• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

darcylia

Accadde ieri....

Vota questo post

(tratto dal foglietto di presentazione)
Note di regia

Ricordo come fosse ieri il giorno in cui fui avvicinato da un amico: "Sai, in parrocchia stiamo preparando un musical, ci verrai a vedere?". Da allora - in realtà solamente cinque mesi or sono - le cose sono molto cambiate ed il musical in questione ha subito variazioni (si legga "stravolgimenti" ) che lo hanno portato all'attuale realtà. In questi mesi di lavoro, dove quasi per scherzo mi sono ritrovato in cabina di regia, "ho veduto cose che voi umani non potreste nemmeno immaginare": ho visto amicizie nascere, scricchiolare, finire o rafforzarsi, ho visto sbocciare fiorellini (si legga "sbocciare l'amore" ), ho visto litigi, lamentele ed incomprensioni, ho visto maturare i ragazzi più giovani e ringiovanire quelli un po' più datati, ho visto sudore e notti in bianco, fegati ingrossati ed occhi arrossati dalla stanchezza e forse dal pianto....ho visto sorrisi! Tanti sorrisi che ogni volta sembravano avere un potente effetto antibiotico contro le tristezze accumulate! Ecco cosa mi resterà, una volta calato il sipario, di questa immensa avventura che definirei "umana" prima ancora che "artistica": sono le emozioni e gli insegnamenti che solo il lavoro di gruppo può regalare. Un amico un giorno mi disse che quando si parte per un viaggio l'importante non è la meta ma il tragitto che si percorre prima di raggiungerla. Ed aveva ragione! In questi cinque mesi ho cercato prima di tutto di essere regista di persone non di attori, di sensazioni non di coreografie, di valori soggettivi non di canzoni. Il mio lavoro è finito ieri 29 maggio 2006 durante la prova generale, oggi tocca a questi ragazzi, questi fantastici compagni di viaggio, raccogliere i frutti di ciò che hanno seminato.
Alessandro
__________________________________________________

Note di Produzione

Come si realizza un sogno? A Dio piacendo, con un anno e mezzo di duro lavoro. Ed oggi con questi magnifici ragazzi si è avverato un bellissimo sogno che coltivavo nel cuore da tempo: raccontare in musica un fatto storico: Gesù Cristo morto e risorto per la nostra salvezza. Per far questo... cosa c'è di meglio di un Musical?!?... da lì a JCS il passo è breve! Ancor più delle musiche, di JCS mi attraggono i testi....testi che non ho avuto bisogno di tradurre, potendomi avvalere di un egregio lavoro fatto a suo tempo per la RAI da Arturo Villone... traduzioni che, per essere piacevolmente musicali, possono in qualche occasione allontanarsi dal testo originale, ma che almeno consentono una fruibilità immediata. Altra perla di JCS sono poi le caricaturizzazioni dei personaggi (su tutti Giuda, Pilato, Caifa... solo per citare i più accattivanti). Un musical che, pur avvantaggiandosi come tanti altri dell'uso sapiente di luci e ombre e del contrasto di colori, si sviluppa per lo più su un piano verticale con una carrellata di personaggi che si arrogano il diritto di ergesi a giudici e consiglieri del Figlio di Dio. A Cristo sono riservati invece due soli momenti di "glorificazione": l'ingresso messianico in Gerusalemme e il suo innalzamento sulla croce. Un terzo momento sarebbe quello della Resurrezione, ma JCS lì si ferma preferendo soffermarsi sul piano terreno delle relazioni, sugli interrogativi della gente e sull'autocomprensione che il Cristo ha avuto di sé stesso. Aver realizzato tutto questo con i ragazzi della parrocchia, poco avezzi a calcar le scene, con amici e alcuni amici degli amici ha rappresentato un'esperienza umana davvero arricchente. Un graziea loro (il mio tesoro), ai tanti giovani che si sono avvicinati in questo anno e mezzo e un grazie a voi che li avete visti e, bontà vostra, applauditi... Un grazie infine agli amici dell'Ufficio Missionario chiamati a vivere quel Vangelo di Cristo che noi ci siamo solo limitati a rappresentare nel nostro Jesus Christ Superstar.
don Lorenzo

__________________________________________________


continua...




01-06-2006 12:16
Categorie
Old Blog

Commenti

Privacy Policy