• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
View RSS Feed

Linea di confine

Nasci nudo e muori solo

Vota questo post
Ieri sono stata alla MINITALIA, a Capriate in provincia di Bergamo.
Ci sono andata da sola.
Idea del cavolo; non avrei dovuto.
C'erano un casino di famiglie con i propri bambini, ed è stato abbastanza frustrante...

Ho scattato foto, ho visitato l'acquario, il rettilario, la fattoria, la minitalia, sono salita sulle giostre e ho assistito a 2 spettacoli.
Divertita mi sono divertita sì. Ma in alcuni momenti mi incupivo e, seduta all'ombra di una panchina, pensavo che sarebbe stato più bello se lì al mio fianco ci fosse stato qualcuno.
Qualcuno con cui ridere e condividere quel momento.
Perchè da soli non si può ridere: ti scambiano per pazza.
Ho potuto "sfogarmi" durante il musical di Peter Pan. Lì potevo ridere anche da sola, perchè era uno spettacolo (per di più molto divertente!) ed era giusto che fosse così.


Una volta qualcuno mi disse: impara a stare da solo, e avrai imparato a vivere. (qualcosa del genere)

Perchè generalmente la gente ha una paura fottuta della solitudine...

Io ormai ci sono abituata e a volte nella mia solitudine ci sto anche bene...ma non appena vedo gli altri che stanno così tutti insieme, mi sale un senso di angoscia che mi opprime.

Riesce l'uomo a vivere da solo tutta la vita?
O c'è qualcosa più forte di lui che lo spinge a "fare gruppo"?

Forse, come i lupi, hanno bisogno di "cacciare in branco"...
Forse così si sentono più forti...
Ma FORTE è colui che riesce a starsene nella sua stanza, da solo.




Per chi è solo, il rumore è già una consolazione
Categorie
Uncategorized

Commenti

  1. L'avatar di ELENA888
    Una volta qualcuno mi disse: impara a stare da solo, e avrai imparato a vivere. (qualcosa del genere)

    Perchè generalmente la gente ha una paura fottuta della solitudine...

    Io ormai ci sono abituata e a volte nella mia solitudine ci sto anche bene...ma non appena vedo gli altri che stanno così tutti insieme, misale un senso di angoscia che mi opprime.

    scusa mi sono permessa di riprendere alcune delle tue parole..
    perche' tu non sai quanto io ti capisco..
    e mi rivedo in tutto quello che tu hai scritto.
    cmq quello che ti hanno detto e' vero..se l'uomo impara a stare solo..avra' imparato a vivere.
    Io questa situazione l'ho vissuta sulla mia pelle..
    Io ero terrorizzata dalla solitudine..come tutti gli uomini..
    e qualche anno fa rimasi sola..decisi che certi rapporti falsi era meglio troncarli..che tenerli aperti solo per questa mia paura..
    e rimasi sola.
    Quanto soffrii...non puoi immaginare..
    io non ero abituata alla solitudine..e trovarmi di botto in quella condizione era a dir poco soffocante..
    questo e' successo a 17 anni..
    ora ne ho 21..le cose sono abbastanza cambiate..
    pero' quel senso di solitudine che tu provi nel vedere gli altri che stanno assieme..ce l'ho ancora..soprattutto adesso che i miei amici sono tutti ripartiti..e piango per questo...si e' vero e' qualcosa che ti opprime..
    non sai come sento mie le tue parole..
    pero' a distanza di anni..con tutto che ho sofferto e che mi ha cambiata molto quell'esperienza..ringrazio lo stesso di averla vissuta...
    perche' ho imparato a stare sola..come a stare con gli altri
    e a stare bene nelle mia solitudine..prima non ci riuscivo..
    e per me e' un traguardo importantissimo..perche' adesso mi sento piu forte degli altri..

    ho imparato anche a circondarmi di rapporti reali..perche' adesso non punto ad avere tanti amici per non restare sola..ma punto ad avere solo quelli che mi dimostrano qualcosa..quindi i cosi detti pochi ma buoni!

    scusa forse ho scritto troppo..
    ma mi sono rivista troppo nelle tue parole..
    nei tuoi sentimenti..e non mi e' venuto di fare altro che scrivere di getto quello che sentivo!
    un abbraccio
  2. L'avatar di peste1987
    Ciao
    Mi consola il fatto che i sentimenti che provo vengano capiti perchè vissuti a loro volta.
    Hai fatto bene a scrivere tutto quello che ti sentivi di scrivere.
    La scrittura è sempre un buono sfogo, e possono uscire cose molto interessanti attraverso parole scritte, più di quanto ne possano uscire attraverso un discorso parlato

    Tu stessa dici che con gli anni hai imparato a stare da sola..come anche a stare con gli altri.
    Quindi, non provi più quel senso di oppressione nella tua solitudine..?

    Io, come ho scritto, sto bene anche da sola..ma a volte sento che mi manca qualcosa per essere completa.
  3. L'avatar di ELENA888
    Purtroppo lo provo..
    ma adesso ti spiego....
    si e' vero ho imparato a stare da sola...come a stare con gli altri..
    io adesso non potrei vivere senza la mia solitudine..
    nel periodo in cui ho trascorso l'esperieza sopra descritta..
    l'esigenza di salvarmi da quella solitudine soffocante..mi ha portato a cercarmi ogni minima cosa..ogni minimo interesse che mi riempisse la giornata..che mi distraesse per non pensare!
    Quindi poi mi sono abiuata a stare sola..e' diventata una condizione vitale per la mia esistenza..
    occuparmi dei miei spazi..dei miei interessi..senza che essi dovessero dipendere dalla presenza degli altri.
    Ecco perche' io dico che mi sento forte..
    perche' se dovessi rivivere quello che ho vissuto..soffrirei..tanto..ma non morirei di solitudine perche' so come affrontarla!
    Pero' e' inevitabile non provare quel senso di oppressione di cui tu tanto parli..e che io tanto capisco..
    negli ultimi anni..grazie all'universita..mi sono legata a tante persone..purtroppo pero nessuno della mia regione..
    quindi quando e' ora..tutti devono ripartire..come e' successo adesso per il mese di agosto..
    li mi ritorna quel sentimento..
    l'avere costruito tanto e poi nulla...
    l'oppressione di cui tu parli..a me e' data dal fatto..che da quando ho 17anni non ho piu dei punti fermi nella mia vita..
    ho delle amiche.. ho degli amici..a cui tengo tanto..e credo che sia per loro la stessa cosa..
    ma sono persone che adesso ci sono e adesso no..
    per il discorso fatto prima.
    Il forte desiderio di avere qualcuno a "portata di mano"[naturalmente prendila con le pinze questa espressione] sempre e cmq e il fatto di non poterlo avere che mi porta quel sentimento e mi fa capire quanto tutto attorno a me sia volubile!
    non so se mi sono fatta capire..spero di si..anche se e'difficile e sarebbe bello parlarne faccia a faccia..
    ma in quello che io scrivo tu ti rivedi?
    Updated 05-08-2009 at 13.01.14 by ELENA888
  4. L'avatar di peste1987
    sì, mi rispecchio sul fatto di non avere più alcun punto di riferimento.
    Nella mia vita sono passate tante persone.
    Ho dato l'anima, per poi perderle come niente.
    E ora mi sento così svuotata...
    Non ci provo neanche più ad instaurare rapporti perchè tanto poi si finisce sempre con il perdersi.
    Ognuno va per la propria strada e tu rimani sola con il solo ricordo di ciò che c'era stato, e a rimpiangere quei momenti.


    Mi ritrovo tantissimo in queste parole che hai scritto:

    "l'esigenza di salvarmi da quella solitudine soffocante..mi ha portato a cercarmi ogni minima cosa..ogni minimo interesse che mi riempisse la giornata..che mi distraesse per non pensare!"

    E' ciò che succede anche a me
    Updated 06-08-2009 at 11.31.12 by peste1987
  5. L'avatar di Anymore89
    ehm..io dovrei postare ogni vostra parola mi rispecchio in tutto!! questa cosa è un tantino preoccupante
    io ho imparato a convivere con la mia solitudine..sono stata costretta a farlo per sopravvivenza..e adesso ho propio bisogno..di restare almeno un'ora al giorno in pausa di riflessione da sola..magari con un'pò di musica di sottofondo..stò malissimo se invadono il mio spazio..mi sento propio soffocare...anche per quando stò in mezzo alla gente e mi sento persa e troppo diversa..ho trovato un metodo per combattere l'ansia e la malinconia che mi viene anche a me quando vedo una famiglia felice o una mamma che tiene in braccio il suo bambino lo coccola e ci gioca..lì mi viene una gelosia pazzesca..quindi per stare meglio comincio ad immaginarmi la storia di tutte le persone che incrocio sulla metro,per strada,in treno o in fermata é divertente e rilassante..mi affascina da matti..capire cosa possono provare le persone che mi circondano,anche se non le conosco e non ho nessun legame con loro e forse non ce lo avrò mai..ma il solo fatto che lì ho incontrati..significa qualcosa?! bò forse sono matta!!
    Comunque ho pubblicato nel mio blog una riflessione sia sul rapporto col cibo che sulla Solitudine..SE vi và fateci un salto..sono un'pò lunghe ma ne vale la pena!!!
    Updated 09-08-2009 at 16.05.50 by Anymore89
  6. L'avatar di nadirinha
    Leggevo i vostri interventi e mi son trovata a riflettere...
    Per me la solitudine è una compagna di vita che ricerco spesso!!
    mi piace stare con me stessa, pensare, riflettere...sento spesso il bisogno di isolarmi...
    Non lo faccio perchè non mi piaccia stare in compagnia, anzi...sono sempre la prima a far baldoria, ma sento l'esigenza, anche egoistica se volete di ritagliarmi momenti per me.
    E spesso sono "momenti" piuttosto lunghi...
    Sono scontrosa, burbera e solitaria per natura...il silenzio mi dona pace, tranquillità...la gente attorno spesso mi infastidisce!!
    Le persone che mi conoscono a volte non capiscono questa mia esigenza...credono che voglia scappare da loro!
    Spesso mi hanno accusato di questo...
    Non so se sia vero..se in realtà io voglia scappare sul serio
    Non credo...
    Io credo invece di aver iniziato un percorso di accettazione di me stessa...non ho paura di quello che posso trovare avendo me soltanto come interlocutrice...dialogando con me stessa...
    Non trovo molti fantasmi...li ho scacciati...
    Certo qualcuno sta cercando di sfuggire, ma io non mollo...scaccerò anche quelli...
    Vi mando un abbraccio a tutte.
    Non abbiate paura della solitudine...imparate ad apprezzarla per stare meglio con voi stesse!
  7. L'avatar di Anymore89
    Scusa mi viene spontaneo porti una domanda..se posso? ma i Fantasmi non andrebbero affrontati più che scacciati? io se li scaccio poi loro ritornano..finche non cerco di capirli e di dargli un senso capendone le origini,loro non mi lasciano in pace...anche a me ora non mi fanno molto paura..perchè ci sono abituata e adesso la paura si è trasformata in avventura e piacere di scoprire..
    Però non sò forse tu ti riferivi a qualcosa di diverso??
  8. L'avatar di nadirinha
    Forse ho usato un termine inappropriato...ma intendevo proprio questo..:affrontarli è l'unico modo per sconfiggerli e mandarli via!!
  9. L'avatar di la poetessa
    io penso che '' ogni cosa al suo tempo'' basta avere un pò di pazienza e speranza....
    forse nel momento in cui nn te lo aspetti incontrerai la persona giusta per te.
    non so se sbaglio ma da quanto deduco è il vero amore che manca nella tua vita, quello che ti travolge con tutto sè stesso in una relaione in cui ti puoi fidare 100%.
    come dicevo prima basta avere un pò di speranza e tutto si regola

Privacy Policy