• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Linea di confine

L'arte dell'assecondare

Vota questo post
Si chiama Riccardo.
Ha all'incirca la mia età.
Abita a Milano, poco distante da casa mia.
Muscoloso, ma non troppo. Quanto basta.
Faccia da bravo ragazzo.
Gentile, disponibile, dolce, simpatico.
Il classico tipo che tutte le mamme vorrebbero per le proprie figlie.

Perfetto.

Ma la perfezione non esiste...
E infatti Riccardo vive solo nella fantasia.
Nella mia.


Domani diventerà "realtà".
Non appena dirò a mamma che l'ho incontrato e che passerò un po' di giorni con lui.

In verità Riccardo non esiste affatto.

Però ho imparato ad ASSECONDARE.
Mamma vorrebbe che mi trovassi un ragazzo.
Ecco fatto. Te lo faccio credere, così sei contenta.
E se lo vuoi vedere, sono pronta a stampare foto di qualche ragazzo a caso trovato su internet....
Se lo vuoi conoscere, basterà parlare della sua timidezza, o del fatto che sia troppo presto per la presentazione dei genitori...

Fanculo.


Ho prenotato un albergo a Ravenna per passare due giorni a Mirabilandia.
Se dicessi che vado da sola, scommetto che chiunque avrebbe da ridire.


Vogliono farmi credere che faccio come la volpe con l'uva...
ma la libertà è una cosa che mi ha sempre contraddistinto.
Fare ciò che voglio, quando voglio. E nessuno me la potrà togliere. IO anche da sola sto bene.
Decidi tutto tu: le regole del gioco, quando cominciare e quando smettere.
Nessuno che comanda, nessuno da seguire.
Ed è una gran figata.

A volte parlo anche da sola....e Laura mi ascolta...e poi mi risponde.


Categorie
Uncategorized

Commenti

  1. L'avatar di Anymore89
    Ciao Lauretta,lo sai che mi sono mancate le tue parole..
    ma sei davvero convinta di farlo??
    pensi che tua madre ci cascherà?
    a me da una parte mi inquieterebbe come situazione..ma c'è il lato affascinante e liberatorio nello stare da soli...
    SEI FENOMENALE! vorrei farlo anchio
    Complimenti per il tuo coraggio!!
    MI RACCOMANDO POI DICCI COME è ANDATA!!!!
  2. L'avatar di peste1987
    E' un po' snervante il fatto di dover mentire, soprattutto alla propria mamma...
    però credo sia l'unica soluzione per farla un po' felice. Dopo tutto quello che le ho fatto passare... ehehehe

    Creduto, ci ha creduto. Ora bisogna vedere fino a quanto posso reggere tutta questa messa in scena.

    Con le bugie ci sono solo 2 strade: o in qualche modo vengono a galla, oppure le fai cessare di esistere. Nel senso che non ne parli più ed è come se la bugia non fosse mai esistita. Te la scordi anche tu, tutto torna come prima e nessuno scopre niente.

    Non si può mentire per sempre, anche perchè i sensi di colpa ci sono e piombano addosso ogni volta che ricordi che tutto questo non è vero...
    A quel punto ripensi al fatto che stai fregando una persona, poi piano piano capisci che stai ingannando soprattutto te stessa.....


    Un bacino
  3. L'avatar di Anymore89
    Capisco che sia davvero complicato mentire..io con l'ansia che mi ritrovo non ce la farei mai..se dico una piccola bugia non ci dormo la notte..ma perchè scusa se dicessi a tua madre che ci vai da sola non ti ci manderebbe? o forse si preoccuperebbe e farebbe troppe domande?
  4. L'avatar di peste1987
    Ci rimarrebbe male a vedermi andare sempre in giro da sola.
    Sai, una mamma vorrebbe il meglio per i propri figli.
    Subito acclamerebbe con il suo: "da sola?!?!??!? Ma come fai a divertirti da sola?! Trovati qualche amico..o un ragazzo.."
    e bla bla bla.

    Le faccio compassione. Glielo leggo negli occhi. E non sopporto questo.

    Sembra che debba per forza avere compagnia, altrimenti non mi diverto. Ma non è vero!!!
    Ci sono alcune persone che nella loro solitudine stanno bene. Non è poi sempre così negativa. Riesci ad ascoltare molto di più te stessa; e restando in silenzio fai caso a cose che passano inosservate agli occhi degli altri...
  5. L'avatar di Anymore89
    Bè sei fortunata almeno tu hai una madre che si preoccupa..purtroppo non tutti i genitori vogliono il meglio per i propi figli..scusa il pessimismo ma è la realtà che stò vivendo..
    Il fatto di fargli compassione anche se può darti fastidio..credo dovresti apprezzarlo..è comunque una dimostrazione d'affetto..

    Ci sono alcune persone che nella loro solitudine stanno bene. Non è poi sempre così negativa. Riesci ad ascoltare molto di più te stessa; e restando in silenzio fai caso a cose che passano inosservate agli occhi degli altri...
    CONCORDO PIENAMENTE!! è BELLO SENTIRE COSE CHE GLI ALTRI DISTRATTAMENTE FANNO PASSARE IN SECONDO PIANO..forse perchè troppo impegnati ed iperattivi per fermarsi ad osservare le sfumature..

Privacy Policy