'ho mai usato. Non l'abbiamo usato nelle nostre sessioni.
E come si usa?
Lo si percuote.
Si percuote il cuscinone con il bastone ancora, ancora e ancora e ancora...
Finchè non esce fuori tutto quello che abbiamo dentro.
Tutto...
Liberante.
Se ci si lascia andare buttando fuori tutto...
Angosciante...
Se si ha paura di quello che potrebbe venire fuori...
Io mi trovo a mezza via.
Tra i due estremi.
Vorrei fuggire e vorrei agire.
E cosi mi freno.
M. mi lascia fare per un po'...poi è chiaro che non ci metto convizione.
"Ok, lasciamolo da parte per un attimo. Ora vieni qui vicino a me" mi dice.
Con gli occhi chiusi, in posizione di grounding (gambe leggermente divaricate, ginocchia leggermente piegate, piedi ben piantanti a terra) mi fa parlare...parlare e respirare.
Non lunghi discorsi.
Domanda e risposta.
In una parola.
Una.
Una sola.
Una sola piccola semplice parola...
Quello che non riescono a fare lunghi discorsi quella semplice, piccola parola lo fa...in un istante di terremoto.
Non è la mente a produrla...non sono giochi di parole usati come barriere a nascondere il dentro.
E' il corpo che parla.
Piccola, semplice parola, piccola semplice risposta e il corpo parla...
Tremori...tensioni...e una valanga di emozioni che si muovono dentro.
Non so neanche dargli un nome perchè non ce l'hanno un nome.
Sono prima del nome.
Prima.
Primordiali.
Viscerali.
Ma ancora non basta.
Perchè ancora trattengo,
ancora mi maschero,
mi proteggo.
Ancora, la mia armatura resiste.
M. mi mette davanti il cuscino.
Stavolta senza bastone.
Cosi, ad occhi chiusi.
Respirando.
Con i pungi.
Oh, quanti pugni.
Forte, sempre più forte, forte...ancora e ancora e ancora...
Ora si...
Escono forte...sempre più forte...
Emozioni primordiali.
Ma una valanga cosi colossale che ho paura di esserne travolta...
Li trattengo li nel petto...
Ma trattenere fa male.
Un dolore fisico.
Acuto.
(sto per avere un'infarto? mi chiedo)
Pugni, su pugni su pugni...
Forte sempre più forte.
"BASTA!" butto finalmente fuori.
BASTA BASTA BASTA BASTA
Pugni, pungi, pugni e pugni...
E' strano sentire la mia voce che urla BASTA!
Strano sentire la forza dei miei pugni di emozioni...
BASTA! urlo sempre più forte.

E queste emozioni, forti...
Primordiali...

Updated 12-12-2009 at 01.00.06 by Alessia Va

Categorie
Uncategorized

Commenti

Privacy Policy